Commenti

commenti su voglioscendere

post: Le molestie delle libertà

Signornò, da L'Espresso in edicola Giusto, anzi sacrosanto lo spazio dato da stampa e tv ai silenzi delle gerarchie ecclesiastiche sulla pedofilia nel clero. Lo dice anche il Vangelo : "Oportet ut scandala eveniant". Un po' meno comprensibile il silenzio degli organi di informazione sulle generose coperture, per usare un eufemismo, offerte dai politici italiani di centrodestra a un famoso prete antidroga accusato di violenza sessuale su una decina di giovanissimi ospiti della sua Comunità Incontro: don Pierino Gelmini, imputato da due anni in un'interminabile udienza preliminare dinanzi al Tribunale di Terni. Almeno in quel caso, nel gennaio del 2008, ai primi sospetti sul chiacchieratissimo prete di Amelia, papa Benedetto XVI prese drasticamente posizione, riducendolo ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 68    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 9:21

occorre essere eroi,icone simboli (x intenderci non alla mangano, ma comunque icone, e la cosa ha ridotto ancor piu gli intellettuali a idoli o feticci senza una "classe" di intelighentia unita per cambiare ribaltare il paese) ma addirittura per esserlo non puoi esserlo da vivo- solo da morto, con vari veli e coperte di ipocrisie e molta memoria a ramengo, ecco solo da morto puoi avere doppia effe di frutto e futuro, ah che soddisfazione,cosa che peraltro non è piu neanche vera perche non si salvano nè piu i morti nè piu i bambini 4 se da oggi potessi però parlare a Saviano,gli chiederei dopo queste ultime vicende di ieri, di non dare piu una lira di ricavi alla mondadori.ho rispettato la sua scelta strategica di poter parlare al mondo(come dice bene lui da sempre,della forza delle parole)al maggior numero di persone per il risveglio delle coscienze,sui temi di cui ha fatto una ragione di vita( e quindi anche di morte,visto il bersaglio umano che è diventato) però ora è evidente che deve abbandonare l'amministratore unico talebano di italorra s.p.a. che senza alcuna etica nemmeno commerciale,con le dichiarazioni di ieri ha sputato, dopo essersene arricchito,su tutto il profitto percepito in malloppi dal pozzo d'oro dei ricavi dal caso editoriale Saviano 5 per chi ha CurrentTV, anche se è di un altro soggettino mica da ridere quale murdoch, consiglio ( ed onore al livello di qualità altissima di quel canale) di vedere Saviano con la sua prima trasmissione tv, da mercoledi 24 aprile..credo che anche questo particolare abbia infastidito non poco il nostro statista e fondato uno dei "moventi" alle diciarazioni criminali di ieri. tutto questo canale,per giunta da mercoledi compreso Saviano,è di inchieste,di denunce ma anche di soluzioni molto lontane dal pensiero unico neonazista del nostro paese, basta pensare solo a tutte i programmi sull'acqua pubblica, a tutta la mappa del territorio alle inchieste sui rifiuti in basilicata, ma anche canale antesigna


# 69    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 9:23

ma anche canale antesignano nell'aver trasmesso sulla campania di saviano il docufilm una montagna di balle e tanto altro ancora.tutte cose che chiaramente danno molto fastidio a chi dice che mangano è stato un eroe.


# 70    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 9:33

CERCATE DI DI VEDERE COME PROCEDE L'OLOCAUSTO FINANZIARIO , SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA , E' ORA DI SVEGLIARSI! ( anche se ormai siamo alla fine a forza di non svegliarci) "..........La «piovra» è tornata. Goldman Sachs per mesi ha cercato di scacciare l'immagine scomoda di società che incarna gli eccessi di Wall Street, da bonus multimilionari a irresponsabili scommesse capaci di mettere a rischio il sistema finanziario mondiale. Quell'immagine data alle stampe l'anno scorso da una rivista tanto improbabile per le cronache finanziarie, Rolling Stone, quanto improvvisamente onnipresente per aver colto i nuovi umori sull'alta finanza, nei corridoi della Borsa come sui blog di Internet: in un lungo articolo Matt Taibbi la dipinse, appunto, come una «gigantesca piovra-vampiro, avvinghiata al volto dell'umanità». Madre di tutte le bolle e speculazioni..........." http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Editrice/IlSole24Ore/2010/04/17/Economia%20e%20Lavoro/3_D.shtml?uuid=acd27a38-49e4-11df-95be-0d67c1ae6a88&DocRulesView=Libero&correlato
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Editrice/IlSole24Ore/2010/04/17/Economia%20e%20Lavoro/3_D


# 71    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 9:35

ARISVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA "...............Il guaio è che troppo spesso Goldman Sachs opera sulla linea di confine. Dietro una facciata fatta di serietà, invincibilità, creatività e contatti di altissimo livello, esiste la dura realtà del mercato dove è difficile conciliare etica e profittabilità. E allora ecco che quando schizza il prezzo del petrolio salta fuori che sui derivati sulle materie prime è Goldman Sachs a dare la linea. Ecco che nel caso dei conti pubblici truccati in Grecia è stata Goldman Sachs ha inventare gli swap giusti per aggirare le regole di Eurostat. E infine ecco che sui derivati sui mutui subprime è ancora Goldman Sachs a fare la parte del leone.................." http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Editrice/IlSole24Ore/2010/04/17/Italia/1_H.shtml?uuid=3e67595a-49e5-11df-95be-0d67c1ae6a88&DocRulesView=Libero&correlato
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Editrice/IlSole24Ore/2010/04/17/Italia/1_H.shtml?uuid=3e6


# 72    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 9:42

...e ricordatevi sempre di Marco Della Luna e di tanti altri,cioè il grande fratello controlla tutti e ci controllerà meglio e meglio ancora, sempre più la tecnologia contro l'uomo,fino allo sterminio dell'ultimo essere pensante- intelligence contro intelligenza- -------------------------- La CIA s’impegna nel settore dell’intrattenimento ".......Per non essere da meno, la CIA è entrata nel prezioso mercato del controllo dei social network in maniera consistente. In un’esclusiva pubblicata da Wired, apprendiamo che il braccio degli investimenti della CIA, In-Q-Tel, “vuole leggere i tuoi post sui blog, tracciare i tuoi aggiornamenti su Twitter- – perfino scoprire le tue recensioni librarie su Amazon”. Il giornalista investigativo Noah Shachtman rivela che In-Q-Tel “sta investendo in Visible Technologies, una ditta di software che è specializzata nel monitoraggio dei social network. Essa fa parte di un più ampio complesso con i servizi di spionaggio finalizzato a migliorare l’utilizzo di “fonti aperte di intelligence”- -informazioni che sono pubblicamente disponibili, ma spesso nascoste nella fiumana di spettacoli televisivi, articoli di giornali, post nei blog, video on-line e servizi radiofonici che vengono creati quotidianamente.” Wired riferisce: “Visible si muove con circospezione fra più di mezzo milione di siti internet 2.0 .............." http://www.wired.com/dangerroom/2009/10/exclusive-us-spies-buy-stake-in-twitter-blog-monitoring-firm/
http://byebyeunclesam.wordpress.com/2010/04/16/la-cia-s%E2%80%99impegna-nel-settore-dell%E2%80%99int


Non credo che il senso di 'Oportet ut scandala eveniant' sia quello che Travaglio dona alla frase; ma sono molto contenta che si sia occupato di questo ambito, con un articolo ottimo. Sarei molto curiosa di conoscere meglio il suo punto di vista a proposito di casi molto diversi dal presente, in cui il Vaticano - e Ratzinger nello specifico - hanno prontamente preso le distanze. Se ne potrebbero elencare molti altri in cui la Chiesa ha mostrato una connivenza subdola con una destra che si fa indebitamente alfiere del cattolicesimo; è un caso di coscienza, che addolora molti cattolici praticanti e che, personalmente, considero alla base di un'implosione della credibilità della Chiesa stessa. L'ho già detto un'altra volta, di questi tempi ci vuole molta fede nei principi del vangelo per accettare la tradizione apostolica, alla base del cattolicesimo, e la sua espressione odierna. Altro che Malox, è roba da ulcera. Mi sembra di capire che anche Travaglio sia cattolico; mi chiedo spesso quale sia il suo punto di vista.


# 74    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 10:45

nel mio 68, al quarto punto avrei chiesto a saviano se avessi potuto parlargli , quanto poi ora leggo e vi lascio...questa cosa è molto importante; sono molto contenta che saviano lasci quelll'azienda di altri illegalità gravissime e "per giulio" senza ombra di dubbio su sentenze vere o false, giuste o ingiuste, sul caso mondanori,perche mondadori è stata solo un furto come i furti di don gelmini,gia prima di quelli sui corpi da pedofilo passati a "normalità" dei sistemi di scambio(del resto c'è una certa assonanza fonetica fra il fare voto fino agli ex voto compresi gli scambi di voto) ------------------- Saviano a Berlusconi: chieda scusa alle vittime della mafia, non a me .............«La lotta ai clan non deve essere né di destra né di sinistra» «I miei libri con le sue case editrici, ora non so se sarà più possibile» «Accusare chi racconta il potere della criminalità organizzata di fare cattiva pubblicità al paese - scrive Saviano - non è un modo per migliorare l'immagine italiana quanto piuttosto per isolare chi lo fa. Raccontare è il modo per innescare il cambiamento. Questa è l'unica strada per dimostrare che siamo il paese di Giovanni Falcone, di Don Peppe Diana, e non il paese di Totò Riina e di Schiavone Sandokan»...................
http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=98423&sez=ITALIA


D'accordo in pieno con Ermione #78. Sulla domanda che si pone penso che occorra saper leggere bene tra le righe, perché da osservatore di fatti che riguardano la sfera politica, Travaglio non può confonderla col suo credo personale. Attenedoci a questo articolo che riguarda l'attualità - difficol-tà della Chiesa sullo scandalo pedofilia - egli ricorda fatti recenti in cui la Chiesa ha già preso le distanze ( Gelmini ridotto allo stato laicale, pur se su sua richiesta )e la critica denigratoria di Marco è solo per il PARTITO DELL'AMORE (sic), che in questo caso fa un passo falso a chi sa leggere, poiché non si schiera con la chiesa di Cristo che sempre sussiste se pur soggetta all'errore, ma con chi nell'errore é caduto e vi persevera, risultandone così ambiguamente complice. Meglio non ambiguamente.


BOSSI LA BOMBA Quando Berlusconi parla di mafia, mi viene in mente colui che - metaforicamente - parla di corda in casa dell'imputato (di solito si intende la casa altrui, ma lui ne parla in casa propria. Bossi, sul binomio mafia-Berlsuconi ha acquisito un buon capitale di conoscenze; l'ha sfruttato nel 1995, parlandone apertamente a facendolo pubblicare da 'la Padania'. Ha ottenuto l'effetto voluto e da allora è trattato col massimo rispetto da Berlusconi. Il grande ricatto. Un ricatto permanente, finché dura... Bossi è una bomba che potrebbe innescarsi ed esplodere da un momento all'altro se il leader della Lega dovesse sfuggire al controllo di Scarface. Perché i magistrati non lo chiamano a parlare? Temono di non capirlo? Un'arma di ricatto di cui il povero Fini non dispone, per cui Berlusconi potrebbe mollarlo tranquillamente. In proposito ricordo ancora l'articolo che ho già citato ieri:
http://www.facebook.com/topic.php?uid=6686669849&topic=5590


M'è sacppato un lapsus freudiano-linguistica, correggo: ...parla di corda in casa dell'impiccato


@ Renzo C #55 Leggevo Marco Salvia ed e' ottimo per sapere meglio sul caso don Gelmini. Su http://www.marcosalvia.it/, mettere Gelmini sulla ricerca nel sito e c'e' una bella sfilza di post. Anche quello in cui si nota la somiglianza tra la ministra Gelmini e i don Gelmini, caso o parentela stretta?!


# 79    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 11:14

Pedofilia, Economist attacca il Vaticano: «E' come Berlusconi, tutto è complotto» "Duro l'attacco dell'Economist: la Santa Sede è come Berlusconi, tutto è complotto. Ma il segretario di Stato Vaticano, cardinale Tarcisio Bertone replica: «c'è un eccesso contro la Chiesa», in particolare contro «una categoria: i sacerdoti»." ma il problema cara marziam è si la questione pornopreti ,omertà e coperture come il pornoducestatista e la sua corte , ma moltooooooo piu ampiooooooooooooo ..MT avrebbe dovuto inquadrare di piu sul piano della scena economica in cui avvengono certe ascese come quelal di don gelmin... di cio che in italia serve per fare impresa , L'IMPRESA OCCULTA!!!!miliardiiii!!! ...la madonnina del premio citato vale soldiiiiiiiii!!!!ma prima di questo premio , c'è il premio gia dato di fatto al paese dei bancarottieri fraudolenti , civili e preti tutto compresoooo solo da un punto di vista da costume lo si puo vedere in tanti spaccati della società e di come si struttura la società , sempre come nelel canzoni di de andrè ma anche nei film...prendi jhonny stecchino, famosissimo...cosa ci faceva vedere? cementificatori, cardinali, avvocati, evasori , intellettuali tutti insieme allegramente nei vari party della "palermo da bere"..scenari metropolitani, provinciali e globali ,ormai identici ovunque in ogni parte del pianetaaaaaaa...andiamo in argentina e poi vediamo che cazzo combina l'opus dei col governo tuttora e ancor di piuuuuu..... e se in ogni parte del pianeta vale la logica del mercato, cioè degli scambi, con qualsiasi p.r. e tipo di "sostanza" (anche di corpo..., tarantini docet ma non solo) è evidente che anche i preti di livello , non certo i peppino diana o i don milani, sono in quella scena oscena perche ormai la compravendita è entrata nel dna della normalità degli scambi
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=97336&sez=HOME_NELMONDO


Quanto livore contro la Chiesa.


prima tirano fuori gli ebrei, ora gli omosessuali... chi i prossimi? i neri? i comunisti? gli handicappati? mi ricorda qualcosa...


vero, quanto livore contro la Chiesa... inspiegabile no? la Chiesa è la perfezione in Terra °_°


Poi la sinistra si rivolge al Romano Prodi di turno nei momenti di difficoltà. E diviene dialogante, perchè sa che da uno scontro con la Chiesa di Roma ha tutto da perdere. Ma il dna è quello di questi articoli e commenti. La Chiesa come istituzione da demolire, da abbattere, da giudicare con disprezzo.


# 84    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 11:36

ma che livore e livore ...il problema "sostanza" corpo,perdita di senso,identificazione di chi riveste con "una divisa" il potere di fare cio che cazzo vuole e come cazzo vuole, la merce di scambio p, l' omertà riguarda tutta la società di una determinata rete di gestione del potere , non solo il vaticano o il vaticano spa , sono tutte spa compatibili l'una con l'altra che nulla a che fare con chi , sempre all'interno di questi sistemi,si prende a cuore o a cura un potere ben diverso, vedi don gallo o don farinella o padre zanotelli ( solo per citare nomi conosciuti a tutti per la chiesa) per uno spirito o dio spoglio o nudo e crudo, vedi lannutti per lottare e battagliare sul dio denaro spoglio delle co_missioni di chi lo fabbrica per strozzare come ti sa strozzare un pedofilo del turismo sessuale o della chiesa ,è uguaglio


uffa, maccheppalle! non si può più parlar di nulla che salta sempre fuori lui!e non si può parlare di corruzione, e va bene: l'ambiente suo è propizio. e non si può più parlar di evasione, e va bene: viene da un ambiente propizio. e non si può più parlar di mafia, e va mica tanto bene, neanche se i tempi erano propizi. e non si può più parlar di droga, e vada bene: la mafia di cui sopra era propizia. ma possibile mai che non si possa più parlare di truffe sulle carte di credito?! e neppure di preti pedofili?!?!?! cappero, non sarà l'unto del signore, ma sicuramente è onnipresente e spesso anche ubiquo! mi chiedo di questo passo cosa cavolo racconteranno tg1 e tg5: non è che presto avremo un fermo immagine di mentolini con musica di cortesia a farci compagnia per mezzora tre volte al giorno? NEWS: il governo annuncerà a breve la votazione per un decreto interpretativo "ad pretem", secondo il quale l'abuso sessuale di un'esponente del clero sia da interpretarsi nel senso di benedizione interna reiterabile atta a garantire la necessaria regolarità intestinale, indispensabile nei giovani, voluta dai cittadini e richiesta dall'europa. I beneficianti di tale benedizione dovranno inoltre corrispondere il giusto compenso sotto forma di versamento volontario tramite IOR, causale :"Bifidus acti regularis". Il PD si è già dichiarato prono.


Cara Paso, io rispondevo ad Ermione #78. Sono sintetica e dico tra le righe quello che tu poi spieghi in dettaglio. vedi anche i miei due post di ieri sera #8 e #14: i miei "forse" e "se non sbaglio" sono retorici e sottintendono altro. D'altra parte credo che i commenti siano relativi al testo proposto, poi si può amplificare all'infinito. Il corsivo di M.T "signornò" seguirà pure delle regole, non si può sviscerare ogni volta tutto il criticabile; non si può vomitare tutto in una volta, rimarremmo disidratati.


Pasolinante, se non ci fosse la Chiesa che tu definisci "vaticano spa" non potrebbero esserci neppure i Don Gallo, i Don Farinella, i Don Pino Puglisi, etc. Serve anche la Chiesa forte, che tiene testa ad altri poteri.


Ezio, mi sembri ingiusto nei confronti di questo articolo. Volendo infierire, si sarebbe stato ben altro su cui far leva per denunciare le omertà e le connivenze della Chiesa; mi sembra si sia scelto uno dei pochi casi in cui il Vaticano ha preso le distanze; Travaglio esordisce dandone atto. E non credo che Prodi sia mai stata una garanzia di buoni rapporti o dichiarato sostegno del Vaticano, che ha spesso bastonato il cattolico praticante e ha lisciato il pelo al Berlusconi divorziato, donnaiolo, gaudente, in nome di una sbandierata e peraltro inconsistente difesa dei principi cattolici - ma quali? Te lo dico condivindendo il tuo disagio per l'insofferenza sempre più diffusa per la Chiesa. Qui, a onor del vero, l'articolo non si adegua. A Cesare quello che è di Cesare... :)


# 89    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 12:1

# 87 commento di ezio - lasciato il 17/4/2010 alle 11:39 la chiesa è una cosa, il vaticano è un'altra e da questa dicotomia nasce anche la tua ambiguità...è tutto ambiguo e pieno di contraddizioni nella vita,imprtante e saperlo per poter tentare di superare ,smacherando, chi gioca e fa leva sulla doppiezza a danno dei "giusti" ----------------------- # 86 commento di marziam - lasciato il 17/4/2010 alle 11:39 non capisco ma fa niente, cioè il vomito è di chi se ne fotte delle regole, non di chi scrive e parla di come una società sana e vitale , ne è venuta stuprata per chi le ha sfondate...col danno finale di una generelazione qualunquista in cui tutto è contaminato, perchè in anticipo non ha delibertamente voluto separare il tumore dalle cellule ancora sane dei vari apparati funzioni sistemi


# 90    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 12:2

ec generalizzazione




*** RIFORME AD CASTAM DELLA GIUSTIZIA *** Durante i 16 anni di cosiddetta Seconda repubblica, la coppia Berlusconi - D'Alema ha partorito quasi 200 leggi in materia di giustizia. Questa sottospecie di patto Molotov-Ribbentrop tra i sedicenti capi della destra e della sinistra italiane, da sedici anni a questa parte, ha continuamente messo mano alla cosiddetta "riforma della giustizia" in modo da favorire l'impunità dei colletti bianchi della Casta italiana. Risultato? 'Nel 1999 il processo penale durava in media 1457 giorni; nel 2000 era salito a 1652; nel 2003 a 1805. Poi hanno smesso di contarli.' (Marco Travaglio, Ad personam, 2010, pag.8) In questi giorni l'uomo dell'inciucio si chiama Andrea Orlandi, membro della direzione del PD e incaricato di formulare la bozza di 'riforma della Giustizia' per conto degli ex stalinisti capitanati da Bersani, e da sottoporre agli uomini del clan Berlusconi come base di un accordo comune. Una riforma di stile berlusconiano, proposta dalle pagine del Foglio, noto giornale di casa Berlusconi, e contestata anche all'interno dello stesso PD. Per mettere definitivamente la museruola ai magistrati e cancellare l'indipendenza del potere giudiziario da quello politico, uno dei pilastri della Costituzione liberale italiana.


# 93    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 12:29

# 93 commento di Manuel S - lasciato il 17/4/2010 alle 12:19 ORLANDO ,non Olrandi ..orlando che cmq non significa tutto il pd come da qualunquista generalista stile...infatti il pd non esiste perchè è un accozzaglia di anime diverse , non quell'unica anima nera che tou court piu sepmlicisticamente vien poi detta...ma se anima nera c'è, deve esssere raccontata per come stano le cose..cioè i neri , come la destra del pci piu sporco vincono come la dc piu nera e piu sporca su tutti gli altri , che si chiamino lega o altro. con tutte le consapevolezze che dovremmo avere per escludere che il baratro ci travolga tutti, stiamo ancora qui a parlare e farci raccontare di consiederazioni del cazzo , un po' come santoro che invita un luttwack da una parte e un gino strada dall'altra- auguro a tutti i cojoni italici , che si sono rmai fatti dividere in mille e piu rivoli senza contare piu un cazzo, di accorgersi solo fra ventanni,quando non esisteremo più, che hanno perso il loro tempo in stronzate ------------------------- "Avevo pensato che l'ottimismo dialogante di Orlando e il merito delle sue proposte sul Foglio del 9 aprile fossero solo un'utile provocazione. Certo per me erano come un pugno nell'occhio, ma magari avrebbero fatto partire un proficuo dibattito nel Forum Giustizia del Pd, del quale Orlando è presidente. Escludevo, invece, che l'articolo servisse ad Orlando per contare i propri sostenitori nel gruppo parlamentare Pd attraverso una raccolta di firme. Ora, per dovere di informazione verso i miei elettori voglio precisare che, insieme ad altri cento deputati Pd, non ho firmato l'appoggio a quel documento". Lo afferma il deputato bindiano Giovanni Bachelet. "Il risultato finale - afferma Bachelet - di questo infelice referendum, circa cento a cento, suggerisce che purtroppo le opinioni espresse da Orlando sul Foglio spaccano a metà il partito e pertanto, per definizione, non rappresentano la sintesi del PD sui temi della giustizia"


Cara ermione, permettimi di partire da lontano. L'Italia è geograficamente, storicamente, culturalmente collegata a filo doppio col Vaticano. Quel Vaticano che, tra tutte le possibili sedi del potere, non è propriamente un'organizzazione votata al crimine e al sorpruso, anzi, tutt'altro, è di servizio agli uomini e agli ultimi, con l'insegnamento morale e la pratica della carità. Un mondo senza Vaticano sarebbe peggiore. E a volerlo sarebbe non un popolo libero, ma proprio gli altri poteri che posano i loro piedi sulla testa di noi popolo e che si libererebbero di un interlocutore scomodo, parlo delle organizzazioni economiche desiderose di perseguire senza noie la logica del profitto come di chiunque si avvantaggerebbe di un maggiore relativismo etico. Il relativismo etico porta ad una società cinica ed individualista, ancor più basata sul potere che sul diritto, dunque ci si dovrebbe pensare più volte prima di attaccare la Chiesa. Certo, gli errori vanno denunciati, non v'è dubbio, ma senza confondere il prete pedofilo con l'istituzione, come invece sta accadendo in queste settimane, a mio avviso. Soprattutto in Italia dovrebbe valere un sentimento condiviso di amicizia, di gratitudine e di rispetto verso il Vaticano che dovrebbe portare a segnalare l'errore per correggere e perfezionare quell'istituzione piuttosto che per screditarla e demolirla. La destra ha avuto in Italia uno spazio più ampio del dovuto nel dialogo col Vaticano perchè quello spazio la sinistra non l'ha rivendicato a se. La questione non è di confrontare le abitudini del Berlusconi divorziato, donnaiolo, gaudente con quelle del leader che sta a sinistra. La questione è che deve ancora maturare una sinistra italiana, italiana nel senso che non può trattare il tema della laicità dello Stato dimenticandosi della propria storia e del proprio ruolo oggi nel mondo. La questione è se oggi la destra garantisce maggiormente della sinistra il permanere e il prevalere degli i


...La questione è se oggi la destra garantisce maggiormente della sinistra il permanere e il prevalere degli interessi del Vaticano in Italia, interessi che spaziano da battaglie morali come la lotta contro l'aborto a battaglie più materiali come il controllo indiretto di imprese, il possesso di immobili, i privilegi fiscali che costituiscono il fronte "secolare" che difende la Chiesa dall'essere fagocitata dagli altri poteri. Una sinistra che parta dall'osservazione che l'Italia è cattolica e non da quella, errata, di identificare la Chiesa con la destra si troverà un grande alleato nelle battaglie per il lavoro e per un mercato etico, così come nell'attenzione verso gli immigrati.


oggi : porta la figlia all'asilo e si impicca : cassaintegrato con moglie disoccupata. mi sento male. avete visto le facce dei leghisti ieri sera quelli che odiano il benefattore del Bresciano ?


Mi scuso per il fuori tema, avrei preferito inviare una email, ma non sapevo a quale indirizzo inviarla. Io sono una persona di sinistra, come tante, stanca e delusa del pd. Non ho una collocazione, al momento, seguo Fava e De Magistris. Credo di aver idee diverse dalle tue, però, apprezzo il tuo lavoro, lo rispetto e do un valore al tuo impegno. Impegno intelligente. Ti vorrei chiedere una cortesia (forse non è la parola giusta), vorrei che seguissi la discussione dentro il pd sul precariato, lavoro flessibile...(altro inciucio, a mio parere), per esprimere una tua opinione, sul metodo, i contenuti. Mi interessa, non poco, leggere il tuo, particolare punto di vista. Più che un desiderio, il mio, è un grido di dolore: quello di un condannato a morte (al silenzio). Grazie, Lupo.


# 98    commento di   galfra - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 12:50

La camorra e la 'ndrnagheta hanno fornito la vittoria al Pdl, ora passano all'incasso cominciando con l'aperitivo e cioè di loro non si deve più parlare, quindi Saviano sia tolto di mezzo ed è meglio se ci pensano i servizi segreti
Saviano sia tolto di mezzo


# 99    commento di   galfra - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 12:58

Evidentemente innervosito dai guai giudiziari del fido Marcello Dell’Utri, il premier si è lasciato andare a giudizi lapidari contro gli autori di quelle opere che lui non condivide e assolutamente non in linea con gli obbiettivi del suo governo che consistono nell’«avere in giro un numero di latitanti possibilmente vicini allo zero e di avere veramente distrutto le organizzazioni criminali, mafia, camorra, ‘ndrangheta. Vogliamo fare di questa priorità un punto centrale dell’azione di governo». Ma se questa è la priorità allora la mafia è o non è un’invenzione “colta”? Inutile attendersi una risposta dal presidente che la gira e la rigira come più gli fa comodo. Ed ieri aveva voglia di negare l’evidenza. Non è la prima volta che Berlusconi scivola su questi giudizi. «Se trovo chi ha fatto le nove serie della Piovra programmate in 160 Pese e chi scrive libri sulla mafia che non ci fanno fare una bella figura, lo strozzo» disse nel novembre dello scorso anno suscitando reazioni giustamente indignate. Non contento è anche passato all’attacco di Gomorra. D’altra parte questa è un tormentone da cui il premier non riesce a venir fuori. Già nel 1994 per lui la Piovra era «un disastro che abbiamo combinato in giro per il mondo». E poi «cos’è la mafia? Un decimillesimo, un milionesimo. Noi non vogliamo che un centinaio di persone diano un’immagine negativa in tutto il mondo». Sarebbe bene che si mettesse d’accordo con se stesso. La mafia esiste ono? Il suo governo combatte una grande organizzazione o i risultati vantati vanno commisurati alla approssimativa identità che lui ne dà?
Silvio e Dell'Utri


Siamo alle comiche finali: Qualche giorno fa, tutta la cosiddetta opposizione voleva far cadere questo governo. Ieri bersani "...è una follia andare a elezioni anticipate..." oggi giorgino timbrino: Napolitano chiama: "Siate prudenti" Il premier lo rassicura sulle elezioni: «È solamente una polemica interna» Mah... Cosa dobbiamo aspettare ancora da questi qua...


Don Gelmini ha fatto la Resistenza. Scommeto che se faccio una vignetta satirica identica a quella qui proposta dove dico che i combattenti la resistenza erano pedofili e le altre sono tutte imitazioni me ne dite di tutti i colori. Ipocrisia per piccina che tu sia tu si sempre....ipocrisia. PS: la costituzione e le leggi del nostro stato prevedono il rapporto fra religione X e stato + i processi per i reati e per chi fa favoreggiamento ad un reato. Giudicare gli appartenenti ad una classe o gruppo (politico, religioso, raziale, ...) solo per appartenenza al gruppo sulla base dei reati di un sottodominio di individui di quel gruppo è un errore notevole. Motivo per cui mi sembra laicamente ("sinonimo religioso" di politicamente) schierata la vignetta.


>La destra ha avuto in Italia uno spazio più ampio del dovuto nel dialogo col Vaticano perchè quello spazio la sinistra non l'ha rivendicato a se. Non è totalmente vero e un'attenzione alla chiesa è proprio una delle cose che spinse il centro sinistra a scegliere Prodi. E perché in uno stato laico la sinistra deve rivendicare a sé lo spazio del dialogo con il Vaticano? Sono loro che dovrebbero tenersi il proprio e lì stare. La chiesa cattolica è un'istituzione conservatrice, nel profondo, è logico che siano più vicini alla destra. >Una sinistra che parta dall'osservazione che l'Italia è cattolica e non da quella, errata, di identificare la Chiesa con la destra si troverà un grande alleato nelle battaglie per il lavoro e per un mercato etico, così come nell'attenzione verso gli immigrati. Però su altre questioni c'è il fossato ed è incredibile che si dia più importanza ad una pillola e alle unioni civili che a emergenze ben più rilevanti. Sono loro che l'hanno scavato, il fossato, e loro che hanno deciso da quale parte stare. Parlo di vertici, molti sacerdoti votano a sinistra, è noto. L'allenza con la sinistra nella questione immigrati o lavoro non ha fatto sì che si spostasse un voto, evidentemente. Se la chiesa appoggia questa destra perché ha paura di quattro omosessuali, l'incoerenza è loro oltre che di chi li ascolta la domenica e poi vota la Lega- ma cattolici e coerenza sono spesso un ossimoro.




OT Scusate ma qualcuno ha notizie sulla manifestazione pro Emergency? e poi perchè le fanno sempre a Roma o nelel grandi città, e noi che abitiamo in paesini per cui è difficile spostarsi? non si riesce mai a partecipare così.


Ezio Aggiungo un paio di cose. Sento che a Malta il papa pregherà per le vittime degli abusi. Pregare e basta?? Ieri sera ero ad un tavolo pieno di cattolici- 90% di sinistra ;). Ho fatto loro una domanda: "dove finiscono i pedofili nella realtà extravaticana?". In galera, risposta unanime, con qualche "hai ragione". La chiesa sta perdendo fedeli, non parliamo di aspiranti sacerdoti. Come mai? Perché sono chiusi nel loro mondo e hanno scelto la restaurazione di Ratzinger anziché scegliere papabili come quel cardinale sudamericano di cui mi sfugge il nome (c'era timore di teologia della liberazione...) o Martini o Tettamanzi. Come mai? Troppo progressisti. Il vaticano paga le sue colpe e, finita la generazione di anziani abituata ad andare a messa, più che sinceeramente credente, la crisi della chiesa si vedrà eccome. Per colpa del realtivismo etico di cui parli tu? No, per colpa dei loro arrocammenti medievali, che portano preti a cacciare dalla corale parrocchiale la donna divorziata (sic!), ad impedire concerti in chiesa perché in chiesa si prega e basta, a tuonare contro il padre di Eluana, a non concedere perdono e comprensione, a fare prediche contro la libertà sessuale imperante di fronte a fedeli ben consci della storiella di quel prete con la signora X. Molti ormai percepiscoo questi eleganti uomini in porpora, con scarpette di Prada e un povero ermellino morto al collo, come il Potere, come la casta delle caste, e ultimamente questo sta alienando molte persone.


# 106    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 14:13

guarda la diretta della manifestazione o su ARCOIRIS TV o RADIO POPOLARE NETWORK o RAINEWS 24


*** BERLUSCONI E DON RODRIGO *** "Sono d’accordo con l’Amato Premier. La mafia italiana è appena la sesta nel mondo (il prossimo anno non parteciperà neanche alla Champions), la sua fama è tutta colpa di «Gomorra». Che in realtà parla di camorra ed è pubblicato dalla casa editrice dell’Amato. Ma sono quisquilie. Piuttosto: perché fermarsi a Saviano, dico io. Si chiami il ministro fuochista Calderoli e gli si commissioni un bel falò per buttarci dentro altri libri disfattisti. Comincerei dai «Promessi sposi»: tutti quei bravacci e signorotti arroganti, che agli stranieri suggeriscono l’immagine fasulla di un Paese senza regole, dove la prepotenza e la furbizia prevalgono sul diritto. E «Il fu Mattia Pascal»? Vogliamo continuare a diffondere la favola negativa dell’uomo che cerca un legittimo impedimento per potersi fare i fatti suoi? Nel fuoco, insieme con «La coscienza di Zeno», un inetto che non riesce nemmeno a liberarsi del vizio del fumo, quanto di più diseducativo per una gioventù che ha bisogno di modelli positivi come il vincitore di «Amici». Porrei quindi rimedio alla leggerezza sconsiderata del «Gattopardo». «Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi». Hai trovato la formula segreta del potere e la spiattelli in giro così? In America nessun romanzo ha mai raccontato la ricetta della Coca-Cola. Nel fuoco anche Tomasi di Lampedusa: con quel cognome da nobile sarà di sicuro comunista. E poi «Il nome della rosa». Morti e sesso torbido in un monastero. Di questi tempi! Il nome della Rosa è Pantera. Il resto al rogo. Su con quelle fiamme e linea alla pubblicità." (Massimo Gramellini, La Stampa, 17 aprile 2010) http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/hrubrica.asp?ID_blog=41 "Il Premier: “Mafia? Famosa grazie a Gomorra.” E Primo Levi ha sdoganato il Nazismo." www.spinoza.it "Il romanzo 'I promessi sposi' di Manzoni descrive l'ordinarietà del metodo mafioso nell'


"Il romanzo 'I promessi sposi' di Manzoni descrive l'ordinarietà del metodo mafioso nell'Italia del Seicento. [...] Potremmo dire che don Abbondio si piega ai voleri di don Rodrigo non solo perché ha timore dei bravi - quelli che oggi chiameremmo i mafiosi dell'ala militare, gli specialisti della violenza - ma anche perché si trova in una condizione di assoggettamento e di omertà che deriva dalla consapevolezza del vincolo associativo che lega don Rodrigo ad altri potenti, anche nel mondo ecclesiastico. [...] Nella stessa condizione si trova l'avvocato Azzeccagarbugli cui Renzo si era rivolto nella speranza di trovare un rimedio legale contro la prepotenza, il quale rifiuta l'incarico quando apprende che avrebbe dovuto agire secondo legge contro un prepotente come don Rodrigo al di sopra della legge." (Roberto Scarpinato, Il ritorno del Principe, 2008, pag. 97)


# 109    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 14:24

psso aggiungere una sola cosa Federica? a rafforzativo di quanto dici? qui a milano , e come a milano altrove ( vedi calabria dove il caso dell'istituto degli orrori ,giovannni XXIII, per l'arricchimento di un prete stile marcinkus) , uno dei punti di non ritorno del "sistema" cioè sistema denaro, è stato il lento e poi esplosivo penetrare con " massonerie " del tutto legalizzate come quella di CL che nulla ha a che fare con istituzioni chiesa , anche chiesa gesuita delle migliori quali per milano la realtà del san fedele...che nulla avevavno a che fare con quella spiritualità alla cardinal Martini o Tettamanzi con un vescovo come don Bottoni , attualmente in primissima linea come anello VERO con il meglio dei valori etici ma LAICI del cittadino quale parte vitale del senso della comunità... CL è uno dei nostri tumori sottovalutato come la lega , sottovalutato come una binetti ed altri come lei, che il pd si è tenuto dentro proprio per cio che dice ezio,ma nella parte peggiore dei risultati, che dovevano essere e sono solo quelli economici do ut des tutto risale come diceva l'ultimo dei mohicani ,il grande calamandrei, alla svendita del nostro stato , sia con la compiacenza del peggio della dc sia con quella del peggio del pc; durante il lavori della costituente hanno venduto il nostro paese, il nostro popolo ,la nostra salute,nonche l'anima ancora cosi giovane , ancora lontana dall'aver fatto gli italiani, a due stati stranieri: gli usa e il vaticano...via via questa vendita è avvenuta prima da e alle massonerie occulte, poi a quelle sempre piu istituzionalizzate come CL...dio cosa direbbe don milani di questo mostro!


# 110    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 14:26

ps il cardinal martini se n'è doivuto andare per via di CL ...ci rendiamo conto??????????????


La cosa curiosa è che molte fiction di grande successo sulla Mafia sono state e sono trasmesse dalle reti Mediaset.


# 101 commento di jp - lasciato il 17/4/2010 alle 13:17 Il PDLmenoelle si conferma ogni giorno di più come la zampa sinistra del Regime. Succosa notizia di questi giorni, il PD ha approvato nel segreto dell'aula quello contro cui aveva strillato a gran voce in piazza: "Il Pd manifesta in piazza contro il decreto salva-liste, riesce a farlo cadere in Parlamento, ma poi fa marcia indietro. E vota una legge che lo ripesca con Pdl e Lega. L'opposizione che si oppone dura meno di 24 ore." http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2473802 I pidiossini sono quei soggetti politicanti complici delle rapine di Regime, che fanno il palo e l'autista durante la rapina stessa. Eppure gli elettori di sinistra continuano a dare milioni di voti a questa feccia: evidentemente l'italiota di sinistra medio odia i ladri ma apprezza i loro pali...


A Pasolinante, sulla svendita del nostro Stato a Usa e Vaticano. Dimentichi che l'Italia ha perso la seconda guerra mondiale...


# 114    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 14:36

# 112 commento di Francesco PDL - lasciato il 17/4/2010 alle 14:27 La cosa curiosa è che molte fiction di grande successo sulla Mafia sono state e sono trasmesse dalle reti Mediaset. ------------- l'uomo dal conflitto di interssi piu grande del mondo, è in conflitto con i suoi stessi interssi oltre che quelli che deve rappresentare ( ma solo della mafia al cubo) ...quindi è venuto il momento di essere ancora piu in conflitto , cioè fare piu denaro possibile da una parte ma anche dall'altra


# 115    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 14:37

# 114 commento di ezio - lasciato il 17/4/2010 alle 14:35 non dimentico, infatti ho sempre detto e scritto e pensato che la nostra è stata come altri casi analoghi un liberazione FUFFA


A Federica. > Però su altre questioni c'è il fossato ed è incredibile che si dia più importanza ad una pillola e alle unioni civili che a emergenze ben più rilevanti. Sono loro che l'hanno scavato, il fossato, e loro che hanno deciso da quale parte stare. Non sono dello stesso avviso. Proprio perchè vi sono emergenze ben più rilevanti, chi doveva accantonare la pillola e le unioni civili di fronte a tali emergenze doveva essere la sinistra. Che dunque ha scavato il fossato, non altri, insistendo su quei temi. Mi ripeto: manca una sinistra che si connoti con l'aggettivo "italiana". E' davvero un problema il mancato riconoscimento delle coppie di fatto? Possiamo chiedere alla lobby degli omosessuali questo sacrificio (che cristianamente è perfezionamento del loro amore), di fronte a tanta gente che soffre dell'indispensabile? Altre battaglie più urgenti e drammatiche potevano essere poste al centro, iniziando dal lavoro e dalla legalità, dalle morti bianche, dall'investimento nella scuola e nell'educazione, da una buona sanità, pubblico e privato insieme, pubblico e privato insieme, dalle difficoltà delle giovani coppie, dai diritti degli ultimi cui viene in concreto soccorso spesso solo la parrocchia. Quale vertice ecclesiastico si porrebbe contro tale programma? Il messaggio cristiano porta in se un contenuto rivoluzionario e in conformità a questo, non in opposizione, una sinistra "italiana" troverebbe la sua proposta.


Cara Pasolinante, non si tratta di liberazione fuffa. Ma di prendere atto che il fascismo, e Mussolini, e il messaggio nel mondo che ispirò il Nazismo, lo hanno inventato gli italiani. Ma cosa si pretendeva? Che l'Italia non pagasse quando la Germania rimase divisa per mezzo secolo? Che i Savoia non pagassero perdendo il Regno in favore di un rinato Stato della Chiesa?


due operatori spagnoli sono nelle mani di Al Quaeda da novembre : interessa a qualcuno ?


@ezio >> Il messaggio cristiano porta in se un contenuto rivoluzionario E quale sarebbe questo messaggio rivoluzionario? Siamo nel 2010, non più ai tempi dell'Impero romano...


Chi di voi è pronto a mettere la mano sul fuoco riguardo alla totale estraneità degli Italiani arrestati in Afghanistan rispetto ai reati loro contestati ?


# 121    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 14:56

# 117 commento di ezio - lasciato il 17/4/2010 alle 14:38 Ezio sembra saggio quello che dici ma c'è una profonda differenza fra la necessita di una lista di priorità su tematiche economiche poichè la coperta tende ad essere sempre piu corta ed un conflitto che non esiste con altre liste sui diritti umani o civili che dir si volgia , cioè le piu ampie e cosidette liberta personali come sistema paese pubblico/ privato, tanto piu cr-esco ( materiale e immateriale) quanto piu ri-esco a dare soluzioni alle persone di tutte quelle garanzie parallele a un sistema che mette al centro il pianeta lavoro,satelliti tutti quei pianeti che vi contribuiscono con un sistema fiscale DEMOCRATICO...che io sia etero o gay non fa e non deve fare differenza, mentre fa differenza ed è il tumore sempre piu crescente e assoluto della nostra economia , tutto cio che è nero ..perchè "in nero" dimagrisce o fa effetto snellente, cioè anoressico quindi mortale, tutto il nostro sistema di fare paese che si regge su un terzo di economia sommersa sotto le piu diverse forme che sfuggendo alle entrate non puoi essere portato in uscite correnti+investimenti. tutto il resto è fuffa cioè sintomo di una classe politica,destra e sinistra insieme, che ha raccontato frottole,perfettamente compatibile del resto con chi doveva accellerare in questi ultimi 20 anni(dopo i crolli dei diversi muri)i concetrati di patrimoni in poche mani per il nuvo neonazismo e la guerra fra poveri di nuovissime camere a gas in modo che non si riassociassero i ricordi di altre.Mentre il teatrino della politica(con la specifica di ogni terra) da noi litigava dico si dico no e boiate senza alcun impatto economico su cui procedere a ritmi europei come anche la fecondazione assitita e tantissimi altri temi,boiate di tipo ideologico becero,fatto tutto e solo per impoverire su tutti i piani e farci fare guerra fratelli contro fratelli.la stessa chiesa migliore,non uffciale,non vaticano,dice le stesse cose c


# 122    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 14:56

a stessa chiesa migliore,non uffciale,non vaticano,dice ovviamente meglio , le stesse cose che ti ho scritto io.


Pasolinante Vero, CL, verissimo, quella stessa CL che ha quintuplicato i medici 'obiettori di coscienza'. Reali sentimenti religiosi? No, opportunismo. Formigoni.... No comment. Ezio >Che dunque ha scavato il fossato, non altri, insistendo su quei temi. Non era insistere su quei temi, erano parte del programma, atti, tra l'altro, ad adeguarsi ad altri paesi che non hanno la croce di avere il Vaticano al centro, compresa la cattolicissima Spagna. >Mi ripeto: manca una sinistra che si connoti con l'aggettivo "italiana". Con questo intendi dire che la sinistra italiana dovrebbe essere filocattolica perché deve essere conscia del cattolicesimo del popolo italiano? >Possiamo chiedere alla lobby degli omosessuali questo sacrificio Lobby? Direi proprio che non è lobby in alcun modo, è minoranza senza alcun potere e con pochissima voce. Sono sicura che loro stessi- e non solo gli omosessuali, ti ricordo che le unioni civili non riguardavano solo loro- sarebbero contenti di vedere altre emergenze affrontate, ma niente vieta di occuparsi di entrambi, le battaglie di cui tu parli subito dopo e con cui sono totalmente d'accordo. Ma una non vieta l'altra. >Il messaggio cristiano porta in se un contenuto rivoluzionario Purtroppo, devo concordare con chi mi sta dando dell'italiota criminale, palo e complice (nuova ossessione di Manuel S "il palo", tutto scaturito dal fatto che non ha capito un puro discorso di paragone e di giustizia beccariana): non è più rivoluzionario, Ezio. Io sono non credente, agnostica, ma ci sono ottimi spunti filosofici nel Vangelo. Solo che nel frattempo altre filosofie hanno inglobato o affiancato quel messaggio, modernizzandolo anche. E come ogni sistema filosofico ha della aporie. L'altra guancia, mi spiace, la proteggo. Inoltre, leggendo persino Cicerone o Seneca vedrai come non ci fosse così tanto di rivoluzionario in quel pensiero, alcuni concetti precedono l'anno zero.


> due operatori spagnoli sono nelle mani di Al Quaeda da novembre : interessa a qualcuno ? Certo. Ma tu credi che in Spagna si parli degli operatori di Emergency tanto quanto si parlerà dei loro? C'è campanilismo, quale novità...


per Federica : Strada ha detto : se invece di tre italiani si trattasse di americani sarebbero già liberi: ma sia Cicala che gli operatori spagnoli dimostrano che Strada dice una cazzata.


Diciamo che Strada non dice una cazzata, Margherita, dice una cosa vera, ma incompleta: avrebbe dovuto dire 'se anziché un italiano, uno spagnolo o uno del Belize' ecc., ma il concetto resta valido. Tu immaginati il governo americano fermo intanto che gli house-organ danno dei pirla comunisti agli operatori rapiti o imprigionati. Non esiste, perché di fronte ad un'emergenza gli Stati Uniti tirano fuori tutto il loro noto e spesso fastidiossissimo patriottismo, o il buon senso. Potrai leggere degli insultini al pacifista su Weekly Standard, come no?!, ma difficilmente sentirai un membro del governo attaccare il 'capo' dell'Ong. Neanche sotto Bush. Inoltre c'è una differenza notevole: da una parte persone rapite da al Quaeda, dall'altra persone sbattute in prigione da un governo (.....) alleato e per il quale le truppe italiane sono sul territorio. Con chi tratti all'interno di al Qaeda? Di Pietro aveva ragione l'altra sera, tu governo italiano li spremi per le palle e li fai liberare, punto. Aggiungo che il governo americano pretende, spessissimo a torto marcio, di giudicare i propri connazionali nel loro Paese. bene, per una volta cogliamo l'esempio: se ci sarà qualcosa da verificare, e io dubito al 99,9% dove lo 0,1 è scetticismo intrinseco, lo fai qui, punto.


# 112 commento di Francesco PDL - lasciato il 17/4/2010 alle 14:27 >> La cosa curiosa è che molte fiction di grande successo sulla Mafia sono state e sono trasmesse dalle reti Mediaset. C'è un altro genere oltre alla fiction, che tu non pratichi, che è venduto non sulle reti Mediaset, ma nelle librerie Mondadori. E' il genere libro, il titolo è Gomorra, e anch'esso porta soldi nelle tasche del tuo idolo politico. Ma tutti gli studiosi di marketing sanno che oltre alla pubblicità positiva esiste anche quella negativa. Parlare male di Gomorra da parte dell'oligarca di Arcore non aumenterà certo le vendite del libro presso i pidiellini come te, ma lo aumenterà presso gli antiberlusconiani. E a chi andranno i soldi delle vendite se non alla rubata Mondadori provento di corruzione? Fare quelle boutade fa aumentare consenso al Cav, politico da una parte, monetario dall'altro. Lo stesso dicasi per le fiction. Quando andarono in onda evidentemente portarono soldi e pubblicità a Mediaset. Ora si può anche far finta di sputarci sopra.


Cara pasolinante, mi trovo in sintonia con quanto scrivi nel tuo commento: > tutto il resto è fuffa cioè sintomo di una classe politica,destra e sinistra insieme, che ha raccontato frottole,perfettamente compatibile del resto con chi doveva accellerare in questi ultimi 20 anni(dopo i crolli dei diversi muri)i concetrati di patrimoni in poche mani per il nuvo neonazismo e la guerra fra poveri di nuovissime camere a gas in modo che non si riassociassero i ricordi di altre.Mentre il teatrino della politica(con la specifica di ogni terra) da noi litigava dico si dico no e boiate senza alcun impatto economico su cui procedere a ritmi europei come anche la fecondazione assitita e tantissimi altri temi,boiate di tipo ideologico becero,fatto tutto e solo per impoverire su tutti i piani e farci fare guerra fratelli contro fratelli. ma proprio per questo perché farci guerra su "boiate di tipo ideologico" (io ci metto anche le unioni civili), mentre le nostre già fragili democrazie sono già delle plutocrazie al servizio del maggior profitto e nelle mani di pochi? Margherita oggi riportava la notizia di un cassaintegrato che si è impiccato. Roland, qualche giorno fa, della Bialetti che va in Romania, lavoratori con meno diritti e minor costo. Stiamo diventando schiavi di un liberalismo senza controlli che premia chi produce ricchezza ma dimentica (non abbiamo uno Stato sociale) chi non ce la fa. Queste le nuove camere a gas di cui scrivi. Allora c'è bisogno di sinistra. E di tutte le forze che possano convergere allo scopo. Partendo dall'accettazione della tipicità della realtà italiana senza porci di traverso per cercare altri ostacoli. Lasciamo stare le unioni di fatto. Pensiamo al cassaintegrato che non ce la fa. Pensiamo esclusivamente alle emergenze. Il conflitto tra i due temi esiste nel momento in cui l'ostinarsi sul primo toglie consenso alla forza politica per risolvere il secondo.


P.S. Straordinario Gramellini, come spesso, ma questo è un altro discorso.


# 130    commento di   simone.81 - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 15:36

Spesso nelle difese del Vaticano si parla di qualche non meglio definito beneficio che apporta al mondo. Qualche esempio? Riguardo ai danni, nei recenti fatti di cronaca c'è solo l'imbarazzo della scelta. Non parlo solo dei pedofili, ma delle ennesime ingerenze politiche, il coinvolgimento nello scandalo dell'Aquila, sia per la ricostruzione che per la prostituzione. La buona volontà dei preti di paese (dove c'è) non è più una scusa sufficiente per sopportare tutto questo.
http://sanaerobustacostituzione.blogspot.com/


>Lasciamo stare le unioni di fatto. Pensiamo al cassaintegrato che non ce la fa. Ezio, scusa: scenario: copia di fatto, la moglie del defunto, senza lavoro, non può percepire la sua pensione. Idem viceversa. Anche questo nutre la crisi. "È stata approvata dal governo la riforma delle pensioni. La reversibilità, che finora era riservata ai vedovi che erano uniti in matrimonio, da adesso vale anche per le coppie di fatto (nella foto vedete Adele Parrillo, compagna di Stefano Rolla, l’operatore morto a Nassiriya con i carabinieri italiani). Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge che sarà sottoposto al Parlamento. Per ottenere la pensione di reversibilità - nel caso di coppie di fatto - sarà necessario aver convissuto almeno per cinque anni o aver avuto figli in comune. In caso di assenza di uno di questi requisiti, il convivente superstite potrà avere una pensione di reversibilità temporanea, della durata di qualche anni, come avviene per i matrimoni di durata inferiore ai due anni. Ah. Dimenticavo di dirvi che il governo che ha approvato questa riforma è l’esecutivo spagnolo guidato da José Luìs Rodriguez Zapatero. Che strano…" http://www.queerblog.it/post/989/pensioni-anche-alle-coppie-di-fatto Spagna, cattolica... ma c'è Zapatero.


A quale dei tanti neo rivoluzionari francesi che si svenano qua dentro può giovare un'anticipazione delle elezioni ? A voi tutti conviene che la crisi finiana rientri presto, altrimenti il responso delle urne vi sarebbe più sfavorevole di quanto non lo sia stato quello del vecchio indovino che ammonì Cesare di guardarsi bene dalle Idi di Marzo.


Mi correggo: non molgie del defunto, ma compagna, e non unioni civili, ma copie di fatto. Chiedo venia.


A Federica e Manuel S. Sono una persona semplice. A scuola di catechismo mi insegnavano che la Chiesa "è e non è ancora". Nella parte "non è ancora" è contenuta, penso, tutta la rivoluzionarietà di quel messaggio, magari non teorica, ma pratica di sicuro. Perchè, proverbialmente, tra il dire e il fare... Ma una cosa voglio scrivere a Federica. Mi chiede: > Con questo intendi dire che la sinistra italiana dovrebbe essere filocattolica perché deve essere conscia del cattolicesimo del popolo italiano? Parlo soprattutto di ragioni storiche e geopolitiche. Pasolinante ed io condividiamo (forse useremmo termini diversi) l'idea che l'Italia sia stata "svenduta" agli Usa e al Vaticano dopo la II guerra mondiale. Io potrei scrivere che si è trattata per certi versi di una fortuna, tra tanti padroni che avremmo potuto avere e la fine che avremmo potuto fare (divisi ad esempio come la Germania). Non si tratta solo di sentimento del popolo italiano, Federica. L'Italia e il Vaticano non condividono Roma come capitale e poi tutto finisce là. Cerchiamo di tenere in considerazione le connessioni profonde.


Insomma, come scriverebbero su Limes, Roma non è geopoliticamente Madrid.


@ezio >> A scuola di catechismo mi insegnavano che la Chiesa "è e non è ancora". Nella parte "non è ancora" è contenuta, penso, tutta la rivoluzionarietà di quel messaggio, magari non teorica, ma pratica di sicuro. Perdonami, non credo di aver capito Intendi dire che la Chiesa a distanza di due millenni deve ancora mettere in pratica quel messaggio 'rivoluzionario'?


> Intendi dire che la Chiesa a distanza di due millenni deve ancora mettere in pratica quel messaggio 'rivoluzionario'? Non arrossisco nel risponderti: Sì. E' ancora un orizzonte cui tendere. Si è in cammino verso quell'orizzonte, tantissimi errori, enormi (oggi la pedofilia, ma ieri anche l'inquisizione), ma l'errore non è nell'orizzonte da raggiungere.


Ezio, direi che per quanto rispetti il tuo pensiero di cattolico, la mia posizione è diversa. Non avremmo dovuto sceglierci nessun padrone, né americano né tedesco né del Vaticano. Che l'Italia abbia un'atavica propensione ai padroni è fuori discussione, ma che sia uno dei motivi della nostra decadenza è altrettanto fuori discussione. "Non è ancora"... e non lo sarà mai se i progressisti verrano sempre messi da parte: il divenire si ferma se fermi chi pensa al futuro semplice e non al passato remoto. Non lo sarà mai se va a predicare contro il preservativo in Africa, se predica e razzola male in genere. La rivoluzione, per esserci, deve basarsi su un presupposto di volontà ed è proprio la volontà che non vedo. Ti saluto, vado a godermi il non sole primaverile ;), e sappi che discutere in questo modo a me piace sempre. Ciao


Se intendi che la Chiesa si sia inesorabilmente e progressivamente sempre più allontanata, in teoria e in pratica, dal messaggio del Vangelo, sono d'accordo con te. Quanto alla rivoluzionarietà del messaggio stesso, beh, in questo la penso come un tale che diceva: 'La religione è l'oppio dei popoli' (la cocaina, si direbbe oggi). Cioè quanto di meno rivoluzionario e di più conservatore si possa immaginare.


Ahhhhh, attenzione signore e signori, Manuel cita Marx! Nevicherà all'inferno, come dicono gli 'mmericani? ;) Hasta la vista


@ezio >> E' ancora un orizzonte cui tendere. Si è in cammino verso quell'orizzonte, tantissimi errori, enormi (oggi la pedofilia, ma ieri anche l'inquisizione), ma l'errore non è nell'orizzonte da raggiungere. Un po' come i pidiossini quando parlano del loro partito. La chiesa è in fondo buona perché ci sono ancora i bravi parroci di campagna che aiutano le vecchine ad attraversare la strada. Pazienza se i vertici sono corrotti e dediti al malaffare e insabbiano i crimini di pedofilia (e non solo quelli). Pazienza per le crociate e l'inquisizione. Pazienza per la continua diffusione di ideologie reazionarie, oscurantiste e contrarie ai diritti civili. Pazienza per la continua ossessiva opposizione alla conoscenza (il pomo d'Adamo), alla scienza e al progresso dell'umanità. Sono mele marce che, vestiti da lupi, guidano un gregge di onesti pastori e anime belle. Come faccia una cricca di oligarchi arricchiti, oscurantisti e mafiosi, a guidare il gregge cristiano verso la meta lontana dell'ideale luminoso del Vangelo (?) questo però ce lo dovresti spiegare...


Ciao Federica. Grazie. E' piaciuta anche a me la nostra conversazione.


# 142 commento di Federica - lasciato il 17/4/2010 alle 16:16 Purtroppo gli stalinisti ci hanno provato a lungo a nobilitarsi mettendosi addosso il vestito rosso del fondatore del comunismo. Ma la mistificazione, purtroppo per voi, è crollata anch'essa con il muro di Berlino e con l'Urss...


dove hai letto gramellini che adoro ?


@ Ezio :) @ Margherita Manuel S ha copiato Gramellini più su in questo thread. ciao @ Manuel ragazzuolo... te lo dico con il cuore in mano, intanto ci sta, non è grandissimo: un po' di umorismo, Manuel, un po' di umorismo ogni tanto accettalo. Vado, arrivederci.


# 131 commento di Federica - lasciato il 17/4/2010 alle 15:35 >> Straordinario Gramellini, come spesso, ma questo è un altro discorso. Certo. Finché si parla male dei ladri berlusconiani tu applaudi. Non appena si toccano i complici pidiessini, apriti cielo! Chi tocca il PD qui muore. Ma che t'avranno dato sti... pali? :-)


# 147    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 16:49

Margherì scusa se mi permetto ...siamo ironici nèh, ma a volte tutta tutta precisina come vuoi essere sulla strada di chi si e di chi no, mi sembri un po' come quel Vamp svampito dello Skyline, eh eh eh eh eh ma perchè tu lui e francesco pdl fate veramente un bel gruppo svamp svamp degli svampiti , ----------- ragazzi è piaicuto molto anche a me questa converscion!!! una sola cosa per cortesia , è come con la filosofia, non confondiamo le religioni, compresa quella che ha voluto essere superiore a tutte le altre ( il cattolicesimo) con la spiritualità, se gli dei e/o dio sono potuti diventare dio denaro per tutti i gusti, è perche la spiritualità se la sono divorata gli apparati, ma la spiritualità esiste , ed eccome se esiste! ed è viva e vegeta coma la sostanza universale di Giordano Bruno quando saremo da umano a umano, in un altra storia e in un'altra vita, ci faremmo un sacco di risate di quanto siamo stati cojoni ciaooooooooooooooooo :-) e per tutti visti gli svamp....Nanni Svampa !
http://www.youtube.com/watch?v=VAsIHcWjkCM


attendo news dalla convènscion delle ienazze... chissà cosa succederà...


da http://bojafauss.ilcannocchiale.it/ In campo la squadra di Cota. Una cosa è certa: sanno contare. La nuova giunta regionale che supporterà Cota è stata decisa. Dodici assessori: otto al PdL di cui cinque agli "ex Forza Italia" e tre agli "ex AN". Quattro gli assessori della Lega Nord. Naturalmente tutti scelti in base a competenze e meritocrazia e non con le solite lottizzazioni da partito della prima Repubblica. Infatti, se avessero applicato una effettiva lottizzazione sarebbe andata così: Considerato che i voti presi dai partiti del centrodestra sono stati 889.916: Il Popolo della libertà 474.431 Lega Nord 317.065 Verdi Verdi per Cota 33.411 Partito dei pensionati 27.797 La Destra 12.581 Al centro con Scanderebech 12.154 Alleanza di centro + Dem. cristiana 5.704 Nuovo Psi 3.947 Lista Consumatori 2.826 Alla Lega Nord spetterebbe il 35% degli assessorati cioè 12 x 0,35 = 4,2 assessori ...circa quattro, diciamo. Alla componente "ex AN", che pesa più o meno il 33% del PdL spetterebbero 8 x 0,33 = 2,6 assessori ...quasi tre, diciamo. La componente "ex Forza Italia" potrebbe contare quindi su 2/3 degli assessorati spettanti al PdL e cioè su 5,3 assessori ...circa cinque, diciamo. In un'ottica di lottizzazione un vero partito da vecchia repubblica non avrebbe mai accettato di regalare un quarto di fetta di torta (o di assessore) ai suoi alleati e, considerata l'impossibilità di sezionare a metà i politici avrebbe puntato semmai ad occupare anche qualche posto di minor rilievo così da pareggiare i conti. Avrebbe chiesto la presidenza del Consiglio Regionale, diciamo...
http://bojafauss.ilcannocchiale.it/


# 150    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 17:29

Aiutoooo le vamp svamp yen-azze azze azze , golf news e mazze, nooooo! Vabbuo' attendi anch' io .-) Ps i soldi e il potere non possono comprare il mondo! , fanculo a tutte le multinazionali del pianeta, fanculo WTO! ..... le persone non possono essere piegate dal sistema danaroooooo


CHE LO PIANTINO FINALMENTE, NE HANNO BEN DONDE (LE "DONDE" PIENE): Fini abbandoni Berlusconi e Saviano la Mondadori (CETERUM CENSEO MONDADORI ESSE RESTITUENDAM - e dopo, Saviano vi torni pure)


# 152    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 17:57

@ ezio Non restiamo in astratto a parlare di chiesa e soprattutto preti. Premetto che sono contento che a Yalta l' Italia sia finita nel blocco occidentale, anche se i carriarmati a Budapest si vedevano, mentre qui abbiamo visto altro (per chi ha gli occhi senza fette di prosciutto sopra, ovviamente). Nessuno ci ha svenduto a USA e GB, abbiamo perso la WWII, e il conto te lo presentano. Veniamo al sodo, ovvero ai preti: opportunità da cogliere e l' hanno colta! Paura del bolscevismo antireligioso? Buona la scusa :) Allora vediamo QUANTO hanno interferito con lo Stato sovrano (sovrano un par de balle) nel dopoguerra. Partiamo da pio12 e il suo segretario di stato, tale montini (hmmm.. mi ricorda qualcuno..) e LEGGIAMO, spero con lo STUPORE che ho avuto pure io, quanto emerge da documenti desecretati di recente. Dopo hanno smesso? sì sì, di sicuro! LOL Quanti voti vale la chiesa? Il Puffone lo sa e se li tiene ben stretti ;) Buona lettura
http://casarrubea.wordpress.com/2010/03/03/pio-xii-e-la-politica/


sulla facciata del municipio di Venezia gigantografia dei tre prigionieri di Emergency


# 154    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 18:43

sul retro, gigantografia delle nuche


caro Renzo C non afferro la battuta


# 156    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 21:19

Povera Andante Pocomossa. Che brutta situazione la tua: passare la vita dietro a un monitor riempiendolo di Cacata Carta per giunta NON TUA è veramente triste. In quanto a te caro Cicisbeo, da persona intelligente quale sei, ti sei astenuto e continui ad astenerti dal rispondere alla mia domanda: "se tu fossi un medico e ti capitasse di soccorrere e medicare un terrorista della cui identità sei certo, lo consegneresti alle Autorità o lo lasceresti libero dopo averlo ovviamente curato?" Bravo! D'altronde uno come te no può rispondere qui dentro a ciò per non finire alla berlina. Anche l'Andante Pocomossa se ne guarda bene dal rispondere qui dentro o meglio risponde insultandomi... Fantascito! :-) Hi hi hi hi hi hi hi hi hi...


# 157    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 21:28

Perdindirinduna! Vedo uno svampitamento livello di difficoltà 3 e tridimensionale ! Ps e con avvitamento testa coda , fronte retro ! Pps mancano gli altri due acrobati , attendo le altre performance per il bollettino sportivo gigantograficooooooo


# 158    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 21:31

Perdindirindina mentre aspetto la pizza, vedo che è arrivati l altri acrobata super Vamp, che insulta ma dice tutto quel ben di dio di tutti gli altri , evvvuva la cacata d' oro che ci scrive il supervamp!


# 159    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 17/4/2010 alle 21:40

Andante Pocomossa perché non rispondi alla mia domanda al posto di frescheggiare come tuo solito? Sai, sarei proprio curioso di conoscere la tua risposta. Avanti, resto in attesa. Hi hi hi hi hi hi hi hi hi...


RENZO C aspetto la spiegazione alla tua battuta. sai sono un po' limitata


splendido Vilipendio di cadavere di Marco Travaglio oggi il Fatto


splendido Vilipendio di cadavere di Marco Travaglio oggi il Fatto




adesso speriamo che Gino Strada ritorni a fare il suo lavoro


L'editoriale di Travaglio di oggi sul fatto mi sembra contenga toni quantomeno esagerati: per cominciare l'abitudine di applaudire i morti non l'ha inventata Berlusconi, ma risale addirittura al funerale di Totò; Travaglio aggiunge che Berlusconi raccontava nell'orecchio barzellette alla Mondaini: chi gliel'ha detto e che prove ha?; poi per quanto riguarda la messa in onda su megaschermi del funerale non è certo la prima volta ed in più è stata chiesta l'autorizzazione alla Mondaini e mi pare un modo (magari un po' pacchiano) di dare risalto e importanza alla persona che non c'è più. In conclusione qualunque cosa faccia Berlusconi è un crimine. Non si starà esagerando?


E ribadisco quanto detto nell'altro articolo. E' possibile separare le accuse di pedofilia al Vaticano dalle analisi politiche? C'entrano come i cavoli a merenda, sia se usate per colpire la destra, che la sinistra. Entrambi gli schieramenti devono avere rapporti col Vaticano, non è necessariamente collusione, ma semplice realtà: è uno Stato che ha indirettamente molta influenza sulla vita politica italiana. Che alcuni politici italiani siano corrotti e delinquenti riguarda poco la Chiesa, che alcuni prelati siano delinquenti riguarda poco la politica italiana. Da un punto di vista morale si può gridare allo scandalo quanto si vuole, ma allora non è necessario tirare in ballo un reato penale come la pedofilia. Basta pensare agli strani rapporti tra la chiesa e chi pratica la discriminazione religiosa come rivoluzione culturale in italia (anche se il sentimento religioso dovrebbe essere unico e indivisibile, dovrebbe, dicono). O della chiesa e chi, a destra o sinistra, partecipa a guerre che di missioni umanitarie non hanno niente. E chi, da destra e sinistra, applaude ad uno stato vaticano chiede discriminazioni tra cittadini italiani a vario titolo e per varia motivazione e si rende, con le proprie politiche pro-vita all'estremo, corresponsabile di gravi piaghe nel mondo (aids?). Ripeto: che bisogno c'è di tirare in ballo la pedofilia? Le critiche, se si vogliono fare, sono già giustificate, da anni. Però associare, anche solo per vicinanza formale, i politici ai pedofili è gustoso, diciamolo. Dà soddisfazione, specie a chi legge, o no? Questo tipo di giornalismo non mi piace, inutile dirlo. Se si pensasse di più alle vittime di certe tragedie, forse si eviterebbe di usarle per speculazioni politiche.


dove poteva essere Gino Strada ieri sera ? ma da fabio Fazio naturalmente.....



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti