Commenti

commenti su voglioscendere

post: Voce del verbo abbranchèr

da Il Fatto Quotidiano, 19 giugno 2010 Basta, c’è un limite a tutto. Non si può seguitare a mortificare Claudio Scajola . Già dev’essere umiliante venire scaricato da uno come B, che in vita sua non ha mai scaricato nessuno, anzi ha sempre caricato di tutto. Figurarsi come deve sentirsi, lui che non è neppure indagato, ora che viene promosso ministro del Federalismo l’imputato Aldo Brancher , l’ex prete paolino poi spretato e divenuto dirigente della Fininvest e dunque deputato di Forza Italia. No, non si fa così. Ma come: cacciano dal governo un pover’ometto che s’è soltanto fatto pagare la casa da un altro, per giunta a sua insaputa, e poi aprono le porte a uno rinviato a giudizio per lo scandalo Bpl-Antonveneta ? Ma allora lo dicano che vogliono provocare. Fra l’altro la ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Perchè non ci parli un pò di schifani, magari direttamente dal Tribunale di Torino - VII sezione civile Ciao Marchino


Travaglio condannato, diffamò Schifani in tv Strano chi l' avrebbe mai detto . . . . :)


Mi puoi ripetere quella metafora del lombrico e della muffa. Mi era piaciuta veramente tanto :) Ciao Marchino Salutami il tribunale di Torino Ho fatto anche la rima


chi è 'sto deficiente che scrive ?


marchino la rima crederai di essere spiritosissimo. perchè non ci parli dei 30 mila euro che Sgarbi deve a Travaglio ?


Perchè deficiente ? Faccio come Marchino . . . Riporto le condanne in maniera sarcastica, e io che pensavo di essere simpatico, forse mi sbagliavo :)))


Sarò libero di parlare di quello che voglio? Vuoi mettermi il bavaglio? Guarda che mando una foto a marchino con il pos-it sulla bocca . . :)


credo che il senso dell'umorismo non faccia parte della tuo DNA. . sei solo invidioso dell'intelligenza del nostro grande Marco. suvvia parlami dei 30 mila euro di Sgarbi e già che ci sei parlami della pensione mensile di 8 mila euro di Sgarbi, ex - deputato di B.


indovina chi prende 1500€ a puntata per un monologo di 5 minuti scarsi . . . . . Visto che non lo capisci, te lo spiego, di Sgarmi non me ne frega niente


Potreste andare a "Forum" "di" Rita Dalla Chiesa.


Tutto questo casino per "soli" 16mila euro di risarcimento contro i quasi 2 milioni chiesti da Schifani?? Lo saluterà pure il Tribunale di Torino, ma il risarcimento, Travaglio, glieli da in contanti a Schifani... Soldi suoi, non nostri come quelli che prende Schifani... Dai lasciate perdere! FORZA MARCO! CONTINUA COSI! Sicuramente non si farà intimidire da questa "condannina" in sede civile!!!


marchino??? Chiunque Lei sia complimenti per l'educazione.


non abbiamo bisogno di andare a canale 5 ( orrore ) dalla signora Della Chiesa: possiamo offenderci qui in diretta. ho appena letto il compenso di Fabio Fazio : 2 milioni l'anno....


Il Tribunale di Torino - VII sezione civile - ha sostanzialmente riconosciuto l'elemento diffamatorio soltanto nella trasmissione Che Tempo che fa (10-5-2008) quando Travaglio - parlando di Schifani - evocò la metafora del lombrico e della muffa. Per il resto, quanto scritto sull'Unità e quanto detto a Crozza Italia (4-5-2010) - anche per i riferimenti alla mafia - sono stati giudicati pertinenti al diritto di cronaca, di critica e di satira. Travaglio - nell'articolo «Scusate il disturbo» del primo maggio 2008 - ha tracciato un ritratto del presidente del Senato le cui espressioni - si legge nella sentenza - «non sono gratuite bensì necessarie per rappresentare l'espressione critica del giornalista e non sconfinano nella contumelia essendo contenute nei limiti della accesa dialettica propria della dialettica trattata».


# 15    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 19/6/2010 alle 19:17

"Non vedo che altro nome gli potrei dare. Una cosa che assomiglia pericolosamente a un essere umano, una cosa che dà feste, organizza orge e comanda in un paese chiamato Italia. Questa cosa, questa malattia, questo virus minaccia di essere la causa della morte morale del paese di Verdi se un conato di vomito profondo non riuscirà a strapparlo dalla coscienza degli italiani prima che il veleno finisca per corrompere le loro vene e per squassare il cuore di una delle più ricche culture europee. I valori fondamentali della convivenza umana sono calpestati tutti i giorni dai piedi appiccicosi della cosa Berlusconi che, tra i suoi molteplici talenti, ha un’abilità funambolica per abusare delle parole, sconvolgendone l’intenzione e il senso, come nel caso del Polo della Libertà, come si chiama il partito con il quale ha preso d’assalto il potere. L’ho chiamato delinquente, questa cosa, e non me ne pento. Per ragioni di natura semantica e sociale che altri potranno spiegare meglio di me, il termine delinquente ha in Italia una valenza negativa molto più forte che in qualsiasi altra lingua parlata in Europa. Per tradurre in forma chiara ed efficace ciò che penso della cosa Berlusconi utilizzo il termine nell’accezione che la lingua di Dante gli dà abitualmente, sebbene si possa avanzare più di un dubbio che Dante qualche volta lo abbia usato. Delinquere, nel mio portoghese, significa, secondo i dizionari e la pratica corrente della comunicazione, “atto di commettere delitti, disobbedire alle leggi o ai precetti morali”. La definizione combacia con la cosa Berlusconi senza una piega, senza un tirante, fino al punto da assomigliare più a una seconda pelle che ai vestiti che si mette addosso. Da anni la cosa Berlusconi commette delitti di varia, ma sempre dimostrata, gravità. Per colmo, non è che disobbedisca alle leggi, ma, peggio ancora, le fa fabbricare a salvaguardia dei suoi interessi pubblici e privati, di politico, imprenditore e accompagnatore di mino


# 16    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 19/6/2010 alle 19:18

Da anni la cosa Berlusconi commette delitti di varia, ma sempre dimostrata, gravità. Per colmo, non è che disobbedisca alle leggi, ma, peggio ancora, le fa fabbricare a salvaguardia dei suoi interessi pubblici e privati, di politico, imprenditore e accompagnatore di minorenni, e in quanto ai precetti morali non vale neppure la pena parlarne, non c’è chi non sappia in Italia e nel mondo intero che la cosa Berlusconi da molto tempo è caduta nella più completa abiezione. Questo è il primo ministro italiano, questa è la cosa che il popolo italiano ha eletto due volte per servirgli da modello, questo è il cammino verso la rovina a cui vengono trascinati i valori di libertà e dignità che permearono la musica di Verdi e l’azione politica di Garibaldi, coloro che fecero dell’Italia del secolo XIX, durante la lotta per l’unità, una guida spirituale dell’Europa e degli europei. Questo è ciò che la cosa Berlusconi vuole gettare nel bidone della spazzatura della Storia. Gli italiani, alla fine, lo permetteranno?" José Saramago




Marco,ti invidio.. tu hai la possibilità di spendere 16mila euro per dare del verme al mafioso schifato.. che rabbia,anche io voglio farlo.. ps facci sapere se vuoi almeno fare una colletta,io ho sempre qualche monetina conservata avanzata con craxi.. con stima ed affetto


# 19    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 19/6/2010 alle 19:42

La Storia d’Italia sorprende chiunque. É un lunghissimo rosario di geni, siano essi pittori, scultori o architetti, musicisti o filosofi, scrittori o poeti, scopritori o inventori, una infinità di persone sublimi che rappresenta il meglio che l’umanità abbia pensato, immaginato, fatto. Non le mancarono mai catiline più o meno della stessa pasta, ma da questo nessun paese è esente, è la lebbra che tocca a tutti. Il Catalina odierno, in Italia, si chiama Berlusconi. Non ha bisogno di congiurare per il potere perché è già suo, ha abbastanza denaro per comprare tutti i complici necessari, inclusi giudici, deputati e senatori. É riuscito nell’impresa di dividere il popolo d’Italia in due parti: quelli che vorrebbero essere come lui e quelli che lo sono già. Adesso ha appena promosso l’approvazione di leggi assolutamente discriminanti contro l’immigrazione clandestina, mette pattuglie di cittadini a collaborare con la polizia nella repressione fisica degli immigranti senza documenti e, il peggio del peggio, proibisce che i figli degli immigrati siano iscritti all’anagrafe. Catilina, il Catilina storico, non avrebbe fatto di meglio. Ho detto prima che la Storia d’Italia sorprende chiunque. Sorprende, per esempio, che nessuna voce italiana (almeno tra quelle arrivate al mio orecchio) abbia citato, con una leggera variazione, le parole di Cicerone: “Fino a quando, Berlusconi, abuserai della nostra pazienza?” Sarebbe da sperimentare, chissà che non dia risultati e che, per questa ulteriore ragione, l’Italia non torni a sorprenderci. José Saramago


Per #21... Non frega proprio a nessuno chi sei. Per quanto riguarda la news riportata da #19 l'ho trovata solo sul Corriere... che strano !. Vogliamo scommettere che sarà data al TG1 del prode Minchiolini ?? Quanto a De Bortoli trovo strano che dal corriere siano già sparite le notizie sul personaggio ogggetto di questo articolo (il famoso abBRANC


Schifani che querela M.T. e vince (l'1% del richiesto) è forse la risposta (e l'epitaffio) al grande Saramango. Per i coglioni è tutto Ok, loro sono impegnati a cantare 'meno male che Silvio c'éeeeee'.


# 22    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 19/6/2010 alle 20:16

# 30 commento di Rasta - lasciato il 19/6/2010 alle 19:57 ...facciamo csì , mo' con questi numeri semplici semplici, inchiodiamo anche gli stupidi. tutti tutti. ti ricordi quantio e come ci hanno rotto i cojoni , perchè loro erano quelli che facevano le finanziarie in cinque minuti. il federalismo in 3 . e che c'avevano a cuore i bilanci dello stato , fatti di pchi minsitri e governi snelli snelli ....ricordi?...bene! ..osservaimo questi numeri e faccaimo svenire tutti quelli di meno male che bossi c'è e roma ladrona, e tutti quelli del grande statista. più intortati come li hanno intortati , non ne esistono.....Berluscono propone dopo la brambila e cazzo bubbolo continuo anche un Aldo Brancher a ministro per l’Attuazione del Federalismo. aveva promesso “un governo di 12 ministri, di cui 4 donne“!!!! Oggi sono 23, con quest’ultima proposta salgono a 24...fanno come cazzo gli pare.si chiamano libertà.




Paso, hai fatto molto bene a ricordare quello che Saramago pensava di B. Alle notizie recenti della nomina di questo Brancher a ministro del federalismo per evitargli la presenziazione al processo, nonché quella della solidarietà del governo tutto a Manganelli dopo la sentenza di condanna in appello, sono rimasta esterrefatta, pensando che una sorta di "cupio dissolvi" stia attaccando il Berlusconi, come a dire: voglio vedere se anche questa me la lasciate passare,...poi ho ripercorso i commenti del post scorso e attraverso Galfra ho letto Gramellini con la sua filosofia dell'"embè"? Mi si è subito chiarito tutto. Embè?, pensavo fosse un'esclamazione del dialetto della mia zona... evidentemente no. L'"embè?" che sarebbe poi -ebbene? giustifica tutto.


In realtà l'anonimo "@Travaglio" è un fervente ammiratore del buon Marco solo che troppo timido per ammetterlo preferisce ricorrere al sarcasmo. Cosa c'entra infatti una condanna rimediata per aver diffamato Schifani (non ripercorrendone l' "illustre" carriera, ma per averlo equiparato ad una via di mezzo tra un lombrico e un'ameba) con lo scandolo di un parlamentare che viene nominato ministro per permettergli di sfuggire alle proprie responsabilità (ossia alla giustizia)? Nulla. Semplicemente il nostro voleva rimarcare prendersi gioco dei tanti detrattori privi di argomenti a cui basta trovare la pagliuzza nell'occhio altrui per continuare ad ignorare felicemente la trave nel proprio. P.s. Ovviamente potrei anche sbagliarmi, nel caso mi aspetterei per coerenza l'arguto anonimo proponga di nominare quanto prima ministro anche Travaglio in modo che possa anch'egli essere esentato dal pagare per i propri errori.


# 26    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 19/6/2010 alle 21:3

eh eh eh Marziam. ha fatto bene pure tu a ricordare galfra e quella bomba di gramellini che piace sempre anche a me. quell'embè fa rima perfetta con la canzonetta meno male che silvio c'è! ...oppure se ricordi attonro al periodo che sfociò nell'utilizzatore finale , a quel popo' di motto : che male c'è!?!.....dedicata a te:"Duemila e cinquanta anni fa, giorno più giorno meno, a quest’ora o a un’altra, il buon Cicerone declamava la sua indignazione nel senato romano o nel foro: “Fino a quando, Catilina, abuserai della nostra pazienza?”, chiese una volta e molte altre ancora al perfido cospiratore che voleva assassinarlo e acquisire un potere a cui non aveva diritto. La Storia è così prodiga, così generosa, che non solo ci dà eccellenti lezioni sull’attualità di certi avvenimenti passati ma ci lascia anche, a nostro uso, una serie di parole, alcune frasi che, per questo o quell’altro motivo, finiscono per radicarsi nella memoria dei popoli. La frase sopra detta, fresca, vibrante, come se fosse stata appena pronunciata, è senza dubbio una di quelle." il nostro grande SARAMAGO


# 25 commento di nonrosso --- Travaglio ministro senza aver vinto le elezioni con i suoi compagni? Mi pare troppo.


si Paso, anche a me piace ricordare quell'incipit solennemente indignato "quo usque tandem abutere, Catilina, patientia nostra [...] Però credo che la frase estrapolata abbia senz'altro quel potere evocativo, ma i nostri grandi romani ..furono, oltrechè schiavisti come gli altri popoli allora, grandi anche nel rapinare, inventarono ante litteram la guerra preventiva anteobamiana, l'impero... La storia non può essere "magistra" -come diceva montale - di nulla che ci riguardi. troppe sono le differenze e nell'analisi delle varie situazioni io sono più con Guicciardini e la sua di-screzione = distinzione che con il più apparentemente razionalista- cinico Machiavelli..ma guarda dove sono andata a parare stasera.... Torno più tardi


Chiamare Schifani un lombrico è dunque diffamatorio secondo la sentenza di Torino. Non capisco: i lombrichi sono molto utili per il terreno, pertanto per le coltivazioni e di conseguenza per l'umnanità. E Schifani? Capirei se si offendessero i lombrichi se io li chiamassi Schifani. Se un giorno mi vedete chino sopra un campo coltivato e mi sentito ripetere come un mantro: "Schifani, Schifani...!", sappiate che farò la prova...


Corr.: ...umanità... //...e mi sentite ripetere...


l cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, e l'ex ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi sono indagati dalla procura di Perugia nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti per i "Grandi eventi". Il reato contestato a entrambi e' quello di corruzione.


Pietro Lunardi: come ministro dei lavori pubblici, avrebbe avuto, secondo taluni, interesse a pilotare le decisioni governative per favorire le ditte di famiglia, quali la Rocksoil, formalmente di proprietà della moglie, come anche la società Stone e la società Treesse, controllate sempre dalla famiglia Lunardi (la Rocksoil e la Treesse sono in questi anni impegnate nella progettazione e nella realizzazione di alcuni rami della rete ferroviaria ad alta velocità (TAV), compreso quello allo studio in Val di Susa). È stato oggetto di critiche a causa di una sua frase un po' ambigua sulla mafia nell'agosto del 2001: in un discorso pubblico, ha dichiarato che lo Stato deve «abituarsi a convivere con la mafia».




# 34    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 19/6/2010 alle 22:32

Ma guarda quant'è bello leggerti Marziam!..dopo posso rileggerti, vero? :-)))... È poi molto speciale il tuo amore x Montale, molto e tutto vero che la storia infatti ha insegnato nulla , altrimenti saremmo ancora a che male c'è ?


# 35    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 19/6/2010 alle 22:46

Labile33 ----- altro che pedofili! -------tienici aggiornati ( anche se viene voglia di non sapere più nulla,tanto tu viene su di spaccare tutto. Cioè bisogna x giunta mettercela tutta a essere civili civili, x tutta la civiltà che invece fanno fuori, anche in nome di dio)


L'ho appena letta, sono sconvolto. http://www.newslinet.it/notizie/servizi-di-media-audiovisivi-lineari-e-radiofonici-agcom-approva-schema-regolamento-per-diff#commenti e con questa ammazzano anche tutte le webtv e webradio. un conto se regolamenti l'etere pubblico trasmissivo che è una risorsa limitata e data in concessione, ma internet che è di tutti e di nessuno? stessi obblighi per canale 5 e una webtv o webradio di paese? siamo alla follia.


pasolinante34------no no,peggio dei pedofili nulla,e per come la penso,se proprio non è possibile punirli con la tortura e la morte,almeno la castarzione chimica---per il resto è tutto discutibile.. ma sono labile.. ;)


Sintetizzate i concetti per piacere e' impossibile leggervi.


Travaglio condannato a risarcire 13 mila euro = scandalo? Leggetele bene le sentenze prima di parlare. Travaglio è stato condannato non per i fatti citati e come sempre (finora) documentati. Questi fatti il tribunali li ha giudicati in regola perché la libertà di espressione consente (per fortuna ancora) di esprimerli e non li ha contestati (again, non li ha contestati). E' stato invece condannato perché ha chiamato "muffa" e qualcos'altro il senatore in questione. Condannato per i merletti usati nello sfogo insomma, non per la sostanza. Almeno un italiano su due immagino usi termini anche peggiori per definire Schifani e metà dell'attuale Parlamento. Scandalizzarsi o leggere male i fatti non aiuta a capire che stiamo andando a sbattere, per poter sterzare al prossimo voto.




# 41    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 19/6/2010 alle 23:38

ciao


Cià


"[...]Saramago è stato dunque un uomo e un intellettuale di nessuna ammissione metafisica, fino all'ultimo inchiodato in una sua pervicace fiducia nel materialismo storico, alias marxismo. Lucidamente autocollocatosi dalla parte della zizzania nell'evangelico campo di grano, si dichiarava insonne al solo pensiero delle crociate, o dell'inquisizione, dimenticando il ricordo dei gulag, delle "purghe", dei genocidi, dei samizdat culturali e religiosi. "------------------------------------------ Direi che oggi Claudio Toscani, il recensore post mortem del percorso ideologico e narrativo di Saramago, ha perso una buona occasione per non far commettere alla "voce" del vaticano l'errore di stigmatizzare ancora pericoli ideologici sconfitti dalla storia ,chiudendo gli occhi sui pericoli accerchianti del postmodernismo globalizzato iperextrasuperliberistico anzi libertario per pochissimi. Mi spiace, da credente, doverlo ammettere. Non una parola della considerazione in cui Saramago teneva Berlusconium (la cosa berlusconi)!
http://www.vatican.va/news_services/or/or_quo/text.html#12


# 44    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 0:5

@ 36 - Regolamento inutile perchè inapplicabile su server esteri, non si preoccupi.


# 45    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 0:19

"pericoli accerchianti del postmodernismo globalizzato iperextrasuperliberistico anzi libertario per pochissimi"...... e stikazzi? :D Ferruccio, questa è meglio di manuelino, non se la faccia scappare!


45 commento di Renzo C - lasciato il 20/6/2010 alle 0:19 Perché non ribatti? Invece di exundare in turpiloquio irridente? Non è forse vero che il vaticano come sede del successore di Pietrodovrebbe essere l'espressione dell'idea-prassi del Vangelo? e l'alleanza con berlusconi (ad esempio -colazione di lavoro a casa Ruini per candidature regione lazio con il duo Berlusconi & Letta?) che cosa c'entra con l'idea-prassi amore di Dio e del prossimo inscindibili? Forse... ah ecco mi sfuggiva... Berl, che non si può dire non sia per il liberismo (senza superlativi), proprio per attuare in prassi la beatitudine delle povertà, fa di tutto per depauperare ceteros (generoso e geniale)sia nei paesi ricchi come il suo, (infatti in Italia la forbice sociale è quasi sparita), sia con i paesi sud del momdo, cui riduce di anno in anno i contributi alla cooperazione: ah,dimenticavo...per quest'ultima cosetta ci pensa la chiesa con le sue missioni, laiche o religiose e e lui foraggia la chiesa tramite i fondi alle scuole private o l'esenzione dall'ici, quindi per la proprietà transitiva.... ah Renzooo!, continua da solo. io stavo riportando un commento dal giornale ufficiale della chiesa cattolica apostolica romanaaa e mi sono pemessa di notare la sfasatura tra la condanna di saramago (avesse fatto almeno un coccodrillo!) e la non dissociazione schifata da quello che sta producendo l'epigono ridicolo di questo liberismo apocalittico. Bonne nuit! a demain!


45 - Renzo C. --- Io sapevo ' iperextrasuperliberisticoselvaggio'. Quell' 'anzi libertario per pochissimi' invece è superbo: mi ricorda i viaggi in Olanda, quando avevo un ciuffone che non le dico.


Per chi avesse dubbi su come mai Napolitano abbia nominato Brancher senza battere ciglio, malgrado il ministero sia inutile e il personaggio dannoso (per l'immagine dell'Italia si intende, ma non sembra che il problema preoccupi il Quirinale...): andate a vedere quali aziende sponsorizzavano all'inizio degli anni 90 la rivista "Il Moderno" della corrente "migliorista" del PCI di cui Napolitano era il leader maxim. Ho sentito dire da un altro blogger che ci troverete la Fininvest... Mi manca tanto Ciampi il livornese, la sua moral suasion a randellate, le leggi rinviate in parlamento, i messaggi piccati sulla libertà di informazione. Ma soprattutto mi manca il presidente (che era Scalfaro) che quando Berlusconi arrivò con una lista di ministri in cui Previti era ministro della giustizia, gliela fece ingoiare...


Fico il banner non convenzionale!


...anche a me manca Scalfaro


Notte speculare...


quando Vittorio Sgarbi darà a Marco Travaglio i 30 mila euro che gli spettano il ns Marco potrà pagare i 16 mila a Schifani, no ?


Marco una battaglia persa può servire a vincere la guerra.... contro la mafia


# 54    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 9:58

# 37 commento di labile - lasciato il 19/6/2010 alle 22:52___L’Abile,caro..adesso penso ti dimostrerò quanto sia più labile di te .-),molto molto però e senza apostrofo.faccio una specie di gara,se così si potrebbe fare, fra le tue e le mie osservazioni, dove sicuramente mi stamperò sugli specchi,arrampicandomici più del mio solito eh eh eh …vediamo perché sia quindi sbagliato fissare una “gerarchia” fra le diverse ipotesi di disumanità e/o di amoralità e/o quindi di reato;di conseguenza i fino a che punto fosse esagerazione, quel mio considerarti più grave un tipo di comportamento, rispetto a un altro della società ecclesiastica. Mi devi però consentire una premessa . I propri comportamenti rispettano o violano, in qualsiasi sezione della società in cui io mi trovi ad essere “arruolato”, i beni della persona in quanto persona (fisica-psichica) o il suo specifico patrimonio ( in forma singola o plurale, cioè in entrambe le fattispecie per semplicità di dialogo, eseguito ai danni di una persona specifica o della collettività)______Tanto maggiore o diffuso diventa quel comportamento che lede una o entrambe quelle sfere, tanto quel comportamento permea quella sezione di società, se la stessa occulta quei comportamenti e rende possibile che il valore dei “beni”,rispetto ai “mali” ,venga solo dichiarato,ma solo eccezionalmente praticato.Questo sconvolgimento , dovrei essere uno storico sopraffino che non sono, per poterti dire quanto e come sia relativo ad ogni periodo storico ed in ognuno di questi quanto e come sia stata “abile” la sezione e le sezioni di società coinvolte in ogni forma di devianza (di rilevanza morale e/o giuridica) a saper tenere la facciata, di un palazzo o di una chiesa , di un villaggio o di un villaggio globale__________Sicuramente posso dirti, con certezza banale,che questo è un periodo in cui le facciate si sgretolano, forse la decadenza, forse un periodo di transizione, forse i fenomeni di comunicazione di massa,eccetera eccetera.M


# 55    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 9:59

Ma se fossi in grado di incanalare con il dovuto rispetto, la constazione e semplice soluzione, che siamo fatti di sessualità, che io sia chiesa o società civile, non imporrrei castità, ma da una parte libererei da questi lacci , mentre dall’altra dovrei sicuramente mettere limiti ben precisi ad ogni frontiera del sesso ridotto a semplice merce, perché entrambi gli estremi porteranno a più pedofili per tutti,storici o contemporanei (solo per citare in ballo la categoria dei disturbi profondi e anche piu antichi della ferocia dei corpi su altri corpi nei letti di dolore,piacere/dispiacere, più violenti____ Se quindi le devianze del sesso a danno di altri corpi, sarebbero quasi di semplice soluzione, non lo è la devianza che crea danno come la precedente, ai patrimoni singoli e collettivi, che è devianza anch’essa condivisa fra i pezzi o sezioni dele società da esaminare, fosse solo per via che la natura umana si appalesa in ogni mappa e sito delle società prese in esame,contro le leggi naturali o anche giuridiche, ad esaltazione sempre senza limite del proprio accumulo con conseguente diminuzione ,sottrazione, svilimento di un bene sociale,rispetto a quello personale ( di quella sezione di società o di un singolo sopra tutti gli altri).Si parla anche qui di violenza,di un forte su un debole( singolo o plurale),senza contenimento per consapevolezze acquisite che è su questo rapporto che la storia ha complessivamente fallito. Sempre troverò il forte nelle classi dei poteri forti,mentre nei deboli ( classica guerra fra deboli) troverò i veri deboli ed altri forti. Considero quindi più grave questa seconda fattispecie, perché più articolate le loro incidenze di danno alla terra e/o agli uomini ( nei loro beni materiali e spirituali , tutti). Non considero più grave o meno grave se questo “non limite”, sia sfondato da una sezione della società ( come quella ecclesiastica da cui siamo partiti ad osservare) , anche se ovviamente viene “naturale” pensare che chi indossa u


# 56    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 10:2

.. anche se ovviamente viene “naturale” pensare che chi indossa un camice, una divisa, un saio dovrebbe essere più credibile per ciò in cui dice di “credere,obbedire,combattere”. E’ su questo crollo di credibilità che l’uomo contemporaneo ha avuto più mezzi per potersi rendere senza veli di una visione del mondo fatta di questo scollamento fra stanze e facciate, in ogni pezzo della società via via coinvolta, chi più chi meno nei varie parti del pianeta( “italioti” compresi). Alcuni ( le maggioranze nei vari pezzi del mondo o delle società) non sanno ancora bene decifrare cosa non ha funzionato del “Potere” e del “contropotere” nelle sue organizzazioni,burocrazie e plutocrazie, e sono colti o da totale distrazione( da se stessi) per rimozione o incapacità di rabbie stile “piove governo ladro”; altri, ancora non sufficienti per fare massa critica, sono ancora troppo giovani,o diciamo molto amniotici eh eh eh per ridisegnare nella liquidità di questo periodo,solide fondamenta, architravi,muri portanti ecc fino alle finestre dei pezzi di società meno malata di ora,su cui orientare una visione d’insieme che li tenga più incollati ,come per ora lo sono ma solo scollati anch’essi nella rabbia,impotenza,smarrimento per la terra e gli uomini in cui si sono ritrovati,incontrati,per ora scontrati. Ciao :-)


# 57    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 10:23

@ 46 marziam -- L' exundatio turpiloqui è attanziale al soggetto del topic, che, guardacaso, è "abbranchèr". Questo perchè la mediazione semantica è più arci-isotopica che no, sempre rispetto all' enunciato ristretto. Se a questo assioma introduci l'effetto di latenza del joke, capisci istantaneamente che "e stikazzi" completa il contesto comunicativo, aumentandone peraltro la ridondanza dell' enunciato. Ne risulta quindi che gli effetti semantici nel contesto ristretto, amplificano l'allomorfismo topologico: e chi legge ride --- Mi astengo invece, e cum gaudium magnum, dal commentare sia la tesi del depauperare ceteros che la sfasatura, più capziosa che sostanziale, fra l'enunciato di Saramago e la non dissociazione producente l'epigono: e questo anche solo per l'assurda sonorità apotropaica che produce. --- Se ciò non ti è chiaro, puoi chiederne conferma a Ferruccio, che infatti ne ha compreso al volo le finalità dei ruoli attanziali olandesi. Oppure, e de relato, anche antani prematurati con scappellamento a sinistra. Bonjour.




ragà ma state a fà la supercazzola?????????????


Il ridicolo raduno di Pontida quest'anno festeggia i 20 anni ma si annuncia 'bagnato' da una pioggia insistente che da ieri sta cadendo sull'area (forse Dio non riesce a smettere di piangere su queste teste di c...). Nonostante cio', gia' dalla prime ore della mattina molti militanti del Carroccio stanno affluendo da tutte le regioni del Nord. Molto attesi, oltre agli interventi del leader, Umberto Bossi e dai ministri, i neo governatori del Piemonte, Roberto Cota e del Veneto, Luca Zaia. La manifestazione si aprira' con l'esecuzione del 'Va pensero'(scelta perchè i leghisti non pensano con la loro testa).


psolinante 64\65-------buongiorno cara,capisco il tuo discorso ed è nobile, ma in questi casi(di pedofilia)la mia mente si spegne e la ragione scompare,ma solo in questo caso.. grazie cmq per la risposta molto profonda..


Sulla storia della condanna c'è chi dice che in aula TRAVAGLIO si difende con il DIRITTO DI SATIRA e non con il DIRITTO DI CRONACA http://www.daw-blog.com/2010/06/19/travaglio-0-schifani-1/ Non sarà che questo sito DIFFAMA TRAVAGLIO? Sarebbe il caso di chiarire?




continuo del commento 69------Il maltempo guasta festa alla Lega, raduno a Pontida nel fango Prato semideserto a inizio kermesse con il 'Va Pensiero' Pontida (Bergamo), 20 giu. (Apcom)--------------il maiale è sporco per natura. Lo dimostrerebbe il fatto che i maiali amano rotolarsi nel fango, (“come porci in brago”, dice Dante).


TRAVAGLIO Avevo detto la verità SONO CONTENTO che il presidente Schifani sia contento. Ma nemmeno io mi posso lamentare, per due motivi: il tribunale gli ha liquidato meno di un centesimo di quanto pretendeva da me (gli devolverò un terzo dei 41 mila euro che ho appena ricevuto da Vittorio Sgarbi, come risarcimento per la diffamazione subita ad Annozero); ma soprattutto il tribunale ha riconosciuto che tutto quel che ho detto e scritto sui suoi rapporti con uomini di mafia era vero e documentato, mentre quello che lui sosteneva nel suo atto di citazione era falso. Il giudice mi ha condannato solo per una battuta. Dunque, da oggi, si può dire che la seconda carica dello Stato ha avuto rapporti con gente di Cosa Nostra, ma non che il suo successore potrebbe essere un lombrico o una muffa. Battuta che mi è costata un po’ cara, ma ne è valsa comunque la pena. Marco Travaglio da Il Fatto Quotidiano di oggi


# 66    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:21

mio caro abile , tu sapessi dentro che rabbia tengo per quelli della lega , non hai idea quanto e come.ma a dirti tutto il vero di quel che penso, io non so darmi pace su come l'uomo dopo millenni di uomo e arte in tutte le sue forme minori e maggiori, non sia così capace di vedere fin dal concepimento,parto e nascita, tutto ciò che doveva scegleire deliberatamente di abortire prima che nascesse un figlio così menomato da contaminare altri figli ( o fratelli che dir si voglia) e smembrarli da un corpo che era gia gracile e di delicatissima "costituzione". fuori di metafora ti dico che mai mi spiegherò , mai mai mai mai , come persone intelligentissime , di cultura sopraffina non abbino potuto incidere su quelli dei vari poteri che allora dovevano CON DOLORE, ma con decisione, abortire quel corpo per rispetto dei principi costituzionali , necessari alla vita dell'intero corpo,già cosi fragile fin dall'inizio della sua nascita.a che serve la cultura se divie e diventa solo culturismo di muscoli che non impattano sulla realtà? a che serve?eccolo a che serve , alle varie leghe. con questo non dico che parti di quel corpo incostituzionale,non siano stati addirittura piu intelligente di altri,a sapersi rinnovare. pensare che loro nelle loro classi dirigenti( che piacciano o facciano ribrezzo) sono anche stati capaci di ringiovanirsi,è ancor piu atroce per tutti gli abbagli che ancor più creano.ti abbraccio forte:-)


# 67    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:24

ec non abbiano, diviene ed altri errori


# 68    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:28

SONO COSTRETTA A SCRIVERLO SU BLOG PER DIFENDERMI DAGL'ALTRI , DALL'ODI POPOLARE CHE NELLA MIA VITA HA 23 ANNI , NON PARTECIPO IN NESSUNA FORMA ALLA POLITICA , FIN QUANDO IO NON HO SOLDI AVVOCATO E POTERE


# 69    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:29

le donne italiane che con tutti i motivi e tutte le scuse possibile mi odiano e mi ovgliono solo obbligare a qualsiasi cosa per usare il mio cervello se non mi vogliono scordare possono sapere che io le evito per sempre


# 70    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:30

non partecipo in nessuna ofrma alla politica , fin quando io non ho potere soldi ed avvocato e ciao
sono costretta a scriverlo per difendermi dagl'altri


# 71    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:31

abituate ad usarmi odiarmi perseguitarmi che vogliono le mie idee il mio cervello e mi voglino solo obbligare devono dimenticarmi , io le eviterò per tutta la mia vita e certo
le donne italiane ,le femmine italiane


# 66 commento di Renzo C - lasciato il 20/6/2010 alle 10:23 emendatio: cum gaudio magno. per quanto riguarda l'epigono era soggetto anche se posposto ed era posposto per effetto enfatizzante, in quanto inscindibile dal seguito. Costruendo soggetto+espansioni- predicato - copmlemento oggetto pronominale, il senso è questo; Berlusconi, perifrasticasmente definito quale epigono di questo liberismo apocalittico,[un pochino ridondante, l'espressione,lo riconosco, ma...dato il personaggio, anzi La Cosa (al neutro = berlusconium )]ha prodotto quello da cui la Chiesa non si dissocia, ma dovrebbe, se la medesima non ricadesse nei secolari tabù, per cui sesso e comunismo = peccati gravi e invece diseguaglianza sociale, ruberie istituzionalizzate, individualismo edonismo, connivenze con sistemi anti persona umana -a Sua immagine- sono peccati venia-li (che si possono perdonare): Lazzaro, depauperato dal ricco epulone che non lo soccorre e non fa nulla per diminuire la di lui distanza da sé, siede alla destra del Padre. Ma la chiesa oggi, credo abbia dimenticato questa parola (da Par-ab-ola), che poi è la beatitudine per eccellenza del discorso della montagna. bon déjuner P:S mi piace parlare conte tra il serio e il faceto. Quanto all'olandese volante con il ciuffo, lo trovo un po' depresso, poco loquace rispetto all'altra volta, quasi nostalgico di un sessantotto con figli dei fiori!


# 73    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:34

LE DONNE ITALIANE ABITUATE CON TUTTE LE SCUSE E TUTTI I MOTIVI AD ODIARMI PERSEGUITARMI ED OBBLIGARMI IO LE EVITO PER TUTTA LE MIA VITA E CERTO
sono costretta a scriverlo per difendermi dagl'altri


# 74    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:35

il popolo mi odia da 23 anni , fin quando non ho potere, soldi ed avvocato io non partecipo in nessuna forma alla politica
sono obbligata a scriverlo per difendermi dagl'altri


# 75    commento di   katili - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:52

Il problema e' l'elevatissima soglia di tolleranza al "dolore politico" degli italiani. In tutti gli altri paesi del cosiddetto primo mondo una classe politica parassita delinquente e corrotta, se mai fosse riuscita ad accaparrarsi il potere, sarebbe stata destituita. In qualche modo. Perche' in tutti gli altri paesi del primo mondo chi governa condivide con l'opinione pubblica alcuni concetti fondamentali di decenza politica e morale. L'opinione pubblica ha potere di far dimettere un ministro o un governatore o un funzionario pubblico proprio grazie a questa condivisione di principi. Da noi si chiedono sacrifici a chi gia' non arriva a fine mese, e a chi gia' non riesce a cominciarlo, il mese; tutto per ingrassare chi gia' si e' arricchito e continua ad arricchirsi a spese degli altri, emanando norme ad personas. Io mi auguro davvero che berlusconi inciampi su se stesso e cada rovinosamente trascinando con se' tutti i suoi sgherri passati e presenti. E che tutte le forze buone del paese riescano a creare identita' tra onesta' ed esercizio della politica in modo da fare dell'Italia un paese in cui si vive bene. per ora, pensando tra le altre cose all'affaire di Pomigliano, mentre Gramsci e altri grandi padri si rivoltano nelle loro tombe, avrei solo voglia di scendere
http://comevorrei.ilcannocchiale.it


# 76    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 11:58

sublime marziam..grandissima davvero ...è troppo leggerti, continuaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :-))))))


Il tema dell’etica è noto, infatti è uno dei primi punti menzionati da Fini nelle formazione della sua ‘minoranza’, però il suo governo va in senso opposto, vedi ultima nomina, vedi legge anti- corruzione dimenticata; peraltro senza di essa ogni altro discorso sulle spese è sterile, perché si sa già a priori che fine farebbero gli eventuali risparmi. Della motivazione con cui il tribunale di Firenze ha negato la libertà provvisoria a due comandanti delle ferocissime Truppe d’Appalto (Balducci & De Santis) mi ha colpito l’ultima riga: «Gli indagati mostrano una evidente carenza di percezione della antigiuridicità del proprio comportamento». Insomma, dopo mesi di cella, i signori della Cricca continuano a non capire cos’hanno fatto di male (Embè?)
Ha ragione Granellini quando dice che il ns. è il Paese degli Embè


Il tema dell’etica è noto, infatti è uno dei primi punti menzionati da Fini nelle formazione della sua ‘minoranza’, però il governo va in senso opposto, vedi ultima nomina, vedi legge anti- corruzione dimenticata, bavaglio sempre gettonato; peraltro senza di essa ogni altro discorso sulle spese è sterile, perché si sa già a priori che fine farebbero gli eventuali risparmi. Della motivazione con cui il tribunale di Firenze ha negato la libertà provvisoria a due comandanti delle ferocissime Truppe d’Appalto (Balducci & De Santis) mi ha colpito l’ultima riga: «Gli indagati mostrano una evidente carenza di percezione della antigiuridicità del proprio comportamento». Insomma, dopo mesi di cella, i signori della Cricca continuano a non capire cos’hanno fatto di male (Embè?)
Ha ragione Gramellini, il ns. è il Paese degli Embè


# 79    commento di   galfra - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 12:4

Il tema dell’etica è noto, infatti è uno dei primi punti menzionati da Fini nelle formazione della sua ‘minoranza’, però il governo va in senso opposto, vedi ultima nomina, vedi legge anti- corruzione dimenticata, bavaglio sempre gettonato; peraltro senza di essa ogni altro discorso sulle spese è sterile, perché si sa già a priori che fine farebbero gli eventuali risparmi. Della motivazione con cui il tribunale di Firenze ha negato la libertà provvisoria a due comandanti delle ferocissime Truppe d’Appalto (Balducci & De Santis) mi ha colpito l’ultima riga: «Gli indagati mostrano una evidente carenza di percezione della antigiuridicità del proprio comportamento». Insomma, dopo mesi di cella, i signori della Cricca continuano a non capire cos’hanno fatto di male (Embè?)
Ha ragione Gramellini, il ns. è il Paese degli Embè


commento di galfra - lasciato il 20/6/2010 alle 11:59 quell'embè dice tutto. e poi Gramellini riporta ludicamente uno dei tormentoni lessicali degli ultimi tempi, la percezione di un fenomino...il caldo percepito, la sicurezza percepita, la criminosità non percepita del proprio comportamento. Grazie galfra questo gramellini che ci hai donato ieri mi era sfuggito!


# 81    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/6/2010 alle 12:10

# 75 commento di katili - utente certificato lasciato il 20/6/2010 alle 11:52 carissima o carissimo , spesso quegli "embè" che ci ricorda galfra , marziam e il buon gramellini si ritrovano in svariati atti giudiziari, durante indagini o processi , cosi sintetizzati tutti , di nuovo molto bene, nell'atto de ltribunale di firenze nel momento in cui si nega a balducci&co la libertà provvisoria «Gli indagati mostrano una evidente carenza di percezione della antigiuridicità del proprio comportamento».....cosa voglio dirti?una società che non è basata sul principio di responsabilità( anche se lo dice,ma non basta per dare esempio diffuso del concetto di responsabilità), cosa che puoi vedere dall azioni singole sparse anche degli atti piu di cronaca nera ( pensa ad erba), fino a quella di cronaca politica, perderà il senso, qualità e quantità, della linea di confine UOMO/ANTIUOMO....la perderà a tal punto che la vergogna che è l'atto inziale di qualsiasi percorso di vera "riabilitazione", verrà sostituita da una riabilitazione ante-litteram, sicchè finirà che una parte dell asocietà sarà costretta come io ,te altri, a provare vergogna per chi non la prova, sia dei suoi semplici atti di rilevanza amorale, sia per quelli addirittura antigiuridici. un caro saluto :-)


@redazione---------il banner non funziona,blocca la visuale,fate qualcosa.......


nonposso, a) neppure Brancher ha preso voti (grazie al sistema elettorale-porcata) eppure ... b) ti sarà sfuggito, ma non sono io a scandalizzarmi che Travaglio non sia ministro, quanto certi anonimi che non trovano di meglio che equiparare per gravità (facendo quindi pari e patta) la condanna per diffamazione di un giornalista alla promozione a ministro di un parlamentare per evitargli di rispondere delle (eventuali) colpe e/o reati.


# 72 commento di marziam --- emendatio non petita, scassacaxxio manifesta, mi rammentava giusto ieri Ruggero Orlando. Il medesimo mi suggerisce inoltre che il gergo porno americano non ha nulla a che vedere con il suo amato latino. Del tutto apprezzabile e non certo improprio, pertanto, il riferimento all'astenersi - a sviare l'attenzione dalla furibonda erezione -, cui segue l'evidenza di una poderosa e spettacolare getto a fontanone.


Ma perchè.,secondo qualcuno il Presidente della Repubblica può rifiutare formalmente la nomina di un Ministro? E in base a quele norma?Ma chi dice queste cose lo conosce l'art. 89 della Costituzione ?ha idea di che tipo di sistema sia il nostro,certo non presidenziale? Vuole,forse un bel sistema presidenziale,come voleva il maestro di MT?E allora lo dica,un po' di coraggio!!E come mai ora se ne fa carico solo a Napolitano?Perchè, tutti i ministri nominati nei 60 anni di Repubblica erano tutti irreprensibili?Questa campagna contro Napolitano comincia veramente a stufare:A questo punto sarei contento se si dimmettesse e venisse eletto un nuovo Pdr,che sicuramente sarebbe di estrema sinistra....


Articolo 92 della Costituzione, II comma: Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri. Questo c'è scritto nell'articolo, siccome il PdR dovrebbe essere il garante della Costituzione se gli propongono uno che tra 5 giorni sarebbe dovuto andare in tribunale come imputato forse nn avrebbe dovuto accettare sta nomina... hanno inoltre appena fatto una manovra da un po' di miliardi dando botte da orbi a chi nn ha soldi xò i soldi per un altro ministero fantasma con stipendi faraonici ci sono.... (dopo il grande ministero per l'attuazione del programma che è ridicolo xè il programma lo dovrebbero già attuare i singoli ministeri all'interno delle loro funzioni ora ci tocca quello per l'attuazione del federalismo....)


# 87    commento di   chomsky5 - utente certificato  lasciato il 21/6/2010 alle 17:26

Sono d'accordo con le argomentazioni di #86. Sì; mi sembra che gli azzurri non potevano trovare un Presidente migliore di colui che, come tutti gli ex compagni, da farsi perdonare di essere nato rosso. Cmq., dalla vicenda, possiamo dire che habemus syllabum! Cioè? Un corso di studi essenziale, delle credenziali per fare carriera in politica. Per i sottosegretariati, bastano un paio di avvisi di garanzia. Per i ministeri, come il caso in questione insegna, ci vogliono un paio di condanne anche se non in via definitiva. Sono dispensate dall'esibizione di titoli legali, le donne avvvenenti che abbiano, cmq., qlcs. da esibire. Per diventare premier, la cosa si fa dura. Una ventina di procedimenti giudiziari ed una caterva di leggi ad personam, bastano per essere eletti. Per poter governare, si deve dimostrare di essere capaci anche di "tenere unito" il governo. saluti





Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti