Commenti

commenti su voglioscendere

post: Mentitore a vita

da Il Fatto Quotidiano, 7 maggio 2010 Due notizie fresche fresche su Giulio Andreotti , sette volte presidente del Consiglio, senatore a vita e soprattutto Padre della Patria interpellato ancora in questi giorni sull’Unità d’Italia, dopo i festeggiamenti istituzionali per il suo 91° compleanno. La prima è che la Cassazione l’ha condannato in via definitiva a pagare 2 mila euro di multa e 20 mila euro di provvisionale per aver diffamato il giudice Mario Almerighi definendolo “falso testimone” nel processo di Palermo : quello che tutti credono essersi concluso con la piena assoluzione, invece è finito con la prescrizione del “reato commesso” di associazione per delinquere con la mafia fino alla primavera del 1980. In Italia, si sa, la diffamazione può colpire chi ... continua



commenti



Quasi si avvertiva la mancanza dei post di Travaglio! Con malinconia...


L'Italia non è un paese civile, ma una fogna a cielo aperto, popolata da ratti e scarafaggi, per circa il 60%, cioè gli evasori che votano Mobutusconi o i suoi comnpagni di merende. Per il restante 40% siamo nutrie. Sono rimaste circa 6 o 7 persone oneste: De Magistris, la Forleo e pochi altri. I nostri politici sono ciò che meritiamo : re scarafaggi e re topi.


# 3    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 7/5/2010 alle 20:16

Complimenti Dott. Travaglio per aver citato uno Storico e un blog che mi appassiona da tempo: Casarrubea. Magari se citasse anche altro e ci facesse sapere il suo parere su documenti storici riguardanti De Gasperi e la Santa Sede, o Churchill e la Santa Sede, insomma quanto i preti interferiscono nella vita politica del Paese da SEMPRE, farebbe cosa gradita, quantomeno al sottoscritto. Se poi avesse letto anche questo: "La riproduzione di qualsiasi parte contenuta nel presente blog è consentita a soli fini non commerciali, mediante richiesta e-mail all’indirizzo giuseppe.casarrubea@alice.it. Nella citazione occorre indicare la fonte, l’autore, il link cliccabile." magari il link cliccabile poteva metterlo; lo metto io per Lei, non si disturbi ;) Ma magari Casarrubea l' ha autorizzata ad ometterlo, d'altronde il fascino di Travaglio varca Alpi e Oceani, figuriamoci se non passa lo stretto :D Ahh, ne approfitto per notare un paio di cosette. 1. adesso, nel video Democrazy, dice che Mori era mandato dai politici: meglio tardi che mai. E aggiungo: come si trova con le produzioni Casaleggio Associati? Si guadagna bene? 2. ieri sera ad Annozero è stato spettacolare quando ha detto: "processo va avanti quando testimone parla" :) Sarà mica parente di Boskov? Quello di "rigore è quando arbitro fischia"? :D Ora, provi a fare uno sforzo mentale e colleghi la sua illuminante affermazione a Massimo Ciancimino: cosa le suggerisce? ;) Se non le suggerisce nulla, provi a sentire Antonio Ingroia c/o Procura della Repubblica, Palermo IT Cordialissimi saluti dal suo imbecille personale (con boomerang)
http://casarrubea.wordpress.com/


Nota per Marco Travaglio (sperando che mi legga): Marco, ti sei "dimenticato" di quello Stato che abita a Roma in coabitazione con la Repubblica. I rapporti con il Nostro con questo Stato e le varie Mafie interne ed esterne, la banda della Magliana e tutto il resto, sarebbero interessanti quanto un romanzo giallo. Attraverso quei portali sono passati per anni fiumi di denaro incredibili. Forse anche per questo siamo il Paese più indebitato d'Europa.




Bell'articolo, Marco. Almeno stavolta nessuno potrà accusarti di (s)parlare solo del Telenano. Giulio Andreotti...uno dei politici più influenti e longevi della storia mondiale, collegato o direttamente implicato in pressochè tutte le vicende oscure dell'Italia fino alla fine degli anni Ottanta: servizi segreti deviati, P2, la mafia di Bontade, lo IOR - in cui disponeva di un conto occulto - di Marcinkus prima e De Bonis poi, con gli omicidi di Sindona e Calvi sullo sfondo...un bel soggetto, non c'è che dire, potrebbe ispirare un nuovo sinistro personaggio della saga di Harry Potter.


SCARFACE I-A Avevo quasi dimenticato Andreotti. Ora mi rendo conto che tra uno Scarface I e uno Scarface II c'è pure lo Scarface intemedio! Lui! Anche lui è stato sfregiato sulla guancia: dalle labbra di Totò Riina (o era sulla bocca? - noN importa)! Non mi rimane che chiamarlo Scarface I-A. Tutti i tre l'hanno sempre fatta franca - tranne una volta, l'ultima!


in fondo la legge del più forte o del più furbo funziona sempre, si fatica a sentire che funzioni quella del più onesto.


Mi fa piacere che Travaglio oltre a ricordare le prescrizioni di Mills ricordi anche quelle di Andreotti e informi sulla condanna per diffamazione di Andreotti. Mi chiedo dove stanno i giornalisti, anche progressisti, che tanto baccano stanno facendo per chiedere una correzione a Minzolini. Bene fa Travaglio a ricordare sempre che Andreotti non è stato assolto, ma pare che di questo importi poco e ci si preoccupi solo di Mills. Che Andreotti sia ancora più intoccabile di Berlusconi?


# 3 Renzo C Cordialissimi saluti dal suo imbecille personale (con boomerang) Oh mamma... quelli come te sono una noia mortale. Travaglio guadagna troppo? Argomento molto arrapante... tu invece guadagni bene? No? Si vede dalla faccia.


Con quello che hanno, già, fatto (e che è in corso), l'unica soluzione ragionevole è questa: il Presidente Napolitano dovrebbe voltare pagina e nominare un Governo TECNICO, che potrebbe essere affidato a una persona "di destra" ma preparata nell'economia e istituzionale. Alcuni nomi potrebbero essere il Prof. Brunetta, il presidente della Camera Gianfranco Fini o il governatore di "Bankitalia" Mario Draghi. Rigore economico, governo "di scopo" di unità nazionale.


Si devono chiamare i carabinieri, la polizia, i giudici x denunciare questi criminali attuali


NIENTE DI NUOVO SOTTO IL SOLO Un fiume carsico lega i nomi (per dire solo quelli che spiccano) di Scelba, Andreotti e Berlusconi, chi più, chi meno impegolato. Nessuno sembra mai cercare, con la massima passione e con imperturbabile tenacia, la verità dimostrata. Tutti amanti del mistero? Carlo Ruta, nel prologo de Il binomio Giuliano Scelba (Rubbettino 1995) scrive: «Sugli scenari che si aprirono con Portella della Ginestra, alcuni quesiti rimangono aperti ancora oggi: fino a che punto quegli eventi tragici videro realmente delle correità di Stato? E quali furono al riguardo le effettive responsabilità, dirette e indirette, di taluni personaggi chiamati in causa per nome dai banditi e da altri? Fra l'oggi e quei lontani avvenimenti vige, a ben vedere, un preciso nesso. Nel pianoro di Portella venne forgiato infatti un peculiare concetto della politica che giunge in sostanza sino a noi.» (dal sito) http://www.aetnanet.org/modules.php?name=News&file=article&sid=15337
http://www.aetnanet.org/modules.php?name=News&file=article&sid=15337


# 15 Citazione: da "Carlo Ruta..." a "...sino a noi.»"


La prova che l'Italia è dietro alle isole Tonga nella classifica per la libertà di informazione, si può trovare in un programma della rai che si chiama "Il fatto del giorno". Lo conduce una avvenente signora vestita appositamente per alzare l'audience (e non solo...) e gli ospiti sono attrici, personaggi tv che nessuno conosce o del tutto dimenticati (Eleonora Giorgi, Carmen Di Pietro, una volta c'era addirittura Marisa Laurito!!!) e i politici che in pratica sono quelli che non si vedono mai negli altri talk-shaw: Matteo Colaninno, Giorgio Merlo, Manuela Palermi, Sgarbi oltre a Capezzone e la Mussolini che sono sempre lì, forse vivono dentro lo studio! Il leccaculismo verso il governo è una costante di ogni puntata ma oggi hanno dato il meglio (o il peggio). Hanno mandato dei servizi che paragonavano la vicenda di Scajola con quella di "affittopoli" di 15 anni fa per fare credere che l'ex ministro non abbia fatto nulla di diverso da quello che hanno fatto d'alema e gli altri. E il solito capezzone che diceva "vergogna" ai moralisti della sinistra. Una cosa del genere rientra nel servizio pubblico? Perché dobbiamo pagare il canone e vedere capezzone e il suo ghigno idiota? Non gli basta il lunedì sera da Biscardi (oggi c'era anche lui a parlare del nulla) a dire banalità ripetute 4 volte? Perché non chiamano Gasparri, almeno ci facciamo qualche risata!


@Renzo: Non starai esagerando a fare le pulci ad ogni affermazione di Marco Travaglio? Capisco il tuo risentimento (non lo condivido) per le vicende "imbecille" etc. del caso Borromeo, ma di acqua sotto ai ponti né é passata parecchia, e tra l'altro mi sembra che la Borromeo stia migliorando vistosamente rispetto a quell'episodio. A mio avviso dovresti lasciar sedimentare un pochino quel livore ed essere un pochino più distaccato. Un saluto affettuoso.


# 17    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 0:1

# 15 commento di Roland Ottimo Roland, apprezzai molto la citazione di Portella della Ginestra (sul blog di Casarrubea trovi molto al riguardo). A mio personale parere, tutto inizia a Yalta e l' oggi è ancora diretta conseguenza di quella conferenza. Avremmo potuto voltare pagina nel triennio '89-'92 (circa) ma chi manovrava dietro le quinte da decenni si è chiesto: perchè mai cambiare, perchè rinunciare al potere? e siamo all' oggi... Ciò che invece non trovi sul blog di Casarrubea sono un paio di documenti assai espliciti su come eravamo organizzati nella guerra fredda e fino a che punto le stay-behind potevano agire: la NSC 10/2 (giugno 1948, presidenza Truman e le successive modifiche) e il recepimento esplicito della direttiva da parte del Sifar (1/06/1959 nota riservata dell'Ufficio R sezione SAD del Sifar) nella sua "doppiezza" di utilizzo per contrasto al comunismo. E' evidente che, dato lo stallo atomico, le stay-behind potessero essere utilizzate per "altro" (leggici molto in "altro", chiedere per dettagli a Vinciguerra, Casson e Salvini). Anche il famoso convegno di Roma del 1965 dell' istituto Pollio, le relazioni dei partecipanti e i nomi stessi dei medesimi sono inquietanti: http://www.archivio900.it/it/documenti/doc.aspx?id=27 Tutto il dopoguerra italiano è inquinato dalla necessità di contrasto al più forte PCI dell' area NATO, e chi meglio dei fascisti han dato prova di essere disposti a tutto per contrastarne l' ascesa? Anzi, in Germania a capo della stay-behind ci avevano messo un ex ss :D Come dice un mio amico: "perchè sprecare talenti?" :) Penso però che anche la dirigenza del PCI avesse capito da tempo che gli USA non avrebbero mai permesso che andassero al governo, sarebbe stato un pericolosissimo precedente nel blocco occidentale. In ultimo, ti segnalo il link della lettera di Andreotti su Gladio: è la verità di Andreotti, per cui.... facci lei ;) Saluti
http://casarrubea.wordpress.com/2008/08/04/il-segreto-di-gladio/


# 18    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 0:9

# 19 commento di unoqualunque fosse solo quello il caso avresti anche ragione, ma per ora ne colleziono almeno 4, alcuni con offesa finale, quindi, se permetti, lo prendo per i fondelli ancora un po'. certo, se si scusasse pubblicamente, così come ha offeso pubblicamente, sarei il primo a perdonare, ma per le scuse c'è un noto bug nel sistema operativo travaglio 0.4.5 a ottobre è prevista la rel. 0.4.6 , speriamo in quella.... :D Ciao ;)


Che sapore ha la libertà???? Onore al Fatto. Grazie.






Il testo anticorruzione è diventato un monstruum di 13 articoli. Prevede un piano nazionale anticorruzione, un Osservatorio a ciò preposto, una banca dati sui contratti pubblici, un elenco fornitori puliti ecc. Resta l’inasprimento delle pene, ma sempre con l’accorgimento di lasciare invariati i tempi di prescrizione. Quanto alle liste pulite: sono ineleggibili (ma non incandidabili) per 5 anni i parlamentari condannati per i reati più gravi e per quelli contro la pubblica amministrazione. A cosa serve una legge anticorruzione elusiva? Le leggi funzionano se sono chiare e nette. Sappiamo che, per es, Scajola non verrà incriminato perchè l’oggetto della corruzione è di difficile individuazione e qualora si riuscisse ad individuarlo ci sarebbe comunque la prescrizione. Se a tutto ciò si aggiunge la legge sulle intercettazioni, già ampiamente criticata dall’antimafia, si può conclude amaramente che il cambiamento del codice è solo gattopardesco
Legge anticorruzione


Buon sabato| Oltre a filastroccare su johnny mafioso e johnny corrotto, i due comprimari certo, (anzi il secondo è è subprim-ario) l'eccellente cantastorie Ascanio Celestini inventi una filastrocca su Jonhny distratto e con mania d'emulazione: Johnny incantato che non vuol essere da meno del plagiatore capo nelle esternazioni spiritose in logorroica conferenza stampa. Recenti battute: -Io e il presidente Clinton abbiamo avuto in comune il problema con monica- glielo avrebbe voluto dire, ma non glielo ha detto, lui non è il padrone d'italia che può fare cucu a suo piacere! E poi la proporzione matematica già postata ieri: silvio sta a SavianoGomorra come guido sta a GuzzantiDraquilla! chi fa fare brutta figura al bel paese? i soggetti attuatori o i narratori deliranti dal racconto ufficiale ?(de-lirare = uscire fuori dal solco; la lingua latina fu inizialmente espressione del carattere contadino della civiltà di cui è espressione) Grazie della pazienza, sto già meglio.


# 24    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 10:49

"Silenziose battaglie del tramonto in estremi sobborghi, sconfitte antiche di una guerra in cielo, albe impetuose che ci arrivano dal profondo deserto dello spazio o dal profondo del tempo, neri giradini della pioggia, una sfinge in un libro che avevo paura di aprire e la cui immagine mi torna in sogno, la corruzione e l'eco che saremo, la luna sopra il marmo, alberi che s'innalzano e persistono come impassibili divinità, la mutua notte e l'aspettata sera, Walt Withman , il cui nome è l'universo, la spada valorosa di un re nel silenzioso letto di un fiume, i sassoni,gli arabi e gli spagnoli che inconsapevoli mi generarono, sono forse io queste cose e le altre o sono chiavi segrete e ardue algebre di ciò che non sapremo mai?" j.l.borges da:righe che avrei potuto scrivere e smarrire verso il 1922


commento di galfra - lasciato il 8/5/2010 alle 10:25 A cosa serve una legge anticorruzione elusiva? cancellerei quell'elusiva. A cosa serve una legge anticorruzione? inasprire le pene se poi il processo morirà e le intercettazioni saranno favole d'altri tempi? non sarà più punito nessuno! ciò che vuole il non nostro premier non troppo forte ancora, è quello che voleva (secondo Dante - Inferno V) ... Semiramis di cui si legge ch'a vizio di lussuria fi si rotta che liBito fe liCito in sua legge! il povero Morgan a rai per una notte aveva provato a fare questo confronto, ma credo che nessuno l'abbia capito. in tv bisogna essere brillanti e veloci.


Con Usura nessuno ha una solida casa di pietra squadrata e liscia per istoriarne la facciata, con usura non v'è chiesa con affreschi di paradiso harpes et luz e l'Annunciazione dell'Angelo con le aureole sbalzate, con usura nessuno vede dei Gonzaga eredi e concubine non si dipinge per tenersi arte in casa, ma per vendere e vendere presto e con profitto, peccato contro natura, il tuo pane sarà straccio vieto arido come carta, senza segala né farina di grano duro, usura appesantisce il tratto, falsa i confini, con usura nessuno trova residenza amena. Si priva lo scalpellino della pietra, il tessitore del telaio CON USURA la lana non giunge al mercato e le pecore non rendono peggio della peste è l'usura, spunta l'ago in mano alle fanciulle e confonde chi fila. Pietro Lombardo non si fé con usura Duccio non si fé con usura né Pier della Francesca o Zuan Bellini né fu la "Calunnia" dipinta con usura. L'Angelico non si fé con usura, né Ambrogio de Praedis, Nessuna chiesa di pietra viva firmata: Adamo me fecit. Con usura non sorsero Saint Trophime e Saint Hilaire, Usura arrugginisce il cesello arrugginisce arte e artigiano tarla la tela nel telaio, non lascia tempo per apprendere l'arte d'intessere oro nell'ordito; l'azzurro s'incancrena con usura; non si ricama in cremisi, smeraldo non trova il suo Memling Usura soffoca il figlio nel ventre arresta il giovane drudo, cede il letto a vecchi decrepiti, si frappone tra i giovani sposi CONTRO NATURA Ad Eleusi han portato puttane Carogne crapulano ospiti d'usura. Ezra Pound


# 27    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 11:30

Marziam, il caso che citi è quello che con la sua carnalità politica , ogni volta si fa portatore di cio che esprime e viene tradito due volte da tutti gli altri , è tra-mite questo o quel morgan(che nel caso concreto nemmeno conoscevo)e che ho visto appunto quella sera di rai per una notte..ogni volta che vi è stato un morgan piu visibile di altri nello spazio e nel tempo della sofferenza individuo/società, è stato ucciso due volte da un'altra condizione umana che lo schiva e lo rigetta con mortificazione bestiale...la politica come diceva bloch, quella buona(politica) avrebbe dovuto appunto sollevare dalla condizione di DOLORE,che può essere generato da cause materiali o immateriale senza distinzioni di classi,senza poter dire nel caso concreto che citi:"sei un pirla te la sei cercata" .. la buona politica,che già nasce da tutti gli operatori che si riterrebero piu culturali di altri,sarebbe stata "percepita" dal singolo così come dalla collettività per aver potuto attutire realmente quella condizione senza finzioni e senza false "percezioni", trasmesse sulla paura di perdere qualcosa che si erà gia perso purtroppo tutti i casi come quello di un tra-mite stile morgan, vengono uccisi dalla spocchia già presistente al cavo,già pretelevisiva,esaltata ancor piu da tempi e modalità catodiche ,capaci di fare del soggetto dapprima una merce quindi, una volta consumata, un post-feticcio intrappolato a quell'unico ruolo o arruolamento dal quale nessuno degli "altri",base e vertici tutto incluso,potrà provare reale desiderio,metaforicamente carnale,di rendere libero quello specifico "tra-mite"cioè coglierne il reale contenuto di "dolore", affiorato in quella coscienza almeno in quell'istante "spontaneo" fuori dagli schemi di controllo sia precedenti,sia presenti.Finchè il dolore ,in un modo o in un altro, berlusconismo e antiberlusconismo,verrà trattato con questi tipi di "repulsione", non sarà fonte di quella pulsione vera relae e possibile che lo tramut


# 28    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 11:35

non sarà fonte di quella pulsione vera relae e possibile che lo tramuta in quel profondo amore di un singolo o di intere collettività accomunate da specifici e identici dolori. Fatto sta che attualmente la parola amore può essere bellamente stravolta come sappiamo, e nessuno degli altri ,tranne per battaglie amorose molto specifiche come "il dolore/amore" per l'acqua,non sono capaci di declinarlo assumerlo articolarlo per trasmetterne il vero significato,parole e fatti, onde mostrae l'inganno di quelli che lo ri-chi-amano per manipolarne le masse di pura pornoafroditepropaganda, così come sappiamo .


Quando ti dànno una poltrona, cerchi anche i cuscini più comodi per sederci sopra. Non importa quali cuscini siano, l'importante è starci sopra comodi e per sempre. E' quello che ha fatto Andreotti.


Paso, non so se hai visto la seconda intervista tv (in Italia) a Patrizia D'addario durante la partecipazione al talk non showcco di Lerner: più volte il conduttore le chiese "si sente a suo agio con noi" e lei con quella timidezza che ha tutta negli occhi ha detto di sì. Del suo libro "Gradisca presidente" nessuno ha più parlato,Libro scritto con la giornalista del corriere del sud di cui non ricordo il nome, in cui parlava della sua versione dell'avventura a palazzo Grazioli. La pietas è possibile anche in tv, raramente. se vuoi puoi rivedere la puntata dell'infedele o se c' qualche stalcio su youtube. ciao vado apreparare il pranzo


# 31    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 12:6

marziam , molto importante quella puntata di lerner , l'infedele è una delle poche tv che vedo volentieri perche lì " i tempi televisivi" che pur ci sono , lasciano spazio alla riflessione di persone che altrimenti non vedresti,le leggeresti è basta come la mia carissima ida dominjianni che c'era anche in quella puntata perchè è stata anche lei molto vicina alla storia e alla persona(!!) d'addario come poi ancora di piu maddalena tulanti la giornalista che dicevi molto importante quegli occhi, cosi come dicevi splendidamente non si tratta di analisi alla lombroso, ma piu semplicmente come diceva qualcunaltro di ben piu famoso di me, è come dire che la tv è finzione ma fino a un certo punto, perche quando sei VERO, sei tutto attaccato al tuo corpo , riesci a farti televedere fino in fondo all'anima che se c'è esce dagli occhi ed è chiaramente palpabile come le lacrime e cosi succede quando al contrario sei cosi finto , cioè cosi scollato , cosi menzogna che il mezzo riesce a cogliere fino all'ultimo granello di finzione buon pranzo e grazie di averti letta in tutti i tuoi scritti compreso quel famoso pound che intervistò anche pasolini. a presto




# 17 Renzo C Ti ringrazio della dritta e del link ... e del resto (sono tornato solo ora). Approfondirò, il tema m'intriga.


PERICOLO MEDUSE... E LA NAVE VA (A PICCO) A qualcuno dispiacerà che Baaria non abbia avutonemmeno l'ombra d'un'ombra di un David... D'altronde la Medusa non ha bisogno di promozione, considerata l'invadenza onnivora dell'impero economico-mediatico su cui poggia; per il resto, il cinema italiano se non trova coproduttori stranieri sta per naufragare (e la nave va... a picco) insieme alla lirica, grazie a Bondi, ministro della inculturo (attenti: non ho scritto "in-cul-tura"); così la Medusa sta per conquistarsi il monopolio, come quasi tutte le iniziative e imprese berlusconiane. Spero che almeno la Sacher sopravviva (Nanni Moretti potrebbe recuperare una vecchia gloria del suo cinema dai tempi di Ecce Bombo: Augusto Minzolini - meglio che costui faccia l'attore invece del giornalista bugiardo-fazioso):


# 35    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 13:38

dallo staff di movimentozero: "Antonello Piroso su la7 ha dedicato 45 minuti a Massimo Fini e Movimentozero, ed in particolare alla manifestazione che MZ insieme allo stesso Fini ha organizzato davanti alla sede Rai Via Mazzini il 24 Aprile 2010. In sintesi, si contesta la televisione come mezzo moderno, che ha inebetito questa società assieme a sua sorella gemella la pubblicità, buona visione, per chi ha la pazienza e osserva le cose senza quella superficialità che è insita in noi e che in fondo e parte della causa dell'attuale sistema." http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=piroso&video=39276
http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=piroso&video=39276


Aggiungo: vedrei benissimo Augusto Minzolini nella parte dell'attuale Augusto Minzolini (cioè "as himself", come dicono in gergo cinematografico gli angloamericani) in un prossimo film di Nanni Moretti, che potrebbe intitolarsi "Scarface III" (visto che ce ne sono già due film con questo titolo). In comune avrebbero, oltre a tutto il resto su cui già mi ero dilungato, lo sfregio sulla guancia sinistra e la matrice italo-mafiosa del protagonista)


@Renzo: ahahahha LOL! Ok comprendo le tue giuste rimostranze. Cmq é bello leggerti di nuovo, molto interessante la tua disamina sul post Yalta. Tra l'altro la Gladio Tedesca fece degli atti di terrorismo senza precedenti, quali piazzare dei cecchini di fronte a dei supermarket che aprirono il fuoco su inermi cittadini la cui unica colpa era trovarsi a comprare le uova nel posto sbagliato al momento sbagliato.


# 38    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 15:26

Tra il 1969 e la metà degli anni '80 piovono attentati in tutta Italia, in Germania la bomba all'Oktober Fest di Monaco 1980, in Belgio dal 1985 la strage del supermercato , solo la prima di una lunga serie..si insanguina l'Europa in questo modo e con le vittime,usandole letteralmente, vengono governate su questo terrore intere popolazioni.inoltre si studieranno modi per infiltrarsi in altre reti di diversa struttura ideologica ( BR ecc ecc) per raggiungere anche con la criminalità organizzata ( vedi banda della magliana per i volantini falsi del rapimento moro ecc ecc) per raggiungere gli stessi obiettivi:la destabilizzazione per il rafforzamento di certi poteri e solo quelli. Non voglio fare parallelismi in cui e di cui mi capirebbe solo il carissimo amico sottocrollo che illumina meglio i concetti che vorrei esprimervi ma forse a questo punto non mi riesce cosi bene come sa fare lui , però vorrei dirvi che era sempre l'europa allora come adesso con altri tipi di terrore...ovviamente non sto sostenendo il comunismo come stalinismo ; si sapeva gia allora molto bene ogni limite delle due dittature fasciste o comuniste ma altrettanto bene si sapeva che grazie agli usa e al blocco sovietico doveva prendere il sopravvento la dittatura dei consumi, contro questo boom economico dell'accumulo avido senza limiti ,sulle risorse e il danaro, non quindi semplice capitalismo, costruirono le piu feroci intese fra determinati stati alleati E' molto molto importante la testimonianza di Vinciguerra, cercate di leggere tutto quanto ha rilasciato come interviste dal carcere inoltre vedete e rivedete il film " Segreti di stato" c'è uno stay behind 2.0 cioè trasformata in una sorte di "gladiatori" finanziari aggiornata all'oggi?queale guerra si sta combattendo con un altro terrore qui in europa? ------------ La Stay Behind è stata ben sviluppata anche in un documentario che mi segnalò proprio renzo c l'anno scorso, è ben fotografata ciò che si chiamava "Qu
http://www.youtube.com/watch?v=CfHVkkzMxdw


# 39    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 15:28

------------ La Stay Behind è stata ben sviluppata anche in un documentario che mi segnalò proprio Renzo c,estate scorsa, è ben fotografato ciò che si chiamava "Quarta dimensione della guerra", obiettivo: instaurare una Strategia della tensione.è molto importante capire cosa significa guerra non convenzionale , moltissimo!!! ( è importante per capire tutte le evoluzioni delle guerre , anche quelle piu ancora contemporanee che sono quelel tecnologiche sui sistemi, sulle reti) il documentario è stato reso visibile in Italia solo a pagamento ( cazzo!) , solo a chi è abbonato a sky,cioè a History Channel; al contrario in Spagna, Gran Bretagna, Svizzera e prossimamente Francia, "Gladio, l'esercito segreto"(titolo del documentario) è in onda sulle televisioni pubbliche. I fondi sono europei (Media), la produzione milanese (Mir cinematografica), il regista è l' altoatesino Andreas Pichler.cercate di procurarvelo.


# 40    commento di   galfra - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 15:28

FROSINONE (6 maggio) - Angelo R. tirava a campare con lo stipendio di dipendente del Policlinico Casilino. L’inchiesta non dice se fosse portantino, infermiere o un amministrativo. anche se arrivare alla fine del mese non era sempre agevole, ma soprattutto monotona: sveglia la mattina, via al lavoro, sera di nuovo a casa. Non sapeva, Angelo R., che avrebbe potuto spassarsela: l’inchiesta della Procura di Roma sul senatore del Pdl ha scoperto infatti che era titolare del 95% delle quote di una società, la Brezza Blu srl, armatrice di uno yacht da favola, del valore di un milione e seicentomila euro. L’imbarcazione che i militari della Guardia di Finanza hanno messo sotto sequestro l’altro giorno nel porto di Gaeta eseguendo l’ordinanza del gip romano Elvira Tamburelli che ha bloccato beni per 20 milioni all’imprenditore indagato per truffa ai danni dello Stato. Quando il signor Angelo lo ha scoperto era ormai in pensione. «Non so assolutamente nulla di questa società di cui apprendo l’esistenza oggi - disse - Non ho mai sottoscritto atti ad essa relativi, né direttamente né per delega». Salvo poi ricordarsi di quando veniva mandato nello studio di un notaio romano a firmare atti già predisposti». E’ una storia emblematica, così la definiscono gli investigatori del nucleo valutario della Finanza, guidato dal colonnello Leandro Cuzzocrea, scovata spulciando negli atti e nei conti di ben novanta società create dall’«editore, imprenditore ed editorialista» (come si definisce lo stesso Ciarrapico). Una girandola di sigle e di conti, molti dei quali alimentati dalle provvidenze per l’editoria che la Procura ritiene siano state percepite illegittimamente e illecitamente per una cifra che supera i 20 milioni di euro.
Ciarrapico nullatenente


Le spiagge italiane sono sempre più erose e sottili. Adesso capisco che fine sta facendo tutta quella sabbia...


# 42    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 16:20

pecorelli , matarella , vitalone, stefano bontade , i cugini salvo , e soprattutto riguardate tutti tutti gli altri ,tutti contenti della "sacrosanta sentenza" di...prescrizione ANDREOTTI MAFIOSO(SINO AL 1981??) SALVATO DALLE LEGGI DEL BERLUSCONI...e mi raccomando notare il tg1 dove minzolini non c'era ,ma era sempre la parola Assoluzione a farla da padrone di regime...rivedetevi il futuro presidente del senato , schifani , ma anche l'ex ministro della pubblica istruzione fioroni e tutti tutti gli altri che ....che si si salvano il c...,uno con l'altro appassionatamente di fronte "a uno di loro" , uno che solo fino al 1980 ha tenuto rapporti AMICHEVOLI diretti con esponenti mafiosi di spicco ( rileggetela piu e piu volte per rendervi conto come la realtà supera ogni fantasia) riguardiamoci questi due video http://www.youtube.com/watch?v=fo__fGXLtyI&feature=PlayList&p=000C8ACF7C825D83&playnext_from=PL&playnext=1&index=12 http://www.youtube.com/watch?v=9B8oCncO0vA
http://www.youtube.com/watch?v=fo__fGXLtyI&feature=PlayList&p=000C8ACF7C825D83&playnext_from=PL&pla


Al ristorante Andreotti e il suo staff stanno aspettando da diverso tempo di iniziare a mangiare. Spazientito Andreotti manda il suo fidato segretario a vedere in cucina cosa stanno facendo. Il cuoco sta bestemmiando tenendo ferma una tartaruga su un tagliere e con l'altra mano brandisce una pesante mannaia. Spiega che dovendo fare un brodo di tartaruga deve uccidere l'animale tagliandogli la testa, ma quella sta tutta rintanata dentro e non risesce a farla uscire. A questo punto il segretario di Andreotti si fa avanti, prende la tartaruga e fa cenno al cuoco, poi conta fino a tre e ... zac infila un dito nel sedere all'animale che butta immediatamente fuori la testa e tutte le zampe. Il cuoco assesta un colpo secco e stacca la testa alla tartaruga. Finalmente soddisfatto ringrazia il segretario di Andreotti e gli chiede: "Ma come faceva a conoscere questo trucco?". E il segretario di Andreotti: "Sa tutti i giorni devo mettere la cravatta all'Onorevole ...".


# 44    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 8/5/2010 alle 16:55

# 33 commento di Roland Si figuri, era un dovere :) Se posso, prova a cercare pure tu il testo originale del NSC 10/2, se ne parla in molti siti ma il testo non l'ho ancora trovato. Ciao ;) ________________________________ # 37 commento di unoqualunque La ringrazio :) Piccola nota: non fu la gladio tedesca responsabile delle stragi del Brabant, ma quella belga. Quella tedesca colpì all' Oktoberfest a Monaco. Ciao :) ___________________________________ Curiosità Nessuno si chiede come mai uno stato riesce a sconfiggere le BR ma non trova mai i colpevoli delle stragi? Maletti e La Bruna (servizi) andarono dentro per palese depistaggio, ma furono gli unici colpevoli assieme a Vinciguerra (Peteano, 2 carabinieri morti: vien da pensare che se tocchi l'Arma paghi, se fai strage di civili.... machissene...) Ok, prendemmo subito Valpreda, colpevole di anarchia, Pinelli buttò una sigaretta e volò di sotto, ma anche lui era anarchico, e si sa, gli anarchici sono sempre colpevoli e insurrezionalisti :) Eppure Delfo Zorzi si sa dov'è, ma per Battisti (giustamente) si rischia l' incidente diplomatico col Brasile e si muove anche Frattini (vabbè, al Lombroso sarebbe bastato guardarlo in faccia), per Zorzi invece niente. Ma che strano... La cosa ancora più curiosa è che nemmeno per Monaco e Brabant si sono mai presi dei colpevoli, quindi se nemmeno là c'erano è perchè non ci sono mai stati dei colpevoli: sono tutte stragi per autocombustione di esplosivi e per armi difettose che sparavano da sole. Anche i NASCO trafugati da ignoti in Italia contenevano solo armi leggere, nessun esplosivo, granate o bombe a mano, ce lo dice Andreotti, è sicuramente vero :) Saluti p.s. le teorie lombrosiane per me sono da rivalutare: Cota, Frattini, La Russa, il trota, Bonaiuti... ecc.. ecc... tutta gente che basta guardare in faccia per capire molto del poco o nulla.


Come fa Andreotti ad avere la coscienza sempre pulita ?". "Non la usa mai"




STORIA 1945-2010 Alla guerra di liberazione condotta dalle truppe alleate (USA, Gran Bretagna e URSS) - appoggiate dalla Resistenza dove c'era - contro le forze dell’Asse (Germania e Italia), seguì la guerra fredda che nei due paesi "liberati" si manifestava in forme completamente diverse, anzi diametralmente opposte: In Germania fu subito fatta chiarezza estrema, anche brutale, che poi durava nel tempo: il processo di Normberga condannò i criminai di guerra, e tra Occidente "buono" e Oriente "cattivo" ci fu la separazione netta delle "zone d'influenza": fu alzato la "cortina di ferro" che tagliò in due la stessa Germania, cortina poi rafforzato con il famigerato muro. In Italia invece niente di tutto ciò: non c'è stato nessun processo legittimato internazionalmente ed ufficiale ai criminai di guerra, tutt'al più si fecero processi sommari ad opera dei "signori della guerra". L'Italia diventò subito una scacchiera di una infinita partita con oscure mosse con cui si affrontavano segretamente le pedine dell'USA e URSS. Un inestricabile intreccio di politica, servizi segreti, organzizzzioni malavitose e impenitenti nostalgici del fascismo. Nessuno ha ancora scritto la vera storia dal 1945 ad oggi, ininterrotta e a prova di verità, che sveli tutti gli avvenimenti - omicidi, stragi, scomparse - connessi con questa partita di scacchi internazionale, vero "intrigo internazionale" interminabile e sanguinoso. Una storia che faccia luce sugli innumerevoli misteri e semi-misteri, e che sia capace di illuminare anche la situazione attuale che ne è la conseguenza...


BONDI NON VA A CANNES: DRAQUILA OFFENDE L'ITALIA «Insorge, il governo italiano, per Draquila di Sabina Guzzanti, il docufilm - efficace nello stile, fortissimo nei contenuti - che parla del post-terremoto abruzzese, tra show berlusconiani e grandi affari all'ombra di Guido Bertolaso. Oggi a prendere una posizione, durissima, contro la pellicola - di scena come evento speciale fuori concorso al Festival di Cannes - è Sandro Bondi: in una nota, il ministro della Cultura annuncia di aver declinato l'invito a essere ospite sulla Croisette. Motivo del forrfait: il "rincrescimento" e lo "sconcerto" per "la partecipazione di un'opera di propaganda, Draquila, che offende la verità e l'intero popolo italiano"» Quest'uomo è sempre più ridicolo. Parla proprio lui di propaganda, sconcerto e offese agli italiani, lui che sconcerta e offende tutti ogni volta che va in tv a delirare con qul tono da diversamente abile. Ed è sconcertante che un personaggio così patetico sia un ministro, addirittura dei beni culturali. Una specie di ossimoro!!! Invece la Brambilla, altro soggetto diventato ministro per non si sa quali competenze, ha detto che intende «dare mandato all'avvocatura dello Stato per i danni che queste immagini (quelle anticipate la sera prima ad Annozero) potrebbero arrecare al nostro Paese. Queste immagini mi indignano e mi offendono ancor prima come cittadino che come ministro. E' ora di finirla di gettare discredito sul nostro Paese». Chi sarà mai che getta discredito sull'Italia, saranno forse i pagliacci incompetenti come la Brambilla, cioè personaggi funzionali alla propaganda televisiva del premier e del governo? Sicuramente Cannes è sprofondata nella più totale disperazione quando hanno saputo che Bondi non ci sarà.





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti