Commenti

commenti su voglioscendere

post: Lettera a Michele Santoro

Da il Fatto Quotidiano del 20 febbraio Caro Michele, ho riflettuto su quanto è accaduto giovedì ad Annozero. E, siccome è accaduto davanti a 4 milioni di persone, te ne parlo in forma pubblica . Parto da una tua frase dell’altra sera: "Parliamo di fatti". Il punto è proprio questo. Si può ancora parlare di fatti in tv? Sì, a giudicare dagli splendidi servizi di Formigli, Bertazzoni e Bosetti. No, a giudicare dal cosiddetto dibattito in studio, che non è più (da un bel pezzo) un dibattito, ma una battaglia snervante e disperante fra chi tenta di raccontare, analizzare, commentare quel che accade e chi viene apposta per impedirci di farlo e costringerci a parlar d'altro. La maledizione della par condicio, dovuta alla maledizione di Berlusconi, impone la presenza simmetrica di ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti




travaglio, vacci giù ancora più duro ! queste caricature di uomini usano mezzi simili perché sono alla frutta e sanno di esserlo, sanno che il castello di menzogne sta per venire giù e li trascinerà presto nel fango, per cui si aggrappano senza pudore a ciò che gli è rimasto, il nulla delle loro illazioni. non li tema, anzi, visto che sanno dire sempre la stessa cosa gliela faccia dire altre cento volte, finché non si accorgeranno di quanto sono ridicoli, di quanto la gente si stanchi a sentire ripetere la stessa cosa e solo quella come pseudoargomento contro di lei. insomma, ripetuta più volte, questa storia presto verrà inflazionata, e le garantisco taceranno.


# 1052    commento di   blauengel - utente certificato  lasciato il 22/2/2010 alle 17:36

Marco, la tua reazione dimostra solo che sei umano e dotato di una coscienza e non un robottino costruito in serie come quei "giornalisti" che ti davano contro, perchè veramente non hanno argomenti. Detto questo, ribadisco il concetto e cioè che tutti quelli che seguono annozero (anche i forzaitalioti) lo sanno che non hai nulla di cui vergognarti e tantomeno da nascondere. Mollare ora però, sarebbe darla vinta a quei poveretti che ti urlano contro. conta fino a 10, fai un bel respiro e non curarti di loro...VAI AVANTI!


La gente intelligente sa riconoscere la grettezza appena la vede dipinta sulla faccia di una persona. Si capisce così per quale motivo il potere desidera un popolo di ignoranti: piu' facile da dominare. I 5 milioni di spettatori di Anno Zero sanno bene giudicare, purtroppo la Democrazia vuole che siano gli altri 55 milioni a comandare.


Caro marco, Santoro non ci può fare molto, lui è un conduttore e benchè a noi faccia incredibilmente schifo sentire provenire fonemi cuciti assieme per formare stronzate, dalle bocche dei servi armati di penna e testata giornalistica, deve farli parlare, e non può mettrsi a staccare il microfono o zittirli se dicono boiate: sarebbe censura giusto? Tu hai oltre alle innegabili qualità giornalistiche anche un ottimo senso dell'umorismo: fanne la tua arma!! Quella del cartello che ho letto non è una idea mica male, pure una maglietta con chessò "PULITI, NON IMPUNITI" o sfoggia una delle tue sagaci battute legate alla verità dei fatti. Falli incazzare, se si incazzano perdono il controllo e commettono cazzate, prendili in contropiede. Tu mi potresti dire "parli bene tu, ma non ci hai a che fare mica tutte le volte e per anni" Certo no, non con loro, ma all'inizio di fronte ai bugiardi patologici o intenzionali, mi incazzavo pure io. Ora li prendo per il culo con la sottile ironia di chi sa quello che sta dicendo. sui tuoi articoli già lo fai!!!!!! Marco, a tutti capita di raggiungere il limite di sopportazione, ma è quello che vogliono fare. Vuoi dargliela vinta? E' questo che vuoi? Scrivere da un giornale e non confrontarsi come fanno tanti esseri che indegnamente si fregiano della nomea di giornalista? Hai fatto tanto in molti formati e non solo tu, e la gente ha capito gli schemi anche e soprattutto alla tua tenacia, sagacia e determinazione a far affiorare a galla i fatti. Santoro non ti è avverso ma è un conduttore e non può e non deve sbilanciarsi troppo di fornte a queste cose: lo sapete che seppur in piedi siete in bilico sempre con questo regime. ma anche Santoro sta dalla parte dei fatti, e se abbandoni l'unico campo di battaglia su cui gli avversari non riescono a guadagnare terreno, avrai buttato via tutto. Ne vale la pena? Vedi tu, dopotutto non possiamo noi decidere per te, possiamo solo dirti: ti


Vogliamo bene, e desideriamo che tu rimanga la corazzata che sei.


# 1056    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/2/2010 alle 18:5

# 1055 commento di foigres secondo te io sono Paolo Barnard? sì sì, hai ragione :D ciao eh


# 1061 commento di Renzo C - lasciato il 22/2/20 E' una mia idea, che non conta ma che continuo ad avere, non per questo dev'essere per forza condivisa. Non hai però risposto al mio quesito sul giornalista citato ed è strano visto che nulla ti sfugge, mi farà piacere sentire la tua, quando ti andrà di farlo.


"Più una calunnia è inverosimile, meglio la ricordano gli stolti." Casimir Delavigne saluti ;-)


#1044 Paso Ti ringrazio cara della tua lunga risposta, so ce il problema ti sta a cuore e anche per questo ti ho fatto la domanda. Almeno ti sei "sfogata" e sopratutto hai "chiarito" (spero) una volta per tutte queste diatribe. Infatti, personlmente posso partecipare a questo blog solo saltuariamente, ma vi leggo con piacere quasi giornalmente. Prima di farti la domanda ci ho pensato un pò su, temendo di riaccendere l'ossessione nei tuoi confronti di "altri" vari (Peso-Piso...Blob...ecc) così puerili e fastidiosi, ma avevo anche personalmente bisogno di capire, proprio perchè capitataci in mezzo, cosa spinga certe persone a comportarsi così. E' evidente che tu mi stia profondamente simpatica, diciamo che mi trovo in "sintonia" con quello che pensi e scrivi e soprattutto "senti", ma è ovvio anche che avrei preso le difese di qualsiasi altra persona attaccata così in questo blog. Se le argomentazioni sono fondate ed educate, il confronto è libero e aperto a tutti, quando è puerile e maleducato forse l'unica arma è l'ironia o il silenzio. Come possiamo ben vedere, ciò che succede qui in piccolo, succede in TV in "grande", ecco perchè la stupidità umana non riesce a firmare la sua fine! Almeno noi, cerchiamo di dare il buon esempio. Ti abbraccio forte Nikè


Per favore Marco non mollare...sei tutti noi!!!


Ciao Marco, non posso che essere d'accordo con chi dice che lasciando Annozero, questa gente l'avrebbe vinta di nuovo anche in un dibattito televisivo (ce l'hanno già facile in Parlamento, anche in TV la farebbero da padroni.... già lo fanno). Tu dirai: "già bravo tanto sono io a dovermi difendere e a farmi venire il mal di stomaco.....". Già, e per questo capisco la tua sconsolazione. Il fatto è che, come ho già letto in qualche altro commento, tu hai la capacità di metter a nudo le loro debolezze e la loro incapacità ad argomentare il nulla che professano ormai da tempo. Visto che la trasmissione è vista da tante persone (mi auguro ci siano anche quelli che votano B.), questa può essere una opportunità per far loro cambiare idea. Comunque sono d'accordo con te quando dici che bisognerebbe impegnarsi di più per focalizzare la discussione sui fatti e cercare di evitare i depistaggi o quantomeno tagliare le zuffe che non portano a nulla ma fanno solo cambiare canale. Non mollare e comunque comprenderei la tua decisione di un eventuale passo indietro. Stammi bene.


# 1062    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/2/2010 alle 19:16

# 1057 commento di foigres Non ho un' opinione su Paolo Barnard, ho solo visto alcune sue inchieste a Report anni fa e mi sono piaciute. Delle faccende fra lui e Travaglio so poco o niente, e non ho neanche voglia di approfondire, così come su almeno altri miliardi di temi di questo mondo. Metti pure l' URL del mio blog, sempre se ne ho uno, o forse l'ho aperto senza accorgermene. Saluti


X Paso Dimenticavo....il tuo lunedì è la mia domenica!! Oggi riposo! mentre altri cominciano la settimana, io la finisco. Il delizioso caffè infatti l'ho preso a mezzogiorno (alla faccia della pigrizia!!) Ma che bello stare sotto il piumone quando fuori è freddo!! ...le piccole e meravigliose gioie della vita! :0))


ela 1030 Leopardi non e' neanche il mio preferito, ma quando uno coglie il punto di quello che vorrei dire con parole che io non potrei mai usare in maniera migliore ne' piu' sintetica, non faccio nessun distinguo di personale simpatia o meno;-). Ricambio il saluto a te, Ciao


Alcuni dubbi mi pervadono:Se Bertolaso e Stato "cosi bravo e ci invidiano tutti" con l emergenza rifiuti Napoli(governo Berlusconi)perche non fece niente ,per risolvere lo stesso problema,Governo Prodi?Se Bertolaso e "cosi bravo" con le emergenze nazionali perche scopriamo, solamente ora,che il territorio nazionale e a rischio frane per l'80%?Che senso aveva mandare un falcon con 4 persone+Bertolaso ad Haiti, subito dopo il terremoto,quando sarebbe stato molto piu utile un ercule pieno di beni e medicine di prima necessita e ,magari,caricarci anche i 4 medici-specialisti?Forse e stata una mossa demagogica in preludio al futuro "ministro Bertolaso"?Che cosa centra la protezione civile con le grandi opere? Per quanto riguarda la critica di bertolaso,"sulla disoganizzazione degli aiuti ad haiti..."no comment!Basta vedere quando sono arrivati i nostri di aiuti. Un cittadino italiano che lavora all estero.


caro marco, sono andato sul link di quello che dovrebbe essere un "quotidiano" , Libero, ma che è un'organo di disinformazione. C'è un'articolo che ti riguarda sull'ultima puntata di "anno zero". Chiudono l'articolo con la mancata coincidenza della data dell'assegno, 08/2003 con il periodo delle tue vancanze in sicilia ,dal loro contestate , l'anno 2002. Guarda caso hanno omesso di menzionare nell'art. l'estratto conto della tua carta di credito del 2002 dove si vede chiaramente il pagamento dell'albergo...ogni altro commento è superfluo..


Combattiamo le battaglie che si devono combattere, non scegliamo quella che si possono vincere! NON MOLLARE ! In tutta la storia umana ci sono stati periodi bui dovuti a dittatori/condottieri/sacerdoti completamente "deficienti" o in mala fede, ma poi la luce della logica illumina sempre la civiltà. Credo che mollare ora, nel momento più importante sarebbe uno sbaglio che, per dirla come un sergente, "abbasserebbe il morale della truppa"! Dai Marco, sotto quella coltre di ghiaccio che ti ho visto addosso al teatro Bobbio di Trieste, ho scorto quella morale e quella spregiudicatezza che sono insite in un gentiluomo quale tu sei. Io sono uno di quelli con "l'elmetto" che erano fuori dal teatro, sono in cassa-integrazione e non mi sogno nemmeno per un attimo di mollare.


Non puoi, e non devi smettere d' andare ad annozero, e troppo importante il lavoro anzi la missione che stai facendo: se spegniamo l'unica voce dell' informazione cosa ci rimane in questa povera Italia: vagonate di merda da quei miseri zerbini di arcore, adatti solo per pulirsi i piedi. Mòla mia Leù


lasciare è un lusso che non ti puoi permettere.... a noi chi darebbe voce? Montanelli si rivolterebbe nella tomba, i "trombettieri" griderebbero alla vittoria e magari finirebbero anche per incassare una "paghetta exstra " elargita dal DIO PADRONE! So bene che non hanno una faccia e una reputazione da difendere, ma ti assicuro che proprio per questo le persone perbene non "guardano" quelle facce . Continua a far bene il tuo lavoro, è il miglior regalo che tu possa farci e la migliore arma per "avvelenare il fegato" dei trombettieri!! Forza Anna


Sono con te, Marco. Qualunque cosa alla fine tu decida di fare, sappi comunque che il tuo lavoro è prezioso per me, te ne sono grato. fede


Gentile Dott. Travaglio, se le domande alla fine del suo articolo hanno lo scopo di generare una sorta di dialogo pubblico, va bene. Se invece le domande se le pone davvero, la cosa mi lascia un po' stupito: esiste un'altra soluzione, e lei stesso l'ha messa in pratica con successo qualche volta. Le spiego procedendo per punti. A scanso di equivoci successivi, mi lasci dire che il fatto che lei voglia difendere la sua reputazione le rende onore. Mi sembra che ben pochi ci tengano al giorno d'oggi. La sua reputazione però è anche il suo tallone d'Achille. I suoi avversari ormai sanno che lei la difenderà con ogni mezzo ed in ogni luogo. La difesa della sua reputazione sta diventando paradossalmente il suo punto debole. Direi che il primo passo è che Lei si dimentichi della sua reputazione. Li lasci dire quello che vogliono. Ma non sono d'accordo con i suoi amici che le consigliano di ignorarli: stanno cercando di farle saltare i nervi per screditarla. Certe azioni meritano, secondo me, una reazione, ma non quella sua di giovedì scorso. Piuttosto, li ridicolizzi! Lei c'è riuscito superbamente qualche puntata fa quando l'Avv. Ghedini le rinfacciava che il casellario giudiziario non serve a niente. La sua risposta (vado a memoria: "Se contasse qualcosa sarei Presidente del Consiglio!") gli si è ritorta contro. L'avvocato ha tentato di replicare, ma le assicuro che nessuno dei telespettatori lo ha più ascoltato, ne lo ha più potuto prendere sul serio. Faccia la stessa cosa in seguito. Non replichi immediatamente alle accuse. Li lasci parlare, e poi risponda, usando le qualità che meglio sa usare: l'arguzia e la memoria. Non c'è niente nel passato di Belpietro che puo ritorcersigli contro? Non doveva ad esempio diventare direttore del TG1? E chi hanno scelto al suo posto? Minzolini! Io preferireri fare seppuku piuttosto che essere rimpiazzato da Minzolini! Lei conosce anche le persone giuste per darle dei consigli su come ridicoli


Ti prego Marco..... RESISTI!!! Fallo per tutte le persone che ti seguono e aspettano il giovedì anche solo per vederti e ascoltarti ad annozero. Virginia


#1018, Renzo C. Non soltanto non leggi, ma procedi in sprezzo della logica: Travaglio dovrebbe scusarsi? E di cosa? Ha frequentato e/o fatto affari con mafiosi? li ha mai difesi? Ha mai difeso o occultato notizie sul caso Ciuro? (Peraltro Travaglio non è affatto allergico alle scuse: le fece, per citare un esempio, ad Antonio Socci, dopo averlo attaccato con durezza eccessiva). Ha sbagliato in qualcosa? La citazione di Falcone non è affatto una "cazzata", come scrivi con grande eleganza, bensì è estremamente importante: il curriculum di Ciuro era di tutto rispetto ed è falso che fosse "passato dall'altra parte": faceva il doppio gioco, che è una cosa diversa. Così, per essere precisi.


Chi ti scrive è la figlia di un ex deportato,quindi nessuno più di me può apprezzare chi, come te, si espone per un'Italia migliore. Cosa sarebbe oggi l'Italia senza Travaglio, Santoro, Gabanelli e pochi altri? Voglio provocarti: stai facendo il gioco dei vari belpietro e compagnia? Sono lì per farti perdere il controllo, sminuire la trasmissione, l'importanza delle idee, e tu cosa fai? Li accontenti. Quando ti attaccano, sentitene onorato, noi godiamo nel vederli arrabbiati e vorremmo che tu ridessi loro in faccia: Se cadi nella lite, essi segnano un punto, sono lì per quello. Santoro ti ha trattato come un padre, ha solo voluto proteggerti, solo uniti siete una forza invincibile e la nostra voce inespressa. Per noi che crediamo in te, ridi in faccia alle iene e facci godere, rendi palese la loro violenza,lo devi a mio padre che di botte per la patria ne ha prese tante.
non ci cascare


Tanta solidarietà ad un grande al giornalista ma soprattutto ad un uomo di grande cultura ed inteligenza. Da una persona orgogliosa di avere un concittadino così!


Marco hai tutta la mia solidarietà! io a volte non riesco a non incazzarmi da casa sul divano e esercito l'unico potere che ci lasciano... cambiare canale. Non si potrebbe fare una regoluccia secondo la quale nei programmi (almeno quelli di informazione e di politica) quando viene posta una domanda si debba rispondere alla domanda e non insultare, parlare d'altro o creare confusione in modo che non si capisca più nulla e soprattutto riuscire a non rispondere o a evitare un argomento scomodo? Il conduttore sarebbe il controllore e nel caso che si sfugga dalla domanda egli interrompa e ricordi qual'era la domanduccia.. Credo anche che questo sia buon senso e non ci vorrebbero regole... ma il buonsenso latita... p.s.: Marco non mollare!


# 1077    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/2/2010 alle 22:59

# 1098 commento di altamante fruzzetti Non mi pare che tu sia poi tanto informato sui fatti, facciamo che ne riparliamo dopo che hai approfondito un po'? Se anche tu sei d'accordo, ovviamente. Ti lascio un link che mi passò un amico, se hai voglia di leggere qualcosa di più sul tema. http://dituttounblog.com/editoriali/la-storia-di-pippo-ciuro-e-quello-che-travaglio-non-dice La citazione di Falcone è e rimane una cazzata, metre questo tuo: >>è falso che fosse "passato dall'altra parte": faceva il doppio gioco, che è una cosa diversa. è talmente bello che vorrei farne un poster, così, per farsi 4 risate ogni tanto leggendolo.


caro Marco,continua,non lasciarti condizionare da chi provoca militarmente quando non ha argomenti. Sappi che moltissimi ti stimano e ti invitano a continuare cosi' come fai.


...intanto a PORTA a PORTA c'è l'incoronazione di Bertolaso...


Chi conosce un po' di logica sa bene che l'argomentazione ad hominem (consistente nell'attaccare la persona che sostiene una tesi anziché la tesi stessa) è una fallacia, ovvero un non sequitur, dotato però di efficacia psicologica (ossia nullo dal punto di vista della verità, ma retoricamente utile, se non a ottenere persuasione, almeno come diversivo). Per esempio, se A afferma che B è un ladro, spesso succede che B, per difendersi, accusi A di avere anch'egli rubato. Ebbene, anche ammesso che l'affermazione di B sia vera, essa non ha alcuna rilevanza come difesa dall'accusa di A: è solo un cambiare argomento. Se A diceva il vero (e anche un ladro può dire la verità, può cioè adeguare il suo dire a un effettivo stato di cose), B rimane comunque un ladro. Al limite, se B dice il vero, sono entrambi ladri. B si sarà vendicato, ma non avrà saputo difendersi dall'accusa (se non agli occhi dei polli). Chi ricorre ad argomentazioni ad hominem lo fa perché non dispone di argomenti migliori: data la difficoltà in cui si trova, è disposto a usare argomentazioni fallaci e, se è veramente un ladro, probabilmente non avrà remore neppure a fare affermazioni del tutto false sul conto di chi lo accusa, fosse anche la miglior persona di questo mondo.


Ciao Marco, millecento e passa messaggi? Sono troppo stanca, sono mamma, lavoratrice, architetto obiettore di coscienza (non lo faccio adesso sto lavoro in sto paese, mi han chiesto troppi compromessi, io lo amo questo paese, volevo restaurare e mantenere la bellezza, almeno non voglio contribuire a imbruttirlo), moglie di un marito che lavora e studia e domani avrà un esame universitario (non si sa mai, meglio avercela una laurea, e studiare è così bello, anche con 15 anni di mutuo ancora da pagare), è tardi e non ho tempo neanche di leggere le ultime del tuo blog. Ma il Fatto, anche se a quest'ora, lo leggo sempre, e annozero lo ascolto tra un pianto e l'altro della bimba che non vuole dormire (che ti attenda in tv?). Ci tenevo a dirti solo poche cose: quant'è bello il misfatto! io che all'epoca del liceo, leggevo cuore... è vero è diverso, ma è bello, molto bello! su santoro: credo abbia ragione lui e ti ha scritto una meravigliosa lettera... anche tu naturalmente scrivi sempre parole che amo leggere e risentire, e poi qualche frase ce la leggiamo ad alta voce, perchè lette fanno persino un effetto migliore...! (e hai visto mai, le sente anche la piccola e qualcosa impara! :-) ) decidi tu se continuare ad esserci o meno ad annozero... tanto noi ti seguiremo ugualmente, però in questo modo taglierai fuori la periferia di cui parla santoro, e staremo tra noi a raccontarcela, mentre la periferia si allontana sempre più non mollate, siete troppo pochi per permettervi il lusso di mollare... e poi ci siamo noi con i millecentomessaggi che tolti gli squadristi pagati per gettare fango nei blog dei cattivi, siamo cmq una bella soddisfazione, o no? che si fa, ce ne andiamo tutti in un'isola sperduta a raccontarcela? e poi che racconterò a mia figlia? a presto e buonanotte, Francy


ps volevo anche ringraziarvi per l'esempio di giornalismo, di comunicazione, di amicizia se volete, di dialettica, che avete dimostrato tu e santoro. Grazie!


# 1083    commento di   maryarcher - utente certificato  lasciato il 23/2/2010 alle 2:34

Travaglio ha ragione nella Lettera a Michele Santoro. Sacrosanta ragione. Non ho ancora buttato il televisore dalla finestra perché esiste Anno Zero. Ma stanno diventando insopportabili questi "confronti" (eufemismo) bi-partisan. Ho giurato che la prossima volta che Santoro invita Ghedini, spengo.


Marco... hai la coscienza pulita? e allora CONTINUA!!! Maledizione!!! fallo per noi! ... Noi, IO ho bisogno di te! ... la tua voce NON può lasciarci soli in questo mondo di merda! NOI abbiamo bisogno di te! NON di un "vigliacco" che lascia... te lo dico col cuore in mano e le lacrime agli occhi.


Marco resisti, fallo per tutti gli italiani onesti che, come sai, sono tanti e hanno te come loro portavoce. Credo che la tentazione di mollare sia forte, spero però che non lo farai e continuerai a lottare, anche ad Annozero, contro lo SCHIFO che ormai impera sovrano in Italia. Se tu te ne andassi sarebbe una vittoria per quel manipolo di mercenari, e soprattutto per il loro capo che da tempo spera che qualcuno ti elimini dalla tv di stato, e una sconfitta per quelli come me a cui tu dai voce. Complimenti per la tua attvità Ivan.


Vai Marcooo ! Hai tutto il mio appoggio, è un bel po' che questo giochino và avanti, tant'è vero che è pressapoco da quando è iniziato che ho smesso di guardare AnnoZero (dalla bella trasmissione di inchiesta che era quando è partita, ad ennesimo pollaio - trasformato in tale per la presenza dei vari belpietri, ghedini & gang d'accompagno). Le tue emblematiche parole "dibattito in studio, che non è più (da un bel pezzo) un dibattito, ma una battaglia snervante e disperante fra chi tenta di raccontare, analizzare, commentare quel che accade e chi viene apposta per impedirci di farlo e costringerci a parlar d'altro." descrivono purtroppo quello che è diventata la trasmissione...a me sembra che Santoro si sia un po' rassegnato al fatto che "tiene famiglia" e, per non essere chiuso, deve dare spazio ai guitti di regime, pazienza (anzi, peccato), la trasmissione è sua e sarpà lui come gestirla (e noi decidere se guardarla o meno), tu fai benissimo a fare quel che fai e non prestarti allo squallido giochino (anche perchè, onestamente, per la posizione in cui t'hanno relegato, immagino che per parteciapre ad ogni puntata di AnnoZero richieda la pazienda di Giobbe..)


Caro Marco, queste parole dovrebbero ricordarti qualcosa... La verità è come il vetro che è trasparente se non è appannato per nascondere quello che c’è dietro basta aprire bocca e dargli fiato! ... Io me la prendo con qualcuno tu te la prendi con qualcuno lui se la prende con qualcuno E sbatte la testa contro il muro Io me la prendo con qualcuno tu te la prendi con qualcuno lui se la prende con qualcuno noi ce la prendiamo... Forza e Coraggio... questo ci vuole... questo devi darci!!! e adesso... VAI!


travaglio sparisci... subito per favore.


MARCO non mollare: sei TUTTI noi!!!


dott.travaglio, volevo esprimerle la mia sincera stima e augurare a tutti i troll che infestano questi spazi una intensa giornata di snervamenti, di ulcere, di emicranie e di diarree. sinceramente, andate a fare...altro !!


Ciao Marco, Avrei avuto un'idea su come zittire sul nascere le diffamazioni che ciclicamente e strumentalmente ti vengono mosse dai berluscones di turno ad Annozero: che ne dite di preparare un minifilmato da mandare "on demand" in cui si riassume e si smonta, mostrando rapidamente fatti e documenti, la famosa (per noi del web) vicenda de "Le vacanze di Marco Travaglio"? Avendo a disposizione un filmato, non ostracizzato da interruzioni, insulti e sovrapposizioni di voce vari, non credo siano necessari più di 30 secondi... e per il bene della trasmissione, meglio perdere 30 secondi (in cui si capisce qualcosa) che 5 minuti di nulla. Ti saluto rinnovandoti solidarietà, nonchè profonda ammirazione e stima.


S'impara sempre qualcosa di nuovo in questo mondo sempre più virtuale (per un vecchio come me che non conosceva i veri troll, o l'esistenza di universi paralleli - tipo boicottaggio a M'Illuminodimeno di Caterpillar da noisefromamerica, ecc. ecc. ecc.) epperquesto aver dei punti cardine, delle boe d'ancoraggio che non facciano perdere la bussola è importante. Ho augurato a Marco TRAVAGLIO uno spazio in TV tipo "il Fatto" per poter aprire la mente di qualche "ottenebrato" com'è successo a me che non lo seguivo a dovere; nell'attesa, e quel giorno verrà, grazie alle "pillole" sul Fatto Quotidiano e i Passaparola, Travaglio ha un posto fisso nella mia vita, ogni giorno, e ne sono felice. Ha ragione ad incazzarsi se viene minacciato o insultato gratuitamente, bisogna reagire xchè altrimenti chi lavora per un domani peggiore (per gli altri) continuerà ad averla vinta, e infatti ecco dove è arrivata l'ITALIA. Marco continua così! NON VOGLIAMO VIVERE NELLO SGOMENTO!


Marco siamo tutti con te... continua e resisti più che puoi!!!!


Ho letto la risposta di Santoro. Che dire, "complimenti" ad ambedue, se scissione sarà, i gentiluomini che giornalmente sparano ad alzo zero contro di voi, potranno brindare, "finalmente abbiamo ottenuto la cacciata del giustizialista Travaglio da annozero". Ancora meglio, si tratterà di "autocacciata" un'apoteosi!!!!!!!!!!! gianluca, bari


Marco non sei solo e questo tu lo sai, ogni volta che ti sale lo sconforto devi pensare che dietro le telecamere ci sono molte persone che condividono i tui sentimenti di rabia e frustrazione. Chi è con te continuerà a sostenerti e per queste persone sei una guida autorevole, per questo non devi mollare mai, non è facile ma è una guerra all'usura,tu non rappresenti solo te stesso ma sei portavoce di idee e fatti che hanno un valore assoluto che devono continuare a logorare il sistema al di fuori di chi se ne fa portavoce. Hai scelto questa strada sicuramente consapevole delle difficoltà che la tua perrsono avrebbe incontrato ma ora non sei solo tu e la tua persona ma sei un concetto, un ideale per questo spaventi e devi essere messo a tacere con ogni mezzo. Dietro di te ci siamo noi e ci sono i tui sentimenti di verità e gustizia che noi condividiamo. Non mollare.


Santoro è bravo, fà la trasmissione che gli pare, un circo barnum come oggi và di moda. Bene, continui così e faccia felice quelli a cui piace. Giornalisti come Travaglio dovrebbero prenderne atto, o così o lasci..........io lascerei!!! Morto un Papa se ne fà un altro, troverà un degno sostituto. Tanto è una questione di tempo.


secondo me un giornalista come Travaglio bisogna meritarselo. Gli italiani che non sanno distinguere la lascivia di Belpietro dai fatti di cui Travaglio si occupa per il bene di tutti - e non solo suo - non se lo meritano. La correttezza non può arrivare alla bassezza di chi urla perchè non ha nulla da dire. Lasci la trasmissione dott Travaglio. Chi la apprezza continuerà a cercarla sul web, sul "fatto", nei teatri. E' vero che, come lei scrive sul "fatto", non tutti hanno il web. Ma se si vuole essere informati, bisogna anche andarsele a cercare le notizie. Non è obbligatorio guardare solo la Tv. L'ignoranza spesso è una scelta non una calamità dettata dalla mancanza di risorse. Evitare di leggere i giornali perchè sono "lunghi" ma non avere problemi a sorbirsi 3 ore di grande-fratello, è una scelta, non un problema di risorse a disposizione. Chi non vuole sentirle certe cose, non se la merita un'informazione competa, neutrale e centrata sui fatti.


Caro Marco mi permetto di chiamarti cosi perche ti seguo da tanti anni e ti ammiro tantissimo, volevo darti dei consigli...se posso.... Capisco benissimo la tua stanchezza lottare tutti i giorni contro questa accozzaglia di giornalai..perche' di quello si tratta di giornalai..., pero' ed e' un pero ' garnde come un grattacielo non puoi assuolutamnete lasciare anno zero...perche? perche oltre la rete dove tu ci fai sapere la verita' e' rimasto solo anno zero, dove puoi portare le tue documentazioni e far sapere anche a tanti che in rete non vanno cosa combinano i porci dei politici..stai tranquillo che quelle nefandezze che dicono contro di te non sono vere e noi lo sappiamo benissimo..e credimi anche tanti di quelli che seguono anno zero lo sanno sai perche? perche' quei giornalai da strapazzo che ti accusano non sanno nemmeno accusarti in modo intelligente ed il modo in cui ti accusano fa solo ridere.stai tranquillo..le persone oneste l' italiano medio le sa ancora riconoscere...quindi ti chiedo con tutto me stesso continua ad andare ad anno zero e quando ti accusano so che e' difficile ma resta impassibile con quel tuo fantastico sorrisetto e falli morire di rabia a quei c.....glioni...garzie marco per quelo che fai per noi....


Tre osservazioni: 1) In pochi han fatto notare che l'osservazione di Travaglio era riferita alla inopportunità di talune frequentazioni avute da un personaggio istituzionale dotato di un enorme potere economico. L'apetto fondamentele non è solamente etico e morale ma è soprtattutto economico. Io sono stufo che appalti(in questo caso assegnazioni) vengano gonfiati ed affidati a certi personaggi perchè l'effetto finale si ha sulle tasse che sono costretto a pagare. 2) L'alzata di spalle o la risata come reazione a certi attacchi vili e beceri a mio parere è inaccettabile. La signorilità(richiesta da chi ci dice, e sono spesso i cosiddetti amici, di fare il "signore") non sta nell'avere reazioni minime ma nell'esternare le proprie passioni legittime e umane passioni in modo esplicito ma con toni e modalità da "signore". Ed in questo Travaglio è un vero Signore. 3) Spero che non sia zittita un'altra delle pur tante ma flebili voci giornalistiche che ci sta aiutando, al di là delle posizioni di ciascuno, ad essere autonomi nelle decisioni politiche, a cercare la verità ed ad amare la curiosità dell'approfondimento nell'informazione.




Leggo solo oggi la lettera di Travaglio, la risposta di Santoro e l'ulteriore precisazione di Travaglio. Mi rivolgo quindi ad entrambi. VI PREGO, VI PREGO, VI PREGO: NON LASCIATE CHE DIVENTI VERO IL DETTO "DIVIDE ET IMPERA"!!!! Comprendo la forza che la vostra grande onestà intellettuale esercita nei vostri animi, ma non potete toglierci quel poco di ossigeno di informazione che ancora ci rimane. Detto in italiano (sempre ad entrambi): NON FATE CAZZATE!!! E non crediate che non riesca a comprendere la difficoltà delle vostre scelte personali e professionali. Ma (secondo me) voi avete un DOVERE nei NOSTRI confronti, assunto nel momento stesso in cui avete deciso (per fortuna) di essere i nostri baluardi in un panorama vergognoso. Tanto per sdrammatizzare, come disse un grande filosofo del '900 (John Belushi): "Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare!". E il gioco non è ancora finito. Voi non avete ancora finito. ANDATE AVANTI. INSIEME. Con stima.




Stamani su RAINEWS24 è stato detto: E' il gioco delle parti: Ad ANNOZERO Santoro è il giornalista e Travaglio è l'opinionista(!?). Quanto è stato detto su RAINEWS 24 basta ed avanza per puntualizzare due cose: Santoro è il 'capo'. Travaglio invece che giornalista un accattivante oratore. Basta ed avanza perchè Travaglio non vada più ad Annozero...mi mancherà.


Carissimo Marco, se molli ANNOZERO loro vincono e NOI tutti perdiamo. Perdiamo la gioia di poter vedere la loro rabbia di fronte alle verità che racconti, perdiamo il godimento di vederli ogni volta inventarsi una bufala per sviare l' attenzione, perdiamo la possibilità di essere felici in un momento in cui c'è poca possibilità di esserlo. Sei un Giornalista, un vero Giornalista e racconti verità scomode, loro tapini si devono difendere e lo fanno in un solo modo : da codardi. Per favore, non lasciare ANNOZERO. Con affetto, stima e gratitudine. Cristiana


Marco non lasciare annozero, non mollare e nervi saldi!


marco sei un grande editorialista.....belpietro e co. grandissimi......str.......


Marco, sei grande e ascoltarti e' per me un piacere e bisogna ricordare agli amici e adepti del Banana che le "teste di legno fan sempre fracasso"


# 1108    commento di   lillylilly - utente certificato  lasciato il 23/2/2010 alle 14:29

all'ultimo baluardo del Giornalismo (con la G maiuscola)... Dr. Travaglio, la stimo immensamente perchè ha la schiena dritta e le idee chiare, che arrivano (e come se arrivano! gradi il fracasso che fanno quando solo accenna ad aprire bocca!) alle orecchie ed al cervello di quanti ancora non vogliono piegar la testa! Capisco perfettamente che sarà snervante per Lei (come lo è per noi asclotatori!) stare a sentire certi "tromboni" e la loro cantilena sempre uguale, ma non molli, non lo faccia per noi, per quanti ancora non si sono assuefatti al veleno del Grande Fratello & C.... grazie di cuore!


@ redazione chiedo spiegazione perchè sono stati cancellati i post di ieri sera per esempio questo che ho salvato (non aspetto risposta, sola statistica controllo entro quanto viene cancellato :D) Frada >>Quello che è emerso da quello che ho visto, che Federica ha ammesso che stava usando altri nomi, puoi andare in post precedenti a vederli. Non so magari sei della redazione che hai tutta questa sicurezza, se sì, giorno e ora pliz. se no, meglio tacere così ender si fa anche meno domande. >>Nessuno di noi qui ha detto che il nick di Paso è stato rubato da federica, dove lo hai letto? È stato detto più volte tra le righe >>>Ho notato anche io che c'era una tale Federica, e ho notato la tua domanda, ma credo che sia anche abbastanza impensabile che tra chi decide di scrivere un commento di vicinanza a MT non possa chiamarsi Federica. Ecco fra ti sei data la risposta Te lo ha detto federica? La redazione? Palla di vetro? un guru? Ciao


x MARCO TRAVAGLIO volevo rivolgermi direttamnete a lei TRAVAGLIO. scrivo il suo cognome in maiuscolo perche' in italia pochi cognomi si possono scrivere in maiuscolo ed il suo e' tra quei pochi... Capisco benissimo il suo sfogo con SANTORO credo pero' che SANTOTRO essendo un conduttore non puo' fare diversamente, quello che le chiedo con tutto il cuore e' di continuare il suo lavoro ad anno zero con serenita senza dare importanza a chi la denigra tanto non si preoccupi che l' italiano onesto capisce chi parla con onesta' e chi con cattiveria, e senza dignita e morale...Credo che stiamo vivendo anni molto difficli in Italia purtroppo tangentopoli e la corruzione non sono mai finiti anzi...chi si e' salvato in quei tempi ha una paura fottuta che si ripeta ed allora attacca i giornalisti onesti la magistratura e tutta la gente di buona volonta ed e' per questo siccome la guerra non e ' finita ma purtroppo e' appena cominciata che la esorto a rimanere in trincea..Abbiamo bisogno di persone come LEI, DI PIETRO DE MAGISTRIS BORSELLINO SONIA ALFANO PETER GOMEZ SANTORO..e tanti altri che si battono giorno dopo giorno per riportare un po di sereno dopo tanti anni di buio totale...quindi TRAVAGLIO le rinnovo la mia stima e la esorto a continuare la sua informazione sia in rete che da SANTORO perche li la ascoltano anche persone che in rete non vanno mai e quindi si fanno un idea su quali porcherie ci sono in italia. garzie davvero.


cancellato di nuovo ovviamente :D




-Travaglio-Santoro: posizioni inconciliabili - Oggi il “Fatto quotidiano” ospita un civile confronto tra Travaglio e Santoro, con un “richiamo” in prima pagina. Già dalla diversità di lunghezza dei due elaborati (quello di Santoro infinitamente più lungo e giustificativo), si può capire chi ha ragione, perché quasi sempre chi cerca il cuore del problema non ha bisogno di molte parole per metterlo a fuoco. Riassumo per chi non ha letto e i miei giudizi li darò alla fine. Santoro sostiene che “Annozero” assomiglia ad una partita di calcio, in cui tutti i falli sono leciti, anche la calunnia e la menzogna, e poi è il “saggio” pubblico che è in grado di distinguere e giudicare, e lo “scontro” è ciò che dà sale e imprevedibilità alla trasmissione, che in caso contrario perderebbe ascolti. Travaglio, al contrario, reputa previdibilissima la rissa, che gli invitati di destra mettono in scena ogni volta che si parla di qualcosa che li disturba, e che molti telespettatori (me per primo) cambiano canale per non assistere al solito e scontato teatrino. Mi dispiace che, alla fine della sua replica a Santoro, Marco faccia il diplomatico e sostenga che il “format” di Santoro tutto sommato è valido. Non la tiro alle lunghe e vi esprimo il mio pensiero, sperando che abbiate letto il mio articolo di ieri, 22 febbraio: la presa della Bastiglia RAI. Il “format” di Santoro è vecchio e credo che piaccia fondamentalmente ad un pubblico di destra. Non a caso egli stesso assimila la sua trasmissione ad una partita di calcio, dove lo spettacolo, la aggressività, il tifo, la violenza, sono le espressioni mentali più rappresentate a danno di qualunque razionalità e pacata elencazione di fatti e cifre, che sono le uniche categorie che possono cambiare l’opinione dei cittadini pensanti. Santoro sta in una rete controllata dalla destra, e non credo che la sua trasmissione durerebbe a lungo se nocesse veramente a quella parte politica. Per ora la sua t


# 1118 commento di belardo massimo - lasciato il 23/2/2010 alle 14:49 Travaglio, tra i commenti di questo stesso post, ha già spiegato che il Golden Hill NON è un hotel ma un residence di bungalow e che lui ne ha affittato uno di proprietà del sig. Giovanni. Quindi, vergognati tu saputello.


Marco, ti seguo da parecchi anni e ho avuto il piacere di vederti di persona nel backstage alla manifestazione dell'8 luglio a Roma. Come ho già scritto altrove, hai l'onestà e la rettitudine scritta in volto e nessuno dei tuoi detrattori vale neppure l'unghia del tuo mignolino. Ti prego di non lasciare Annozero, perché non devi darla vinta a gentaglia come Porro - nomen omen - e soprattutto faresti un grave torto ai tantissimi telespettatori della trasmissione come me che - ogni volta che comincia Annozero - scrutano sulle poltrone che circondano Santoro e tirano un sospiro di sollievo quando ti vedono seduto. Sarebbe una cosa terribile non vederti più seduto su quella poltrona, e significherebbe che hanno vinto loro, le persone come Porro e Belpietro, come Ghedini e Lupi, gente che - solo a scriverne il nome - dà i brividi. La gente che segue Annozero sa benissimo che non hai nulla da nascondere, e che sei di specchiata onestà - altrimenti, oramai, i servizi segreti berlusconiani ti avrebbero già attribuito persino l'affondamento del Titanic e l'attentato a Kennedy. Quindi quando Lupi o Porro o Belpietro ti rinfacciano scheletri nell'armadio, ben sapendo che nel tuo caso non c'è neanche l'armadio dove nasconderli, la gente che ti segue non fa che confermare la propria fiducia in te. Un abbraccio fraterno e pieno di stima


# 1116    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 23/2/2010 alle 15:17

@Ela CENSURE Che censurino o meno, accetto quanto e come fanno;non ricordo piu quale blogger,ma nn ha importanza il nome,diceva che avrei scritto in redazione per chiedere di censurare violenze verbali a me rivolte con fini operazioni di italiano perfetto; ecco io non ho mai scritto in redazione in tal senso, nè tantomeno ho scritto e voglio sapere i motivi perche censurano o mi censurano: è stato un inutile scempio,anche quello di ieri, senza che la sottoscritta avesse fatto nulla per provocarlo ma avviato da altri di cui non posso prendermi le colpe; se hanno cancellato hanno ritenuto di fare il bene della comunità(e non mi metto a sindacare se non risultano più le scuse che in forma piu sentita,motivata e motivante ho fatto a chi avevo gia fatto in tutti i precedenti..'sta cosa non scompare); CHI CLONA? mai ho detto che clona federica;posso solo dire chi ha dichiarato di clonare ma in tutta altra situazione;da quanto capitò a me già tempo addietro,verso dicembre,l'unico onesto(paradossale dire così ma così è il risultato) ad ammettere che si stava divertendo come da scherzi "amici miei" ,divertendosi a clonare nick e deformare i testi è stato solo uno-Un po' come quelli che fanno le caricature ai volti, calcando fraseggi e modi di scrivere anziche tratti del volto;lo aveva fatto quest'estate non clonando altri,ma clonandosi in vari avatar e disse che si divertiva così..dopo un po' era quasi diventato una macchietta e nella convivenza fra tutti,ci sta anche quello spazio,come dirti ,di intervallo del cazzaro...ovviamente quando è troppo lo sfottò si faceva presente,nella rete capita di tutto e punto finiva lì; NOTA BENE: non sto dicendo che anche in questo frangente assurdo, penoso ed indicibile , è stato di nuovo lui a clonare e clonarsi...perchè come dicevo a nikè ieri, gli esperti di "giochi di ruolo" si divertono in ogni parte della rete appena vedono possibilità di rissa e sono a grappolo;e se adesso,oggi,ne risentono l'odore perchè qualc


Egr. Dott. M. Travaglia, giustamente Lei si è spazientito per i continui (ed inutili) riferimenti alle vacanze o a presunte "condanne" ma .... vuole mettere il mal di pancia che Lei fa venire agli avversari ogni volta che prende la parola! li ha mai visti, lì, impietriti, contratti, tesi durante i suoi interventi o monologhi. C'è tutto il sunto di Annozero (senza alcun togliere a Santoro ed ai suoi bravi corrispondenti che meritano un grosso plauso). La denuncia contro il Potere che si fa piccolo piccolo e che ricorre a mezzucci per nascondere le ... (visto che adesso si parla di birbantelli) marachelle. Continui così e magari, anzichè come rifportato, appendersi addosso il certificato penale, porti ai suoi "colleghi?" i premi giornalistici. Con stima.


# 1118    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 23/2/2010 alle 15:18

e se adesso,oggi,ne risentono l'odore perchè qualcunaltro(non io e sia molto ben chiaro), ha riaperto il tormentone stamane, li farai felici se gliene dai spazio, ritorneranno a frotte.. è per questo che era molto piu semplice la soluzione a un dramma che poteva non esserci,fin dall'inzio ed anche ora può vedere la sua conclusione..ti assicuro che se capitasse a te,la penseresti diversamente e terresti solo al bene comune che è di questo spazio senza ulteriori rimurginamenti e colpevolizzazioni inutili.Era tutto molto più semplice,tanto che sembra una cosa difficile;quindi colgo l'occasione per riunirmi a quanto diceva Stefy da una parte e Michele dall'altra ..invitare Federica ,c'è spazio per tutti nel dibattito,fregarsene dei nomignoli o dei piccolissimi sfottò, di fronte alla violenza psicologica;basta esprimere il pensiero senza sfinire chi lo esprime e lasciando cadere chi provoca;è una regola che contiene ogni limite e ogni infinito per il bene comune. ciao


Paso Ieri sera sono intervenuta perché mi è capitato, per caso stavo leggendo thread pparola, di leggere la discussione tra frada, stufo, sky, renzo, nikè e c’era solo renzo che neanche troppo direttamente difendeva federica. ho semplicemente detto che senza prova provata nn si può anzi nn si deve accusare nessuno. Ho dato 1 occhiata come faccio sempre vedo che tutto è stato cancellato: perché? eppure lasciare, se non si ha nulla da nascondere, scritto non dovrebbe fare male a nessuno. o no? ecco mi chiedevo solo questo e ti ribadisco questa volta pubblicamente che nn so nulla “della storia del blog” e quindi mi è difficile capire. capire il perché quello è cancellato quell’altro no .sono curiosa ma sappi vivo bene ugualmente anche se aspetto una tua risposta –privata, mi hai contattata tu sabato - a precise domande che ti ho fatto. in ultimo puntualizzo che se sono intervenuta – non ho nulla contro di te - è perché mi sembra corretto dare a chiunque il beneficio del dubbio e comunque difendere chi è assente anche perché di cose strane a sfavore di questa persona assente ne ho notate. e cmq sto semplicemente seguendo la tua logica che non ci sono amici- nemici. >>CHI CLONA? sì non lo hai mai detto esplicitamente ma c’è più di un post dove lo si intende, magari sono troppo maliziosa io ma pareva così. Anche io mi unisco a stefy, grazie della risposta. bgiornata, ciao


# 1109 commento di ela - lasciato il 23/2/2010 alle 14:36 @ redazione chiedo spiegazione perchè sono stati cancellati i post di ieri sera per esempio questo che ho salvato (non aspetto risposta, sola statistica controllo entro quanto viene cancellato :D) ... Non so magari sei della redazione che hai tutta questa sicurezza, se sì, giorno e ora pliz. se no, meglio tacere così ender si fa anche meno domande. ... Te lo ha detto federica? La redazione? Palla di vetro? un guru? Ciao -------------------------------- Ecco, io aggiungerei altro. Io ad esempio ieri notte sono stato messo nella lista dei cattivi, ma poco importa. Il particolare interessante è che è stato escluso categoricamente che io potessi essere uno di quelli che clonano. Cosa tra parentesi vera, ma non è questo il punto. La domanda é: come mai alcuni utenti puntano in modo così certo il dito verso alcuni accusati di clonare, per altri lo escludono e così via? Hanno per caso la palla di vetro o accesso anche in maniera informale, diciamo amichevole, agli ip di chi commenta? Perché a leggere certe incrollabili certezze si direbbe di si. Oppure sono voli pindarici, supposizioni, spacciate per dati di fatto e quindi accuse lecite, alla faccia del bene del blog? Ah, non mi lamento mica di essere stato censurato, ci mancherebbe. Commenti miei come altri, anche se i miei erano volti a terminare la questione, più che a spalleggiare tizio o caio. Semmai mi lamento del contrario. Vorrei capire se le vicissitudini di un utente sono parte integrante del blog, in topic, perché in tal caso potreste anche farci una bella puntata di annozero, o no? O una bella inchiesta sul fatto quotidiano. Inutile dire che tutto ciò è squalificante, per chi gestisce il blog in primis. E chi blatera del bene comune dovrebbe darsi una regolata e smetterla.


Ohibò, tutto scomparso. E dire che quella del generale non era per niente aggressiva, era uno scherzo. Redazione incazzatissima. Prendo atto e capisco ancor di più che la mia decisione era giusta. ;) Mi spiace se non posso rispondere agli inviti di Stefy (se ce n'era un altro) e Michele, ma non leggo nel pensiero, figuriamoci attraverso i pixel. Pazienza. Torno a travaié. Adios, gringos.


stufo >>>perché in tal caso potreste anche farci una bella puntata di annozero, LOL! ho una mezza idea che ovvio non posso dire in questo spazio pubblico ma soprattutto perchè non dimostrabile..anche se..lo conosci il detto? ciao :)


Marco non temere certi "giornalisti" per quanto possano insinuare e caluniare la tua professionalità non avranno mai credibilità tra i giovani e meno giovani italiani che vogliono e credono nella libertà di pensiero e di informazione. PS: vorrei sottoporti dei quesiti e delle domande in merito ad un libro che ho letto da poco, vorrei conoscere i tuoi pareri e le tue opinioni, riguardo i fatti narrati.


Caro Marco, Ho saputo appena stasera della tua lettera a Santoro, della sua risposta e della tua controrisposta. Beh, ti posso assicurare che il pensiero da te espresso nella tua prima missiva era ben chiaro nella mia mente subito dopo la lite scoppiata giovedì ad Annozero. Io sono disperato nel sapere che ci sono dei giornalisti che fanno il loro mestiere a quel modo. Sei la nostra memoria e la nostra leva. Continua a sollevare quel tombino che Minzolini, Belpietro, Porro, Feltri e soci vogliono tenere chiuso spruzzandoci anche un po' di profumo intorno. Faccio un tifo sfrenato per te. Grazie di cuore.


Anche secondo me la reazione di giovedì sera è semplicemente umana. Dimostra che hai una reputazione da difendere e che non vuoi che venga infangata. Purtroppo ti attaccano su cose personali e false perchè non hanno argomenti concreti e non possono smentire quello che dici e che scrivi. Comunque avrei avuto anch'io la stessa reazione. Spero che questa vicenda non venga oltremodo ingrandita e mi auguro che tu continui come hai sempre fatto con l'intelligenza, l'ironia e la professionalità che ti contraddistinguono.


Estraggo da http://antonellarandazzo.blogspot.com/2008/10/la-diseducazione-civile-parte-prima-il.html La diseducazione civile-il ritorno emotivo alle caverne Come molti sanno, il gruppo egemone attuale non basa il suo potere soltanto sul controllo economico, politico e finanziario, ma anche sul creare una realtà gravemente involuta, che mette in crisi il necessario rispetto fra gli esseri umani e il senso civico. Si tratta di creare un clima di “diseducazione civile”, in cui prevalga l’insulto sul dialogo, il pettegolezzo sull’informazione e l’insinuazione sulla verità. I metodi per creare tale realtà sono tanti. Ad esempio, da alcuni anni è stata promossa una politica-spettacolo, basata non su giudizi sensati o analisi dei contenuti, ma sull’impeto a denigrare o esaltare i candidati e a catturare emotivamente. Questo è reso possibile dal controllo sui mass media, che fungono da canali primari per diffondere e far accettare questi metodi. Come osserva l’ex redattore del New Yorker James Wolcott: “Il metodo di Fox News e dei conservatori consiste non tanto nell’affermazione delle proprie ragioni, quanto nell’infangare entrambi i contendenti, un pareggio equivale ad una vittoria perché impedisce anche all’avversario di vincere”. In tal modo si crea una realtà di degrado, in cui tutti sono additati come avidi, traditori, in malafede, falsi, ecc. Si incoraggia un’immagine meschina degli esseri umani, come se non potesse esistere sincerità, onestà o integrità. I candidati politici degli attuali partiti hanno anche la funzione di propagandare questa immagine della realtà umana e della politica. Infatti, tutti i politici promettono “cambiamenti” ma poi tutto rimane come prima (o peggiora), e i cittadini si ricorderanno del fango che durante la campagna elettorale si gettavano gli uni contro gli altri, e si convinceranno che non possa esistere una realtà diversa da quella. L’effetto sarà quello di scoraggiare il senso di rispetto e di provocare d


e di provocare disillusione, frustrazione e alienazione, in un contesto in cui mancheranno le minime regole atte a creare un giusto assetto politico e civile. [...] I cittadini dovrebbero cercare di capire quando lo scandalo è creato apposta per spodestare chi sta sollevando gli altarini al gruppo di potere, e anziché unirsi al coro che solleva il chiacchiericcio, dovrebbero identificare i veri motivi del fatto. [...] L’attuale governo è un esempio lampante di grave diseducazione civile. In esso si trovano soggetti che fanno del “format” di bassa lega la loro specialità. Ad esempio, c’è la ministra che di fronte alle proteste ragionevoli contro i tagli alla scuola, già duramente provata, risponde “stanno facendo uso politico della scuola”. I “cattivi”, anziché i ministri corrotti, diventano gli insegnanti scolastici e tutti quelli che protestano e chiedono il rispetto dei diritti. Le frasi fatte, le etichette, l’esibizione televisiva sguaiata, il gesto provocante e molte altre cose, fanno parte del piano per involvere la società, in modo tale che essa diventi insensibile, ignorante e sorda ai suoi stessi diritti. [...] Creare beghe su contenuti di poco conto, distrae l’attenzione da quei contenuti pericolosi per il sistema, e induce a rimanere agli aspetti viscerali dell’esistenza. Inoltre, potenziare la politica come pettegolezzo o spettacolo serve a creare realtà paradossali, in cui gli interessi di tutti cadono nell’oblio a favore di eventi piccanti, tradimenti o fatti privati che nulla c’entrano con le mansioni politiche. Il metodo dell’attacco personale è oggi promosso dal sistema in ogni campo. Ad esempio, quando numerosi cittadini statunitensi sollevarono la questione dell’illegittimità della loro tassa sul reddito (istituita dai banchieri nel 1913 e imposta senza alcuna legge perché anticostituzionale), le autorità iniziarono a calunniare e ad insultare le persone che chiedevano di vedere la legge che li obbligava a pagare


la tassa. Non sapendo come giustificarsi, le autorità utilizzarono metodi diffamatori e involuti, che miravano a screditare e intimidire la persona, in modo tale che essa fosse indotta ad abbandonare la battaglia o ad abbassare la sua autostima. Coloro che sollevavano la questione si videro attaccare etichette come “tassifascisti” o “fanatici”, che dovevano servire a spostare l’attenzione sul “carattere” delle persone per sottrarla alla vera questione. Facendo diventare la questione “emotiva”, ossia basata su comportamenti assurdi, come colpire l’individuo, ci si voleva sottrarre dall’affrontare la questione razionalmente. Questi stessi metodi vengono utilizzati contro tutti coloro che sollevano questioni pericolose per il regime. Ad esempio, l’attore Charlie Sheen, nel 2006, in televisione disse che la versione ufficiale sull’11 settembre era assurda e andava rivista attraverso una commissione realmente indipendente. L’attore era preparato sul fatto che sarebbero state adottate tecniche per infamarlo, piuttosto che rispondere razionalmente ai dubbi sollevati, e disse: “amo il mio paese e i miei figli così tanto da fare questo”. Da lì a poco i media iniziarono a riportare notizie che lo mettevano in cattiva luce, e sembrava quasi che ogni fatto negativo fosse dovuto a lui. Egli fu etichettato come “clown” e accusato di essere arrogante. Per timore delle persecuzioni molti personaggi noti (attori, politici o giornalisti) non sollevano dubbi persino su questioni importanti come le guerre e il terrorismo. [...] L’uso delle parole come etichette è molto efficace per impedire ulteriori approfondimenti o per denigrare una persona o un gruppo. Ad esempio i prefissi “anti” o “contro” creano un senso di negatività e dunque vengono utilizzati spesso per indicare persone o gruppi che cercano di far emergere i crimini del sistema. [...] Le etichette servono anche a dare l’impressione di aver capito tutto e di non aver bisogno di approfondire. Le parole


Un saluto a tutti....perdonate la mia assenza oggi, impossbile trovare tempo. Anche domani sarà così. Ci hanno messi tutti in lavatrice eh! Con candeggina! Hanno fatto bene! Quando ci mettiamo d'impegno siamo proprio delle "seghine", per non dire altro! Un bacio particolare a Paso e a Federica (sappi che ho apprezzto molto il tuo gesto).


Le parole usate come etichette hanno un potere propagandistico enorme, e possono infamare senza dire nulla della vittima. [...] Secondo molti esperti, una tecnica di persuasione efficace è quella di far circolare e far ripetere dai media falsità sull’avversario. [...] Si accusa colui che si vuole mettere fuori gioco di voler fare quello che nei fatti è progettato da chi accusa. Anche nella politica “spicciola” si può ricorrere all’accusa proiettiva, lanciando accuse che in realtà riguardano l’accusatore. [...] [...]Di solito questi commenti si riconoscono perché puntano a destabilizzare con mezzi emotivi, senza porre una seria critica. Ad esempio queste persone di solito scrivono: “Questa persona è un ciarlatano”, senza spiegare perché, oppure accusano la persona in questione delle stesse cose che essa sta denunciano. Se sta denunciando la massoneria viene accusata di essere un massone, se sta denunciando i media disonesti viene accusata di essere un disinformatore, se sta denunciado la censura viene accusata di censurare, se sta denunciando guadagni illeciti viene accusata di essere pagato da qualcuno, ecc. Ovviamente, le accuse non vengono supportate da fatti, analisi o critiche sensate, ed è questo che caratterizza il “franco tiratore”, che ha il compito di sminuire, deridere e screditare le verità che circolano su Internet. Ciò è reso possibile dall’anonimato e dal “gioco” delle identità multiple che Internet offre. Infatti, potersi registrare con uno pseudonimo o un nome falso e poter acquisire molte identità permette di agire in modo sgradevole, ambiguo o fuorviante, fino a creare confusione ed impedire che emerga la verità su ciò che si sta discutendo. Certamente, non tutti i commenti emotivi e insensati sono fatti da coloro che sono assoldati dal regime, ma soltanto una parte. Questa attenzione a screditare ciò che circola su Internet contro il sistema non appare strana se si pensa a quanto, coloro che dominano oggi, si


...siano interessati a controllare la mente dei cittadini, e a quanto spendono per tenere fuori dalla portata della maggior parte delle persone alcune conoscenze. I commenti infamanti dei gatekeepers potrebbero apparire “normali” perché siamo abituati dalla “cultura” di massa a comportamenti irrazionali, emotivi e insensati. In un certo senso anche Internet esprime la forza impari fra chi ha potere e chi non ce l’ha. Infatti, nei media di regime non è possibile interagire e lasciare critiche e commenti, mentre su Internet, unico luogo in cui i cittadini comuni possono scrivere, il regime può scrivere attraverso i suoi “scagnozzi” denigrando e disprezzando in modo disonesto chi cerca soltanto di far emergere la verità non detta dai media di massa. Lo scopo principale è quello di isolare chi sta esibendo libertà di pensiero, per evitare che gli altri facciano lo stesso, facendo crollare un sistema che si basa sulla “massificazione” ovvero sulla incapacità di pensare con la propria testa. Come accade spesso anche nei media, queste persone intendono seminare sospetti, divisioni e diffidenza verso coloro che hanno l’unico intento di prendere le distanze da un sistema criminale, e di acquisire forza per migliorare se stessi. Chi vuole infamare utilizzando metodi truffaldini di solito fa ricorso alla drammatizzazione, comportandosi come se egli avesse notizie importanti sulla sua vittima. Egli farà leva sul fatto che nell’attuale società di massa le persone sono abituate a questi metodi e di solito cadono nei tranelli poiché non cadervi significherebbe essere liberi dal condizionamento mediatico e cercare di ragionare in modo autonomo e verificare direttamente, senza utilizzare etichette o credere a facili insinuazioni. Chi è integro e onesto nel valutare persone ed eventi dovrebbe, di fronte a tali casi, chiedersi: “come mai viene sollevato tutto questo polverone contro questa persona?”, “Qual’è il motivo per cui questa persona può risultare ‘scomo


Chi è integro e onesto nel valutare persone ed eventi dovrebbe, di fronte a tali casi, chiedersi: “come mai viene sollevato tutto questo polverone contro questa persona?”, “Qual’è il motivo per cui questa persona può risultare ‘scomoda?”, “Chi ha interesse a che questa persona venga messa in cattiva luce?”, “le accuse sono reali o costruite "ad oc"? [...] Altri metodi di involuzione civile sono quelli che fanno leva sul senso di colpa. [...] Il metodo del senso di colpa fa credere che i guai di un paese dipendano esclusivamente dall’operato dei suoi cittadini, insabbiando il potere di un gruppo di persone che in virtù del loro livello di ricchezza hanno prodotto problemi la cui responsabilità si cerca di attribuire ad altri. [...] I problemi da loro creati appaiono senza alcun responsabile, oppure sembra che la responsabilità debba essere di tutti. [...] Un altro modo per controllare e impedire il libero pensiero è quello di porre fazioni, allo scopo di stimolare una scelta che condizionerà dogmaticamente il pensiero o il comportamento. Ci viene detto dai media di regime che non esistono più ideologie, ma al contempo veniamo spinti a patteggiare o a schierarci per l’uno e per l’altro. In tal modo molti sono indotti a fare scelte irrazionali, ad esempio, se è di destra non aderisce alle iniziative promosse dalla sinistra, e viceversa. Lo scopo è quello di seminare irrazionali divisioni, anche su importanti aspetti che sarebbero vantaggiosi per tutti. E’ sufficiente dire che un’iniziativa o una battaglia è “di destra” per allontanare quelli che si professano “di sinistra”, e viceversa, senza riflettere autonomamente su ciò che si sta proponendo per decidere razionalmente anziché condizionati dagli schieramenti.


Scusate tanto la lunga citazione, leggetelo tutto perche' puo' essere interessante, anche per Travaglio di cui si parla nel post. ------------------------------------------------------------ Domandina che richiede solo un si o un no. Quanto descritto vi ricorda, seppur lontanamente, qualcosa? Ciao


@ Stufo 1153 "Sono sicuro al 100% che gli autori di questo blog non diffondono dati che non sono pubblici (infatti non lo sono, gli ip li vedono loro). Ma sarebbe il caso di fare chiarezza, perché a leggere certi interventi il dubbio può venire." --------------------------------------------------------- Apprezzo molto i tuoi ragionamenti mai fuori luogo. Il dubbio puo' venire e questo rende certe esternazioni semplicemente infamanti. Per quanto mi riguarda propendo per la prima parte, in quanto posso testimoniare personalmente che Annuska e' sempre e solo intervenuta firmandosi Annuska, anche se si vorrebbe far credere altro, e poi far credere che non si voleva far credere altro. Ciao


Last words (lo saranno mai?) Niké L'ordine del generale Federica, ora cancellato, era ironico, nikè, mi spiace, ma se non si è capito, c'è di cui pensare. Il messaggio era che non sono padrona e non ho servi, non li voglio, non ho potere su nessuno e non voglio averlo. Non posso fermare ciò che non ho iniziato, nonostante ciò che si pensa. Spero che il prossimo passo non sia chiedermi che io fermi terremoti, maremoti, inondazioni, uragani, carestie e, per spostarsi a soggetti più leggeri, cadute di capelli, giuro che non vi ho nulla a che fare. Era scritto con ironia, certo non cattiva, ma ironia. A qualcuno la mia ironia dà fastidio, ma io me la tengo stretta, come la coperta di Linus. Se il messaggio verrà cancellato, non si perderà la nuova opera di Umberto Eco, quindi pazienza. Adios con gaiezza.


Ciao Marco,quello che ti posso dire dal mio piccolo è NON MOLLARE, lo fanno solo perchè hanno scoperto che osso duro sei e,purtroppo,hanno capito qual'è il tuo talloncino di Achille...non dargli assolutamente soddisfazione! sei e sarai un grande per me (e non solo perchè ti chiami come mio figlio di 6 anni). grazie. robertino


caro Marco, credi che qualcuno possa credere a quei miserabili che, non sapendo cosa rispondere nel merito, cercano di screditare la Persona? non hai bisogno di spiegare niente e non abbassarti a rispondere alle provocazioni, conosciamo i loro mezzucci! un abbraccio


# 1138    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 24/2/2010 alle 20:8

Complimenti, quale solerzia. Mi sa che due settimane fa più di qualcuno era ar gabinetto, o apprezzava i commenti "odorosi" al punto da considerarli del tutto In Topic. Crtl +S+ ecc., tutto in arhivio.


Sig. Travaglio, lei ha perfettamente ragione nel sostenere che la maggior parte del pubblico di Annozero, e in genere degli italiani aggiungo io, non discerne tra le sue esternazioni brillanti ma fondate, tuttavia personalmente sono persuaso che lasciarsi disturbare da quella schiera di "giornalisti" servi con un filo di bava al posto della spina dorsale e pagati da un criminale che in nessun altro cazzo- scusi- di paese potrebbe essere dove è, sia...un peccato, naturalmente non nel senso cattolico ortodosso della espressione ma ovviamente in senso assoluto. Questa banda di delinquenti sta cercando di difendere la propria e le proprie posizioni e i suoi interventi sono uno dei rari momenti di veritas...: non ci privi di questo !!! Ho scritto almeno 5 volte al sindaco di Padova chiedendo lui, con mails circostanziate, motivate, argomentate e civili, di prendere in considerazione la possibilità di adottare una moneta complementare visti i tempi di crisi INDOTTA bene, ho smesso di scrivere quando ho scoperto che da una parte nessuno rispondeva e, dall'altra lo stesso sindaco, con suoi consiglieri, aveva indebitato il comune di 6 milioni di euro con swap contracts stipulati con una o più banche. Questo è un paese che probabilmente non ha nessuna speranza ma, non abbandoni la nave prima del crollo... La prego, sia presente. Lo faccia per le persone che assistendo ad Annozero discernono e non solo sentono...: ne abbiamo bisogno. Grazie ! Roberto Vian


caro dott. travaglio spero al più presto in una puntata sul caso di girolamo così in sincronia con il caso bertolaso e gli eventuali mazzettari. sputtaniamoli ad oltranza, questi della pdl hanno il marcio di secoli incacrenito...


Caro mio giornalista preferito, (scusa se ti dò del tu ma è da tanto che ti conosco:) !!) nn ho seguito bene la vicenda...ho visto il video su youtube... ma nn sn nella posizione adatta di poter dire qualcosa perchè dovrei fare una ricerca più approfondita ma il tempo che ho a disposizione inizia a scarseggiare.. cmq, volevo dirti che ti ammiro cn tutto il cuore e vederti agitato in quella maniera ad annozero mi ha fatto male... nn ho capito se il Sig. Santoro ha contestato la tua reazione...forse si...se è così nn capisco il motivo...capita a chiunque di perdere le staffe, soprattutto ad una persona sempre garbata e gentile come te...a lungo andare succede che la goccia fa traboccare il vaso e credo che questo è quello che è capitato giovedì scorso. Ma non devi sentirti in colpa se si è creato un pò di caos dietro questa vicenda, si sà già chi è una brava persona (e soprattutto "libera") e chi no!!! Noi sappiamo quanto vali, noi sappiamo che uomo sei.... Ti ammiro anche per la voglia che hai di dire la verità, di dire come stanno realmente le cose e mi chiedo "come fai a continuare a lottare in questa maniera?" "dove trovi la forza?". Spero tanto che stasera ci sarai...anche se ti consiglierei di no perchè non si meritano di averti lì in studio. Sarebbe bello che tu abbia un programma tutto tuo...sentirti parlare per 2 ore piene, ma sarà mai possibile?? spero che un giorno sarà così!! Abbiamo tutti tanto bisogno di te, del tuo lavoro e della tua grinta.... non ci lasciare soli!! Con tanto affetto e stima Valeria


# 1142    commento di   indignato60 - utente certificato  lasciato il 25/2/2010 alle 20:46

Ha ragione Santoro quando dice che "tutto il mondo sa che sono accuse basate sul nulla" ma è anche vero che sentirle ripetere davanti ad una platea molto vasta irrita. Proprio perchè c'è una reputazione da difendere. Pensa che belpietro e l'altro si inalberano appena gli dici che sono "venduti", ovvero gli rinfacci la verità :D Coraggio Marco, ascolta la canzone di Cristicchi e sorridi: "la verità è come il vetro - trasparente se non è appannato - per nascondere quello che c'è dietro - basta aprire bocca e dargli fiato" Una tua/vostra abbonata Elena


# 1143    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 25/2/2010 alle 23:7

@1141 commento di vale >ma nn sn nella posizione adatta di poter dire qualcosa m allr prkè dc qualcosa? >Noi sappiamo quanto vali, noi sappiamo che uomo sei.... Noi chi? Sai anke le misure? >capita a chiunque di perdere le staffe, soprattutto ad una >persona sempre garbata e gentile come te scsa qndi Sgarbi è 1 genio allora forse o anche no dimmi tu? >a lungo andare succede che la goccia fa traboccare il vaso e >credo che questo è quello che è capitato giovedì scorso. lo credo molto anch'io, ma scusa pr tirare lo sciacquone t hai bisgno della filippina? Scusa ke nn capisco ma hai un wc che bst 1 goccia sola? e komprare 1 vaso + grande no? Sksa per le domande ke mi sono sgocciolate spontanee, io ti dò tanto rispetto e voglio ke anke tu kontinui kon la stessa grinta, non ci lasciare soli.


# 1144    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 25/2/2010 alle 23:18

@1142 commento di indignato60 >"tutto il mondo sa che sono accuse basate sul nulla" Scusa quali accuse? Di aver frequantato Pippo Ciuro? Non è un'accusa, ma un FATTO. Se ti interessa, ci sono molte altre informazioni sulla vicenda. Ciao.


@Marco Travaglio Sai qual è il punto? Sei cambiato. Almeno a vederti dall'esterno. E' una sensazione sempre più forte, molto evidente se si confronta lo stile dei tuoi libri con quello del tuo giornale. Ironico e quasi sopra le righe pur nel puntiglioso il primo, da agitapopolo il secondo. Ti sei schierato. Sei quasi diventato un organo di partito, se così si può dire, quindi non dovrebbe sembrarti poi tanto strano se ormai in tv si rivolgono a te con gli stessi modi che i giornalisti usano nei riguardi di chi fa politica (quelli non genuflessi, almeno. Quelli dell'altra parte, insomma). Il tuo stile si avvicina sempre più alle arringhe di Grillo. La cosa che più mi ha colpito degli articoli di Gomez, Corrias e Travaglio qui riportati è che sono "chiusi". Li leggi e pensi: tutto giusto, al massimo ci trovi delle pecche. Non spingono alla riflessione, non lanciano interrogativi, è come se contenessero già la soluzione, da accettare supinamente. Che commenti ad articoli così? Già, che schifo la politica. Già, che schifo i giochi di potere. Già, che schifo i corruttori. Già, che schifo l'Italia. Già, già, già... proposizione di tesi, più che invito a riflettere. Quando si riportavano verità processuali, atti da altri (i giudici) ritenuti fondanti o meno, questo stile assertivo poteva avere senso, ma nel delineare scenari di realtà ben più ampie, diventa quanto meno limitativo. Se cambi stile, non puoi pretendere gli stessi trattamenti che si dovrebbero riservare a giornalisti indipendenti. Io personalmente ti ho apprezzato moltissimo in passato e, come ho già detto, i toni del tuo giornale mi lasciano perplesso. Più che informare sembri formare. Mia umile opinione. Torna quello di una volta. L'Italia ha già troppi pennivendoli, resta indipendente fino in fondo.


Caro Marco, quello che ti è stato detto in quella puntata di Annozero, è una vergogna. Personalmente mi sono profondamente indignata, secondo me è stato giusto reagire. Calunniare, impedire agli altri di parlare, sono solo tecniche per coprire brani di verità, solo perché non si hanno argomenti validi e seri da proporre, e questo, sono d'accordo con te, è proprio lo stile dei tirapiedi di Berlusconi. Ti stimo,ho letto i tuoi libri, sono abbonata a Il Fatto, ho visto i tuoi spettacoli, apprezzo l'impegno e la serietà del tuo lavoro.Capisco Santoro ma non ho approvato la sua reazione del momento. Talvolta bisogna anche reagire, non lo trovo affatto sbagliato. Mi raccomando forza! Con stima Alessandra


Caro Marco, sono molto dispiaciuta del fatto che hai deciso di lasciare Anno zero. Sono d'accordo con te che le polemiche e le scamuccie devono rimanere sui fatti e mai arrivare alle offese e le calunnie personali...eppure proprio in questo modo quella gente è riuscita ad eliminarti.. uno delle poche voci di verità giornalistica dentro alla tv pubblica. Questa è una grande perdita per il piccolo e sempre più ristretto spazio di libertà di informazione per il quale Santoro e pochi altri hanno lottato con le unghie e con i denti per mantenerlo. Ma davvero credi che gran parte delle 4 millioni di persone che hanno ascoltato gli insulti stupidi a te rivolti in trasmissione non conoscano bene, ormai da anni, la bassezza e la scarsa professionalità delle persone che te li hanno rivolti? L'errore che fa chi va in televisione è di pensare che la gente sia stupida, che non sia capace di valutare e soprattutto di ricordare..noi sappiamo benissimo chi sono quelle persone che ti insultano e sappiamo benissimo chi sei tu. Non hai bisogno di moostrarci i cedolini di pagamento delle tue vacanze, poichè hai la nostra stima!! Ti seguiamo da anni, e davvero pensi di perdere la credibilità che ti sei costruito in anni di duro lavoro per queste provocazioni idiote? Non cadere nel gioco. Pensare che quello che viene detto in tv venga preso come oro colato è un errore di valutazione che fa parte del modus pensandi ed operandi degli uomini che vogliono distruggere la libertà di informazione, non di tutti. Ci mancherai moltissimo Chiaraluna




caro travaglio tu ai parlato di mangano., ma non ai parlato di turatello., un tempo amici intimi con bettino craxi.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti