Commenti

commenti su voglioscendere

post: "Assalto al pm" - Prefazione di Marco Travaglio

La prefazione di Marco Travaglio al libro " Assalto al pm " di Luigi de Magistris (Chiarelettere).  Ho conosciuto Luigi de Magistris otto anni fa, nel maggio 2002, quando mi invitò a un convegno che aveva organizzato a Napoli insieme ad altri giovani pubblici ministeri della sua città. In quel convegno c’era già tutto Luigi, fin dal titolo: «Le forme del dissenso tra riformismo e globalizzazione». L’iniziativa suscitò polemiche ancor prima di svolgersi. Sia perché a promuoverla erano fra gli altri Francesco Cascini e Marco Del Gaudio, che poco tempo prima avevano fatto arrestare otto agenti di polizia per le violenze commesse contro decine di giovani no-global al Social Forum di Napoli 2001, triste prova generale della mattanza del G8 di Genova del ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Grazie per aver anticipato questa prefazione al libro, che di sicuro e` eccellente. Volevo solo commentare come forse questa sara` un libro in cui la prefazione sara` lunga e argomentata quanto il libro stesso! Grazie Marco del lavoro che fai, e per la prova di coraggio che hai dato ad Annozero parlando di Dell'utri. Siamo tutti con te!




Anche io da quando c'é LIPPI non tifo italia, o meglio, non guardo le partite. Che c'entra Travaglio???? Ha una carica pubblica come la trota???? Aspetta....., aspetta.......... NO! PUNTO E A CAPO.


# 19    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 9:49

travaglio è una persona seria l'ho capito dal suo sarcasmo cinico ed accattivante ciao marcolino .




# 21    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 10:31

O.T. Tremorti, Stretta su statali e pensioni d'invalidità. Cari signori è ora di finirla, prendere chi specula in borsa, chi ha 40 appartamenti in affitto, chi ha Ferrari e dichiara 10.000 euro, chi stravizia campando di politica e far pagare loro. Questa volta noi non sborsiamo un cazzo. La misura è colma. Ci vorrebbe una bella patrimoniale altro che. Chi ha più di due case tanto per iniziare. CHi va in giro in suv per continuare....Per inciso. CI SIAMO ROTTI I COGLIONI.


# 22    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 10:34

Comprerò il libro, si preannuncia molto interessante, se la casa editrice è così cortese da allegarmi in omaggio un appartamento per ché ho finito lo spazio nella mia libreria sarei molto grato, grazie.


Penso che i veri ribelli , di questi tempi , non scrivono libri- e se ne vendono ,x vivere , i veri ribelli scrivono poesie e le regalano///// anche de magistris doveva scrivere un libro nel mare di libri , dvd, spettacoli della casaleggio chiarelettere Grillo associati ------- penso proprio che non lo comprerò... il libro/::::/ tutto quanto c era da sapere si sa, il resto è vendite imperiali in nome di un cinico commercio, hanno rotto i cojoni////::::///// ps ciao frada :-))), viva Assisi , solidarietà ai fratelli anglotedesco/// viva le zappe ////


BUON GIORNO A TUTTI::: risveglio pesante dopo stravizi non troppo consoni alla mia eta.:::: veniamo al post lo condivido assolutamente e la morale é triste e tragica perche un paese democratico avrebbe dovuto reagire subito ,non dico con onori e archi di trionfio ma con una procedura pulita di invito a riprendere il suo posto (anche se forse avrebbe rifiutato) ma questo silenzio pesante getta un'onbra sempre piu scura su questi poteri che di democratico hanno solo un'apparenza... FREDA mi viene in mentez un pensiero (non ricordo di chi)/// GLI UOMINI SONO TUTTI SINCERI SOLO CHE OGNI TANTO CAMBIANO LA VERITA/// POI vorrei ricordarti che sono un maledetto toscano e spesso sono in lotta anche con me stesso ma mi hanno insegnato che la provocazione (non volgare)spesso scuote le menti dal torpore della dipendenza altrui e cio puo provocare in tutti una reazione di verita repressa.


Oddìo... Posso dire che: "Assalto al Pubblico Ministero" mi sembra una definizione un po' forte da dare... L'(ottimo) De Magistris è dell'Italia dei Valori e l'I. D. V. è uno dei partiti di opposizione, sì, è vero. Da qui, emerge che sarebbe De Magistris, Di Pietro e l'I. D. V. che dovrebbero andare: "All'assalto della destra" e non il contrario. Invece, Di Pietro, De Magistris ecc. sono, già, fermi e Berlusconi è diventato un intoccabile.


Repubblica titola "Caccial al tesoro di Verdini. Soldi e gioielli in Lussemburgo". A volte mi sembra incredibile il letame che la magistratura riesce a scoprire, ancora non si sono rassegnati. C'è da ben sperare. Mi chiedo poi, come sia possibile che gli elettori del PdL non siano profondamente rammaricati dalla piega che ha preso la classe dirigente del loro partito. E' chiaro ormai che quello è solo un cartello di uomini d'affari uniti per speculare sui finanziamenti publici.


# 27    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 10:54

x Pasolinante Sono ad Assisi, a casa mia questi giorni! Finalmente.


Sono fuori argomento,ma all'estero non si vede piú annozero!!! Qualcuno sa qualcosa?


FILOMENA:::: io abito all'estero e con l'antenna satellitare é tutto OK


Ciao fratello drain.... Viva i fratelli della tavola della pace, vieni in marcia//// viva Assisi for ever/::::/


De Magistris è un... grande. Tuttavia, già, ho sentito dire che hanno cominciato a metterlo "nel mirino" (un'altra volta, mi verrebbe). De Magistris "farebbe il protagonista", "De Magistris contro Di Pietro", "De Magistris che vorrebbe fare il leader al posto di Di Pietro" e altre 'cagate' di questo genere... Di Pietro si apra di più alla democrazia, mi sembra che Di Pietro sia un 'tantinello' autoritario, e non abbia paura del'ottimo, sì, De Magistris.


#34 Matusa Grazie per l'informazione,ma io non ho l'antenna satellitare,peró guardo annozero in internet,e non si vede piú! Ho parlato con altra gente e tutti hanno lo stesso problema.


Cerco qualcuno che mi paghi la casa senza dirmelo. Come hanno fatto con Scajola. Giuro che non mi arrabbio e che permetto qualsiasi campagna mediatica nei miei confronti. Per contatti: Gianfranco. casapagata@gmail.com Magari sono fortunato.


qualcuno sta seguendo cosa è successo in spagna con il giudice garzon?...cacciato, sembra per aver indagato sui crimini commessi durante il franchismo (cosa che evidentemente in spagna non si può ancora fare)....ma stava anche indagando sugli inciuci del governo della comunità valenciana. pare che le destre di tutta europa stiano standardizando la procedura...cacciare giudici/magistrati che danno fastidio, facendo legittimamente il loro dovere.






Folla di fedeli in piazza San Pietro "Benedetto XVI, non sei solo" Bagnasco: "Purificare la Chiesa" Purificarla non solo dai pedofili, ma anche dalle collusioni con i berluscones corrotti e dal business ambiguo


anch'io dalla baviera non vedo annozero in internet, ma solo da questa settimana prima si vedeva come mai? aiutatemi


# 10 Pierpaolo Buzza |-|-|-|-|-|-|-|-|-|-|-| Condivido in pieno le considerazioni del prof. Woland (che casualmente fa eco in rima al mio stesso nome) su chi veramente copre di fango l'Italia espressi sul suo blog, che pertanto qui ripeto. E vorrei insistere su un tipo di fango che non è nemmeno più riconosciuto come tale: il colossale conflitto d'interesse vecchio di 16 anni di Berlusconi, in contrasto perenne con la democrazia e la costituzione. Una minaccia per la democrazia: inevitabile per lui rovesciare costituzione e giustizia per conquistare anche formalmente l'unione degli interessi in mano sua. Berlusconi e conlfitto d'interessi sono una cosa sola, e chi accetta Berlusconi accetta anche il suo conflitto d'interessi e tutto quel che ne consegue; anche fango che copre l'Italia: prendere o lasciare.
http://professorwoland.ilcannocchiale.it


a marco perche' ci fai soffrire con le comparsate in TV dalla Cabello? sei a disagio e si vede, non riesci ad essere spiritoso ed ironico; inoltre, se mi permetti, per molti sei una icona della lotta al malaffare, ai politici ladroni ed una fonte austera e credibile di informazione, che pero' viene in qualche modo incrinata da queste apparizioni. A che pro? Capisco che sei ancora giovane e vorresti anche divertirti, ma non sono tempi questi e forse non te lo puoi permettere. Con affetto


(corr.)... le considerazioni del prof. Woland... espresse sul suo blog....


Berlusconi dovrebbe dimettersi? E' questo il "punto"... Risposta: "Sì" o "no". - Ma, se "sì", come fai? - Se "no", perché? Il problema "dei problemi" è la legge elettorale. Dà tutto a chi vince e niente a chi perde. Quando dico questo, di solito, uno o una mi risponde: "Meglio". Non sono, mai, stato d'accordo con questa visione. E dico il "perché". La forza di un sistema politico (parlamentare, partitico, ecc.), secondo me, sta, invece, proprio, nell'essere in grado di "controllare" il potere. Come dicevano gl'illuministi, un sistema di controllo dell'esecutivo. E' chiro, perché è chiaro, che se dai tutto a chi vince e niente o quasi a chi perde, poi, togli il potere di fare i controllori a chi ha perso e, così, si apre la strada per gli "abusi di potere". Ma è con questa legge elettorale che si è creato il modo di trasformare il pane in pesci.


- 42, Enzo. Ha ragione Enzo. Occorrerebbe cambiare la legge elettorale.


"Il capo della Protezione civile e Cosentino facciano un passo indietro" Cosentino ha ispirato l'attacco a Saviano


Se il sig. Travaglio non ha intenzione di tifare per i colori azzurri ai mondiali del Sudafrica la bimillenaria nazione italica se ne farà una ragione e gli sarà pure grato.


"pure grata "


# 47    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 16:29

_______per Matusa_______Non lo so se gli uomini sono tutti sinceri so che la maggior parte manipola, dalle semplici e innocue bugie bianche, a fin di bene, fino al massacro di popoli interi dai pellerossa agli ebrei, dagli armeni ai somali ai ruandesi ai piccoli gruppi africani o sudamericani o asiatici e di tutti quelli di cui non sappiamo niente e non ne sapremo mai. L'uomo è andato sulla Luna. Perchè? Per il gusto di sapere? Per la scienza? Nooooooo, perchè è tutto suo.________Per Galfra_________a "il papa non è solo" aggiungerei " c'è tutta CL, rinnovamento dello spirito, focolari", soprattutto CL dalle bandiere. Poi c'è schifani, alfano e tutto il governo. Ad Assisi la Bindi. Direi che sono per Assisi, sempre e comunque. Meglio la pace che la chiesa.


un conto è dire che non tifo Italia perchè l'allenatore e tutto ciò che sta intorno al calcio è riprovevole,un altro conto è dire di non tifare Italia perchè non sei andato oltre Roma,che il Meridione è terra dei terroni,che l'Italia come territorio unico non l'accetti e qualche altra cazzate del genere!C'è una bella differenza...


FRADA non ho detto che sono tutti sinceri ma "cambiano la verita" ogni tanto forse troppo spesso......vedi in questo momento io sto dicendo che L'INTER é la migliore scuadra del mondo ,ma parecchi non la pensano come me, a ognuno la sua verita


# 50    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 17:49

# 48 commento di Valentina - lasciato il 16/5/2010 alle 17:9 " un conto è dire che non tifo Italia perchè l'allenatore e tutto ciò che sta intorno al calcio è riprovevole,un altro conto è dire di non tifare Italia perchè non sei andato oltre Roma,che il Meridione è terra dei terroni,che l'Italia come territorio unico non l'accetti e qualche altra cazzate del genere!C'è una bella differenza"////Infatti x epsrienza dalla quale dovremmo aver gia imparato a iosa, è proprio come dici,come no!!//// la gente comune usa il buon senso e il senso comune tanto che vuoi senza strumenti, vuoi stanca , vuoi con altri problemi molto più pratici x la sopravvivenza, per poter fare la differenza che dici , questa volta potrà dirsi : Trota = Travaglio///// Con la demagogia,le frasi a effetto,la parola violenta, il tifo e controtifo, non si va molto avanti. Amen e contro-amen //// ps i migliori antifascisti erano persone PERSONE come Capitini... se l antifascismo ( antiberlusconismo ) doveva diventare come il fascismo ( berlusconismo), avrebbe fallito ogni pensare e fare NON VIOLENTO ,ogni cultura dei diritti umani e il popolo non avrebbe potuto saper fare la differenza,come infatti il nostro è stato spesso e volentieri portato a nn saper fare-per giunta poi cornuto e mazziato xkè sarebbe italiota-questo il nucleo di CAPITINI,che è sempre importante ricordare, non solo oggi perchè quasi cinquantanni indietro,nel 1961, poté pensare alla prima marcia della pace.


# 51    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 17:53

"...In questa città, che per aver avuto una storia viva anche nei secoli successivi al Cinquecento e specialmente negli ultimi cento anni, è come una sintesi dell'antico prevalente in alcune città umbre, come Assisi che la fronteggia, e del moderno, industriale e commerciale, prevalente in altre come Foligno e Terni, si vede chiarissimo che il problema della «provincia » italiana non sta in un risalto da dare al folclore (che è strumento reazionario per fermare lo sviluppo della coscienza e l'ammodernamento delle classi popolari), o in un'esclusiva esaltazione di vecchie glorie locali, il problema è di vivere i problemi generali, anche universali e mondiali, con forze locali, con una sempre più intrinseca collaborazione tra intellettuali e popolo (la distanza tra i due, fu una delle cause del sorgere del fascismo), e si può dire che in questo l'Umbria è avanti; questo è forse il suo migliore progresso. Non si risolvono i problemi umbri della disoccupazione, della scuola, della riforma agraria, dello sviluppo industriale, del contrasto al prepotere confessionale, soltanto o principalmente in sede locale, ma inserendosi nelle grandi campagne nazionali e internazionali...." luglio 1959 - aldo capitini


fuori tema : Zaia : mi diminuirò lo stipendio , ma che bravo e di quanto ? del 5 per cento: sai che sacrificio........


certo che leggere che il primo nella classifica delle vendite di saggistica è Luciano De Crescenzo a uno gli cascano le braccia




Sfila sul tragitto Perugia - Assisi anche il popolo delle carriole. Per non dimenticare il dramma dell’Abruzzo, diversi ragazzi hanno portato dal centro dell’Aquila la forza della loro protesta. “A più di un anno dal sisma, la terra abruzzese vive ancora il dramma di una ricostruzione – ci raccontano due ragazzi in marcia – molto differente da quello che i media spesso ci raccontano”. La loro partecipazione è anche un modo per accendere i riflettori sul loro caso, che fagocitato da tv e giornali nei giorni del terremoto, è stato rapidamente dimenticato. I ragazzi fanno servizio civile all’Arci e raccontano come a sovvenzionare le loro attività siano solamente delle donazioni. Rimane il “dramma della ricostruzione”, incapace di valorizzare il potenziale storico e sociale dell’Aquila. Le new town, nuove e funzionali, “uccidono la quotidianità” di chi ha visto crollare il proprio centro di aggregazione. Per questo sono qui, per illuminare un dramma tutto italiano, dove l’apparenza e il video spesso offuscano i reali problemi di chi, una volta entrato nell’evento, ne esce, pagando amare conseguenze.
http://www.perlapace.it/index.php?id_article=4360


Sentito Bossi?__________________________________________________________«Berlusconi vuol tirar dentro nel governo anche Casini. Quando c'era Casini tutti i giorni ne combinava una. Allora non lo so se è utile»________________________________________________________________ Casini è una roba scandalosa! Ha passato tutta la campagna elettorale a dire che lui voleva "fermare l'egemonia della lega al nord" e poi, dopo le sparate di Cota e Zaia sulla RU486, se ne è uscito con "la lega è una grande forza politica"!!! Ma chi è che vota per certa gente? Meglio Bossi che un caz.zone parac..o come casini e soci.




# 58    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 19:14

"Può essere il programma e la tensione di persone isolate, e può diventare il metodo di lotta di grandi moltitudini", scrisse il fondatore del Movimento Nonviolento. Poteva sembrare un sogno utopico quello di Capitini, e molti ne erano convinti, attratti da altre proposte politiche. Ma il tempo e i fatti hanno dato ragione a Capitini. "Il metodo nonviolento è destinato a rinnovare profondamente la società umana e questa volta veramente in modo universale, perché il problema è comune a tutti". E ancor oggi i grandi movimenti che pensano che un altro mondo migliore sia possibile, e le singole coscienze che vogliono convertirsi, devono fare i conti con le sfide che la nonviolenza pone. Azione nonviolenta, con umiltà e costanza, vuole essere uno strumento al servizio di tutti gli amici e le amiche della nonviolenza. Come scrisse Capitini nel primo editoriale: "Con Azione nonviolenta poniamo un centro di questo lavoro".
http://lists.peacelink.it/nonviolenza/2010/05/msg00015.html






"Se sto in Vietnam mi piace mangiare vietnamita, essere loro ospite quando capita, scoprire i loro costumi e cultura e a questo abituare i miei figli." - "La gioia della vita, il godere di quanto ogni orizzonte dischiude, l’offrirlo ai figli, eccitarmi per nuove scoperte, gioire della condivisione…" "Godevo al vedere i miei figli dentro capanne affumicate, a curiosare tra il nulla che costituisce la vita dei poveri…" - "E in quei problemi crescerò i miei figli, sperando vederli consapevoli dei grandi orizzonti che li circondano…" - " E magari vederli crescere inseguendo sogni magari irraggiungibili, come ho fatto io…" "Sto in Vietnam, pur se continuo a sognare i miei dolci colli delle Marche." Nel giorno della marcia della pace ho voluto ricordare chi ha operato per la pace globale facendo il medico. Carlo urbani medico senza frontiere, morì di sars avendone scoperto il vaccino, in qualita di medico ricercatore in Vietnam per conto dell'organizzazione mondiale della sanità
http://www.aicu.it/carlourbani.asp


# 62    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 19:50

"La MR è qualcosa di molto semplice ma difficile da applicare nella nostra società ogni volta più individualista e violenta, dove non c’è, il più delle volte una vera comunicazione e dove gli interessi prevalgono sui diritti.La maieutica reciproca (MR) è un metodo di comunicazione nonviolenta, sviluppato da Danilo Dolci e diverso della maieutica socratica, che si può utilizzare con i gruppi in diversi contesti e con diversi obiettivi. I principali valori propri della MR sono: l’ascolto attivo, l’espressione onesta e sincera del proprio pensiero, la partecipazione, la valorizzazione dell’altro e la collaborazione. Il processo maieutico attiva e sviluppa nei partecipanti competenze e valori importanti come: imparare a valorizzare il gruppo (capacità fondamentale per poter vivere in società e costruire insieme), imparare a collaborare, imparare ad apprezzare e rispettare l’altro, imparare a essere attivo e coinvolto nella società; e ancora promuove l’aumento dell’auto-stima e la consapevolezza. La MR è un “processo di esplorazione collettiva che prende come punto di partenza l’esperienza e l’intuizione dell’individuo” (in La struttura maieutica e l’evolverci, 1996) e quindi promuove i processi di gruppo e la pluralità di esperienze e punti di vista. Come scrive Danilo in una delle sue poesie: “Una riunione è buona se alla fine/uno non è più lui/ed è più lui di prima.” (in Poema umano, 1974)....."
http://www.danilodolci.it/images/integrazione.pdf


# 63    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 19:51

L'appello di Petrini al salone del libro di Torino: ''rispettiamo i contandini;i contadini in italia erano il 50% della popolazione nel 1950, ora sono solo il 3% ...ritorniamo a dare valore e dignità ai contadini, ritorno alla terra'' http://mmedia.kataweb.it/video/24593781/l-appello-di-petrini-giovani-mangiate-pane-e-salame ---------------------------------------------------------- ACQUA BENE COMUNE ...FATE GIRARE E DIFFONDETE http://www.youtube.com/watch?v=sb1WsbW-oJs


# 64    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 21:9

_______Per Pasolinante____________Capitini! l'ho scoperto per caso anni fa, cercando di approfondire scritti di Gandhi, mi incuriosì "il gandhi italiano" in particolar modo la diffusione capillare agli studenti di scritti non tanto sulla non violenza, che comunque è un concetto più "comune", quanto la "non menzogna" che non avevo mai sentito prima. E così scoprii l'"inventore" della marcia della pace. :-) _______Quel tipo di maieutica sarebbe la cosa più facile e quasi OVVIA di questo mondo e parte proprio dall'ascolto. Se non ascolti come fai a conoscere un problema diverso dal tuo. Ma l'uomo, come dicevo più su a matusa, ritiene tutto di sua proprietà, anche un "problema" è solo suo e se è lo stesso di un altro uomo, il suo è più grave.________________________"Aver mostrato che il pacifismo, che la nonviolenza, non sono inerte e passiva accettazione dei mali esistenti, ma sono attivi e in lotta, con un proprio metodo che non lascia un momento di sosta nelle solidarietà che suscita e nelle noncollaborazioni, nelle proteste, nelle denunce aperte, è un grande risultato della Marcia" Aldo Capitini.


# 65    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 16/5/2010 alle 23:48

Complimenti per l' ennesimo spot pro libri chiarelettere. è la settimana della publicità selvaggia? Bene, leggete il resto! ---------- @ CARA redazione ---------------- Vi ho scritto suggerendovi di filtrare caratteri per impedire html, e questo è il risultato.------------ Quello che ha combinato la dol è la dimostrazione palese dell' incapacità tecnica della struttura che vi "supporta" (e sono paroloni inappropriati ad una manica di incompetenti).------------ Personalmente mi sarei rotto i coglioni di farmi prendere in giro da voi.------------------ Continuate a trattare chi commenta con superiorità e supponenza----------------Ma forse la soluzione per sistemare il blog c'è: ovvero toccarvi nel vivo, nel portafoglio ----------------------------- Volete una dimostrazione? Basta chiedere, oppure lasciate le cose come stanno e state tranquilli che correrranno copiose le informazioni per........... Buona serata :)


Ma come si fa?come si fa a stare in un paese in cui la ragionevolezza sembra appartenere solo a pochi?Sembra di nuotare in un mare di spazzatura e tenere la testa alta per non sprofondare è molto difficile.Mi manca la fiducia, la speranza, mi sembra che siamo in una deriva silenziosa, perchè quelli che protestano sono pochi e vengono bollati con epiteti poco gradevoli.Ho tremendamente sfiducia perchè sento che la maggior parte delle persone non capisca, o non sappia o peggio ancora faccia finta di niente, rendendosi complice di questo schifo...io personalmente sono in sciopero da italiana. Non mi riconosco in questo paese, mi sembra che la mia patria sia una madre drogata su cui non posso fare affidamento, anzi da cui mi devo difendere. Personalmente il mio sciopero da italiana consiste nel non partecipare a feste nazionali come l'Unità d'Italia e nel non tifare Italia ai mondiali neanche per un minuto. Non è una protesta evidente e appariscente, ma lo faccio per me, perché sento di non far parte di questo paese, mi sento una clandestina.Non c'è niente da festeggiare.


# 67    commento di   katili - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 0:58

Qual e' la differenza tra il trota e Marco Travaglio dato che non tiferanno per l'Italia ai mondiali? Ce n'e' piu' di una, ma comincerei con questa: Marco Travaglio non si mette in tasca 12000 euro al mese senza fare un *cazzo* poi: Marco Travaglio ha un cervello che funziona; al trota il cervello serve come concime per far crescere i capelli ...
http://comevorrei.ilcannocchiale.it


Un pensiero che tenta di eludere i controlli, perché li reputa iniqui e inopportuni, da parte di chi, al contrario, dovrebbe essere un po' controllato... Notte!


Qualcuno sa darmi informazioni su come continuare a guardare Annozero dal sito RAI? Mi spiego: - Abito negli Stati Uniti - Da quando la RAI ha aggiunto il menu' al lato del video, per le diverse parti del programma, ricevo il messaggio "La diretta non e' disponibile... Riprovare fra qualche minuto" - Ho provato sia con un Mac (usando Chrome, Firefox, Safari) che con un PC (usando Firefox e Internet Explorer): stesso risultato. Ho scritto anche alla redazione di Annozero per informarli, ma nessun cambiamento. Altri dall'estero hanno questo problema?


Chiarimento circa il mio post precedente: 1. Non sto cercando di vedere Annozero in diretta; so che non e' possibile dall'estero. 2. Riesco a vedere il programma in differita, dal sito RAI, appena dopo che e' stato trasmesso; e' DOPO che hanno aggiunto il menu' che non funziona piu'. Se non risolvono il problema - che immagino anche altri hanno - il numero delle visioni dall'estero necessariamente scendera' (e mi riferisco anche al fatto che non verranno piu' contati correttamente gli accessi, visto che molti si cercheranno le clips su YouTube, in mancanza di meglio).


mi chiedo se a qualcuno di questo blog e in generale, alla massa del popolo, sia mai passato per la mente, che in questo paese (criminale, fascista), oltre ad avere a che fare con le organizzazioni criminali, che detengono l'11% del prodotto interno lordo, politici corrotti, che ci irridono davanti all'evidenza dei loro misfatti, vi sia anche una parte di responsabilità considerevole, in questo malessere italiano, da parte di un certo potere della magistratura..... mi sovviene il dubbio, considerato ciò che è davanti a miei occhi quotidinamente


P.S. consiglio caldamente di andare a vedere il film di Sabina Guzzanti: Draquila


Non entro nel merito delle inchieste Poseidon e Why not. Mi limito solamente a dire che nel mondo della magistratura il pm De Magistris è a tutti noto come il magistrato delle cause perse. Un perfetto inetto. E mai sottotitolo 'storia di un cattivo pm' risulta più azzeccato nel suo libro. Spiace solo vedere il Dott. Travaglio mischiarsi ad un simile magistrato mediocre che di magistrato ha solo il nome.


Katili ////////continua pure a sentirti eletta , cioe elevata rispetto a chi non sa fare "la differenza" che sottolinei////// finche non capiremo che siamo tutte tutti vittime, di una realtà contro l UOMO, perderemo sempre sempre sempre //// Il popolo non è un ' entità astratta e con la tua mentalità e automanipolazione ti renderai lontana lontana da chi si consegna , ugualmente a te, alla manipolazione delle trote//////


Frada 79/////// ciao :-)))) //::::/// molto bello x me leggere il tuo commento , " a mani tese" come il duetto che ieri correva fra me e marziam///// se noti , fin dai tempi in cui le scelte "di marketing" di chi avrebbe avuto dovuto aver cura di questo spazio, non si è mai appalesata la forza della non violenza come stato relazionale necessaria alla vira di qst spazio////////è sempre stato incrementato senza alcun deterrente e richiamo al disclaimer( che ora la redazione richiamerebbe peri il format senza a capo dei commenti) , quel comportamento e modo che prendeva a mazzate l altro, pesantemente o sottilmente-------- ed inoltre se si facevano discorsi "Universali" di tipo non violento, arrivavano le peggio derisioni e mortificazioni///// rispetto ad allora è solo mutato l aspetto quantitativo dei commenti, ma da un punto di vista qualitativo, non è cambiato nulla - parlare della " pace attiva" è snobbato completamente, meglio continuare a inveire e scaricare aggressività (nemmeno semplice tristezza e rabbia dolcemente ribelle) contro tutto il marcio di qst paese/////guai a chi parla di altre esperienze , diagnosi e soluzioni ai conflitti////grazie quindi della tua "vita attiva" //////


Che ci facciamo lì. La guerra l'ha voluta Bush, Blair e B. Ci mandino i loro figli




# 78    commento di   katili - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 9:8

pasolinante del commento #74: sara' che ho la sinapsi particolarmente rallentata stamattina, ma non ho capito perche' dici che mi ritengo "elevata" rispetto a chi non sa fare la differenza tra Marco Travaglio e bossi jr. E' forse perche' ho scritto "qual e'" in modo corretto senza l'apostrofo?!? Ho solo scritto cose che sono sotto gli occhi di tutti quelli che li tengono aperti (anche se fanno finta di niente). Altro che consegnarmi alla manipolazione delle trote. La mia mentalita'?!? La mia automanipolazione?!? Mi prendi per onanista o cosa? Scusa, ma proprio non capisco. Di solito condivido e/o apprezzo il tuo pensiero, ma stavolta sei troppo criptico
http://comevorrei.ilcannocchiale.it




Buon giorno Paso e grazie. sai anche per me è stucchevole l'espressione "pensare positivo" ormai inflazionata e sulla bocca di tutti, però credo importante aprirsi ad esperienze positive mondiali e segnalarle, perché è ancor più stucchevole querelarsi sempre o imprecare e insultare o ironizzare più o meno gradevolmente su B & co.


Commento di Margherita # 53 ed anche di straforo, di Renzo C #65 "Ma per tornare al proposito del libro e de' posteri, i libri specialmente, che ora per lo più si scrivono in minor tempo che non ne bisogna a leggerli, vedete bene che, siccome costano quel che vagliono, così durano a proporzione di quel che costano. Io per me credo che il secolo venturo farà un bellissimo frego sopra l'immensa bibliografia del secolo decimonono; ovvero dirà: io ho biblioteche intere di libri che sono costati quali venti, quali trenta anni di fatiche, e quali meno, ma tutti grandissimo lavoro. Leggiamo questi prima, perché la verisimiglianza è che da loro si cavi maggior costrutto; e quando di questa sorta non avrò più che leggere, allora metterò mano ai libri improvvisati. Amico mio, questo secolo è un secolo di ragazzi, e i pochissimi uomini che rimangono, si debbono andare a nascondere per vergogna, come quello che camminava diritto in paese di zoppi. E questi buoni ragazzi vogliono fare in ogni cosa quello che negli altri tempi hanno fatto gli uomini, e farlo appunto da ragazzi, così a un tratto senza altre fatiche preparatorie. Anzi vogliono che il grado al quale è pervenuta la civiltà, e che l'indole del tempo presente e futuro, assolvano essi e loro successori in perpetuo da ogni necessità di sudori e fatiche lunghe per divenire atti alle cose. Mi diceva, pochi giorni sono, un mio amico, uomo di maneggi e di faccende, che anche la mediocrità è divenuta rarissima; quasi tutti sono inetti, quasi tutti insufficienti a quegli uffici o a quegli esercizi a cui necessità o fortuna o elezione gli ha destinati. In ciò mi pare che consista in parte la differenza ch'è da questo agli altri secoli. In tutti gli altri, come in questo, il grande è stato rarissimo; ma negli altri la mediocrità ha tenuto il campo, in questo la nullità. Onde è tale il romore e la confusione, volendo tutti esser tutto, che non si fa nessuna attenzione ai pochi grandi che pure credo che vi sieno; ai quali, nell
http://www.leopardi.it/operette_morali24.php


Onde è tale il romore e la confusione, volendo tutti esser tutto, che non si fa nessuna attenzione ai pochi grandi che pure credo che vi sieno; ai quali, nell'immensa moltitudine de' concorrenti, non è più possibile di aprirsi una via. E così, mentre tutti gl'infimi si credono illustri, l'oscurità e la nullità dell'esito diviene il fato comune e degl'infimi e de' sommi. Ma viva la statistica! vivano le scienze economiche, morali e politiche, le enciclopedie portatili, i manuali, e le tante belle creazioni del nostro secolo! e viva sempre il secolo decimonono! forse povero di cose, ma ricchissimo e larghissimo di parole: che sempre fu segno ottimo, come sapete." Leopardi Dialogo di Tristano e di un amico 1832


@Redazione, ma almeno il tag BR potreste evitare di filtrarlo? Riguardo l'argomento del giorno: io sogno un'Italia in cui un De Magistris torni a fare il magistrato e lasci la politica. Se ha qualcosa da dire esistono sempre i libri, come in questo caso. Molti magistrati hanno scritto libri, senza però darsi alla politica. Continuo a pensare che esistano modi e modi di esternare.


# 84    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 10:57

KATILI///// il popolo non è una concezione astratta , è un mondo PERSONE////sappiamo che le hanno svuotate in parte ( non quantitativamente come vorrebbero farci credere con certi sondaggi e propagande, ma in parte è cosi)...piu ci rivolgeremo loro con frasi ed estrenazioni identiche ai loro capitrote ( vedi il fenomeno "tifo" o non tifo per l'italia pallone), piu ci confonderemo con modi e slogan che appunto i loro capitrote usano gia per manipolare le PERSONE ////// l'automanipolazione che ho usato, era relativa quindi alla trappola mentale o l'autoinganno che ci saremmo autoprodotti, usando manifestazioni di pensieri di cui solo in un gruppetto di consapevoli possiamo ritenere con le differenze che segnalavi///// occorre essere piu universali,meno spocchiosi,piu carnalmente politici ritornando al senso antico delle relazioni/rapporti umani///// occorre immedesimarsi di più nella testa e nelle vite di tante persone PERSONE che non hanno mai "desiderato" capire il loro romanzo personale di vita intrecciando le proprie tragedie a quella piu ampia di un destino drammatico di un intero "sistema paese"///// per poter "avvicinare" alla consapevolezza di tutto cio , è oramai perfettamente inutile nascndersi dietro le icone che hanno seminato per anni libri, teatri e spettacolarizzazione dell'indignazione civile e di un linguaggio che avvicina solo un'elite,peraltro manipolata dall'alto come tutte le èlite del sistema paese, chi piu chi meno, chi con imperi visibili ,chi con imperi invisibili//////bisogna tornare alla base di quei movimenti,come quelli che diceva marziam o che vi segnalavo gia giorni fà e poi ieri in cui si sta INSIEME spezzando le nuove ideologie, quasi piu perniciose e pericolose di quelle comuniste/anticomuniste del passato...le nuove ideologie del dissenso civile hanno creato piu divisioni senza cogliere (come pochi movimenti hanno saputo fare) il senso dei comuni denominatori( vedi ad es. acqua o cibo o salute) che possono "INGLOBARE" anche quelli ch


# 85    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 10:57

che possono "INGLOBARE" anche quelli che in cerca di identità, si sono rivolti a coloro che sempre dall'alto hanno manipolato il tutto vuoi con una padanità ,vuoi con un'italianità a tutto tondo FUFFA E TRUFFA////bisogna saper essere fratelli per smontare i falsi parti dell'amore, ovviamente senza crocefissi o altri campanili e chiese anche atee, solo di fratellanza laica/// ciao e buona giornata :-)))


# 86    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 11:2

marziam ...GRAZIE DEL NOSTRO AMICO DENOMINATORE POETICO POLITICO "pessimistica_mente" in comune " pro_positivo"..buona giornata anche a te //// (*_*) ------------------------------------------MAtusssss ti segnalo per la nostra cara garfagnana e non solo, questo articolo BELLISSIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO (*_*)...non devi comprare il libro nèh eh eh eh eh eh eh ...............http://www.libreidee.org/2010/05/meccanica-celeste-maggiani-la-bellezza-salvera-il-mondo/


# 87    commento di   katili - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 11:4

pasolinante: ok, ti sei spiegato. Ma non mi sembrava di essere stata cosi' snob. Se i principi di fratellanza hanno il loro valore, tenere gli occhi aperti non fa male di sicuro
http://comevorrei.ilcannocchiale.it




# 89    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 11:39

Galliani smentisce le voci sulla vendita della società, ma il futuro resta tutto da chiarire. COMMENTO: E se Berlusconi facesse il direttore tecnico? (Corriere della Sera) Ma non era pieno di legittimi impedimenti?


Beh, oltre alla pubblicita' dei libri dovremmo metterci anche quella ai film, quasi due post per quella. Ma guarda come funziona bene il passaparola quando si tratta di fare un favore all'amico o all'amica, tutti si mobilitano all'unisono, una bella rete di comunicazione tra l'intellighenzia, non c'e' che dire.__________________ Pero' a me sembra sempre piu' lampante un certo conflitto d'interessi, ma per fortuna si parla sempre solo di quello degli altri, questo si che da un gran senso di liberta' a tutti noi. Sono anche certa che tra breve uscira' un bel post di denuncia che fughera' tutti questi dubbi, individuando quei due tre capri espiatori su cui riversare l'indignazione;).___________________ Spero che il film della Guzzanti abbia dato spazio a tutte le voci sulla vicenda. Spero non abbia usato gli stessi criteri che voleva usare per il suo film documentario sull'informazione, per il quale contatto' Barnard, ma poi, per non disturbare troppo gli amici Grillo e Travaglio, non gli fece piu' l'intervista, determinato com'era a dire certe cose. Questo almeno quanto riportato dal 'pazzo' Barnard, che ogni tanto c'azzeca pure;). _____________________ Apprendo anche che Travaglio ha finalmente lanciato forse la sua protesta nazionale? Non tifare l'Italia ai mondiali? Ma che bella protesta incisiva, bipartisan e trasversale, dai passiamo parola, tutti a tifare Israele, l'unica democrazia dove i politici corrotti si dimettono, guarda Netanyahu, ahahah;), vedrete che cosi' in Italia cambiera' qualcosa.


Ma il blog non dovrebbe essere una palestra di opinioni a confronto, anche di polemiche se neccessario ma a titolo costruttivo? Vedo che ogni tanto qualcuno apre polemiche conflittuali con la redazione di cui non capisco lo scopo. Vedi post. 65 di Renzo C. piuttosto incomprensibile. Vorrei capire. Grazie


#91 Quoto


De Magistris è un bel "combattente", ma con quello che la destra ha, già, fatto, mi sembra incredibile che il P. D. L. è, ancora, al governo. In un Paese serio MA ANCHE in Italia, per esempio, fino a intorno al '95, si mettono e si sono messi GOVERNI TECNICI, appoggiati da larghe e trasversali agli schieramenti maggioranze. L'economia è "al collasso", piangiamo.


# 94    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 12:2

x francesco il vecchio / hai letto solo renzo c o anche altri? (vedi annuska o me o marziam o frada o altri cmq ancora troppo pochi in genere come sempre ?)----------tutti insieme nel nostro "plurale" di diversi punt d vitsa cmq convergenti cosa abbiamo voluto dire nel corso del tempo? QUELLO CHE HA RIEPILOGATO PERFETTAMENTE ANNUSKA....cioè cosa? che non si è trasversali/universali adottando gli stessi modus operandi di certe caste..........che il cambiamento non ci sarà mai se le torri d'avorio del dissenso civile se le cantano e se le suonano per i propri simpatizzanti che a forza di andare avanti cosi , stanno non pensando (PRO)POSITIVO con la loro testa ,ma ridotti a un malcontento contro tutti e tutto nelle diverse geremiadi "istituzionalizzate" tanto come sono istituzionalizzati, cioè CONTROLLABILI MANIPOLABILI i fans dell'altra parte....inoltre per saper / desiderare la volonta determinata di risolvere i conflitti ( di interessi , bisogni, classi, classi liquide e liquidità,lavoro e diritti umani fonamentali tutto compreso) bisogna saper DIAGNOSTICARE a tutto tondo , senza occultare parti della verità quale quella suklle vere lobbies nazionali e sovranazionali che manovrano IL DENARO(!!!) come sa fare un barnard o un foa e tanti altri che non puntano le loro interazioni e spiegazioni solo su determinati fenomeni ma su tutti:Crisi finanziaria + crisi morale+ sfiducia civica dilagante+rabbia+disoccupazione: La miscela è esplosiva… le torri d'avorio devono scendere TRASVERSALMNTE FACENDO RETE ,LEGGENDO IL LIBRO dei (bi)sogni autolimitando i loro piccoli poteri di guru ed "elevandosi" a vero motore del rinnovamento, non del fai che tutto cambi ,urlando a questo o quel corrotto o buffone, e rimanendo nel detto e ridetto stile tifo del pallone.


- 93, Andre. De Magistris alla guida di un governo tecnico, "di salute pubblica", "di larghe intese", "istituzionale", fa lo stesso. Io ho provato a dire il governatore di "Bankitalia" Draghi, il presidente della Camera Fini, il ministro Brunetta, il grande Ciampi, tanto per citare alcuni nomi e mi hanno riso in faccia... Perché non metterci, allora, De Magistris?


Il premier potrebbe essere Luigi De Magistris. Sì, lo vedrei bene.


# 97    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 12:11

Riflettendo sul "mani tese" : grazie per averlo scritto pasolinante. So che l'unica strategia di "vittoria", non in senso politico, economico ecc. ecc, ma di VITA, è contenuta in quella maieutica di Capitini, o negli scritti di Gandhi o di MLK, o più in generale nella non violenza a ogni livello, non solo di mazzate fisiche probabili e possibili. che pressupporrebbe tanti altri concetti chiusi e racchiusi. Se siamo ancora al pro qualcuno contro qualcun altro, tipo le affermazioni di katili (non è personale chiaramente, ma ho questo esempio al momento) siamo e saremo perennemente fuori strada. Travaglio o bossi possono fare quel che vogliono, il padre di uno decide che il tricolore si può usare come carta igienica e il figlio gli va dietro, travaglio fa una dichiarazione che per quanto mi riguarda, può semplicemente essere inserita nei gusti personali, che diventano gossip a questo punto, senza nulla aggiungere a una conoscenza d'insieme delle cose e dei fatti che si propone di fare. QUindi per quanto mi riguarda entrando nella libertà personale di ciascuno, ai mondiali posso tifare italia e guardare le partite, posso spegnere la tv e godermi le strade libere, posso tifare Senegal, beccandomi al massimo un "non sei patriottica". Penso che il patriottismo esuli da manifestazioni tipo le parate del 2 giugno, per quanto sorrido alla mascotte davanti ai cavalli, o possa commuovermi davanti agli anziani commossi al suono della banda. A questo punto ci sarebbero tanti concetti da aggiungere, già solo per il fatto che gli anziani vivono direttamente il ricordo di guerre e liberazione sulla loro pelle. Una conoscenza diretta della storia che noi dagli anni 50 in poi abbiamo studiato, se effettivamente abbiamo studiato, solo sui libri. L'aver vissuto una guerra, l'aver vissuto la Liberazione, e prima il fascismo e poi i partigiani e poi tante altre cose. Forse gli anziani sono quelli che veramente si rendono conto di dove siamo arrivati perchè hanno quella conoscenza diretta


# 98    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 12:12

Forse gli anziani sono quelli che veramente si rendono conto di dove siamo arrivati perchè hanno quella conoscenza diretta e sono più svegli e in gamba di noi. Hanno saputo fare popolo. Fare popolo, fare patria, certo non si vede dalla partita di pallone dei mondiali guardata insieme per poi esultare in strada come agli ultimi mondiali. Fare patria è un'altra cosa. Fare popolo è ciò che fa patria. Fare popolo sarebbe stato opporsi alla privatizzazione dell'acqua, o al caro vita, ai precari, ai suicidi in carcere, al popolo delle carriole dell'aquila. Fare popolo per pensioni e liquidazioni bloccate, mentre brunetta sostiene che le persone comprenderanno e staranno buone. Fare popolo presupporrebbe prima fare persone. Il vero dramma è questo.__________BUona giornata a tutti_______a dopo


coraggio sole rosa, basta aprire voglioscendere e trovi amici veri anche se lontani


Il Sole 24 ore scrive: C’è un’economia che non conosce crisi, ed è quella delle società pubbliche. Rovesci dei mercati e norme sempre più restrittive, almeno nella lettera, non hanno frenato l’impegno “capitalista” (si fa per dire) di Pa ed enti locali, che anche nel 2009 ha continuato a intensificarsi. A fine anno l’elenco degli enti partoriti dalle pubbliche amministrazioni si è allungato ancora rispetto a dodici mesi prima: 7.106 contro i 6.752 registrati nel 2008. Merito soprattutto di una parolina magica, la «proroga», che arriva sempre puntuale a sterilizzare gli effetti di norme nate nel segno del rigore. L’aumento di società e consorzi è nell’ordine del 5%, e trascina con sé quello degli amministratori, saliti della stessa misura e volati a sfiorare quota 25mila.
Società pubbliche




Attenzione alle accuse alla pubblica amministrazione, dalle provincie in esubero agli enti in esubero. Sono tutti posti di lavoro, inoltre, nel caso delle provincie sono possibilità di partecipazione diretta, più diretta dell'accorpamento di sempre più comuni presso altre provincie. Il problema dei soldi sprecati nella pubblica amministrazione è minimo rispetto ad altri, e non è riducendo la pa che si risolve, anzi ha bisogno d'investimenti per essere più efficente, e di riforme sulla burocrazia ideata solo per renderla inefficente. Tanto là dove non c'è il pubblico arriva il privato, che fa più danni all'economia del paese e al mondo del lavoro. È il privato che andrebbe ridimensionato prima che il pubblico, non ce lo dimentichiamo, non ascoltiamo solo le voci di giornali che rispondono a determinati padroni.


# 103    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 13:44

marziam..ti fai sempre piu a "mani tese" reciproche , quel sito tempo fa ce lo segnalavamo con frada79 perche è fatto veramente da dio...GRAZIE DI CONOSCERLO/ AVERLO A CUORE anche tu....(*_*)


Per Pasolinante - Cara Amica la tua risposta al mio post, sin troppo dotta e articolata è andata ben al di la della mia che era una semplice considerazione. Io intendevo solo sostenere che un blog, per me, dovrebbe contenere pensieri, commenti, anche aspre polemiche su argomenti di interesse generale che possano suscitare dissenso e contrasti anche forti, senza pretesa alcuna di omologazione a pensieri dominanti. Ho trovato il post di Renzo C un triste esercizio conflittuale di tipo personale verso la redazione, di impronta molto autorefenziale. Mi sembra che il post # 105 anche se in modo molto molto colorito fotografi un po' la situazione.


# 105    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 14:31

francesco il vecchio amico caro, al netto dei modi acidi che ho subìto anche io , al netto dei modi di sentirsi "piu intelligenti" del mondo ( che non contraddistinguono purtroppo solo renzo c) , le sue contestazioni logiche operative quando non sono estrenazioni per ripicche "personali" che ho trovato fuori luogo e modo, nn sono campate per aria certe contestazioni di renzo, perche continaundo cosi , meglio che ci andrà si rimarrà fermi alle geremiadi e gli spettacoli. ciao :-)


# 106    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 14:59

# 108 commento di francesco (il vecchio)------------------- non sei abbastanza vecchio su questo blog per capire a fondo ciò che ho scritto e che, guarda caso, non era a te indirizzato.------------ poichè non ha senso mandare email alla redazione, è molto meglio, a mio insindacabile giudizio, prenderli per il culo qui, loro capiscono assai bene ciò che ho scritto e anche qualcun'altro.-------- se non lo avessi notato, caro francesco il vecchio e distratto, ho suggerito di filtrare i tag qualche gg fa e lo hanno fatto, ma questo è il risultato.-------------- adesso puoi scrivere che se il blog è illeggibile è colpa mia.-------- ciao e rileggi prima di sentenziare.


Per Pasolinante - Amica mia - leggendo i post 105 e 110 capisci cosa intendevo per uso distorto e personale del blog? A presto


@Renzo C. sei decisamente fuori contesto qui, piuttostoanzicchennò.


# 109    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 16:26

renzo c ///// continua a rompere gli schemi /// se ci tolgono tutti fuori dai cojoni, ottengono cio che hanno sempre voluto ////non vogliono rapporti bidirezionali ma unidirezionali di fans/tifo /////non dobbiamo dargliela vinta/////////compatibilmente agli altri impegni, continua a farti "vivo",contro il morto che vorrebbero//////


# 110    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/5/2010 alle 21:49

# 108 commento di StufA ----------------------- e quindi?


@Renzo, quindi niente. :) Semplice constatazione, e non era affatto una critica nei tuoi riguardi, anzi. Mi sembra un po' come se si fosse perso il senso di fondo del commentare, per cui se tu ti preoccupi in modo reale dell'accessibilità di questo blog sei OT, qui ormai pare di debba parlare di tutt'altro. Buona giornata.


VIVIAMO IN UN PAESE DI LADRI E DI CORROTTI....nel leggere le parole di marco m'è venuta una rabbia incredibile...grazie marco e un grazie a luigi...la gente onesta e con voi


# 113    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 18/5/2010 alle 14:54

# 111 commento di StufA ----------- Ah, ok, adesso ho capito.----------- Ma se il fine è chiudere il blog, bastano un paio di click.-------- Pensi invece che cerchino di sopprimerlo lentamente? Può essere.--------- Resta comunque un fallimento da parte loro. Ciao :)


@Renzo._______Che dirti, io non ho certezze sulla gestione di questo posto e quindi non me la sento di abbracciare la tesi del complotto contro i commentatori. Hai ragione quando dici che per chiudere bastano due click. Soprattutto postare interventi, moderare, richiede tempo e cura. A che pro che poi si vuole che chiuda? In fondo questo spazio è sempre una vetrina. Io anzi credo che sia nonostante tutto notevolmente migliorato. Troppo lassismo in passato ha permesso derive che son diventate pretese di diritto da parte di alcuni, ma forse c'erano anche le elezioni di mezzo, libri da scrivere, altri impegni pressanti. Maggiore controllo? Alleluja, era ora! Allontanare le voci contrarie? Io non sono dolce di sale nei miei ultimi interventi, decisamente critici, ma son sempre lì. Non riesco quindi a vederci intolleranza verso le voci contrarie. Far morire questo posto allontanando le voci critiche? Mah, questione di punti di vista. Altri potrebbero dire: migliorarlo. Qui conta la visione di insieme di chi gestisce lo spazio, per me insondabile al di là di ovvie valutazioni di utilità loro. Di certo questo posto non muore se in tanti qui lasciamo. Si chiama ricambio di utenza. Tu sai quanto me che la rete è democratica: non conta un cavolo nessuno, siamo tutti sostituibili. Pensare che si voglia distruggere un posto solo perché chi lo gestisce vuole selezionarne in qualche modo l'utenza (pienamente lecito a mio avviso, è così che funziona internet), significa solo peccare di egocentrismo a mio avviso. Avrei evitato di dilungarmi, ma mi rendo conto che il mio intervento precendente è ugualmente troppo sibillino. Sei fuori contesto rispetto all'utenza media, IMHO. Qui ormai da tanto si parla troppo del niente, tu che c'entri con tutto questo? ;-)


Caro Marco, e dopo questa prefazione, cosa pensi degli attacchi di Grillo a LdM? non ho sentito da te una parola su questo. Eppure riguarda due persone che nei fatti sono a te molto vicine. Diplomazia? almeno tenta di calmare il grillo esagitato.... saluti Giuseppe



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti