Commenti

commenti su voglioscendere

post: Il mistero Scajola

  Questioni giudiziarie a parte nel caso Scajola c’è anche un mistero psichiatrico . Il mistero di un uomo che fortissimamente vuole il potere, non dorme la notte per ottenerlo, costruisce una rete di relazioni, conquista la città, la Regione, il Paese, allena lo sguardo, la camminata, il mento e tanto si prostra al potere supremo di Berlusconi, quanto esercita in modo ossessivo il proprio. Poi per due volte lo perde. Nel modo più clamoroso. Più pubblico. Più umiliante: le dimissioni davanti ai flash dei fotografi, al ronzio delle telecamere, al disprezzo dei giornalisti che lo ascoltano, al sarcasmo dell’opinione pubblica.  Non erano passati tre mesi dai funerali di Marco Biagi , quando ai cronisti di Corriere e Sole 24 Ore impudentemente disse che “quello era un ... continua



commenti



e se si dovesse acclarare che il volo alitalia Roma - La Spezia è stato pagato da altri senza saperne lui il motivo, il tornaconto, e l’interesse?


Avete sentito Ficarra e Picone? P: «Il ministro Scajola si è dimesso» F: «Ma lo abbiamo detto ieri, lo sanno tutti gli italiani!» P: «Sì ma io lo dico a lui, al ministro, perché potrebbe essersi dimesso a sua insaputa!!!» Ma Lory Del Santo (!!!) ha detto che «l'appartamento del ministro valeva meno della metà di quello che ora si legge sui giornali, perché era in stato di deperimento. E' una casa al primo piano senza balconi, apparteneva alle persone più povere del palazzo che non hanno mai voluto ristrutturarlo» Apparteneva alle persone più povere... ed ecco Robin Hood-Anemone e Little John-Zampolini che rubano ai ricchi (i contribuenti) per dare ai poveri, cioè a Scajola. Commovente.


Se un vecchio crede alla Befana, che male c'è?. In fondo da vecchi si diventa bambini. E Scajola è fra questi.




# 5    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 5/5/2010 alle 22:6

Stasera operazione pubblica opinione x affrontare il momento "istituzionalmente " critIco con canali preferenziali Fini da una parte( skytg24 ) e bocchino dall altra ( la 7) in orario comune, su due fronti orari particolari, " format " post zuppa di regime ( tg1 o tg5) che si precipitano bene come un particolato speciale come digestivo politico x il passaggio che richiede il momento notevoli , se prese superficialmente , entrambe le dichiarazioni Forse più dense , apparentemente, di legge e ordine da ristabilire nel paese In realtà notando vari particolari , si può intuire che l unica possibilità x non far saltare il paese in una fase più anarchica di altre ( visti anche gli sciacalli internazionali) , potrebbe esserci un disegno già ben progettato nei mesi precedenti, ad aver guidato gli eventi senza troppi strappi notevole comunque la dichiarazione sulla lega ( finalmente!!! Ci voleva Fini x dirlo???dopo tutti questi anni , è l unico... dai vari Bersani , Grillo o dI Pietro,mai nessuno che l ha detto pane al pane, vino al vin ):" la lega riguarda un fenomeno di evidente minoranza , peraltro locale , peraltro la padanità non esiste" capisco che lo dice solo ora xkè gli brucia potere,a meglio tardi che mai altrettanto notevole quella sul conflitto interessi , meglio di qualsiasi finzione e truman show x i polli ridotti a bifolchi,stile leghisti, come la cultura del berlusconismo violentemente catodico ha voluto, ridotti a godere di un fanculo a sallusti dal dalemone




Sinceramente...... Ma pensate possa esistere un altro paese (e non sto generalizzando o parlando per luoghi comuni) dove un MINISTRO possa sparare le CAZZATE sparate ieri da Scaiola? In qualunque altro paese avrebbero chiamato i migliori psichiatri per esaminarlo. Ebbene, noi da gente così siamo governati. Riascoltate cos'ha detto e riflettete se voi mai avreste potuto INVENTARE una scemenza simile... Ripeto è un MINISTRO Anzi.... era.....


# 8    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 5/5/2010 alle 22:38

X politicatv nella mia speciale " dietrologia" da retropensiero pensante , ho anche detto dentro me , sia nel primo scazzo di fini, sia negli eventi successivi , che la regia fosse stata molto precisa: duamoci in pasto alla pubblica opinione facendoci vedere contrapposti Importante x il potere "politico" è sempre stato garantire continuità di " sistema" , nelle fasi di passaggio bisogna essere molto più che Machiavelli(,sappiamo perfettamente quale è il sistema paese " italia" ) ..quanto sopra perché anche i più esperti di intrighi di potere non si accorgano di nulla o quasi nulla confondere ,quindi, è l arma principale , far cadere nella trappola x consentire tutti i passaggi di testimone dai poteri invisibili a quelli più visibili di cui il fronte politico quello di effettiva rappresentanza , che solo apparentemente viene votato dal popolo...porcata o non porcata della legge elettorale in vigore, le decisioni sulle strategie cuturali economiche finanziarie avvengono purtroppo esterne alle istituzioni parlamentari


Ma figuriamoci questi sono peggio degli insetti: non si estingueranno mai! Fottono chiagneno e ti prendono anche per il culo. E poi escono dalla porta e rientrano dalla finestra come al solito.


Comunque sto godendo per il caso Storace. "E' una sentenza politica"....... Cosa c'entra la SENTENZA politica se pezzo di merda hai cercato di escludere la tua rivale falsificando le firme???? E' uno schifo di politica che hai attuato semmai caro il mio odiato ringhio storace..... Ci manca solo che dica che dipende dal fatto che ci sono le elezioni, che è giustizia ad orologeria etc. etc...




MI VIENE DA ROGITARE !!!




Da L'Unità: "Sui muri stanchi di Roma sta appeso un manifesto psicopolitico. Da migliaia di copie racconta in grande: «Berlusconi tradito»" …Sempre detto ch'era 'n gran cornuto!


In omaggio a Hanna Arendt propongo una soluzione semplice al quesito del post: perchè Scajola, avido di potere finisce a rovinarsi con le sue mani? Propenderei per una versione semplicistica, l'eroico sciaboletta, già sindaco di imperia per eredità di un padre anche lui sindaco (e pure lui indagato e dimessosi, la tara è ereditaria), non sarebbe stato in grado di fare nulla di buono nella vita se non il politico per nepotismo, perchè come emerge dall'ingenuità delle sue malefatte e dall'arroganza che con cui le riveste, l'On. Scajola come diceva Marx (Groucho, si intende) sembra un deficiente, ... ma non lasciatevi ingannare, egli è veramente un deficiente! Come diceva la Arendt, l'incapacità di analizzare criticamente le proprie azioni è la base della bassezza morale, nonchè aggiungerei io, della tendenza a ripetere gli stessi errori.


Il ministro .... si dimette sempre due volte!


# 17    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 8:18

# 15 commento di gino piffero banale - lasciato il 6/5/2010 alle 3:3 si è come dici, almeno per come la vedo io , esattamente quella lì , quella banalità del male precisa precisa come ha saputo descriverla lei ,la nostra grande maestra Arendt diciamo che anche senza averne ricevute tutte le lezioni( di Hanna) , senza neanche averlo visto all'"opera"(di Claudio), bastava/basta osservarlo il Clau-DIO, diversamente radice dell'IO di SilvIO , ben preciso il cretinismo dell'espressioni del volto, eppure similmente al suo padrino, una certa plastica nel volto.. un vecchio articolo di corrias , parlava bene di certe facce ...io le ho sempre tradotte in "faccette"..faccette nere non tanto per il solito tratto fascista che,a un certo livello di potere,li contraddistingueun po' tutti, ma per una mancanza di apertura "frontale" , un gnigno ricurvo alla possibilità di essere intelligenti alla normale ammnistrazione della propria vita, figuriamoci quindi quali disastri sull'amministrazione delle vite altrui fatte di moltitudini di vite..l'assenza gia dal volto della possibilità di essere espressione di questo senso di responsabilità, una leggerezza imperdonabile al proferire non un discorso ma gia prima nel nucleo al nocciolo nucleare della prima parola..non so se avete presente quando parlava in pubblico davanti a una distesa di microfoni,mi ha sempre dato idea di una scena di un film,un film realtà,il divo2 tutto di questa faccia ( come purtroppo di altre) suggerisce un'assenza di quel(la) "fronte" attento,teso alla problematica della res publica di cui si farebbero alti rapprsentanti dello stato,giurando nell'intersse esclusivo della nazione,che significa il suo bene,non certo la banalità di quel male che si tramanda di genrazione in generazione, in carne e ossa nelle pagine della nostra storia,espressione dell'impossibilità ad essere credibili,seri,virtuosi,compententi;un marchio speciale che alla fin della fiera delle bestie gro


# 18    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 8:18

un marchio speciale che alla fin della fiera delle bestie grottesche al potere sempre mi farà interrogare , su un quesito finale ricorrente: come fanno i miei simili a milioni di milioni nel distrarre lo sguardo , nel non vedere nulla di quello che palesemente affiora dal volto abbinato al corpo delle sue azioni, discorsi, parole, storia?come fanno ogni volta a non aver imparato nulla sui tratti di queste faccette?perche ci ritroviamo sempre con quei tipi di tratti? ciechi governati da cretini di cui non vedono il volto che sale sul palco della storia a riempirne pagine, maledettamente in quanto banalmente, grottesche-


Avevo un dubbio che mi è stato tolto dalla Tv. Ho appreso che i componenti del governo prima di insediasi giurano. Su cosa? Immagino fedeltà all republica italiana. Ma allora, se alcuni dei suoi ministri continuano a boicotarne l'unità non dovrebbero essere considerati inadeguati a rivestire incarichi istituzionali (nel più lieve dei casi) e nel peggiore considerati spergiuri e colpevoli di tradimento????


CORREVA l'ANNO 2007..... Casa Nostra- di Marco Lillo http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Casa-Nostra/1742269&ref=hpstr1 Ministri, presidenti delle Camere, sindacalisti, politici. Attuali ed ex. Hanno acquistato attici e appartamenti da enti pubblici o da privati a prezzi di favore. Rendendo doppio il privilegio che spesso già avevano come inquilini. Ecco nomi e cifre dell’ultimo scandalo immobiliare Ci sono ministri e leader di partito, ex presidenti del Parlamento e della Repubblica, magistrati e giornalisti. La nazionale dell’acquisto immobiliare scontato è talmente vasta e assortita che ci si potrebbe fare un ottimo governo di coalizione. Si va dall’ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga ai presidenti della Camera e del Senato del primo governo Prodi: Luciano Violante e Nicola Mancino. Francesco Cossiga Luciano Violante Nicola Mancino Pier Ferdinando Casini Clemente Mastella Francesco Proietti Walter Veltroni Franco Marini Lamberto Cardia Mario Baccini Raffaele Bonanni Salvatore Cardinale Marianna Li Calzi Walter Veltroni Giuliano Ferrara* Franca Chiaromonte Maura Cossutta Francesco Pionati CASA NOSTRA … per CASTA NOSTRA ….. di COSA NOSTRA… Ma quanto ci COSTA?


Riedizione di Tangentopoli con nuovo look: Criccopoli di BB. BB = - asse Berlusconi-Bertolaso - Banda Bassotti - Bertolaso Boys


# 22    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 9:20

uelà totò va a berlino tutto carino al cappellino fà un fiocchino olè


# 23    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 9:25

No Roland , le radici della corruzione ( leggere anche articolo di Rizzo di oggi sul corriere) sono ben di più di una b di serie B ..purtroppo coinvolgono tutti codici lettera della putrefazione,vocali e consonanti tutte.. per uscirne veramente è l intero alfabeto di sistema paese che va ribaltato , altrimenti tolta una banda , sono già pronti a investirne un ' altra e continueremo eterno presente di banda in banda


Se dovessi acclarare di essere me stesso, darò ampio mandato a miei legali affinchè prendano le opportune iniziative.


Sicuramente ,la pagina piu nera e vergognosa dell`ex ministro Scaiola é il rifiuto della scorta a BIAGI permettendo cosi alle brigate rosse di ammazzarlo . ::E si che lo sapeva che era sotto tiro.


cavoli, ma siamo proprio sfortunati noi comuni mortali... mai che A NOI capiti una casa regalata così, tra capo e collo, mai che qualcuno ci offra gratis un intero centro massaggi x curare la NOSTRA cervicale... che colpa ne hanno questi poveri politicanti se hanno la fortuna di incontrare sempre ferventi benefattori dell'umanità? casomai siamo noi e i livorosi magistrati ad essere in torto, dovremmo avere + fiducia nell'umanità e credere agli omaggi disinteressati.


ma come mai Bossi non ha fatto dichiarazioni a favore dei suoi alleati del PDL così "sfortunati"??? quelle classiche "è un equivoco, tutto si chiarirà...." si sta rallegrando in privato xchè se si vota diventa premier?? che schifo! voglio rinunciare alla cittadinanza ...voglio essere apolide!!


ma come mai Bossi non ha fatto dichiarazioni a favore dei suoi alleati del PDL così "sfortunati"??? quelle classiche "è un equivoco, tutto si chiarirà...." si sta rallegrando in privato xchè se si vota diventa premier?? che schifo! voglio rinunciare alla cittadinanza ...voglio essere apolide!!


# 29    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 10:22

"Aloha" a te soleluna bellissima, surreale come ad ogni cambio di registro , antigrottesca commedia,come quel tuo balzac di totò va a berlino, pellicola che sa fare sorriso così sottile che quasi ad altri diventa invisibile, come la tua speciale "lampadina" che ascolta aladina i suoi migliori momenti,e che dirti? ah si ,potremmo dirci perchè non ti gustano nel tuo "antidivo", perchè? perchè si "scococciano" scocciano quando cambi registro con il tuo de laura bellico? forse perchè fra un de laura e l'altro , non vedono gli intervalli con gli occhi dentro le mani,in quest'altro registro, quando esprimi il tuo totò
ciao Crì


# 30    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 10:34

"Forchette e forchettoni Appartiene al passato della propaganda politica antidemocristiana il termine «forchettoni». Indicava i grandi divoratori, i robusti mangiatori dei soldi dello Stato e di prebende varie: un disegno satirico di Scarpelli mostrava la breve marcia di tre leader democristiani (De Gasperi, Gonella, Scelba) con forchetta, cucchiaio e coltello portati a spalla come un’arma, accompagnati dal motto «Per l’onestà contro la corruzione»; un altro disegno satirico mostrava una forchetta reggente, come un’asta, le bandiere dei partiti al governo sforacchiate e ridotte in brandelli con lo slogan «Via il governo della forchetta». Insomma le parole forchetta e forchettoni avevano perduto il loro significato per diventare simboli dei politici mangiatori. I bersagli non se la prendevano troppo, non ricorrevano alla protesta o alla censura. Replicavano su un tono simile: il manifesto con mani grondanti sangue, l’allusione a forche e lavori forzati sovietici, l’invito «Lavatevi le mani prima di votare!». Non erano tempi delicati né democraticamente dialettici, erano contrapposizioni forti, dure, di quelle che non piacerebbero al presidente Napolitano: ma erano pure altri tempi. In ogni caso, non si ricorreva alla censura né alla lagna, rispetto alla satira e alla propaganda politica. Non sempre, almeno. Quando, dopo l’uccisione di molti lavoratori da parte della polizia, venne affisso un manifesto che mostrava la faccia del ministro dell’Interno Scelba campeggiante su un paesaggio di croci cimiteriali, con lo slogan democristiano «Vita!» ferocemente contraddittorio, per strapparlo via dai muri cittadini vennero mobilitati drappelli di agenti. In genere non accadeva. Lo si dice perché due episodi si ripresentano adesso (già, non tutto è cambiato) e lasciano temere brutti interventi: il caso Scajola, con le dimissioni del ministro e le sue acrobazie intorno alla proprietà di un appartamento romano con vista sul Colosseo; e il film di Sabina Guzzanti «Dra
Lietta Tornabuoni


# 31    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 10:35

e il film di Sabina Guzzanti «Draquila» sugli interventi dopo il terremoto d’Abruzzo. Per quest’ultimo è già cominciata, con le proteste di Guido Bertolaso («Farà fare brutta figura al Paese all’estero, al festival di Cannes»). Attenzione." LIETTA TORNABUONI


A nives "ma come mai Bossi non ha fatto dichiarazioni a favore dei suoi alleati del PDL così "sfortunati"???" ti chiedi. Il motivo è molto semplice ed è lo stesso per cui Brunetta è stato segato a Venezia: l'imbecillità e l'arroganza di certe persone sono chiare anche all'animale più infimo (il leghista). Con questo naturalmente non voglio attribuire nessuna forma di intelligenza cosciente al suddetto animale, chiamiamola reazione istintiva. Se tutte le persone che vorrebbero prendere a schiaffi (o a calci in culo -i moderati come il sottoscritto) Scajola avessero la possibilità di convertire il loro semplice desiderio in energia cinetica avremmo tanta di quell'energia da coprire il nostro fabbisogno nazionale per tre secoli. Altro che centrali nucleari... A proposito di persone detestabili... perché quando si parla di riforma della giustizia sono obbligato a sentire i cicaleggi di quella puzzola stagionata della Alberti Casellati? Oggi ad omnibus life ha anche insinuato qualcosa sul Fatto Quotidiano e la vicenda di Trani... se voleste denunciarla avreste il mio appoggio. E' ora di finirla con questi portaminchia governativi occassionali... quando sento certe cose quasi rimpiango la cristallina imbecillità di Gasparri o le battute zozze di Storace (Antonio ricordati che è quello il suo lavoro principale, la politica è una scusa per indossare la tenuta da fancazzismo).


La storia che ancora oggi, a distanza di 15 anni, manda fuori dai gangheri l’ex premier ha inizio nel 1990, anno in cui D’Alema presenta la domanda per ottenere l’appartamento. Nel febbraio del ’91, così come raccontò al Giornale il 3 settembre del 1995 Piergiorgio Sarale, ex segretario confederale della Cgil torinese e membro del Cda degli Istituti di previdenza della direzione generale del Tesoro, durante una normale riunione dei componenti il Cda, tra le delibere da approvare ce n’era una nascosta fra le “varie”, quelle che di solito vengono approvate senza prestarci tanta attenzione. Era la famosa delibera riguardante l’appartamento di via Musolino con la quale si proponeva alla vecchia affittuaria di spostarsi in un nuovo appartamento e di saldare comodamente il debito in comode rate e a tasso zero. E così accadde. Sarale non si rese conto di nulla fino al giorno successivo, quando incontrò un sindacalista di Essere Sindacato, l’ala dura della Cgil che faceva capo a Fausto Bertinotti, che gli disse: «Ti porto i complimenti dei lavoratori e degli sfrattati. Bel socialista che sei... bel venduto». Alla replica piccata di Sarale, il militante duro e puro aggiunse: «Avete approvato quella delibera scandalosa per regalare la casa al compagno D’Alema e adesso caschi dalla nuvole?». Non si trattava di un appartamento qualunque. La lista degli aspiranti affittuari era lunghissima. Una bella casa, con un canone d’affitto di 633mila lire al mese a due passi dal centro di Roma, non è occasione di tutti i giorni. D’Alema non se la fece sfuggire. Sarale non mosse più un dito e il perché lo spiegò lui stesso: «Ero impaurito. L’invito che ricevetti dai superiori fu quello di starmene zitto e buono (...). Pensare a D’Alema che soffia la casa a un lavoratore bisognoso di un tetto, mi dica lei, che ideale di sinistra è?». www.ilgiornale.it/interni I soliti compagni che sbagliano.


Abbiamo capito che quando si parla di boom economico trattasi di bolla speculativa e indebitamento che presto chiederà il conto? Ora sappiamo che c'è poco da gioire quando ci dicono boom dell'economia!? Ha ragione chi dice che hanno creato la neolingua per illuderci meglio. Ci stiamo rendendo conto di cosa sta succedendo con questa crisi globale? Invece di porre una rigida regolamentazione dei mercati speculativi per evitare future ripetizioni e destabilizzazioni lasciano che il sistema continui con la stessa deregulation. Invece di punire i vertici di tali organizzazioni criminali non solo per i crimini, ma anche, secondo quanto predica il liberismo e la libera concorrenza, lasciandoli fallire nella loro negligenza, hanno deciso di "premiarli" e di salvarli con iniezioni di liquidità... hanno scelto di "salvare i mercati finanziari al prezzo di distruggere l'economia reale". Hanno scelto di indebitare la gente e gravare su di essa anzichè indebitare a vita i responsabili del fallimento. Hanno scelto la strada dell'illegalità per uscire da questa crisi (senza di fatto uscire realmente). Invece di regolamentare i mercati finanziari, punire i responsabili di truffe (rating, assicurazioni, speculatori vari), e regolare le loro azioni future per evitare le bolle cicliche...si è lasciato che s'impadronissero anche dell'economia reale. Il tutto per falciare la parte più debole della popolazione. E pensate un po', più debole in base a cosa? Ai soldi. La nostra tanto cara unità di misura del valore, anche degli uomini. Poi parliamo di svendita del nostro stato e indichiamo i Berlusconi di turno...ma quando ci sveglieremo? Avete capito perchè da tempo non governano più ma pensano soltanto ad accumulare denaro? Pensate davvero che cambiando la classe dirigente cambino le cose? Un saluto a pasolinante che trovo sempre in sintonia col mio pensiero, perchè denuncia le trame invisibili e quelle della nostra complicità: l'omertà, la cecità, l' indifferenza e anche il


disprezzo gratuito per chi non si conforma al pensiero unico.


# 36    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 11:34

eh eh eh Crì , la condizione umana che denunci ,è metafora politica, certo che sono posta politica! il quadro del mare che è la cosa piu bella che ci sia, nelle sue onde ha più inconscio politico di quanto non sembri,basta pensare a moby dick.."Ma il capodoglio non respira che un settimo, o una domenica, di tutto il suo tempo". quindi ad una certa "vastità" del mare, tradito da varie tossicità, è preferibile fuggire..scappare da certi veleni, tanto da scappare in altri oceani, altre barriere, altre madreperle,visibili persino nel cielo di totò sopra berlino, di tutti i tuoi olè


@Maria: ci costa molto di più quando tali politici non usufruiscono di questi "bonus". Ci costa in termini di corruzione, che, con le leggi vigenti e soprattutto con lo stato penoso in cui hanno volutamente messo forze dell'ordine e magistratura, non verranno mai puniti. Personalmente, per quanto trovi anche io sdegnante che tali enti abbiano svenduto immobili di pregio ai politici, trovo molto più preoccupante quando un faccendiere compra un'immobile ad un politico. Non solo per l'atto corruttivo in sé, ma soprattutto per il fatto che la competizione in Italia é truccata alla fonte, e questo non permetterà mai alle eccellenze del Paese di emergere; é così in ogni settore, dall'appalto pubblico per una fogna, all'intellettuale o all'artista. Questo mi fa molto più schifo dei tanti privilegi di Casta che costano moltissimo a noi contribuenti, ma che se paragonati al danno economico della corruzione/raccomandazione, diventano briciole.


# 38    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 11:37

hai visto Crì? parliamo di capodogli e spunta questa balena bellissima di sottocrollo, zio bello che oceano i suoi post! un bacio a pinna a tutte e due :-) ps a dopo!


MODELLO DI ANTI-PRESIDENYIALISMO L'incontro, A Roma ieri, tra Berlusconi e il predidente della Confederazione elvetica, Doris Leutherd, mi suggerisce questa idea: propongo, per l'Italia, il "presidenzialismo alla svizzera" in alternativa al modello francese: quello svizzero è presidente dei ministri e capo dello stato in uno! Vero presidenzialismo? - In un certo senso, se non fosse che il suo potere è limitassimo: è in funzione solo un anno (è eletto ogni anno, tra i sette ministri - sempre sette! - e a turni tocca a tutti), rimanendo primus inter pares, e ricoprendo, come presidente della Confederazione, solo mansioni rappresentative o poco più. Un sistema piuttosto democratica, anti-mono.ego.cratica direi. Praticamente e paradossalmente quasi l'anti-presidenzialismo puro.


corr.: MODELLO DI ANTI-PRESIDENZIALISMO


@24 Croppy Boy: LOL! fantastica!


Un sistema piuttosto democratico


@Roland: non ricordo bene, ma credo che anche Fini abbia fatto una battuta simile sul Presidenzialismo elvetico. Colgo anche l'occasione per ricordare una cosa a tutti, che spesso ci sfugge quando si parla di modelli costituzionali: La Costituzione vigente, e quindi l'ordinamento attuale che abbiamo in Italia, ci ha permesso di fronteggiare situazioni ben più gravi di quella attuale. Vorrei ricordarvi che questo Paese é stato ricostruito dopo la distruzione di un conflitto mondiale e di una guerra civile, le decisioni si sono prese, si é migliorata la vita di molti in quegli anni immediatamente successivi alla distruzione totale. Per non parlare della fase terroristica che abbiamo vissuto. Si risorge collettivamente, o si viene annullati individualmente.


BERLUSCONI E' PREOCCUPATO: GIANFRANCO FA SPONDA AI PM «Non è passata inosservata la "congiuntura" tra l’accelerazione giudiziaria e la lenta escalation di Fini durante la sua maratona nelle trasmissioni d’approfondimento tv, che ci sia un nesso, secondo gli uomini più vicini al premier è fuor di dubbio (...) Un dubbio, quello sul presidente della Camera, che Berlusconi ha confidato in privato anche nelle ultime ore, individuando tre diversi fronti di quello che continua a definire "un vero e proprio accerchiamento" che ha come solo obiettivo quello di "far cadere il governo". Primo fronte: l’attivismo di certe procure. Secondo: il circuito mediatico che rilancia le inchieste (il riferimento è ad Annozero e Ballarò). Terzo: la sponda istituzionale. E in questo senso viene letta a Palazzo Grazioli la difesa di Fini dell’operato della magistratura («non c’è alcuna congiura contro il governo») e l’affondo sulla legalità. Un modo per prendere le distanze non solo dal Cavaliere ma pure da chi nella maggioranza e nel governo è nel mirino delle procure (...) Una sorta di "tenaglia", dunque. Con Fini - è la sensazione di alcuni degli uomini più vicini al premier - che si sarebbe proposto come garante della magistratura nel dopo Berlusconi» www.ilgiornale.it/interni "La difesa dell'operato della magistratura" e "l'affondo sulla legalità" per quelli del Giornale sarebbero un modo per prendere le distanze da Berlusconi e dal governo. Quindi, secondo questo ragionamento, Berlusconi e il governo non difendono la magistratura e pensano che bisogna andarci piano con la legalità. Ma chi l'avrebbe mai detto... Certo sarebbe stato diverso se Fini avesse difeso l'operato di magistrati come Metta e Squillante o quelli che hanno cacciato De Magistris da Catanzaro e Nuzzi e Verasani da Salerno. E magari un bell'affondo sulle case di D'Alema o Di Pietro. Questo Fini sta diventando un vero illiberale giustizialista!!!


Come mai nessuno ha ancora detto la cosa piu' ovvia? la colpa di tutto e' del notaio comunista che ha preso gli assegni comunisti emessi dal Partito comunista combattente rinato per l occasione per incastrare il povero Scajola... mi meraviglio che non l abbia detto in conferenza stampa... p.s. bossi sara' incazzato perche' lui lo sa chi ha pagato la casa in cui abita..a certi tutte le fortune e a lui niente..


Meravigliosa lezione di storia ieri sera a Porta a Porta dell'ingegnere acustico Castelli sul Risorgimento. Il fine statista asseriva, restando serio ,per dirla alla Travaglio, che prima dell'Unità d'Italia al sud gli occupati nell'industria erano il 33% contro il 27% al Nord -smentito subito da Galli della Loggia e dal prof. Villari. Figura di menta! Non pago, all'osservazione che tra i Mille vi erano moltissimi bergamaschi Castelli risponde ineffabile, con questo sublime pensiero: - Si ma parlavano solo bergamasco !..." Se la Lega non ha nessuno di meglio da presentare per parlare di Storia siamo a cavallo! Lascio agli amici del blog ogni considerazione pregandoli di caritatevole....indulgenza..!!!


#58 Francesco ti meravigli di Castelli? La faccia torva e sempre ingrugnata di Salvini ,quella da clown di Calderoli,da perfetto idiota di Borghezio sono tutto un programma che non mi lascia ben sperare.


se dovesse acclarare chi,senza suo tornaconto o interesse,lo ha fatto uscire dal manicomio e diventare ministro e apparire in televisione,Castelli darebbe mandato al suo legale di perseguirlo penalmente.... ma non era lo stesso che in un'altra trasmissione si era lanciato nell'iperbolica affermazione che Malpensa era l'unico aereoporto DEL MONDO ad aver aumentato il numero di passeggeri? Peccato che i dipendenti cassaintegrati dello scalo non se ne sono accorti.... Poveri noi...diceva Ligabue: "...a parte che ho ancora il vomito per quello che riescono a dire,non so se son peggio le balle oppure le facce che riescono a fare..."


Dopo il caso Scajola vedo che molti si affannano a dimostrare che diversi politici, di ogni schieramento, hanno usufruito di prezzi speciali per l'acquisto di case, spesso di proprietà di enti pubblici, quasi per attenuare la gravità dell'operato del ministro in questione, per altro non ancora indagato. Di certo è eticamente deplorevole se hanno goduto di vantaggi negati ai normali cittadini - il caso del "piccolo" ministro è un po diverso - non si discute dell'equità o meno del prezzo dichiarato (600 mila euro) ma del "RINFORZINO" di 900 mila euro piovuto dal cielo e di cui il "piccolo"ministro si è dichiarato ignaro! Sopratutto se sarà provata la provenienza di questa danari da certi personaggini in questo momento, diciamo un po', in...situazione imbarazzante.. per usare un eufemissmo. Soprattutto sarà utile sapere a quale titolo è stato elargito il "RINFORZINO" - Che i magistrati facciano il loro lavoro al più presto




# 51    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 13:7

ogni tanto pensateci SIAMO TUTTI SOTTO DITTATURA CHI chi ha sgamato scaloja ?


# 52    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 13:10

Lo scorpione e la rana di Marco Bombagi* - 06/05/2010 Fonte: movimentozero "....Le cronache dal mondo in crisi economica ci descrivono una realtà surreale, sospesa tra dramma e farsa. La Grecia, travolta da un debito gigantesco, sta rischiando la bancarotta e necessita di aiuti da parte del Fmi e dell’Europa, che, tradotto, vuol dire Francia e Germania. Tre deputati tedeschi a suo tempo già lanciarono la proposta risolutrice: “vendetevi le isole, almeno quelle disabitate”. Magnanimi. La ferma risposta di Atene: “Non ci sembra un suggerimento appropriato”. La situazione è grave ma non è seria, avrebbe detto Flaiano a proposito della questione greca, ma altrove è soprattutto grave..............Peccato però che per applicare il massaggio cardiaco agli istituti di credito tutti i governi occidentali abbiano dilapidato un oceano di denaro, soldi di quei cittadini vittime due volte del sistema: prima raggirati dalle alchimie dei cosiddetti maghi della finanza, poi ulteriormente spremuti dagli Stati corsi al capezzale degli apprendisti stregoni in difficoltà............"
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=32179


# 53    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 13:21

Tutti i politici della maggioranza sono vicini a Scajola in questo momento di dolore (gli è forse morto il gatto?). Io fossi in loro accentuerei la vicinanza. Prego signori, dato che Scajola ha lasciato il ministero ed è tornato a casa sua, che ne direste di andare anche voi tutti a casa? Giusto così, per amicizia.


Giusto.


Il "piccolino di arcore" dopo la notizia sul suo amico Denis Verdini indagato per corruzione è tornato a parlare di congiura, poi come d'uso ha smentito. Ma non si rende conto che con queste continue ripetitive litanie, ci ha scassato i gabbasisi come dice il commissario Montalbano Capisco che nella sua cultura di pubblicitario ripetere all'infinito una fregnaccia le si da dignità di verità, e rimane nella capoccia delle persone, ma c'è un limite a tutto. p.s. meravigliosa la dichiarazione, sempre del "piccolino" secondo cui in Italia c'è troppa libertà di stampa. Il suo sogno: tornare alle veline del minculpop del suo amico Benitone




# 57    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 14:13

vi ricorda "qualcosina" di nostrano? e cosa denuncia?che dietro il teatrino politico cosa c'è?: ---------------- "La moglie del sindaco, reddito di 1 miliardo di $, si chiama Elena Baturina" Un reddito di un miliardo di dollari nel 2009: è quanto viene denunciato ufficialmente da Yelena Baturina, la moglie del sindaco di Mosca Yurij Luzhkov, principale azionista di una delle più grandi holding finanziarie russe, la Inteco (edilizia, cementifici, agroalimentare e altro)." -- ma ancora: ------- "Soltanto metà degli 83 governatori delle regioni russe hanno ottemperato all’invito-ordine del presidente Dmitrij Medvedev di rendere pubbliche le loro dichiarazioni dei redditi e l’elenco delle loro proprietà entro la scadenza del 30 aprile, riferisce l’autorevole quotidiano Kommersant. Non è chiaro come adesso potrà reagire il Cremlino, che aveva fatto della trasparenza finanziaria ai massimi livelli amministrativi uno dei cardini del proprio programma di lotta alla corruzione....il governatore di Krasnoyarsk (una immensa regione della Siberia) Lev Kuznetsov, che dichiara di aver guadagnato nel 2009 ben 4 milioni di dollari e di possedere tre appartamenti in Russia e uno in Francia, una Ferrari 599 GTB, tre Mercedes e uno yacht." ...............
http://blog.ilmanifesto.it/estestest/


Su una cosa il Premier ha perfettamente ragione. Il suo nome e quello degli altri esponenti di questo governo, passeranno alla storia.


Si, Tolomeo, passeranno alla storia come i governanti più corrotti.Ma a loro che gliene frega?.


Lindo vinello 110 A sessant'un anni, più mezza luna, non ne ha mai azzeccata una. Ma ora fa centro, scoccando il dardo: «Lei è un mascalzone bugiardo!» E subito aggiunge la seconda frecciata con formula di rito, ben mirata...


- Sito: www.repubblica.it In realtà, "Berlusconi mi ha mollato", ha, già, dichiarato Scajola. E' vero. Ha ragione, Scajola. Leggo da "Repubblica.it" (metto, qui, sopra, il "link", credete ai vostri occhi): "Non ho MAI parlato di congiura", ha, già, affermato Berlusconi. Berlusconi ha, già, voltato pagina. E Scajola è stato "inchiappettato". Come si potrebbe dire di "no"?


# 62    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 16:28

"...Accade questo. Mentre l’ex ministro si allontana in una confusione di applausi, fischi, dichiarazioni di sostegno, dichiarazioni gelide, disprezzo, voltafaccia clamorosi, tutte voci dello stesso partito, mentre sui muri di Roma appaiono misteriosi manifesti del Pdl con la scritta cubitale “Berlusconi tradito” in quello stesso momento Berlusconi assume – come si dice – “l’interim” del ministero abbandonato tra le lacrime da Scajola. In altre parole da oggi Silvio Berlusconi, uno fra i più grandi imprenditori d’Europa (ben piazzato nella classifica del mondo) è il ministro italiano delle Attività produttive, ovvero il ministro di se stesso. Da questo momento qualunque atto, gesto, proposta e decisione del ministro delle Attività produttive Berlusconi è legittimamente descrivibile come un trasferimento di risorse dall’Italia alla casa del ministro. La storia di Scajola e del suo appartamento con vista sul Colosseo, pagato lui non sa da chi, è due volte risibile. Per l’irresistibile richiamo a Totò." Furio Colombo -Il Fatto 6-5-2010


# 63    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 16:47

l'alternativa al capitalismo è la guerra
parlando d'altro


# 64    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 16:55

la scena dello scaloja che parlava e parlava ai microfoni sommesso tra gente GENTE serena che "uno ce lo siamo tolto dai coglioni " no ?


# 65    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 16:55

c'era una calma ed una serenità in quella stanza con lo scaloja smarrito sommesso scemo no ?


# 66    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 16:56

L'ALTERNATIVA AL CAPITALISMO è LA GUERRA
L'ALTERNATIVA AL CAPITALISMO è LA GUERRA


C'è un'altra "bomba": Ci avevamo visto giusto: quel Tremonti ha, già, dichiarato che sta facendo una "Manovra finanziaria AGGIUNTIVA", vale a dire "1 + 1". E sono altre migliaia di miliardi di EURO a carico del contribuente onesto, dei cittadini, di chi lavora e di chi paga. Sapete che cosa vi dico, che a fare il ministro dell'Economia, così, facendo prendere i soldi a tutti, sono capaci tutti. La "Macro - economia", questa sconosciuta...


@67 Effettivamente sono temi su cui non si riflette mai abbastanza, sempre impegnati a parlare di Berlusconi,Casini,Schifani spostano l'attenzione da quelli che sono i nostri interessi


# 69    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 6/5/2010 alle 17:41

x enzo "ci avevamo visto giusto"? scusa ma quando? qui appena uno cerca di andare oltre il proprio naso , per tentare umilmente di far vedere cosa comporta il teatrino politico, se lo fucilano ( come la sottoscritta e pochissimi altri che tentano ulteriorità di chiavi d lettura,cause e conseguenze),se lo fucilano in un boccone ...dov'è quindi questo "plurale"? ne sarei felicissima-


per piacere, mandate in TV solo i vs giovani Civati e Renzi ed archiviate le cariatidi (come D'Alema)dal passato osceno... se volete fare bella figura e crescere.....


un verminaio ( dice il segretario del pd ) italia da mangiare, se non addiritura da sbranare, non più milano da bere quando un corpo è morto i vermi ne mangiano la carne e lasciano solo le ossa


votate tutti il sondaggio odierno (ven 7/5) del sole24ore: http://www.radio24.ilsole24ore.com/main.php?dirprog=24_mattino "i casi scajola e verdini sono la conseguenza di magistrati politicizzati?"





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti