Commenti

commenti su voglioscendere

post: Espulsioni condivise

Finalmente. Da tempo immemorabile auspicavamo un severo monito o un accorato appello del presidente della Repubblica contro gli scandali che quotidianamente si susseguono nella vita politica ed economica e finanziaria e istituzionale e religiosa italiana, e finalmente Giorgio Napolitano ha trovato le parole giuste per una dura reprimenda. A Francesco Totti . Crollano le Borse di tutta Europa. Il ministro dell’Economia, dopo aver detto per mesi che andava tutto benissimo, informa il Parlamento di una manovrina finanziaria da 25 miliardi davanti a 50 assonnatissimi deputati su 630. Il ministro dello Sviluppo Economico lascia il governo per dare la caccia al mascalzone che gli ha pagato la casa senza dirgli niente. Il coordinatore del maggiore partito di governo è due volte ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


lanfranco pace quello del delitto di Primavalle solidarizza con casa Pound !


Temo che il presidente ormai si sia rimbambito. Passi che non parli quando dovrebbe, ma almeno che stia zitto su queste puttanate.


@pasolinante Pasolinante, la logica delle critiche allo scudo fiscale è la stessa di chi paga la mensa e si trova coloro che non la pagano ad avere il conto saldato senza fare nulla. inoltre come già spiegato c'è modo di truffae il sistema sia che sia un servizio, sia che sia un obbligo statale. Quanto alle uscite leghiste "prima i nostri e poi gli altri", ovviamente non sono d'accordo dato che pongono differenziazioni fra cittadini e cittadini secondo categorie e gruppi (netta anticostituzionalità per non eguaglianza delle persone). Quanto alla mensa, è per me un servizio secondario e non un diritto/obbligo nei confronti dello stato/terzi, mentre vedo come un diritto/obbligo il mantenimento del genitore verso i figli. Quando un genitore non può o non riesce a mantenere i propri figli per qualsiasi causa si verifichi ciò, esistono nell'ordinamento statale italiano meccanismi e procedure (e se non ci sono devono essere previsti) che agiscono su questo problema, a monte della solvibilità dei debiti già creatisi che la famiglia contrare con il servizio della mensa. Ora il benefattore interviene in questo punto, giustamente od ingiustamente....fin'ora non l'ho citato e nemmeno giudicato. D'altra parte chiunque può donare una somma di denaro per qualsiasi scopo a chiunque. Tuttavia il modo in cui hanno recepito il fatto chi ha pagato è un altro, ovvero esattamente come lo identifichi tu: allora la mensa è un obbligo che deve essere dato a tutti i bambini, con la regola che non vi siano differenziazioni di classe economica, così che a pagare siano i benefattori o la comunità attraverso le tasse. Tuttavia come già fatto notare nel precedente messaggio anche in questo caso vi è il modo di non pagare il servizio diritto mensa scolastica, semplicemente non pagando le tasse (oppure lavorando in nero e risultando nullatenenti). Oppure anche nella forma di servizio reso con cotributo governativo e classi economiche privilegiate c'è sempre il modo


Oppure anche nella forma di servizio reso con cotributo governativo e classi economiche privilegiate c'è sempre il modo di approfittarsene (l'esempio della mensa universitaria prima citato). In un modo o nell'altro c'è sempre la scappatoia, quella che in realtà lo Stato dovrebbe impedire perchè la gente non si lamenti della scarsa equità od uguaglianza di giustizia sociale. Ciononostante portarsi i panini da casa fatti senza intermediari costa sempre meno che non pagare una mensa (od usufruire della mensa senza poi saldare il debito contratto)


Ciononostante portarsi i panini da casa fatti senza intermediari costa sempre meno che pagare una mensa (od usufruire della mensa senza poi saldare il debito contratto) -------------------- Opps ho messo un non di troppo ed ho pubblicato senza rileggere


Scusate xché cambio, per un secondo, discorso. Ho sentito su Radio 3 due "battute" che sono eccezionali: - La prima è: Il camionista dice: "Tu sei un intellettuale e ragioni, davvero, bene. Nel 2012 vedrai che non ti serve, più, a niente" (per la crisi); - La seconda è: "C'era Jim Morrison, ma è morto; Bob Marley è morto; Jimmy Hendrix è morto. "Adesso, chi c'è... Pupo".


# 45    commento di   soldatostraccione - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 14:16

D'accordo su tutto,ma su Moggi caro marco sei ripetitivo e sbagli.Un saluto.


Senti, lì, i T. G. Guardate, lì, Berlusconi, Tremonti e i politici europei, hanno, già, messo oltre 100.000.000.000 (ebbene, sì, miliardi VERI) di Euro "de' noialtri": dirigenti, dipendenti, lavoratori, liberi professionisti, pensionati, "precari", disoccupati e via dicendo - che sono, già, stati "mangiati" tutti dai mercati. Fonte: T. G. 3, delle ore 14,00 di domenica 9.5.2010 (per fare la verifica, c'è la versione che è disponibile on-line, ma non solo: perché, danno, un po', tutti la news, io l'ho vista sul Tre...). Ma è possibile essere governati da gente più incompetente di economia (o, "sotto-sotto"...?)?? In questo periodo, Berlusconi, Tremonti "& soci" dovrebbero mettere i NOSTRI soldi, che sono pubblici, AL SICURO, DALLE SPECULAZIONI, tenerseli e aspettare, con pazienza, che gli speculatori internazionali spazzano i mercati. E, poi: quando avranno finito, rimane non si sa cosa, ma solo DOPO Berlusconi e Tremonti ecc. devono mettere i soldi sui mercati "malconci", investire per avere interessi futuri, a vantaggio delle casse pubbliche e che sono, già, messe malissimo. Questi in...i cosa fanno. Il contrario. Li mettono ADESSO e se li fanno "PAPPARE" TUTTI...


(2) Questo è per l'economia. Per la politica, invece, ci vuole un GOVERNO TECNICO per dare una RISPOSTA FORTE ai mercati, di rigore economico. Potrebbe essere guidato da personalità con un forte E SICURO profilo economico: il Governatore di Bankitalia Mario Draghi, Carlo Azeglio Ciampi o il Prof. Brunetta, per esempio, tanto per citare alcuni nomi. Questo darebbe un SEGNALE FORTE, che metterebbe l'Italia "al riparo" dalle speculazioni e MOSTRANDO I COGLIONI. Presidente Napolitano, se come dici, vuoi il bene di quel che resta dell'Italia, CE VO' PERCHE' C'E' VO' IL GOVERNO TECNICO.


Berlusconi: sono 2 anni 2 che siamo "alle comiche". A casa, basta prese x il cuuu... pagate da noi.


GOVERNO TECNICO, in ECONOMIA POLITICA + Mettere gli Euri AL SICURO = Questa è L'UNICA RISPOSTA FORTE, LA SOLUZIONE GIUSTA. Basta chiacchiere o ci lasciamo un altro patrimonio, i primi 110 miliardi, già, se li sono MANGIATI TUTTI IN POCHISSIMI GIORNI.


Brunetta, Ciampi, Draghi ecc. Presidente Napolitano, i nomi li hai, per mantenere la volontà delle urne DI DUE ANNI FA E FARE IL BENE DELL'ITALIA. Forza.


Guarda lì preparano altri 60.000.000.000 di Euro Fermateli W Londra!


Presidente Napolitano, coraggio.


I NODI SONO VENUTI TUTTI AL PETTINE


Premessa: se c'é la PESTE non faccio la caccia all'untore, ma curo il problema a monte, viceversa tutti diventano potenziali untori. Le speculazioni finanziarie sono sempre esistite e sempre esisteranno. L'Europa ha permesso l'entrata nell'Euro di paesi (Grecia su tutti) che non rispettavano i primi restrittivi parametri cui Germania, Italia, Francia, Olanda etc. Nessuno ha mai alzato i toni contro le speculazioni anti-dollaro degli anni passati che hanno favorito l'Euro. Allora andava bene, anzi benissimo, addirittura si voleva usare l'Euro quale valuta per le contrattazioni petrolifere (Petro(N)Euri). Se si pensa di voler tornare indietro dalla moneta unica, forse é perché non si continua a capire che il mondo é cambiato, ovverosia Cina, India, Brasile ed altri paesi emergenti iniziano addirittura, in alcuni casi, ad importare materie prime per rifinirle. Se non capiamo che un'auto costruita in Cina e venduta in Italia, il tagliando l'automobilista italiano non andrà a farlo a Pechino, che l'hardware di un computer prodotto a Taiwan e venduto qui lo ripari e qui, ma soprattutto LO PROGRAMMI QUI, il declino economico della vecchia Europa sarà inarrestabile. Ultimamente c'é un imbecille su un blog molto interessante, che diceva: "preferisci comprare un iPod a 30 euro ma poi non avere un lavoro stabile, oppure comprarlo per 200 euro ma avere un lavoro stabile?" Emblematico di come non si capisca un cazzo di globalizzazione, che c'é e continuerà ed esistere, tutto il resto é propaganda, come l'idea della Padania, del Regno delle Due Sicilie e del GranDucato di Toscana.


# 55, "Unoqualunque". Zitto e paga.


Una domanda i calci nel culo sono punibili dalla legge? Presto molti giornalisti riceveranno dal popolo sveglio la giusta cura.. http://www.youtube.com/watch?v=A0GpafCJ88w


# 57 Taci e paga, fuori i soldi.




INTESTAZIONE FAX Gentilissimo ed eccellentissimo Presidente, come di consueto Le invio la lista di temi che dovranno trattare i giornali di domani, già precedentemente valutati dal suo ufficio di consulenza di immagine presso di noi. Trattasi della solita scheda con le caselline da riempire in fianco ad ogni notizia. Se Fosse così immensamente gentile, da fornirci conferma anche inviandoci una velina o un ministro viaggiatore, il nostro incaricato provvederà a passarlo poi alle redazioni mediante i canali a Lei noti, prima che vadano in stampa in serata. PS : A questo propostito, alcuni direttori di giornali di area avversa, si sono lamentati perché certe volte per quanto si sforzino, non riescono ad essere abbastanza ossequiosi. Le chiederebbero con estrema umiltà se il Suo ufficio, potesse provvedere anche a fornire indicativamente il numero di pagina e il numero di righe in cui relegare le notizie a Lei più gradite. Umilmente Suo, ....


# 60    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 16:55

# 37 commento di marziam - lasciato il 9/5/2010 alle 12:30 # 38 commento di mousse - lasciato il 9/5/2010 alle 13:29 :-)


# 61    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 17:3

"Insomma, alla fin fine che cosa sarebbe mai successo se il governo greco avesse detto “ciao ciao, stupidi voi che non avete controllato i nostri conti, e due volte stupidi perché ci avete aiutati a falsificarli”? NIENTE. Se la Grecia non pagasse il debito, mandando in culo i creditori, non le succederebbe NIENTE di peggio di quanto le succederà già. Non c’è alcuna ragione per la quale i greci dovrebbero accettare il prestito. Non c’è alcuna ragione per la quale dovrebbero chiederlo. Ma c’è di più: le banche proprietarie del prestito potrebbero addirittura rivolgersi ai certificatori dei bilanci greci, e alle agenzie di rating, chiedendo loro per quale motivo un rating così alto sia stato dato ad una nazione dai bilanci palesemente falsi. Non solo i greci potevano fregarsene e tirare dritto senza peggiorare la già critica situazione di una virgola, ma potevano farla pagare cara proprio agli speculatori. Circolano in giro terribili anatemi, simili ai babau ed all’uomo nero, sulla serie di bibliche disgrazie che accadrebbero se le nazioni occidentali dichiarassero default. Volete sapere cosa succederebbe? NIENTE. Tempo fa, quando iniziò il credit crunch, si diceva che alcune aziende andassero salvate perché erano “Too Big to Fail”. Alcune erano così grandi che si scoprì come alcuni stati non potessero nemmeno aiutarle: “Too Big to Bail”. Bene, signori, cosa dire delle nazioni del G8? Sapete cosa dire? “Too Big to Fuck With”. Italia, Spagna, Portogallo, Irlanda, potrebbero semplicemente dichiarare sin da ora che non pagheranno i debiti e non restituiranno i bond. E che rifiuteranno qualsiasi prestito, aiuto, qualsiasi cazzo di cosa. Sapete cosa succederebbe? NIENTE. "
http://www.altrainformazione.it/wp/2010/05/09/il-fallimento-oggi-e-rivoluzionario-non-dobbiamo-soppo


# 62    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 17:4

"Prendiamo per esempio il debito italiano. Esso è spalmato in titoli che vanno dai pochi mesi a 30 anni. Dove si trova la speculazione? Ovviamente, nei titoli a breve termine, quelli che hanno un rientro entro pochi mesi. La media dei nostri titoli ha scadenza a 7.6 anni. Il genio di Tremonti ha consolidato il debito alzando la media delle scadenze OLTRE la durata di un governo. Trappola micidiale. Questo governo ha ancora, nella migliore delle ipotesi, 3 anni di vita. Supponiamo che Tremonti annunci che non restituirà il capitale dei titoli in scadenza, per tutti i prossimi tre anni. Sapete cosa succederà? NIENTE. Tutti coloro che hanno titoli che scadono DOPO il governo attuale, infatti, sceglierebbero una via prudente, e se li terrebbero in tasca sperando che il prossimo governo decida diversamente. Verrebbero colpiti solo coloro che hanno comprato CDS e buoni del tesoro a breve, cioè gli speculatori. Chi ha investimenti che scadono a lungo termine, per esempio, continuerebbe a sperarci. Voi direte: ma isolerebbero il paese. Ma ci butterebbero fuori dai circoli finanziari. Davvero? Se riuscissero a convincere tutti quelli che hanno titoli a più di tre anni, per esempio, potrebbero. Ma Tremonti potrebbe dire, che so io, “quest’anno non paghiamo nessuno, dal prossimo anno ricominceremo”. Poichè si tratta di debito storico, di per sé non ci sarebbe bisogno di rinnovarlo. Possiamo anche uscire dal caso italiano, e supporre che una decina di nazioni (Belgio, Italia, Spagna, Portogallo, Irlanda, UK, Austria) decidano di non pagare il debito, se non ai propri cittadini risparmiatori, identificandoli attraverso il canale di vendita. Nel globale, il debito si ridurrebbe a meno della metà. Che cosa succederebbe? Ancora niente. " http://www.altrainformazione.it/wp/2010/05/09/il-fallimento-oggi-e-rivoluzionario-non-dobbiamo-sopportare-le-infamie-del-fondo-monetario-internazionale/


# 63    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 18:18

lo so che non devo infatti il post n 1 non lo commento . w il denaro se sneza bisogna frequantare imbecilli potete censurare ciao


PUBBLICITÀ NON RICHIESTA GRATUITA Bondi non può servire due padroni, uno opposto all'altro: la Cultura e Berlusconi. Detto ciò, fa comunque un enorme piacere constatare che egli abbia fatto, suo malgrado - meglio: suo malgradissimo - la massima pubblicità possibile a "Draquila" di Sabina Guzzanti, scatenando un ampio dibattito polemico... pubblicità gratuita e non richiesta!


ciao sole rosa, non scendere da voglioscendere


... insomma, attraverso il rifiuto a Cannes, ha reso attento a questo film i pubblici di tutto il mondo...


... insomma, attraverso il rifiuto a Cannes, ha reso attenti a questo film i pubblici di tutto il mondo...


# 68    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 19:10

solerosa, mi unisco a marziam...inoltre anche se di questi tempi è meno fallimentare investire maggior parte del proprio tempo a leggere, se ci perdiamo non scirvendoci più, smettiamo di leggerci e non possiamo far morire anche quel piccolo senso di comunità a cui hai partecipato. scrivo sempre meno ma non so se è giusto , è fare il gioco di chi vorrebbe spegnere anche questo spazio. invece fare relazione creativa, rispettosa, gentile ma libera e non omologata a nessuno , dovrebbe rimanere piacevolmente doveroso e reciproco.ciao ps ora ci prenderanno per le tre pazze del blog in un'unica firma,pensa cosa ha rischiato marziam e fatti viva con i tuoi racconti, non vedo l'ora di ridere x tutte le puttanate che si sono inventati e contnueranno a inventarsi pur di fare i piccoli bondi censori crescono , poi si incazzano se gli dicono che cosi facendo sono l'altra faccia del berlusconismo eh eh eh -------------------------------- "Si annuncia che presto avremo dita bioniche per accarezzare la luna, anche se non c'è ancora una data precisa; e si sa già che tra quindici anni la catena Hilton inaugurerà il suo primo grand hotel siderale. Brillano già, sulle navi spaziali, le insegne luminose di Pizza Hut. Qui, sulla terra, Picasso è il nome del prossimo modello di automobile Citroën e l'Urlo, il quadro di Edvard Munch, quell'urlo di un artista tormentato per quello che si vedeva arrivare, è stato riciclato per la pubblicità del rilancio delle automobili Pontiac. A Berlino ha appena compiuto, con successo, il suo primo anno di vita uno shopping center chiamato Salvador Allende, ottomila metri quadrati in una strada che si chiama Pablo Neruda." e.galeano
http://www.youtube.com/watch?v=hGaOQKJik-s






finalmente napolitano ha tirato fuori le palle... da calcio.






ROLAND scrvo queste cose con la tristezza nel cuore e un pensiero va a ROSANNA che a pagato con il proprio sangue il terremoto a perugia. ora se vogliamo fare polemica per accusare il NANO ci sto, ma se vogliamo guardare in faccia la realta allora dico come la


ROLAND scrvo queste cose con la tristezza nel cuore e un pensiero va a ROSANNA che a pagato con il proprio sangue il terremoto a perugia. ora se vogliamo fare polemica per accusare il NANO ci sto, ma se vogliamo guardare in faccia la realta allora dico come la


ROLAND scrvo queste cose con la tristezza nel cuore e un pensiero va a ROSANNA che a pagato con il proprio sangue il terremoto a perugia. ora se vogliamo fare polemica per accusare il NANO ci sto, ma se vogliamo guardare in faccia la realta allora dico come la


ROLAND scrvo queste cose con la tristezza nel cuore e un pensiero va a ROSANNA che a pagato con il proprio sangue il terremoto a perugia. ora se vogliamo fare polemica per accusare il NANO ci sto, ma se vogliamo guardare in faccia la realta allora dico come la


ROLAND scrvo queste cose con la tristezza nel cuore e un pensiero va a ROSANNA che a pagato con il proprio sangue il terremoto a perugia. ora se vogliamo fare polemica per accusare il NANO ci sto, ma se vogliamo guardare in faccia la realta allora dico come la


ROLAND scrvo queste cose con la tristezza nel cuore e un pensiero va a ROSANNA che a pagato con il proprio sangue il terremoto a perugia. ora se vogliamo fare polemica per accusare il NANO ci sto, ma se vogliamo guardare in faccia la realta allora dico come la


# 79 matusa come la?




ROLAND scrvo queste cose con la tristezza nel cuore e un pensiero va a ROSANNA che a pagato con il proprio sangue il terremoto a perugia. ora se vogliamo fare polemica per accusare il NANO ci sto, ma se vogliamo guardare in faccia la realta allora dico come la PENSO ; PER ME ricostruire il centro storico come prima mi permetto di dire é criminale. un giornalista scrisse un ARTICOLO; " AQUILA CITTA MALEDETTA" COSTRUITA NELLA ZONA PIU SISMICA LA SUA TRAGEDIA INIZIA NEL 1315, SUBI VARI TERREMOTI E DISTRUZIONI NEL 1703 DOPO L'ENNESIMA CATASTROFE FU ABBANDONATA ; POI IL PAPA CLEMENTE XI VOLLE RICOSTRUIRLA AGGIUNGENDO ANCORA NUMEROSI LUTTI PERCHE I TERREMOTI CONTINUANO A COLPIRLA. ora vi domando é giusto non dire alla gente la vera e pura verita e se veramente vogliono vivere forse come é giusto non é meglio costruire case antisismiche o preferimo ancora piangere dei cari al prossimo terremoto???


# 83    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 21:0

# 70 commento di marziam perplessa - lasciato il 9/5/2010 alle 19:44 marziam lo sai a me l'etichette non piacciono, nè tantomento gruppi che si fissano come quelli religiosi su determinati dogmi su cui far girare ogni spiegazione del mondo, detto però questo fra chi cerca di dare spiegazione a tantissimi fatti , puoi attingere a tutto raggio per dararti o dare spunti di riflessione..e quell'articolo di oggi di wolfstep si avvicina sicuramente a una verità universale, IL DEBITO E' STATO ED E' PURA FINZIONE PER VESSARE DETERMINATE POPOLAZIONI-non ci vuole nessun dogma o nessuna dietrologia ergo va benissimo anche quell'articolo, sempre che sia sufficinetemente LIBERA di attingere dall'intera offerta di chi pensa liberamente- prendiamo un altro esempio con cui hanno preso per il culo anche di pietro tempo addietro. voleva sapere delle scie chimiche-anche le scie chimiche sarebbero robe da complottisti, eppure esistono , hanno bombardato anche oggi le nuvole sopra Mosca, non perche lo dicano i complottisti ma lo stesso governo di Mednev (e Putin) che per garantire quel tipo di celebrazioni ( a cui ha partecipato mezzo mondo dei potenti del mondo) ha bruciato 10 milioni di euro, DICASI 10, per rendere il cielo delle celebrazioni un palco inappuntabile, senza alcuna perplessità- non no biosgno di credere o non credere alle scie chimiche per leggere la notizia, cosi è per quell'articolo sulla durata dei titoli, il debirto degli stati, e la guerra non convenzionale alla zona euro a cui stanno rispondendo con misure che sono lacrime e sangue, non per l'entita astratta moneta, nè per l'entita astratta degli stati ma per le persone in carne e ossa..le popolazioni che se potessero bombarderebbero come le nuvole sopra il cielo di mosca, ma sarebbero tropp visibili, allora trovano modi piu assassini per strozzarle.non ha importanza se si chiamano signori e quindi signoraggisti quelli che li studiano,semplicemente funzionano cosi i poteri occulti (come da


# 84    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 21:2

semplicemente funzionano cosi i poteri occulti (come da noi quelli delle p2 p3 p4 e varie) del mondo globale, delle monete e della finanza, che nulla hanno a che fare con il capitalismo, come nulla aveva a che fare stalin ma anche putin con il marxismo. ciao :-)


# 82 matusa Dal punto di vista statico (non sono ingegnere, ma come architetto ho pure qualche vaga nozione in materia) le misure anti-sismiche si possono applicare anche ad edifici vecchi: in un antico paese (o città) nei pressi di Aquila colpito dal terremoto (di cui al momento purtroppo mi sfugge il nome), il centro storico ha resistito alle scosse per il conclamato fatto che esso era stato messo in sicurezza anni fa con efficaci provvedimenti anti-tellurici. Se ciò vale per edifici pre-esistente, anche molto vecchi, vale a maggior ragione per ricostruzioni attuali.


Erano mesi che il povero Giorgio aveva il rospo in gola. La situazione divenuta ormai insostenibile. La rabbia sempre più difficile da controllare. L'ansia, il dispiacere, le mille preoccupazioni, stavano prendendo il sopravvento, trasformando il suo mandato in un vero inferno. Tutti però gli avevano consigliato di tacere. Dalla moglie agli amici di vecchia data, l'opinione era concorde: "che vuoi farci? Sei il Presidente, rappresenti lo Stato, ma non puoi metterci bocca. Non questa volta. Vuoi far scoppiare uno scandalo?". Ma, come spesso accade, il sassolino indigesto è rotolato a valle, trasformandosi in una valanga di proporzioni immane. Il malumore presidenziale non poteva più essere taciuto. La decisione, secondo fonti del Quirinale, Napolitano l'ha presa soltanto ieri in tarda serata, dopo un pomeriggio di lunga riflessione. Un pomeriggio insolito, che il Presidente aveva voluto tenere solo per sé. E così ha cancellato tutti gli impegni ufficiali, ed ha iniziato a passeggiare lungo le magnificenti sale della "casa degli italiani". Camminata lenta, sguardo torvo, occhi persi in chissà quali pensieri, mani serrate dietro la schiena. Prima ha attraversato il salone dei Corazzieri, poi la sala degli Ambasciatori. Più volte si è fermato davanti agli affreschi seicenteschi, ma senza contemplarne il valore storico e lo spessore artistico. La sua mente viaggiava lontano. Quindi si è diretto verso la sala di Augusto. Là si è fermato parecchio. E' andato alle enormi vetrate e si è affacciato sul cortile d'Onore. Con una mano stretta sul mento, l'altra sempre immobile dietro la schiena. Alla fine la decisione è stata presa. Con un guizzo inatteso per un uomo della sua età, ha girato i tacchi e si è diretto con passo svelto e deciso verso la sala in cui riceve. Si è seduto alla scrivania, ha preso la carta intestata e la penna alla quale è più affezionato, ed ha deciso di comunicare al Paese il proprio disappunto. Le preoccupazioni del Capo dello Stato non p
http://ilbuonaseradicarlo.blogspot.com/


[PARTE 2] Le preoccupazioni del Capo dello Stato non potevano più essere nascoste. Per il Presidente era giunto il tempo che si sappesse la fatica che ha portato il suo incarico. Troppo a lungo è stato insultato da entrambi gli schieramenti, troppo a lungo è stato accusato di "avere la firma facile", troppo a lungo è rimasto in silenzio di fronte a fattacci che disonorano l'immagine dell'Italia, che offendono la bandiera e la Costituzione. Con questi pensieri in mente, il comunicato che ha redatto è venuto di getto: Una cosa inconsulta! Ci sono forme di tifo selvaggio che danno luogo a violenze intollerabili, che oggi si esprimono negli stadi, ma domani chissà dove possono arrivare. E' un fenomeno preoccupante e le società calcistiche dovrebbero reagire di più! Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sul fallo di Totti ai danni di Balottelli. _________________
http://ilbuonaseradicarlo.blogspot.com/


# 88    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 22:34

morte a venezia blob-il ministro per la cultura Bondi e la poesia per Cicchitto , ricordate? ah che cultura! http://www.youtube.com/watch?v=NSuntXYye6Y ode alla brambilla amica del patrimonio ittico e del patrimonio in genere.. http://www.youtube.com/watch?v=MYyX6Eh_A2Y&feature=related ed ecco la ministra " ma mi facci concludere" http://www.youtube.com/watch?v=UGyjfQDbeLM&feature=player_embedded
http://www.youtube.com/watch?v=MYyX6Eh_A2Y&feature=related


# 89    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 22:35

# 82 commento di matusa - lasciato il 9/5/2010 alle 20:38 ciao amico mio :-))..ciao Roland :-)) visto che ti ricordi del mio dolore specifico e delle persone della mia famiglia ti dico due cose - non ho ancora visto il film della guzzanti-ti dirò meglio successivamente se la satira su quel dolore indicibile possa abbinarsi per denunciare quanto è avvenuto che è in sintesi rubare vite,speranza,libertà;è tutto cosi spettrale ripsetto a quanto e come i vari porca porca di bruno scooter hanno venduto e fatto vedere,che spero che la satira e la denuncia possa cogliere il punto di incontro di verità e dolore- volevo però dirti che sul piano culturale internazionale ciò che ha fatto Bondi è atto "formalmente" molto poco diplomatico e democratico contro i nostri stessi interessi.non lo è tanto per noi cittadini,ormai ci prendono per il culo dalla mattina alla sera da secoli,ma lo è di fronte agli altri stati e soprattuttto quello francese;è evidente che questo governo di nani non poteva essere felice di un film del genere, immagina solo per gomorra ancora cos'era appena risuccesso,cosa ha ridichiarato sb, ma non esiste che un ministro della repubblica , peraltro della cultura, si comporti come ha fatto,nè tantomeno quella a seguito di altra b che gli ha fatto eco di brambilla- altro paio di maniche è invece a livello internazionale quanti spingano nelle varie lobbies per ridurre l'italia a terra bruciata x spucularci di piu,sicchè ogni atto,anche artistico, viene "slurpato" dagli sciacalli;insomma il tutto diventa un bel dilemma perche se una volta dire la verità poteva alzare lo sguardo del mondo,adesso i fenomeni perversi collegati a quella capacità di fare alzare lo sguardo, sono estremamente piu pericolosi del nano stesso, è tutto semplicmente assurdo e oltre il complottismo e la fantapolitica mondiale; il problema piu sottile invece è come hai detto giustamente tu , cosa dire alle popolazioni colpite e che loro non hanno detto , hanno lascia
http://www.travelblog.it/post/7639/santo-stefano-di-sessanio-in-abruzzo-il-paese-che-resiste-alle-sc


# 90    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/5/2010 alle 22:36

# 82 commento di matusa - lasciato il 9/5/2010 alle 20:38 ciao amico mio :-))..ciao Roland :-)) visto che ti ricordi del mio dolore specifico e delle persone della mia famiglia ti dico due cose - non ho ancora visto il film della guzzanti-ti dirò meglio successivamente se la satira su quel dolore indicibile possa abbinarsi per denunciare quanto è avvenuto che è in sintesi rubare vite,speranza,libertà;è tutto cosi spettrale ripsetto a quanto e come i vari porca porca di bruno scooter hanno venduto e fatto vedere,che spero che la satira e la denuncia possa cogliere il punto di incontro di verità e dolore- volevo però dirti che sul piano culturale internazionale ciò che ha fatto Bondi è atto "formalmente" molto poco diplomatico e democratico contro i nostri stessi interessi.non lo è tanto per noi cittadini,ormai ci prendono per il culo dalla mattina alla sera da secoli,ma lo è di fronte agli altri stati e soprattuttto quello francese;è evidente che questo governo di nani non poteva essere felice di un film del genere, immagina solo per gomorra ancora cos'era appena risuccesso,cosa ha ridichiarato sb, ma non esiste che un ministro della repubblica , peraltro della cultura, si comporti come ha fatto,nè tantomeno quella a seguito di altra b che gli ha fatto eco di brambilla- altro paio di maniche è invece a livello internazionale quanti spingano nelle varie lobbies per ridurre l'italia a terra bruciata x spucularci di piu,sicchè ogni atto,anche artistico, viene "slurpato" dagli sciacalli;insomma il tutto diventa un bel dilemma perche se una volta dire la verità poteva alzare lo sguardo del mondo,adesso i fenomeni perversi collegati a quella capacità di fare alzare lo sguardo, sono estremamente piu pericolosi del nano stesso, è tutto semplicmente assurdo e oltre il complottismo e la fantapolitica mondiale; il problema piu sottile invece è come hai detto giustamente tu , cosa dire alle popolazioni colpite e che loro non hanno detto , hanno lascia
http://www.travelblog.it/post/7639/santo-stefano-di-sessanio-in-abruzzo-il-paese-che-resiste-alle-sc


Caro Travaglio, quando ti leggo o ti ascolto respiro un'aria fresca e pulita, Sei il fiore all'occhiello del giornalismo intelligente e , se si può dire, per bene. Con stima ed apprezzamento sempre crescente, tanti auguri1


http://www.repubblica.it/economia/2010/05/09/news/ue_londra_sulle_barricate_no_al_fondo_contro_le_crisi-3931364/ La storia dei 110.000.000.000 di Euro (!) che sono, già, stati approvati per la Grecia e non solo: perché, adesso, c'è dell'altro, mooolto... di più. Come, già, avrete, di sicuro, sentito (nel caso di "no", metto, sopra, il link a Repubblica.it, ma è... ovunque, dal Corriere.it all'Unità.it, Lastampa.it e così via, ho verificato, perché NON CREDEVO AI MIEI OCCHI NE' ALLE MIE ORECCHIE) al vertice dell'ECOFIN è, già, stato proposto di varare un piano e metterci "niente-po-po-di-meno-che" ALTRI 500.000.000.000 di Euro, dico: 500 miliardi. Conosco, già, l'obiezione: si tratta d'indiscrezioni. E' vero e penso, anch'io, che gli aiuti per la crisi greca potrebbero essere, in realtà, un po' di meno, tuttavia, la "volontà generale" (a parte la Gran Bretagna, che ha, già, detto di "no") sembra essere, proprio, questa: dopo che ci abbiamo, già messo 100 miliardi e passa di Euro e che sono, già, stati "bruciati" (anche questi) dai mercati, ora staremmo per metterci altre centinaia di miliardi di Euro). (Continua sotto)


PASO abbiamo due visioni differenti un sarkozy dello stesso stampo di berlusconi non lo avrebbe ammesso a parte il valore dell'opera ( se poi lo é) ma qui si mormora che per ragioni personali é stata COSCE LARGHE (con tutto il rispetto delle donne)percio é piu un problema di parte che di arte. vedi lo ripeto mille volte trovare il modo per liberare l'italia dagli scarafaggi deve essere un nostro insetticida i francesi non ce lo hanno nemmeno loro. in piu in certi anbienti mi stanno facendo un c.... perche devi capire che noi italiani all'estero per loro siamo tutti berluscones non posso litigare con tutti o non uscire di casa (per esempio al mattino al bar mi dicono buongiorno berlusconi) prima c'era MORETTI ora che ce né bisogno sparito la guzzanti non é che sia un fenomeno percio cerca anche lei il colpo di coda


E conosco, già, la (seconda) obiezione: "Allora, tu vorresti dire che di 'salvare' la Grecia non t'interesserebbe...?". No, non è questo io lo dico per altro. Questa storia mi ha convinto che io nella politica non credo più. Ci avevo creduto. E dico il "perchè". Per anni, dico: X ANNI, si sono "sfruttati": ebbene, sì, SFRUTTATI, migliaia e migliaia di giovani PRECARI e, poi: ci sono stati milioni di disoccupati, cassaintegrati ordinaria e straordinaria, i giornali chiusi, i tagli ai contributi e ai fondi, scuola - ricerca - Univ., e via dicendo e LA RISPOSTA E' STATA, SEMPRE, QUELLA, data a tutti i poveri e di buona volontà: "C'E' LA CRISI E NON CI SONO I SOLDI". Insomma, lo abbiamo preso x anni tutti "in quel posto". MA VEDERE, ORA, CHE ZAC!, IN 8 GIORNI 8, SI PARLANO E IN UN ATTIMO METTONO COSI CENTINAIA DI MILIARDI E CHE, quindi, AVEVANO, è la dimostrazione delle loro bugie enormi. Morale: non gliene frega un cazzo + di nessuno, se non sono loro stessi. VERGOGNA, NON VI CREDO + Chiudo.


pasolinante commento #83 Grazie dell'attenzione; mi ero accostata tempo fa al tema del signoraggio, e poi scie chimiche, n.o.m., morti naturali sospette ad orologeria....poi avendo cominciato a stimare molto MT ho lasciato perdere. Se vuoi dimmi cosa pensi del blog nuova energia linkato sopra al mio commento #70 Spero che stavolta il contatto riesca, poco fa non é riuscito.


- Luca, 4. La prossima volta che uno mi dice: "Non ci sarebbero i soldi" e mi mette a casa comincio a prenderlo a calci e pugni.


MARZIAN scusa se intervengo ma ho praticato per un, certo tempo il blog di NUOVA ENERGIA; di ANTONELLA RANDAZZO e volevo chiedere anche io chi é perche credo che publichi un giornale nella zona di milano, con la randazzo ho avuto qualche scambio anche sul libro il "travaglio travagliato"ma credo come tutti anche lei interessa vendere e non avendo aperture sull'estero piano piano non a dato seguito ai miei post il mio giudizio e ottimo gentile e corretta meno "padrona" che travaglio


Vanno a messa la domenica per lavarsi la coscienza delle bugie e dei reati della settimana.


Nootte...


- Sito: www.repubblica.it ... Nemmeno, il tempo di dirlo ed ecco, qui: "Un piano da oltre 700.000.000.000 di Euro", è, già, in grado di rivelare "la Repubblica" (sopra: il link). Berlusconi e Tremonti dovrebbero rispondere a una semplice domanda: ... e la solidarietà, i soldi, per le cassaintegrazioni ordinaria e straordinaria, disoccupati, giovani precari, pensionati e, poi: contributi ai giornali, all'Università e ricerca, alla scuola: non ci sono, più, nemmeno, la carta-igenica, le posate di carta e le insegnanti di sostegno e così via. E ancora, il fallimento di Alitalia. La crisi. Berlusconi, Tremonti, Gelmini "e soci", quando cominciate a dire la verità?


Hanno distrutto un Paese e, ora, vanno a mettere all'estero i soldi rimasti.


Bersani, Casini, Di Pietro, Fini, Napolitano, Vendola, le mie (poche) speranze sono riposte in voi. Mandateli a casa.


Lo sguardo insistente di Scajola ha fatto cadere a pezzi finanche il colosseo.Togliamogli la vista sul monumento se no tra qualche anno non ne rimarrà traccia.


- 101, X: Monia. Sì, secondo me, hai ragione, ma è il (solito) "metodo" che, già, conosciamo o no: vale a dire, mettere i soldi degli altri e che, poi, sarebbero i nostri.


Appalti della «cricca»: le consulenze d’oro affidate ai professionisti amici Dopo Tangentopoli: CONSULENTOPOLI Avevo "coniato" questo termine tempo fa, ma mi fu cancellato anche da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Spero che ora sia preso in considerazione dovuta. Ma diamo a Bassolino quello che è di Bassolino. Il SISTEMA è una sua creatura! RV


La domanda che io, almeno, ho da farvi è: - Nel giro di quanto tempo, i mercati si "mangeranno", anche, questi altri 700.000.000.000 di Euro e che sono pagati con i soldi delle casse pubbliche, dopo che il mercato si è, già, pappato i primi 110 miliardi IN UNA SOLA SETTIMANA: dal 02.05.2010 a ieri?


# 107    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 10/5/2010 alle 10:46

"Anni dopo, l'ex ministro Scotti confesserà a Cirino Pomicino: "Tutto nacque da una comunicazione riservata fattami dal capo della polizia Parisi che, sulla base di un lavoro di intelligence svolto dal Sisde e supportato da informazioni confidenziali, parlava di riunioni internazionali nelle quali sarebbero state decise azioni destabilizzanti sia con attentati mafiosi sia con indagini giudiziarie nei confronti dei leaders dei partiti di governo". Una delle riunioni di cui parlava Scotti si svolse il 2 giugno del 1992, sul panfilo Britannia, in navigazione lungo le coste siciliane. Sul panfilo c'erano alcuni appartenenti all'élite di potere anglo-americana, come i reali britannici e i grandi banchieri delle banche a cui si rivolgerà il governo italiano durante la fase delle privatizzazioni (Merrill Lynch, Goldman Sachs e Salomon Brothers). In quella riunione si decise di acquistare le aziende italiane e la Banca d'Italia, e come far crollare il vecchio sistema politico per insediarne un altro, completamente manovrato dai nuovi padroni. A quella riunione parteciparono anche diversi italiani, come Mario Draghi, allora direttore delegato del ministero del Tesoro, il dirigente dell'Eni Beniamino Andreatta e il dirigente dell'Iri Riccardo Galli. Gli intrighi decisi sulla Britannia avrebbero permesso agli anglo-americani di mettere le mani sul 48% delle aziende italiane, fra le quali c'erano la Buitoni, la Locatelli, la Negroni, la Ferrarelle, la Perugina e la Galbani. La stampa martellava su "Mani pulite", facendo intendere che da quell'evento sarebbero derivati grandi cambiamenti. Nel giugno 1992 si insediò il governo di Giuliano Amato. Si trattava di un personaggio in armonia con gli speculatori che ambivano ad appropriarsi dell'Italia. Infatti, Amato, per iniziare le privatizzazioni, si affrettò a consultare il centro del potere finanziario internazionale: le tre grandi banche di Wall Street, Merrill Lynch, Goldman Sachs e Salomon Brothers.


Secondo me, il Presidente Napolitano non è in una "situazione" facile... E dico il "perché": provateci voi, se ne siete in grado, a ragionare con questi.


# 109    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 10/5/2010 alle 11:25

x marziam ciao amica mia , rispondo alla tua domanda. forse adesso ho capito perche mi chiedevi ieri quelle cose . l'ho capito dalla risposta che ti ha data matusss. sono d'accordo con lui anche se lui è piu implacabile di me sul rapporto che lega tutti i vari divulgatori con l'aspetto denaro. io sono meno implacabile di lui perchè capisco che chi fa di professione lo smuovimento delle coscienze, non può campare d'aria quindi il problema è solo se dietro i vari hanno non hanno determinati piccoli o grandi "imperi" da far funzionare ..se ci si guadagna il pane nel modo piu "disinteressato" possibile e mi sembra che dietro nuova energia o espavo questo sia, si può tranquillamente prendere cio che razionalmente ha, non vi siano fonti finanziarie poco cristalline è molto importante inoltre ciò che segnalava matuss sulla relazione di qualità con i propri lettori e fra i lettori con "controllo" trasparente che si possano instaurare conversazioni escludendo sempre i provocatori di ogni tipo di provenienza , anche quella che sembrerebbe incredibile ma pur praticata di chi la adotta come metodo di governo del proprio sito per escludere che si possa formare una comunità libera ,disinteressata , di confronto reale democratico ergo di connessione effettiva fra parole e azioni io ho scritto su pochi blog, non avrei tempo per testare e quindi farti una mappa di chi ha un rapporto alla pari e di chi ha un rapporto manipolato e poco trasparentemente mediato mi sembra però , da una semplice lettura passiva che quella netiquette pubblicata da randazzo sia praticata effettivamente rispetto ad altri ambienti, ovviamente posso dirtelo solo da cio che leggo quando passo da quel sito , vedo il post e i commenti all'articolo, al di là dei contenuti e della condivisione o non condivisione degli stessi; è molto giusta e vera quella parte della netiquette in cui dice che alcuni spazi della rete sono gestiti con tecniche di massacro della "relazione" fra i letto


# 110    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 10/5/2010 alle 11:28

... con tecniche di massacro della "relazione" fra i lettori in modo da spegnere la capacità reale che ha la rete di fare comunità consapevole delle diverse problematiche e soluzioni , al di la di come la si pensi siano le cause del buio che ci avvolge- se tu pensi solo ad un bene prezioso che abbiamo tutti comune per il quale tutti senza strumentalizzazione e falsi giochetti dovremmo remare in un fronte compatto e comune , te ne fai immediata idea : pensa a come è stata sfrangiata la battaglia per l'acqua- pensa a come l'acqua( come il denaro) unisce le persone ( senza ideologia alcuna) mentre invece sotterraneamente è stata fatta una lotta per dividerle anche sulla rete e anche grazie a dei deficienti in malafede di alcuni potentati.


- Dopo i 110 miliardi di Euro, hanno, già, messo (altri) 750.000.000 e i mercati sarebbero "contenti" e ci credo. Guarda, lì, CHE BEL REGALONE: è il più grande, in Europa, di sempre, che hanno fatto al mercato. Si può dire che nasceranno, presto, tanti nuovi milionari e che non conosceremo mai. Congratulazioni per l'affarone.


Si è sentito dire che nelle borse, già, si fanno le seghe nei bagni. In effetti, è il "colpaccio" di una vita intera.


# 113    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 10/5/2010 alle 11:47

Come far piangere gli speculatori di LUIGI SPAVENTA IN CHE COSA consiste la speculazione? In un'imponente concentrazione di mezzi finanziari atta a provocare un esito che, pur se non altrimenti giustificato, fa vincere la scommessa. La speculazione si batte non con le deprecazioni né mandando i marines, ma facendo piangere chi ci ha provato: le lacrime di chi ci ha provato sono i soldi che gli si fanno perdere. Per far perdere i soldi alla speculazione, le autorità devono essere decise e dimenticare per un momento le regole del galateo. I ribassisti ne fanno di tutte; dispongono dei mezzi tecnici più sofisticati; operano con una leva gigantesca, senza impegnare soldi propri. Se la pressione cresce (otto giorni fa al mercato dei derivati di Chicago si contavano 103.400 contratti al ribasso sull'euro, pari a quattro volte le posizioni lunghe, per un valore di quasi 17 miliardi di dollari) che cosa dovrebbero fare le autorità che tutelano la nostra stabilità? Consultare il manuale di buone maniere di Monsignor della Casa e reagire senza dare prova di maleducazione? Oppure togliersi i guanti e picchiare? Nell'agosto del 1998, in esito alla crisi finanziaria del Sud-Est asiatico, quando finirono al tappeto le economie più dinamiche dell'area, la speculazione prese di mira con pesanti bordate la valuta e il mercato azionario di Hong Kong. Poiché i consueti strumenti di difesa (aumento dei tassi) non bastavano, l'autorità monetaria del territorio buttò alle ortiche l'ortodossia e decise di presentarsi in borsa come compratore di ultima istanza, in contropartita dei venditori a pronti e a termine, e acquistò azioni - azioni, si badi, non casti titoli di Stato - per 15 miliardi di dollari. Questa operazione (battezzata doppio slam, double whammy) inflisse gravissime perdite ai ribassisti, che dovettero abbandonare il terreno con gravi perdite. Vi fu anche un lieto fine: l'autorità monetaria rivendette gradualmente le azioni acquistate lucrando un profitt
http://www.repubblica.it/economia/2010/05/10/news/commento_spaventa-3949068/


- 113, pasolinante. Sono "cagate", Paso. Dicono: "Come fare piangere gli speculatori" e, poi: mettono quasi 900.000.000.000 di Euro sui mercati nel giro di soli 9 giorni. Sai che cosa gli fa al mercato la "lezioncina" del pur ottimo Luigi Spaventa? Già, si fanno le seghe nei bagni, se non lo sai.


Concordo in pieno con il commento di "Alfredo". Ora i magna-magna hanno materiale in abbondanza.




# 117    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 10/5/2010 alle 11:58

mauro chi ti manda? cacata carta?


"Mi manda Lubrano", piango a pensare alla mia miseria.


@Enzo (ennesimo troll-replicato-replicante): preferisco mandare giù la medicina amara e guarire piuttosto che far guadagnare gli speculatori come te. @MAuro, Alfredo & co.: mi chiedo se abbiate investito in titoli speculativi per voler veder fallire mezza economia europea. Se non lo aveste capito la vostra idea di andare al default, far crollare la moneta unica significa arrivare a conseguenze ben peggiori di quelle che ci sono state negli Stati Uniti dopo il fallimento di Lehman Bros. Avete presente l'Argentina? Ecco moltiplicatela per i 27 dell'Unione.


- 119, "unoqualunque". Ti sbagli, unoqualunque, io, almeno, non ho, mai, avuto l'idea di andare a un presunto "default", il che sarebbe, già, in teoria, ancora tutto da dimostrare se sia vero o se, com'è, invece, possibile, si fa solo "il gioco" di pochi ma potenti. L'unica certezza è che ERANO soldi nostri.










- Sito: www.repubblica.it ... e, ora, le danno a Saviano, che è, già, stato messo all'angolino da Fede (ma non solo). Vorrebbero che Saviano la smettesse di "diffondere il pessimismo", c'è "l'immagine" dell'Italia all'estero da promuovere. Altrimenti, poi, gl'investitori "si spaventano" e mettono i loro soldi da un'altra parte e i mercati crollano.


"Sì, è vero, la Repubblica e L'espresso, quei 'giornalacci' che ci mandano in rovina", pensano.


@Alfredo: Moneta che é stata investita nella NOSTRA ECONOMIA REALE. Il che significa che riusciremo a continuare a produrre ciò che verrà poi convertito nuovamente in moneta che dovrà entrare nelle nostre tasche. Il problema é che si sta accomunando la situazione Italiana e Greca al resto d'Europa, che vi ricordo essere anni luce più avanti. Io preferisco un adeguamento verso l'alto, verso modelli sociali ed economici quali la Francia o la Germania; le cassandre speculatrici del default hanno come modello di riferimento l'Argentina fallita, la Slovacchia o la ex-Jugoslavia. Ma capisco che ci vorrà un secolo, forse, per far tornare questo Paese ad un barlume di civiltà, perché gli italiani preferiscono non pagare l'ICI per poi trovarsi sorprese nelle addizionali comunali sulle bollette, aumenti delle tariffe delle mense scolastiche, autovelox/semafori-intelligenti etc. etc. PS spiacente di averti accomunato alla "banda bassotti" dei teorici del default.


# 127    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 10/5/2010 alle 13:13

..non si può esaminare solo un lato della medaglia che in questo caso sarebbero i 60 miliardi degli speculatori nazionali = corrotti e corruttori + i 120-140 miliardi del giro d'affari/fatturato ( rigorosamente in nero) delle mafie .. il problema sarebbe non farsi piu distrarre dai diversi teatrini di questo o quel napolitano, questo o quel porro o belpietro o questo o quel minzolini , dietro i quali è nascosto l'unico problema per tutti ed uguale per tutti;quando la coscienza dei singoli e dei singoli movimenti si concentrerà SENZA DIVISIONI ( di cui alcuni vertici interessati al proprio potere e non al bene comune) SULl'UNICO BERSAGLIO COMUNE CHE E' IL DENARO CHE ENTRA NELLE BANCHE(!!!!) E CHE SI CHIAMA DANARO, FORSE SARA FINALMENTE PERFETTAMENTE INUTILE DIRE O SCRIVERE O PROPAGANDARE CHE NON VIVIAMO IN UN PAESE NORMALE la corruzione interna(60 miliardi) e le mafie interne ( 140 miliardi) fanno SEMPRE SEMPRE SEMPRE coppia fissa con investimenti e altra corruzione che sono l'"azzardo morale" SOVRANAZIONALE della finanza ove quel danaro ZOZZO confluisce dopo aver fatto girare enorme economia in nero, che colpisce e impoverisce gli stati piu deboli resi appositamente deboli dalla politica interna, che è un braccio a tanti burrattini congiunti ai desideri internazionali, questa è la piovra che manovra tutte le altre:rendere complici le classi dirigenti ai vari poteri dai tempi del Britannia che sono coincisi perfettamente con le stragi del 92 e con i finti passaggi dalla prima alla prima repubblica sempreterna e i cui capibastone, prodi e berlusconi sono perfettamente al corrente, anche se il primo sembrava piu spostato sull'asse americano e l'altro sul fronte russo,entrambi come è sempre stata l'italia, hanno fatto la puttana, mettendoci nei guai perche quegli accordi occulti come quelli precedenti,aumentano la nostra dipendenza su piu fronti energetici e finanziari ma la complicità non cambia, sono tutti allegramente complici(e a mosca ieri era invi


# 128    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 10/5/2010 alle 13:14

(e a mosca ieri era invitato da mesi anche obama) la forma parallela della corruzione interna è sempre sempre sempre da abbinare alla speculazione internazionale che avviene sempre sempre sempre in borsa-è sempre stato così!!! dalla miseria di alcuni stati la borsa ci guadagna molto di piu di qualsiasi politico nazionale e vanno messi in condizone di non nuocere come dice spaventa, a brutto modo!!!! perche altrimenti tutto sarà solo come dice anche lui un rinforzo di cassa alle banche , non alle popolazioni con le riforme , quelle vere, quelle economiche culturali. ma perchè perche perche non la smettiamo di disperderci con i lamenti e non spingiamo tutti uniti per un governo tecnico politico con i vari Lannutti o Spaventa e altri di livello che ancora abbiamo? ma è mai possibile essere cosi ciechi?


Guarda, unoqualunque, che, in teoria, sono d'accordo con te. In pratica, tuttavia, io, almeno, metto in dubbio il fatto che si farebbe un buon uso, secondo un metodo che sia in favore di chi ne ha, davvero, bisogno, di questa che è, già, la più grande iniezione di moneta della storia europea.


X: unoqualunque. CREDI AI TUOI OCCHI - Fonte: www.corriere.it Guarda, lì, la "fotina" che è in apertura del quotidiano on-line del "Corriere", come nelle borse si sono, già, fatti tutti prendere dalla mania di acquistare. Non sono, di certo, dei "coglioni": 750 miliardi di Euro, in Europa, è un'iniezione di moneta sui mercati che non avevano, mai, visto con i loro occhi in tutta la Storia! Io credo a quello che si sente dire in giro: vale a dire, che si fanno le seghe nei bagni.


Tu, poi, unoqualunque, dici che, in pratica, saranno re-investiti nell'economia reale. Ti voto. Ma non ci credo. E' come la "favoletta" delle "adozioni a distanza" dei bambini nel Terzo Mondo. Già, si sa, che, solo, una piccola percentuale arriva, davvero, al bambino. E' pieno di (ottime) inchieste di giornalisti.


Qualcuno, potrebbe, staccare, la, virgola, dalla, tastiera, di, Alfredo, grazie,..,,,,.


Certo che questo presidente Napolitano ci ha asfaltato per bene i maroni con le sue uscite e reprimende varie ( sempre sbagliate ed ai soggetti sbagliati )


Travaglio, se non ci fossi bisognerebbe inventarti! Stupenda la frase:"Il ministro dello Sviluppo Economico lascia il governo per dare la caccia al mascalzone che gli ha pagato la casa senza dirgli niente" da incorniciare veramente




# 136    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 15/5/2010 alle 20:7

Provah1


# 137    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 15/5/2010 alle 20:10

provah1 1


Offriamo prestiti personali e prestiti di affari con il tasso di interesse a prezzi accessibili per il solo 3% per ogni anno, ma capitalizzato mensilmente. Lavoriamo nazionale e internazionale, Le nostre fonti di finanziamento specializzati in soluzioni creative per soddisfare le esigenze di espansione, la crescita ecc contattaci per maggiori informazioni: mrrichardben33@gmail.com



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti