Commenti

commenti su voglioscendere

post: Fate la carità a San Guido

da Il Fatto Quotidiano, 5 giugno 2010 Gentile San Guido, nel ricevere l’atto di citazione in cui Lei chiede al sottoscritto e a Padellaro la bellezza di 100 mila euro come risarcimento per il danno patrimoniale e non che avremmo inferto al Suo “decoro” e alla Sua “reputazione” con un solo articolo e – cito testualmente – per “il patema d’animo sofferto in relazione al contesto sociale”, intendo anzitutto congratularmi con Lei per svariati motivi. 1) Lei ha ancora un “decoro” e una “reputazione”, il che non è poco con questi chiari di luna. 2) Lei, nonostante tutto, li valuta addirittura 100 mila euro, il che denota una notevole autostima . 3) Lungi dal contrarre allergie nei confronti dei tribunali, divenuti ultimamente il Suo habitat naturale, Lei ha deciso ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


- Avreste bisogno di un avvocato "che ne sa", perché 100.000 Euro sono tanti, ormai denunciano per ogni cosa e chiedono risarcimenti "milionari"...


per come stanno andando le cose,ci possiamo informare solo con rotten.com


....forse dovevate fare i politici..... " Cari amici, cifre in parte note, ma che fanno inorridire. Questo comunicato è stato inviato anche alle istituzioni religiose come fonte di meditazione per le loro omelie, ma tanto non ne parleranno mai in chiesa Oggetto: TESSERA PERSONALE DI RICONOSCIMENTO Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa 1.135,00 al mese. Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali. STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare) RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00) TUTTI ESENTASSE TELEFONO CELLULARE gratis TESSERA DEL CINEMA gratis TESSERA TEATRO gratis TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis FRANCOBOLLI gratis VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis PISCINE E PALESTRE gratis FS gratis AEREO DI STATO gratis AMBASCIATE gratis CLINICHE gratis ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis ASSICURAZIONE MORTE gratis AUTO BLU CON AUTISTA gratis RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi ( per ora!!! ) Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha


(Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio) La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO. La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !! Far circolare...si sta promovendo un referendum per l'abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari...queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani... CONTINUATE LA CATENA. UN CALOROSO SALUTO A TUTTI "


# 35    commento di   tubum12 - utente certificato  lasciato il 5/6/2010 alle 22:14

valentino si è fatto male


# 36    commento di   tubum12 - utente certificato  lasciato il 5/6/2010 alle 22:16

16 bel post
16


# 37    commento di   tubum12 - utente certificato  lasciato il 5/6/2010 alle 22:21

marco il finale m'è piaciuto ma è amaro , salutami peter gomez


SEQUESTRATO L'ODORE DEI SOLDI! Pare che Veltri avesse ragione...


Che vergogna,hanno il coraggio anche di querelare chi giustamente e correttamente ne divulga le malefatte. A pedate nel sedere vanno mandati in cella questi disfattisti dell'Italia che la correttezza e la legalità non sanno nemmeno che cosa sia. Bravo Marco,tu sei un giornalista nel VERO senso del termine e non come tanti quacquaracquà che imbrattano soltanto la carta senza il necessario coraggio di raccontarci le VERITA' che il popolo ha non solo il diritto ma il DOVERE di SAPERE!!!!!!!!!!!!


# 40    commento di   tubum12 - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 0:0

forse la notizia che la seconda nave la nave irlandese NON è stata attaccata non proprio vera informzione


BadaBOOOOOM... che bella mazzata sonora!!! Sarà divertente vedere come andrà a finire, e quanti saranno gli euro che dovrà sborsare il Berto per una causa perda in partenza... speriamo che si sia fornito di un avvocato delle cause perse... perchè di quello ha bisogno! :D :D :D


ahahah condivido in pieno ufffffffffffffffff!!! cmq tornando all'articolo mi viene da dire MADDAI!! (cfr Bersani ad Annozero, e qui ci sta bene) si potrà cadere + in basso di così? ke gente di m*** qst politici italiani.. ke altro vuoi aggiungere?? ritiratevi tt e ricominciamo da zero..


marco travaglio : articolo geniale


Non c'è veramente limite alla faccia tosta e all'arroganza. Vivo con immensa preoccupazione i tentativi d'imbavagliamento che il regime ogni giorno attua, riuscendoci, quindi forza e coraggio al fatto quotidianno ed a Marco Travaglio.


andate a chiedere i soldi a messina, lì li regalano se si hanno "buone conoscenze"


Gli oncologi lanciano l'allerta sulla manovra: «Abbasserà la qualità di cura per i malati di cancro». I tagli al personale sopprimeranno anche i servizi essenziali. Intanto compare un nuovo condono edilizio: questa volta è «mini». Con una spiegazione paradossale: è previsto per chi farà «abusi necessari» Medici insufficienti, chiusure nel Sud. Cresceranno i «viaggi della speranza»


Tremonti, TREMONTI!, hai toccato la sanità, la salute? Non si fa, i malati di cancro gli anziani... tremonti ma che conti hai fatto? torna a scuola




# 49    commento di   matrixn - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 10:17

BRAVO MARCO! SEI STATO ANCHE TROPPO EDUCATO NEL RISPONDERE A QUESTO BERTOLADRO ! PURTROPPO C'E' QUELL'ALTRO BERTOLADRO, IL MONUMENTO BERTOLADRO, QUELLO CHE CI GOVERNA, CHE IN TUTTA QUESTA BERTO-LADRONERIA DELLA MONNEZZA E DEL TERREMOTO, PASSA COME OSSERVATORE INVECE CHE UNICO E PRINCIPALE RESPONSABILE !!!


#56 ETA BETA Berlusca si è rimangiato un'altra delle sue promesse:quella di sconfiggere il cancro entro tre anni.


grande marco purtroppo la legge italiana non prevede che che chi querela su basi inesistenti possa essere condannato a pagare altrimenti ci penserebbero due volte prima di scrivere questa roba vergognosa ed impegnare pure i ns tribunali......grandissimo comunque sto ancora a ridere




NAVAHO, Il cancro è lui. dovrebbe sconfiggere sè stesso.


Bertolaso è veramente una barzelletta. Ah, e "Draquila" è semplicemente fantastico. Grazie infinite a "Voglioscendere" e a "Il fatto quotidiano".


Navaho, per sconfiggere il cancro in tre anni basta introdurre il divieto di diagnosticarlo...


Vedo che voi ragazzi avete ancora voglia di ridere, beati voi. Dalle parti mie, invece, la puzza di letame è talmente asfissiante che viene da vomitare.


articolo di rara cattiveria in perfetto stile "Travaglio". Sana, onesta, equilibrata, circostanziata cattiveria.


Il potere e i potenti in democrazia vanno trattati con cattiveria per evitare che gli vengano strane idee e strane voglie.




L'atto di citazione di Bertolaso può risultare comico per alcuni, ma vorrei sottolineare che c'è poco da ridere. Anche se infondata, una causa civile è pur sempre una costosa scocciatura. Marco ed il Fatto dovranno anticipare parte delle spese legali che recupereranno -se saranno fortunati e troveranno un giudice comprensivo- tra circa cinque anni... sempre che Bertolaso paghi cash e non ricorra in appello. In quest'ulrimo caso, altre spese ed altra perdita di tempo. Al termine dell'appello (sette/otto anni nel futuro) forse Marco ed il Fatto potranno recuperare le spese... ma anche allora Bertolaso potrà o pagare o ricorrere in cassazione... ^_^' Insomma: ci siamo capiti. In Italia il ricorso stesso della Giustizia può essere un'arma impropria... e pesa sui cittadini in modo proporzionale alla loro onestà: fai il tuo dovere fino in fondo e ti tocca anche pagare l'Avvocato! Sigh! O_O


Conoscete per caso un partito che abbia nel programma una legge che obblighi coloro che perdono le cause a risarcire i chiamati in causa della stessa cifra che loro pretendono ?? Se sì, avvisatemi, cosicchè io possa aumentare di un voto il suo risultato elettorale. Meglio ancora se poi avesse nel programma la vendita di tutta la rai, magari potrei attivarmi per convincere parenti ed amici a dare il voto. Statevi bene ragazzi




Credo che sarebbe un'ottima idea fare un gruppo su facebook dal titolo: "Attendiamo con ansia un dossier dal titolo “Silenzi e ambiguità dell’on. Berlusconi". Citazione del pezzo del Dott. Travaglio sul caso dell'articolo su Di Pietro. Magari in cui possa risultare proprio Travaglio come creatore. Ho fiducia che raggiungerebbe a breve un numero tale di iscritti da suscitare una reazione nella redazione del corriere o quantomeno nell'opinione pubblica. Inutile dire che siamo tutti debitori a Travaglio perché, in un periodo di totale assenza di etica professionale, svolge il suo diritto/dovere di cronaca con impegno e dedizione. Ad maiora Stefano




@G. Volpi: onestamente non credo che Travaglio, Padellaro, Gomez, Marco Lillo e gli altri de "Il Fatto" non abbiano previsto la possibilità di essere querelati da parte degli inquietanti personaggi che ormai imperversano nei ruoli chiave di dirigenza di questo Paese. Credo che tutto rientri nella "normalità italiana". Tutti i giornali riportano a titoloni quando vengono querelati da questo o quell'altro, per loro é un punto d'onore, come a dire: abbiamo ragione quindi ci querelano per cercare di infastidirci. Questo é il modo in cui funziona la giustizia civile in Italia: un'arma spuntata che nel 90% dei casi viene usata per infastidire un'avversario. Sono favorevole alla proposta sulla querela per diffamazione secondo cui se l'attore (il querelante) chiede 100, in caso di sconfitta in tribunale dovrà rifondere 30 o 50 al querelato; sanzione che dovrebbe essere stabilita in sede di giudizio in base alle effettiva sussistenza delle motivazioni a sporgere querela per diffamazione.


# 66    commento di   feliceetroppo - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 14:27

per pubblicità da autrice , non sono pericolosa e sono intelligente , gente non menatemi
http://blog.libero.it/feliceetroppo


# 67    commento di   feliceetroppo - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 14:27

sono io sono io cristiana favati


# 68    commento di   feliceetroppo - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 14:36

domani è un altro giorno statemi bene e fatemi pubblicità
http://blog.libero.it/feliceetroppo


OT. Titolo di Repubblica: "Protestano gli oncologi. Cure a rischio". - Si rilassino. Sta per arrivare il miracolo di San Silvio: il cancro sconfitto entro 3 anni! Inoltre, i veri miracoli sono gratis.


Non ho parole, un articolo fantastico. Genio


Ho visto delle foto di Masi sui giornali di oggi, in relazione all'attualità che tutti conosciamo. E subito nella mia testa si è messa in moto una frase che è più forte di me: testa di cazzo infilato nel culo di Scarface II.


Mi rendo conto che non sono controllato e misurato come al solito. Ma, se del caso, ci saranno altri a controllarmi e a censurarmi. Accetterò senza fiatare.


La mia frase è generata da un ineluttabile riflesso condizionato alle telefonate intercettate tra Scarface II e Masi. Diceve: e più forte di me:


# 50 navaho. L'ho letto solo ora: dunque niente miracolo (sconfessato il mio #73)?


L'alternarsi di affermazioni e smentite è come una infinita partita di tennis tra due ego di Scarface II.


@ navaho Stando ai miei parametri di valutazione quella di Travaglio non è cattiveria; speriamo che riesca a dissuadere il potere da queste strane idee e voglie!


# 77    commento di   feliceetroppo - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 15:35

79, in politica è una botta alla botte ed una botta al cerchio
79


Travaglio, ma lei disprezza la Puglia? Dalle nostre parti la si vede di rado; se vuole iniziamo a fare la colletta anche per lei! Mi offro come promotrice dell'iniziativa!


Trav sei un grande. Leggere questo tuo articolo fa nascere in me un sentimento di orgoglio e dignità che nessuno potrà mai cancellare dalle persone oneste fino in fondo. Luca


Articolo geniale!!! ___ Ma Vero capolavoro, nel link appena sotto, chiedere la carità per sito del Fatto.


COMPLIMENTI A MARCO TRAVAGLIO!!!!!!!! Così come richiesto da Elio Veltri, co autore della prima edizione dell'Odore dei Soldi del 2001, la sezione IX del Tribunale Civile di Roma ha disposto l'immediato ritiro della contestata nuova edizione del libro- simbolo "L'Odore dei Soldi", nella edizione uscita in libreria nel novembre 2009. Essa, come già documentato sul nostro giornale on line, era stata pubblicata senza alcuna autorizzazione da parte di Veltri stesso. Il Tribunale ha preso la decisione poichè vi "si menziona Elio Veltri come curatore degli aggiornamenti dell'opera", mentre tali aggiornamenti sono da attribuirsi per intero ed esclusivamente a Marco Travaglio, e che, quindi, la menzione appare non veritiera. Insomma, Elio Veltri non aveva MAI autorizzato la pubblicazione della nuova edizione della sua opera, oltretutto rimpinguata da un centinaio circa di pagine delle quali non aveva MAI avuto precedente notizia, e si è ritrovato, nonostante questo, in commercio quello che non era più "suo" libro in una nuova forma da lui nè condivisa ma con il suo nome in copertina. Il Tribunale di Roma ha dunque riconosciute una serie di violazioni ed irregolarità contrattuali e sostanziali da parte degli Editori Riuniti (editori del del libro in prima stesura), della Aringoli Editori e di Marco Travaglio stesso, disponendo, appunto, in difesa dei diritti di Veltri, il ritiro di tutte le copie della pubblicazione. Il Tribunale ha inoltre condannato "in solido Aringoli Editori srl, Marco Travaglio e Editori Riuniti spa in liquidazione, al pagamento delle spese processuali in favore di Cornelio Veltri che liquida in € 2.800,00"
http://www.democrazialegalita.it/


la "furbata" di Travaglio ed Editori Riuniti di rieditare "l'Odore dei Soldi", rilanciato da Il Fatto, è andata male. La riedizione (con le modifiche apportate da Travaglio e la ripubblicazione di documenti non più attendibili alla luce delle valutazioni della magistratura) avvenuta senza il consenso di Elio Veltri ha visto la vittoria della causa da parte di Veltri e la disposizione del sequestro del libro.


Ma Elio Veltri non era un amico di Marco Travaglio?. Bell'amico!. Gli amici non si devono mai tradire. E' proprio vero il proverbio: "Dai nemici mi guardo io, dagli amici mi guardi Dio". Elio Veltri le cose che non andavano bene, le doveva trattare con Travaglio e basta. Senza tribunale. O io vivo nel mondo delle fate?.


Hai proprio ragione Barbara. Ti anticipo che nel Passaparola di domani Travaglio spiegherà perchè il processo dell'Utri non si doveva fare: erano cose fra amici. .................................................................................... La Redazione "Le Fate quotidiane"


# 85    commento di   feliceetroppo - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 18:59

MARCOLO SECONDO ME FAI TROPPE COSE E TROPPO BENE A MARCOLO TRAVAGLIOLO SECONDE ME FAI TROPPO COSE TROPPO BENE E CAPISCO LAVORARE , CAPISCO CAPISCO , MA RIPOSATI OGNI TANTO RIPOSATI OGNI TANTO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


# 86    commento di   galfra - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 19:6

(ANSA) - ROMA, 4 GIU - ''Quello dei rifiuti e' diventato uno dei business piu' redditizi che negli anni ha foraggiato le altre economie'', come per il narcotraffico, i profitti dell'ecomafia vengono poi utilizzati dalle organizzazioni criminali per accumulare capitali con cui poi entra in altri settori, come negozi, proprieta' immobiliari, trasporti''. E' quanto scrive Roberto Saviano nella prefazione del rapporto 'Ecomafia 2010' presentato oggi da Legambiente. ''Quindi in realta' - scrive ancora Saviano - usare il territorio italiano come un'eterna miniera nella quale nascondere rifiuti e' piu' redditizio che coltivare quelle stesse terre''. ''Le ecomafie sono business, sono silenzio, sono tacito accordo. Il puzzo del loro malaffare e' coperto dalle parole rassicuranti di quelli che ripetono a oltranza che tutto va bene'', continua Saviano il quale sottolinea come, con i piu' di venti miliardi di guadagni annui, ''le mafie attraverso gli affari del settore ambientale ricavano un profitto superiore a quello annuo della Fiat, che e' di circa 200 milioni di euro, e di Benetton, che e' di circa 120 milioni di euro''. Per lo straniero ''l'idea dell'Italia muta'' - continua Saviano. Se egli conservava ''l'illusione delle colline toscane e del buon vino, delle belle donne e della pizza osservando il Vesuvio da lontano mentre il mare luccica cristallino, qualcosa inesorabilmente cambia. Tutto assume una dimensione meno idilliaca e piu' sconcertante''. . (ANSA). DIR 04/06/2010 16:16
ECOMAFIA: SAVIANO, RIFIUTI BUSINESS COME NARCOTRAFFICO


Ma è vera la notizia che nel decreto contro le intercettazioni c'è una norma che eslude l'arresto in flagranza nei casi di pedofilia definita "lieve"? Sempre più in basso.


# 88    commento di   feliceetroppo - utente certificato  lasciato il 6/6/2010 alle 19:33

88- a memoria , c'è qualcosa di vero in ciò ..
88


ahahaha bellissimo questo articolo complimenti!


Madonna mia che cattiveria! Bertolaso distrutto, devastato, umiliatissimo! AHAHAHAHAHAHAHAHAH


Infatti. Spesso nel criticare Travaglio e compani ( per esempio nella loro richiesta di aiutarli noi a pubblicizzare il nuovo sito in on line ) non si tiene conto che per poter continuare ad essere indipendenti e autonomi la redazione e giornalisti personalmente sono soggetti a sistematiche richieste di risarcimenti di danni per diffamazione .Con annessi e connessi .Anche in caso di vittoria le spese legali difficilmente si recuperano .Il tutto per dire che i costi , per tenere in piedi un quotidiano come questo , sono molto più alti di quanto si dica. Per questo meritano tutto l'aiuto che ognuno di noi è in grado di dare. Il QF è l'unica nostra fonte di verità e probabilmente è anche a rischio di ulteriore indebolimento economico .Se attueranno la legge bavaglio. Un messaggio questo per chi non sa fare i conti.......


x Gionata : come mai non hai riportato, anche, le giustificazioni molto pertinenti rilasciate da Travaglio? Come Veltri sei diventato amico di B....Comunque sono certa che Travaglio saprà dare valide spiegazioni. Tempo a tempo....


aspettiamoci aggressioni di tutti i tipi a Travaglio, Di Pietro; Saviano, Santoro e quanti si mettano di traverso all'assalto finale del regime


C'è Padellaro su Glob (rai3)




cazzutissimo...... Bravo!


Le borse crollano, mettete un governo tecnico, il governatore di Bankitalia Draghi premier, ci sono gli attacchi speculativi.


# 98    commento di   galfra - utente certificato  lasciato il 7/6/2010 alle 8:49

Il più furbo, per i gonzi, è Calderoli che incita i calciatori a ridursi gli emolumenti. Problema etico a parte, cosa cambia per noi? i loro emolumenti non li paghiamo noi, anzi il fisco ci guadagna. Invece gli emolumenti dei politici come Calderoli sì! Pur di sviare l’attezione sui propri guadagni ne dicono di tutti i colori. La sostanza è che il ceto politico e la Chiesa temporale costano, ciascuno, agli italiani 4 miliardi l’anno. Questi sono i costi da abbattere, visto che su queste voci di spesa siamo il popolo di gran lunga più spendaccione. I ceto politico si riduca gli stipendi, le auto blu e le note spese e ne ridimensionino l’organico, e gli esecizi commerciali del clero paghino l’ici! Questi sono i messaggi e non quelli furbeschi di Calderoli.
Calderoli fa il furbo


# 99    commento di   galfra - utente certificato  lasciato il 7/6/2010 alle 8:58

FESTIVAL ECONOMIA Saviano, risposta a Berlusconi "Smuovere le coscienze fa paura" L'autore di Gomorra tiene una lezione sui rapporti tra criminalità organizzata e potere economico: "I soldi del narcotraffico entrano anche nelle banche, in futuro saranno loro che decideranno chi finanziare" TRENTO - "E' smuovere le coscienze quello che fa paura. Ed è questo che fa dire in continuazione 'questa cosa fa male all'Italia, questa cosa ci sta danneggiando'. E' oggi è importante pensare, e sognare un paese diverso". E parlare di mafia è ancora più importante adesso, in un momento in cui "dalla crisi le organizzazioni criminali stanno ricavando enorme potere". "Quando ci dicono fa bene il tuo lavoro e fallo in silenzio, io rispondo 'in silenzio lavora bene solo la morte'. Così si dice nella mia terra". E' l'appello di Roberto Saviano a una sala gremita, erilanciato dai maxischermi in piazza, nel corso della sua lezione al Festival dell'Economia di Trento sul tema "Le mafie che controllano l'economia del Paese". Saviano ha ricordato un dato fornito dalla Procura nazionale Antimafia, che ha stimato il profitto annuo delle organizzazioni criminali più importanti italiane in 100 miliardi di euro. "Non si parla - ha spiegato Saviano - delle piccole bande o dei gangster, ma delle maggiori famiglie delle principali organizzazioni, quali 'ndrangheta dell'Aspromonte, camorra dell'entroterra e Sicilia soprattutto con i catanesi, che stanno ormai organizzandosi come gli all star, quelli del basket negli Usa". "Ci sono intercettazioni - ha continuato Saviano - che testimoniano come già due giorni dopo la caduta del Muro di Berlino ci fosse chi si organizzava per entrare nella rete di questo e di altri Paesi. Vicende analoghe riguardano Bulgaria, Ungheria e Polonia, dove le organizzazioni criminali comprano anche titoli di Stato". "I soldi del narcotraffico - ha evidenziato Saviano - entrano negli istituti di credito e il problema verrà dopo la crisi perché sa
Saviano a Trento


# 103, galfra: caro Galfra, ma sei un "idealista". E ti dico perché: tu, già, saprai che esiste il problema dei controllori e dei controllati. In pratica, i "controllati" siamo noi e, fra i "controllori", ci sono, proprio, il ceto politico e la Chiesa, ma chi controlla i controllori? Nessuno.




Olè, definire D'Alessio il bello di Napoli credo sia quantomeno discutibile, con buona pace dei fans. Ma da qui a dire che appartiene alla camorra, beh... secondo me ci vorrebbero anche un po' di prove.


Scusate, guardate che DOMANI, martedì 8 Giugno, il Disegno di legge ("Ddl") sulle intercettazioni torna in Senato, dopo che, la settimana scorsa, era, già, stato rinviato in Commissione Giustizia... Ci siamo.


Stica, ma allora è vero che i processi sono inutili! Basta guardare le cronache del suo passato e i suoi parenti, altro che scartoffie! Mannaggia queste forze dell'ordine e questi magistrati mangiapane a tradimento!


@stufa, non sempre gli inquirenti riescono a coprire tutti i crimini che avvengono, ad esempio a Napoli si riesce a sventare solo un 10% in media.


# 106    commento di   Concita - utente certificato  lasciato il 7/6/2010 alle 9:53

Povero Napolitano,viene in visita a Torino e ha un malore,certo che con quella cozza di Cota sempre attaccato a lui non poteva essere altrimenti. Spero gli abbia vomitato sulle scarpe


Il nome di Gigi d'Alessio viene spesso accostato alla camorra, poichè Gigi ha un rapporto artistico di grande amicizia con Luigi Giuliano, noto boss di camorra del quartiere Forcella, che ora è collaboratore di giustizia, e componenti della famiglia Misso, clan storico della Sanità. Giuliano ha poi collaborato nella scrittura di molti testi di d'Alessio, essendo un grande amante della musica. Ed è per questo che Gigi d'Alessio spesso viene accostato alla camorra. Per quanto riguarda il fatto dell'arresto, Gigi D'Alessio non è mai stato arrestato, ma tempo fà ha ricevuto un avviso di garanzia con accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Gigi fù indagato per le sue amicizie con i componenti del famoso clan di Secondigliano. Gigi infatti era spesso presente a matrimoni di queste persone e a feste private. Ora, metti questo, più il fatto che è intimo amico di quello che è stato il più temuto boss di Napoli, Luigi Giuliano, e viene facile pensare che Gigi non sia un santo. Tralaltro cè da dire che l'ex moglie Carmela Barbato, anche lei proviene da una famiglia molto conosciuta a Napoli e soprattutto ad Acerra per motivi di camorra.


Evvabbè, ma sei partito con un "D'Alessio appartiene alla camorra", lo sa tutta Napoli, basta indagare sul suo passato e familiari... E poi mi dici che è "accostato" perché ha avuto rapporti con Giuliano, che gli ha addirittura scritto testi di alcune canzoni "ed è per questo che Gigi D'Alessio spesso viene accostato alla camorra". Però non è mai stato arrestato, tempo fa ha ricevuto un avviso di garanzia con accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, i suoi amici son poco di buono, era presente ai matrimoni di queste persone... non è un santo... non lo è la ex-moglie... mi sa di anticlimax. Soprattutto, stai forse dicendo che Maradona è un camorrista? LOL Ps. come è andata a finire per quell'avviso di garanzia? Hai notizie?


Io, già, l'ho detto: il governo si "semplificherebbe" la vita, di gran lunga, se eliminasse l'odioso ddl.


#101 LANCIATORE per dire una cosa del genere alla Ombretta Colli gli deve essere andato il cervello in acqua. Forse non ha mai sentito parlare di un certo ROBERTO MUROLO ,RENATO CAROSONE, NUOVA COMPAGNIA DI CANTO POPOLARE,ROBERTO DE SIMONE,TERESA DE SIO e altri.




@stufa___________ quindi secondo il tuo ragionamento anche Berlusconi non è mafioso.. ciaoooo... ________ps chi cerca trova.. continua a cercare..______________________


@114 navaho______________ io ancora non capisco come abbia fatto Gaber a sposarla..


#114 LANCIATORE sono i misteri della natura umana o forse allora non era cosi , sai negli anni si può cambiare in meglio o in peggio.


correggo #118 non#114


@Lanciatore, la sai la differenza tra pensare, ipotizzare e affermare, dando per certo? No, tu apri bocca e dai fiato, tanto hai yahoo answers come fonte, quindi vai sul sicuro. Tu sei il classico italiano che di una vicenda giudiziaria si informa solo per la prima parte: accusa=colpevolezza. Poi come è andata a finire? Boh, conta qualcosa? Naaaaaaaa! Chissenefrega se poi un colpevole non becca la condanna, l'importante è che la sua reputazione sia stata toccata, il resto son dettagli. Ps. io non ho elementi per stabilire colpevolezze dei Berlusconi e D'Alessio vari. Se ne avessi, andrei a deporre, non farei lo splendido in un blog, forte dell'anonimato. Ma vabbè, lo dice yahoo answers...


@stufa,tu sei invece la solita persona che polemizza tanto per sport_______ cerca cerca... ti ho dato abbastanza dettagli..


@navaho______ vero, la natura fa brutti scherzi, anche qui non scarseggiano..vabbè cmq ti saluto, qui puzza di trollaggio stufato__ciao


Non resisti proprio, eh? Sempre il solito errore. AHAHAHA


STUFA non ti accorgi di avere un pò stufato?!?!?!


repubblica.it guarda lì il ministro Sacconi, un altro ex-socialista. sono 30 anni che paghiamo i debiti fatti dai socialisti , anni 80, e per 20 anni ancora , siamo poveri. e loro ancora lì


repubblica.it guarda lì il ministro Sacconi, un altro ex-socialista. sono 30 anni che paghiamo i debiti fatti dai socialisti , anni 80, e per 20 anni ancora , siamo poveri. e loro ancora lì


Craxi è stato un genio, valà. Si è "inventato" un metodo che dura mezzo secolo, peccato solo che siamo in bolletta.


C'è DA NON CREDERE ai propri occhi... siamo ancora al socialismo. Marx non arriverà mai, perché andremo avanti così e poi fra 20 anni siamo del tutto in povertà. dove stiamo andando a finire, da brividi...


signor marx, vieni a darci una mano


Una soluzione saggia sarebbe: ri-mettere i conti della Finanziaria in ordine, con un suo capo e una coda. Il capo sarebbe il risparmio, la coda gl'investimenti per lo sviluppo.


Caro Marco Travaglio vorrei avere la metà della sua chiarezza espositiva. Ancora una volta un bellissimo articolo già letto sul Fatto Quotidiano.


Durante una puntata di Annozero, F. Gatti, documentatissimo cronista de l'Espresso, ebbe a dire che il Salaria Sport Village era stata costruito su un' "area golenale". là per là, "goleche?", mi dissi. Gol, gola, gole,... la sera, prima di andare a letto, partendo dai pezzi che mi erano rimasti nell'orecchio, riuscii a trovare il maledetto aggettivo. "Dicesi di zona di terreno soggetta a pericolo di alluvioni", o suppergiù. Caspita, mi dissi; Ma Berto l'asso, di mestiere, non fà il capo della P.C.? E quando, dopo la tessera, ha preso a frequentare il SSV, non si è accorto di niente? E' o non è ingegnere? E allora? Non dovrebbe riconoscere una "zona golenale" ad occhi chiusi? E lui che fa? Invece di attivarsi per aprire un'inchiesta, si attiva per aprire il lettino dei massaggi? E se, durante la massage hour con contorno di champagne e condom, ci fosse stata un'alluvione? Chi andava a salvarlo? Ecco; non so di mazzette, tangenti ed appalti ma tanto basta per non avere grande stima del personaggio. saluti


Bertolaso, ma perchè non vai a fare compagnia a Scaloja?? se non provi almeno vergogna, ritirati e porta il cane a spasso..tanto tra poco ti scaricano .....Qualcosa sta cambiando nelle stanze del potere berlusconiano. La prova plastica del declino della rete di Letta si è manifestata durante le cerimonie del 2 giugno. Quando sul palco delle autorità Letta ha abbracciato Guido Bertolaso, mentre il premier si è tenuto a distanza. Non solo. Il Cavaliere non ha detto una parola per difendere il capo della Protezione civile di fronte alle inchieste giudiziarie sui favori ricevuti dall’imprenditore Diego Anemone attraverso l’architetto Angelo Zampolini. E non ha detto una parola neanche a proposito dell’iniziativa della procura dell’Aquila sul «mancato allarme» da parte della commissione grandi rischi. Fonti di palazzo Chigi sostengono che le dimissioni dell’uomo della provvidenza sono state bloccate solo grazie all’insistenza di Letta e alle pressioni di quel «cotè di potere romano e papalino» a lui legato. Tuttavia il premier ha confidato che non farà più nulla per trattenere il capo della Protezione civile: «Questa storia delle dimissioni mi ha stufato», è sbottato coi suoi. Il che significa che a fine mese Bertolaso potrebbe mollare. Altro nome depennato dalla lista. http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/238364/


Visto che ha detto Berlu oggi? Niente PC per l'Aquila, CATTIVACCI!!



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti