Commenti

commenti su voglioscendere

post: No Bavaglio Day - La diretta

Voglioscendere partecipa alla maratona web di Liberarete.tv  per la diretta on line della manifestazione nazionale contro la legge bavaglio sulle intercettazioni. Diretta dalle ore 17 alle 24 dal Teatro "Lo Spazio" di Roma, in costante collegamento con piazza Navona. Il programma della maratona web di Liberarete.tv : gli interventi dal palco del Teatro "Lo Spazio" di Roma, collegamenti live dall'Italia e dall'estero, le interviste e le video inchieste del circuito di Liberarete.tv continua



commenti



Il PD è come un papà e una mamma. Mentre il PDL è come fare la "bella vita".


Travaglio lei partecipa al mercato azionario? Continuamo pure con le solite manifestazioni inutili..Grazie ragazzi!


# 3    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 1/7/2010 alle 16:56

Giorno e ora della manifestazione assurdi. Ho sempre espresso questo giudizio e non cambia mi dispiace per tutti quelli che conosco e avrebbero voluto manifestare ma non possono.


Un bavaglio a tutti - tutti zitti e eroi come Mangano!


ormai è buoni contro cattivi, pd contro pdl


La legge anti-corruzione è ormai dimenticata in un cassetto. Fini si è fatto fregare per l'ennesima volta.


# 7    commento di   galfra - utente certificato  lasciato il 1/7/2010 alle 17:55

Il governo, e nello specifico B&B, non dimostrano di ravvedersi. Infatti continuano a trattare e spendersi per i loro problemi e non per quelli degli italiani, o 'taliani' come ci chiamano con diprezzo i leghisti. Problemi innumerevoli perchè accumulati e non afrontati da lungo tempo, in primis il declino manifatturiero, di cui la legge anti-corruzione è un tassello. Senza rilacio manifatturiero non ci sarà ripresa solida nel ns. paese e perciò non ci sarà ripresa dell'occupazione e si ridurrà la capacità competitiva complessiva del paese. Siamo a distanza siderale rispetto alle parole d'ordine del governo!
Declino industriale


# 8    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 1/7/2010 alle 18:24

Andreotti e Dell'Utri Solo in Italia potevamo inventare i mafiosi con la data di scadenza. Luca


L'ULTIMA MINACCIA ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- ... è il titolo del film in cui Richard Brooks, autore della sceneggiatura e regista, "trasferisce tutta la propria passione civile, doppiamente encomiabile in anni di caccia alle streghe" (paolo Mereghetti); ma anche l'ultima minaccia di Scarface II contro la libertà di stampa quando essa sta per scoprire i suoi altarini, in anni di caccia ai giornalisti! "Appassionata difesa del quarto potere." ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Nel film è il gangster che vuole mettere il bavaglio al direttore del giornale (il mitico Humphrey Bogart), che però al telefono gli fa sentire la rotativa lanciata a pieni giri e aggiunge: "È la stampa, amico, e tu non ci puoi fare niente." ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- È LA STAMPA, AMICO, E TU NON CI PUOI FARE NIENTE! Buttiamolo in faccia a Scarface II!


é da un'ora che cerco di entrare nel sito del fatto quotidiano ma mi dice: "You are banned from this site!". C'é per caso qualcuno che ha lo stesso problema? Grazie.


DEADLINE - U.S.A., IL FILM ANTI-BAVAGLIO! ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Ecco l'originale (chiudete gli occhi per sentire la voce di Bogert): "That's the Press, baby, and there's nothing you can do about it. Nothing."


ps - IL GANGSTER DELL'"ULTIMA MINACCIA" SI CHIAMA RIENZI - PER CASO UN NOME ITALIANO!


Bogey chiama il gangster Rienzi "baby". C'è chi traduce con "bellezza", chi con "amico". E noi, come chiamiano Berlusconi? Baby?


# 14    commento di   Pierpaolo Buzza - utente certificato  lasciato il 1/7/2010 alle 19:11

Io sono notoriamente di un pessimismo catastrofico, ma vorrei solo precisare che se si è deciso di tenere la manifestazione a piazza Navona, vuol dire che i manifestanti sono pochi. Più un movimento d'opinione che una vera manifestazione di massa. Fino a che non riempi non dico Circo Massimo, ma almeno piazza San Giovanni, non fai paura a nessuno.
http://professorwoland.ilcannocchiale.it


La manifestazione di protesta, che c'è in piazza a Roma, è... "grossa", stando almeno a quello che si può vedere su Repubblica. Buon segno, il governo Berlusconi andrà a casa?


Dopo il rapporto di Beppe Pisanu torna d'attualità il libro di Maurizio Torrealta "La trattativa. Mafia e Stato: un dialogo a colpi di bombe" - del 2002! Dicevo prima: andiamo avanti con i piedi di piombo: l'unità di misura del tempo è il decennio.


Avete sentito il dialogo del professor Rodotà oggi in diretta da piazza Navona. Dovrebbe essere messo nei libri di Filosofia per la profondità del ragionamento. grande studioso, questo Rodotà.


Mi spiace solo non esserci...Ma sono con voi!!!!




# 20    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 1/7/2010 alle 21:41

Questa manifestazione deve durare fino al 29 luglio.


Il "punto" è che la maggioranza d'italiane e italiani ha già votato a destra. E così al governo ci sono Berlusconi e quelli del PDL e... decidono loro.


Notte...besos


Noemi Letizia agli onori della cronaca del fatto vs Patrizia d'addario cacciata da Piazza Navona--- due pesi due misure? Per noemi siamo anche noi complici dello sciacquo del suo cervello!-------------------------------------------------------- Per Patrizia siamo complici del suo sfruttamento ( sessuale e giornalistico )usa e getta


Washington, 1 lug. (Adnkronos) - La "stragrande maggioranza" degli oltre 11 milioni di "immigrati senza documenti" e' qui "per cercare un "posto migliore" dove vivere e lavorare. Ma siccome sono costretti a "vivere nell'ombra" sono esposti allo sfruttamento sul lavoro e non possono denunciare i crimini. E' quanto ha detto Barack Obama nel discorso, pronunciato oggi a Washington, in cui ha lanciato il nuovo progetto per una riforma dell'immigrazione che possa portare alla luce i milioni di clandestini e, allo stesso tempo, rafforzi i controlli sul confine. ----------------------------------------------------------------- Berlusconi, l'Obama italiano,(secondo i suoi)qualche tempo fa': Meno extracomunitari = meno delinquenti! -----------------------------------------------------------------Due diverse interpretazioni della politica-immigrazioni di due Grandi(!) Paesi.
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Usa-Obama-portare-alla-luce-gli-11-milioni-di-immigrati-che




Nuova traduzione: "È la stampa, baby B., e tu non ci puoi fare niente. Niente." ... la rotativa passerà sopra di te come un rullo compressore.


In galera. Sì, in galera. E/o denunce milionarie. "Sputtanamenti" vari. Siamo rovinati.


La manifestazione di protesta contro la "Legge - BAVAGLIO" è stata... bella, sì, ma in piazza a Roma si sarebbe dovuto rimanerci di più. Nemmeno il tempo di capire, e poi, se vogliamo, se si vuole, guardate la Francia, dove i camionisti hanno bloccato i valichi transalpini per giorni e giorni e hanno vinto e gli studenti a Parigi hanno protestato a Parigi per settimane e hanno obbligato l'allora governo di Villepein a ritirare l'odioso "contratto di primo impiego", il "CPE". Io posso dire che ho già scambiato due chiacchiere con un politico del PDL di qui e si è messo a ridere perché ha detto: "Io non credo a queste cose di mezzo, ieri è stato un divertimento, nel dopo lavoro dalle 5 in poi, come andare al calcetto". Esatto. Insomma, il sindacato della F. N. S. I. è ancora una volta DEBOLE


Bisognerebbe andare in piazza, IN PIAZZA, e rimanerci. Lo sciopero è astensione dal lavoro per un certo numero di giorni almeno. Ieri è stata una presa in giro, una serata per "colmare" le esigenze culturali di una parte della popolazione.


# 30    commento di   chomsky5 - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 10:11

L'estate è nemica del manifestante, ma grande amica del legislatore. Che, perciò, si riserva il vantaggio di tenere il barometro dalla parte del manico. In tv, ne ho visto un ampio resoconto su rainews24. Bella manifestazione multicolore. Rosso, rosa, giallo, viola, ma anche il bianco degli alti papaveri. Di turchese, forse, c'rano solo i calzini. Ci fosse stato dell'azzurro o del nero, si sarebbe creato una sana biodiversità. Con tutte le monocolture in circolazione non è poco. Sbagliati i tempi? Ma se è previsto che il coltello della censura entri in azione a fine Luglio che si fa? Si manfesta in primavera o in autunno? Mas que nada. saluti


- 30, chomsky5, si va in piazza, sì, in piazza, e ci si rimane lì. tu dici: "Sbagliati i tempi? Ma se è previsto che il coltello della censura entri in azione a fine Luglio che si fa?". Non sarebbero sbagliati i tempi per protestare, ma è già finita e nemmeno se ne sono accorti. bisogna organizzare giorni GIORNATE di scioperi veri.


altre soluzioni non ce ne sono.


speriamo che il sig. MARCO TRAVAGLIO abbia capito qualche cosa sullo scontro FINI/BONDI... questo per il bene di tutti quelli che vogliano un ritorno alla vera democrazia ... il fare di TRAVAGLIO attaccando in permanenza un uomo sostenuto dalla mafiafascistoide é UNA GUERRA PERSA inpari il nostro eroe a pensare piu ai poveri cristi italiani e non a vendere libri e DVD é il momento di SOSTENERE QUELLA PICCOLA FIAMMELLA CHE ARDE NEL PDL SPERANDO CHE SE TUTTI UNITI SOFFIAMO SPERANDO CHE NON SI SPENGA MA DIVENTI UN FUOCO CHE RAGGIUNGA L4INFERNO INSIEME AL MALEFICO VERME..... ALE TRAVAGLIO per una volta DACCI UNA MANO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


# 34    commento di   chomsky5 - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 10:53

@michi. Mi son fermato a leggere i commenti. Mi è sembrato di cogliere un diffuso senza di sfiducia e, se mi passi il termine, di disfattismo. Che, d'altronde, detto con amarezza, di solito, in questo blog abbonda. Si faccia quel che si può, accade quel che deve, diceva qualcuno. Non so se tu lo sei ma l'entusiasmo, perfino la generosità e l'abnegazione dei giovani, li porta a perdere di vista la realtà. Hai presente l'enorme disparità di forze in campo? Loro fanno(si dice per dire) i parlamentari e sono i meglio pagati d'Europa. Quanti soldi si sono guadagnati ieri? Guadagnati? Spesi! Vedi; c'è chi, per compiere misfatti legislativi, è pagato e chi, per impedirli, deve spendere. Che si fa? Si resta, ad oltranza in piazza? Non dico la voglia, ché l'hanno tutti, ma quanti ne hanno le possibilità? Poi, il mondo non finisce il 29 Luglio. Ci sono altri luoghi ed altre situazioni dove, compagni di strada, anche economicamente interessati, hanno già promesso battaglia. Sky ne è uno, ed il più forte. Anche fra i cavalli del cavaliere, cominciano a muovere delle "cavalle fumantine". Si può dire Finantine? Poi, dovesse fallire tutto, Mussolini fu ripudiato da quello stesso popolo che lo acclamò, al momento dei proclami e delle leggi dure e decise, e lo ripudiò quando vide cosa comportava la realizzazione pratica di quegli stessi proclami e leggi cui, con entusiasmo, avevavano approvato. Ah! 'sta gioventù! saluti




- 35, chomsky5: certo, io ti dò ragione su più "punti", sì, ma occorre guardare ai risultati...


# 37    commento di   chomsky5 - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 11:23

I risultati reali e tangibili è lo scoramento che sembra essersi impadronito, mi ci metto pure io, di noi. Per il resto, per me, il 29 Luglio non succede niente. Bondi e Fini si son mazziati in diretta Rainews24. E se succede? Dei Fini si sa c'è anche l'eterogenesi. E se si spezzase la corda? Non quella cui, per il loro stesso bene, dovrebbero impiccarsi ma quella che, al loro interno, si stanno tirando? Poi, e se, nonostante tutto succede? Dura minga! E, poi, Travaglio è bravo ed argomenti non gliene mancheranno. E se gli dovessero venire a mancare? Si misurerà su altri temi che, molti fra noi, gli chiedono di attenzionare. Gli Agr'amanti lo finirebbero, così di accusarci di perseguire il golpe giudiziario. Ma fa che un vecchio come me, deve far coraggio a giovani come voi? saluti E, come disse il card. Bertone, non c'è più gioventù! saluti


# 38    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 11:29



-38, chomsky: non è "scoramento", è la Crisi... Si chiama così, la crisi è proprio questa, se ci pensi


# 40    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 11:38

Francè , ma che sta a combina' oggi? ti stai a disintossica'? proprio oggi dovevi iniziare? come facciamo senza te , marziam, mig e tutti gli altri?quando sbucate?


# 41    commento di   chomsky5 - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 11:45

#40michi. La crisi del movimento intendi? Può essere; e se fosse, non è stato invano. Le esperienze, le conoscenze, le coscienze maturate, fosse solo sul piano individuale,maturate, non si dissolvono mica. Io, di giovani in gamba riconducibili al movimento, ne ho visti tanti. C'è quel Bono che, sul versante economico, sa il fatto suo. Se, poi, intendi la Crisi della generazione "senza futuro", l'importante è che sappia chi gliel'ha sottratto. Non ci si fa lo stesso niente, ma qualcosa ci si inventerà. Poi, se si scassa la baracca, si scassa per tutti. L'età non salverà nessuno. Io per parte mia, un pezzo di terra ce l'ho. Per adesso, ci spendo solo soldi ma, se si torna al baratto, prima li reinvento e, poi, mi ci faccio i dindi. Nel caso, absit iniuria verbis, offro lavoro. Ciao


Meraviglioso il PAFFUTO BONDI, nel duello con Fini, quando afferma: bisogna dare solidarietà ai colleghi di partito nei guai con la Giustizia(Dell'Utri-Brancher-Verdini-Cosentino ecc. la lista sarebbe troppo lunga) se no ARRIVANO I COMUNISTI AL GOVERNO!!!!!!!Fatelo ricoverare!


# 43    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 12:25

francè te lo ricordi quando ha dedicato la poesia persino a cicchitto ?aiutoooooooo.però che peccato che nella vita non hanno dato quel minimo meccanismo di anticorpi a vedere il grottesco del potere, che fa sbellicare a terra dalle risate ( anche amare) ...perchè quando è esploso l'universo,le stelle non hanno messo tutte loro dentro a ogni pianeta uomo ,umile o meno umile in qualsiasi corpo?....ma ti rendi conto della differenza di meccanismi che segnano le differenze di chi si accorge e chi no? tutti tutti tutti dovrebbero rendersi conto di una poesia senza poesia , da maschio a maschio ,senza alcuno degli abbracci di almodovar, cioè di un unica repubblica fascista dai tempi di salò in cui i maschi del potere ,in un modo o in un altro, fanno quelle cose lì senza nemmeno arrivare all'ipotesi di quell'ultimo beccato nei cocaparty...persino costui , anche se ha scambiato il suo essere per un avere distratto dal suo corpo, appare un poeta in confronto difronte a quel sonno e non sommo poeta che non è ,della ragione che genera mostri.


# 44    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 12:26

ec in confronto o di fronte


Due chicche sul nostro presidente "piccolino" in Brasile 1-Il giornale O ESTADO DE SAO PAOLO riporta che il nostro satiro avrebbe passato la notte in un hotel di lusso con SEI, DICONSI SEI, BALLERINE. Ovviamente notizia smentita da Palazzo Chigi 2- A Panama il piccolino ha affermato che gli Italiani in America Centrale sono 50 milioni (in realta sono 21.700) Sembrano appunti malevoli su fatti banali, mossi dal solito antiberlusconismo viscerale- Sono inveci dimostrazione del modo brancaleonesco (ricordate il grande film di Monicelli?) di porsi come leader di un importante paese. Anche se la notizia delle 6 ballerine fosse falsa, credo che a Chirac, Kohl, Blair nessuno avrebbe accostato, neanche per fare gossip, stuoli di fanciulle discinte pronte a serate carnascialesche. W L'ITALIA....


# 46    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 12:44

francè , a proposito di brasile ,mi viene in mente tony pagoda. purtroppo lo strega non l'hanno dato a sorrentino che per me avrebbe dovuto prendere e dovrebbe prendere tutti i premi dell'universo.tony si ritrova in brasile e capisci tutto di quella scelta nella copertina al libro. se avessi i miliardi ,regalarei una copia a tutti di quel libro.


# 41 commento di pasolinante - lasciato il 2/7/2010 alle 11:38 a svejate rigazzina, che stai addormì? che stai a pettinaa' e bambole?* e,guardate 'n po' 'nnietro no? li commenti 23 e 24 de chi so, de mi nonna? P.S. *Modo di dire meraviglioso che ho imparato a L'eredità di carlo conti..e poi dicono che alla rai non fanno le trasmissioni "istruttive"!


# 48    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 13:3

mannaggia la miseria Marziama mia :-)))...co' nientepopodimenoche 'sto commmentone tuo( sublime) , fosse che fosse che mi rifreghi il fidanzato mio ( nostro) pure oggi? ti volevi far per- donare alla grande di ieri , nevvero? ma poi che farai ? me lo riabbandoni alle mie braccia? tocca riabbracciarlo anche oggi? (*_^)...oh intanto che ci so' , complimenti per li tua commenta eh eh che non so' di tu' nonna :-))))


PASO-Lo Strega, come il Campiello e tutti i premi letterari in genere, sono precotti e il vincitore, non certo sempre il più meritevole,come sai viene pilotato dalle Case Editrici (indovina quale è in Italia e a chi appartiene la più grande Casa Editrice??? ha un minuto per schiacciare il pulsante...)-Ho assistito qualche volta in TV alla serata di Valle Giulia per le premiazioni. Poi da quando è comparso il viscido Vespa quale presentatore, causa conati irrefrenabili provocati dalla vista di costui, mi sono dimesso da spettatore dello Strega.....A' toute l'heure ma charmante amie...


PASO #50-Vedi prima fecevo pesanti ironie sull'ars amatoria der nanetto de noantri, e poi mi spari un post del genere che è per mequasi una sublimazione di VIAGRA MENTALE- Sriverò a Silviuccio nostro che non solo lui è ..."conteso" da più fanciulle!!!!!Meno male che ci è rimasta l'ironia e il piacere di sparare qualche fregnaccia, unico antidoto ai c..zzi quotidiani-Ciaoooooo




paso/marziam....quest'anno all'inizio dell'estate nel sud io m'imbratto di mare di sabbia di sole... m'imbratto di alberi... m'imbratto di mele come fossero miele...nelle notti il cielo da odore di messi.... nelle notti il cielo discende sulla strada polverosa ed io mi inbratto di stelle ... al mare alla sabbia al sole ,alla mela,alle stelle ... io mi abituo o mie rose mi abituo profondamente.... confuso col mare e la sabbia e il sole e la mela e le stelle il tempo di partire é venuto...HIKMET


Bossi: "bisogna dare qualcosa a Berlusconi". Ecco, ci manca di dargli il culo e poi siamo a posto.


Ho visto il commento del direttore di studio aperto (telegiornale inutile e ridicolo) tale Toti, di cui mi sfuggono biografia e opere, circa la sentenza Dell'Utri. Il mio unico commento è che neanche al NKVD di Beria, durante lo stalinismo,sarebbero riusciti a trasformare e manipolare così bene una notizia. Il leccaculo principe E.Fede, si starà tormentando roso dall'invidia per non aver saputo fare di meglio nel suo Tg4......Poi c'è ancora qualche cazzone che afferma che la televisione non sposta i voti, bla bla bla bla


io purtroppo mi son persa la diretta, non si può vederla in qualche modo i pod cast? qualcuno sa dirmi come posso fare? grazie!!!!!!!!!!!!!




povera D'Addario : mi è dispiaciuto per lei. io la abbraccio




c'è qualcuno che usa il mio nome margherita per scrivere mail che non mi sogno nemmeno di pensare : mai parlato di ghedini ! attenti


@Francesco il vecchio: Beh il massimo quel demente l'ha raggiunto con il paragone tra la sentenza Dell'Utri e quella di Massimo Tartaglia, con tanto di premessa: "sia ben chiaro che non vogliamo vedere in carcere chi ha problemi mentali".


c'è qualcuno che usa il mio nome margherita per scrivere mail che non mi sogno nemmeno di pensare : mai parlato di ghedini ! attenti


# 62    commento di   chomsky5 - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 15:9

Quando si occupa di Nord, il ministro forzista prestato alla Lega, è Tremonti; quando si occupa di Sud, è Trecarte. Infatti, di fronte alle sue, le abilità dei cartari dei quartieri spagnoli, sbiadiscono Ma se, dall'Ue, ha avuto la deroga per stornare la destinazione dei FAS? E con quali fondi era coperto il bancomat di governo? A Maggio scorso, il CdM ne ha negato l'uso per ripianare i debiti di 5 o 6 regioni meridionali Che devono spendere? Quello che è nelle sue disponibilità? E non ha fatto a cazzotti con quel cialtrne di Fitto per accapararsi la disponibilità degli 80 mld. delle atttività produttive di Scajola? Nel regno delle due Sicilie, si è bravi e scaltri con il "cartuscella vince, e cartuscella perde". Ma si gioca/imbroglia con 3 carte. Il prossimo premio Nobel per l'economia, con il suo "monte vince e cartuscella perde", gioca con 6 elementi. La cartuscella perde sempre, ed il monte mai. Chissà perchè, poi, alla fine, è il piatto piange sempre. E come cantava Scajola: Voglio una vista sul Colosseo, per ricordarmi dove andremo a finir saluti




# 64    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 15:33

Faccio come al solito il bastian contrario, mi viene bene :) La manifestazione più che inutile potrebbe essere controproducente. Poniamo il caso che il Puffone stralciasse TUTTA la parte che riguarda l'editoria, cosa rimarrebe? Quella che riguarda la giustizia. Non si potrebbe più chiamarla "legge bavaglio" perchè non imbavaglia nessuno, potete scrivere ciò che volete, ma se mancano le intercettazioni e quindi le notizie... cosa scrivi? Non vi sarà sfuggito che gli interventi USA e altri esteri, oltre alla ottima Concita De Gregorio, vertono invece quasi esclusivamente sulla parte che riguarda la giustizia. Il fine ultimo del Puffone è IMHO quello, non sarebbe nemmeno la prima volta che "spara alto" per poi ottenere quello che realmente vuole. In realtà parecchi lo hanno capito questo suo scopo, è il titolo della mobilitazione che è sbagliato, perchè per tanti che hanno partecipato e capiscono il rischio, c'è una molto più vasta area dell' opinione pubblica che riceve un' informazione parziale o distorta del contenuto. Gente che un domani, se sparisse "il bavaglio", non capirebbe perchè ancora ci si lamenta. Saluti.


Renzo C E' vero, il titolo doveva comprendere anche l'argomento intercettazioni/giustizia. E' però vero anche che nella manifestazione -almeno quella in cui sono stato io a Milano- si è parlato quasi solo di giustizia e intercettazioni, non dimenticando ovviamente il problema della libertà d'informazione.


La battaglia del nanetto corso a Mont Saint-Jean si concluse male perchè arrivarono i prussiani ad attaccarlo da destra. Visto che Mr.B. sembra credersi novello napoleone, direi di mandarlo in esilio dal compagno di merende libico nonappena avrà finito di disfarsi insieme al suo governo in questa waterloo chiamata bavaglio. Mi chiedo solo a cosa possa servire un lodo alfano quando non si è più né presidente del consiglio né ministro: se il governo cade il recordman italiano di tutti i tempi nella scala mussolini della boria sarà costretto alla fuga.


# 67    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 15:46

carissimi Francesco, Marziam , Matuss e anche Renzo e tutti...vorrei parlare della poesia di Hikmet e il viagra mentale dello yin e dello yang ESISTENZIALE POLITICO. più io rimango vicina a quella zona delle stelle dove nasce il pianeta IDEE , più nella vita potrò trasferire la stessa vicinanza erotica politica. tutto separa e riduce se mi lmito ai fatti del mondo, tutto mi ridurrebbe a rabbia e vedrei ad esempio D'Addario non come simbolo di quelle IDEE , ma solo come colei che l'avrebbe sporcate per un suo tornaconto personale. gli occhi però non tradiscono mai e se so come L'uomo forte può schiacciare l'uomo debole, anche laddove questo abbia avuto un'ombra di forza a renderlo meno puro, altrattanto so che devo stare dalla parte del debole.tanto piu se questo è ridotto a sporcarsi, pur nella sua libera scelta, di qualcosa di umano, che implica un mio sovraumano a vedere quanto male hanno fatto alle donne, in questo caso di deboli in ballo, usandole e facendo in modo che si lasciassero usare per la donna vende e aiuta a vendere e quegli occhi , di patrizia , me lo raccontano, sono limpidi e per dono qualsiasi colpa,perchè quella mondiale di un italia fallica devo portarla con dolore nel mio corpo prendendo le colpe del piu debole,spatuzza compreso. i forti ci hanno distrutto compresa la guerra dei sessi,solo contro questi occorre lottare, come rotolandosi nelle stelle fra la sabbia in cui ci arrotoliamo in un' orgia politica che ancora non si è vista , ma esiste e non è utopia, si chiama ESSERE senza nulla in cambio.


# 68    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 15:48

ec perche la donna


# 50 commento di francesco (il vecchio) -scusa l'omonimia anzitutto, non è mia intenzione creare equivoci. Da "testimone oculare" posso confermare quello che hai scritto. Non per il vincitore però: è la scelta della cinquina ad essere condizionata da un centinaio di variabili che ben immagini. Il sistema di votazione che stabilisce il vincitore è più trasparente di quanto si pensi. Ciao.


# 70    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 15:58

# 79 commento di The Croppy Boy -- Dipendesse da me lo cambierei completamente, metterei soltanto il riferimento alla parte della giustizia. "legge bavaglio" "bavaglio day" ecc.. sono belli e facili, ma si corre il rischio di cui sopra. Non importa che alla manifestazione si parlasse della parte sulla giustizia, purtroppo è il titolo che rimane nella testa, più che altro di chi non c'era. --- Impressione/dubbio ancora da capire: come mai il Puffone dice una boiata come lo sciopero dei lettori dei giornali (cagata pazzesca) e feltri gli va subito dietro? distrazione di massa? mahh... quando quei due FINGONO di litigare io mi preoccupo. Ciao, e lascia stare i normanni di Palermo ;)


@Renzo C: il ddl intercettazioni ha un duale compito, ma un fine unico che é salvare il sederino di politici ed affaristi invischiati nello schifo che sta(va) venendo a galla. Dovremo, a breve, anche inserirci i porporati nell'elenco (la cosa non mi stupisce) di chi deve essere salvato dalla "slavina" di scandali. Comunque la parte inerente le limitazioni alla stampa é vergognosa tanto quanto lo "spuntare" il mezzo investigativo delle intercettazioni (IMHO é sempre sottinteso quando si esprime un'opinione).


# 72    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 16:6

"Dieci motivi per dire no secondo Piero Grasso" “Sarebbe gravemente minata l’efficacia dell’azione investigativa e processuale”. 1. L’ipotesi di astensione del giudice e la sostituzione del pm indagato presenta due punti critici, perché prevede che il procuratore della Repubblica riceva informazioni dal Capo dell’ufficio che sta indagando, con una anomala violazione del segreto d’ufficio che, in alcuni casi, potrebbe essere causa a sua volta deleteria per l’attività d’indagine; e poi ricollega alla semplice iscrizione nel registro degli indagati, che è atto dovuto a seguito, per esempio della denunzia di una delle parti, la sostituzione del pm, con effetti gravissimi sull’andamento del processo. Facile immaginare il succedersi di denunzie strumentali per ottenere la sostituzione del pm che sta facendo il processo e che di solito è l’unico che lo conosce bene, nei casi più difficili e delicati a cominciare da quelli di mafia e terrorismo. Peraltro, la previsione è incongrua perché le notizie “segrete” non sono mai in possesso solo del m, ma anche di molte altre persone (polizia giudiziaria, consulenti, personale amministrativo, persone informate sui fatti ecc.) per cui le cosiddette fughe di notizie possono essere responsabilità di soggetti diversi dal magistrato. 2. Innanzitutto, una serie di condizioni assai rigide per l’effettuazione di intercettazioni e videoriprese e per l’acquisizione di tabulati di traffico telefonico e telematico. Queste condizioni valgono, a differenza che nel testo precedente approvato dalal Camera, anche per i reati di mafia e terrorismo, la cui disciplina verrebbe così notevolemnte modificata (in peius) rispetto alla situazione attuale. Tali modifiche avranno un effetto gravissimo in senso negativo sulle relative indagini che subiranno una forte limitazione. Questo effetto sarà ulteriormente aggravato dal fatto che le stesse condizioni valgono, ovviamente per tutti gli altri reati, compresi i cosiddetti reati spia (ovvero usura


# 73    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 16:7

(ovvero usura, estorsione e riciclaggio). 3. la nuova norma equipara la disciplina dell’acquisizione dei dati di traffico telefonico e delle videoriprese a quella delle intercettazioni di conversazioni nonostante le profonde differenze e la ben diversa invasività tra i due strumenti d’indagine. La decisione di richiedere l’autorizzazione del Tribunale collegiale, inoltre, non tiene conto della realtà delle cose e cioè dell’altissima frequenza con cui è necessario ricorrere a tale strumento e dell’assoluta urgenza con cui è necessario provvedervi nell’attuale situazione di una società caratterizzata dall’uso delle telecomunicazioni. Tanto è vero che appena qualche anno fa il legislatore aveva dovuto correggere la norma precedente che prevedeva sempre l’intervento del Gip e attribuire al Pm il potere di acquisire i tabulati se relativi solo agli ultimi due anni. 4. Rischiano di diventare inutilizzabili (secondo un’interpretazione più che plausibile) tutte le riprese fatte dalle telecamere disseminate, con grandi spese, proprio per ragioni di sicurezza, nelle nostre città, qualunque sia la condotta delittuosa, anche gravissima, che dovesse venire registrata. Inoltre, richiedere l’autorizzazione giudiziale anche per tali attività rappresenta un obiettivo fattore di compressione di un’eventuale, autonoma iniziativa degli organi di polizia giudiziaria. (…) 5. L’autorizzazione alle intercettazioni è attribuita al Tribunale collegiale, invece che al giudice della fase in cui si trova il provvedimento e quindi di regola al Gip, per tutelare maggiormente la privacy. Sul piano organizzativo, l’attribuzione al Collegio di questa nuova competenza comporterà enormi difficoltà. Un qualsiasi provvedimento in questa materia, infatti, determinerà l’incompatibilità dei magistrati che lo avranno adottato a trattare il procedimento in qualsiasi fase successiva. Per grandi processi di mafia, per i tribunali medio-piccoli, sarà impossibile formare i collegi giudicanti, p


# 74    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/7/2010 alle 16:10

Inoltre, richiedere l’autorizzazione giudiziale anche per tali attività rappresenta un obiettivo fattore di compressione di un’eventuale, autonoma iniziativa degli organi 6. inoltre, ogni richiesta di intercettazione, ripresa video e acquisizione di tabulati esige, secondo questa nuova legge, l’invio di “tutti gli atti di indagine” al tribunale. Un aggravio enorme e sostanzialmente inutile per le strutture già al collasso degli uffici giudiziari. 7. La modifica dei termini delle intercettazioni (art.267 c.p.p.): appare assolutamente irrazionale, immotivata e soggetta a rilievi di costituzionalità sotto il profilo dell’azione penale, la previsione di termini iugulatori previsti in 30 giorni, prorogabili di altri 15, e solamente in caso di nuovi elementi, specificatamente indicati, di ulteriori 15 giorni. Se poi emerge l’esigenza di impedire che l’aqttività delittuosa venga portata a conseguenze ulteriori ovvero che siano commessi nuovi reati si può ottenere un’ulteriore proroga di 15 giorni. Infine in caso di ulteriori elementi si andrà di tre giorni in tre giorni. Per quale ragione infatti tali termini devono essere inferiori a quelli già previsti per le indagini in rlazione ai delitti non di mafia o terrorismo previsti dal primo comma dell’articolo 266 del c.p.p.? 8. La valutazione dei gravi indizi di reato secondo i nuovi criteri restringe ancora di più la possibilità di effettuare intercettazioni, videoriprese e perfino acquisizioni di tabulati, circostanza particolarmente grave per i cosiddetti reati spia per le ripercussioni sui reati di mafia. 9. Il termine dei 75 giorni potrebbe essere troppo breve per i reati di criminalità organizzata (non mafiosa) e in particolare per i reati-spia, e per i reati gravissimi, a cominciare dall’omicidio. 10. È vietato lo stralcio delle registrazioni e dei verbali attinenti il procedimento prima che gli stessi vengano posti a disposizione dei difensori. Poiché però i processi di mafia e terrorism
http://www.libertaegiustizia.it/2010/07/02/intercettazioni-dieci-motivi-per-dire-no-secondo-piero-gr




tanto il bavaglio se lo son messi da soli. Nessuno commenta l'articolo apparso SOLAMENTE su l'unione sarda. E gli altri giornali e giornalisti che fine hanno fatto? e i politici che protestano per il bavaglio perchè non si tolgono il bavaglino e commentano questo gravissimo fatto? Perchè nessuno nostro rappresentante chiede spiegazioni e nomi dei titolari dei finanziamenti? Perchè? Perchè molte note notissime, notizie di truffe non appaiono mai sui giornali o se appaiono miracolosamente durano solamente 1 giorno? Sardegna, il grande saccheggio Parla il procuratore regionale della Corte dei conti Domenica 27 giugno 2010 di GIORGIO PISANO Nell'arco di sette anni (2000-2006) la Sardegna ha ricevuto finanziamenti statali, regionali e comunitari per una cifra impressionante: quasi undicimila milioni di euro. Danaro pubblico, danaro dei contribuenti. Che fine ha fatto? Doveva servire a far nascere nuove industrie, dare ossigeno ad artigiani pieni di idee e vuoti di portafoglio, stimolare gli imprenditori a far uscire questa terra dalla depressione, dalla miseria, dalla disoccupazione. Com'è finita? Pagina 4 della relazione di Tommaso Cottone, procuratore regionale della Corte di conti: Le erogazioni sembrano essersi risolte in regalìe a imprese e imprenditori; il più delle volte le opere finanziate non sono state affatto realizzate oppure lo sono state senza l'apporto di capitali propri, con ciò vanificando la politica economica nazionale e regionale che, attraverso l'incentivo, volevano (e vogliono) che l'imprenditore privato assumesse, almeno in parte, il rischio d'impresa. Gli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza (solerte e determinante in questa guerra contro un esercito fantasma) hanno rivelato che nell'80 per cento dei casi si è tentata l'avventura imprenditoriale con il solo contributo pubblico . L'Agenzia delle Entrate ha poi scoperto che dietro questa massiccia richiesta di finanziamenti c'è un pittoresco campionario di fatturazioni f


Quel che «GHE PENSI MI» non incanta più nessuno (tranne i boccaloni). M'hanno colpito gli incipit degli editoriale del Corriere e della Repubblica: partano da questa battuta berlsuconiana e fanno commenti quasi identici: ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Corriere della Sera: «Lotte intestine» ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Di MASSIMO FRANCO ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Il «ci penso io» sorridente e rassicurante di appena qualche ora fa adesso trasmette allarme e ansia. La sensazione è che il ritorno in Italia dagli incontri internazionali abbiamostrato a Silvio Berlusconi una situazione più grave del previsto. Più che essere in ebollizione, il suo centrodestra rischia di evaporare per i contrasti che lo stanno lacerando; e ai quali il presidente del Consiglio non sembra in grado di porre rimedio: non almeno come in passato... ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Repubblica: «Quel buco nero del quale non si parla» di EUGENIO SCALFARI ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- NONOSTANTE il "ghe pensi mi" detto da Berlusconi nella sua doppia dichiarazione al Tg1 e al Tg5 dell'altro ieri, è sensazione generale che il blocco politico di centrodestra si stia sfaldando. I segnali più chiari vengono addirittura dalla Lega: Bossi solidarizza con il


Repubblica: «Quel buco nero del quale non si parla» di EUGENIO SCALFARI ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- NONOSTANTE il "ghe pensi mi" detto da Berlusconi nella sua doppia dichiarazione al Tg1 e al Tg5 dell'altro ieri, è sensazione generale che il blocco politico di centrodestra si stia sfaldando. I segnali più chiari vengono addirittura dalla Lega: Bossi solidarizza con il severo monito di Napolitano concernente la legge sulle intercettazioni e ha posto solidi paletti contro l'ipotesi d'uno scioglimento anticipato delle Camere...





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti