Commenti

commenti su voglioscendere

post: Fuga dal Pdl

da ilfattoquotidiano.it , 5 agosto 2010  Il passaggio di Chiara Moroni dalle file del Pdl a quelle dei finiani è un buon esempio di quanto ci attende nelle prossime settimane. Ora che il partito di Silvio Berlusconi, almeno a Montecitorio, non ha più i numeri per governare, l’emorragia di parlamentari in uscita dal gruppo degli azzurri minaccia di farsi continua.  Da una parte, pensano di andarsene una serie di deputati e senatori che con il Popolo della Libertà sono sempre c’entrati poco. Gente di destra, ma non berlusconiana, che si era ritrovata da quelle parti sopratutto a causa del bipolarismo. Non sono in molti, ma i loro nomi sono significativi. Un esempio? Santo Versace che continua a giurare una (poco convinta) fedeltà al premier, ma che poi ... continua



commenti





# 2    commento di   luk75 - utente certificato  lasciato il 6/8/2010 alle 14:27

l'anno non finirà, ed il governo andrà a casa...
http://laveneredormiente.blogspot.com/


# 3    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 6/8/2010 alle 14:37

il popolo italiano capisce solo il potere ed il denaro , un popolo che non capisce fino a quando non vive nel peggio nel male assoluto , vendola è un personalismo comunista come già betinotti come il dittatore fidel castro , vendola in italia perderebbe sicuro e col sorriso solo il suo e di quelli che sono attaccati a lui come degli insetti ad un toro


# 4    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 6/8/2010 alle 14:40

il popolo italiano è senza dignità possiamo tranquillamente arrivare alla dittatura argentina in italia col popolo italiano . agosto 2010 italia .


# 5    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 6/8/2010 alle 14:40

bisogna cambiare la legge elettorale .


# 6    commento di   Max/9 - utente certificato  lasciato il 6/8/2010 alle 14:58

Ma... "sex" appeal...? Siamo sicuri...?


Andare alle urne con una legge elettorale come quella che già abbiamo sarebbero... "robe da matti". Per altro ci troveremmo dopo un certo numero di mesi a ri-vedere un'altra povera "vittima", dopo Prodi e Berlusconi, perché il sistema elettorale non rappresenta il sistema politico e partitico-parlamentare che c'è. Io, almeno, direi prima di mettere una legge per esempio alla tedesca e dopo, ma solo poi, chiamare tuti i cittadini a votare. Al contrario, non avremmo risolto un bel niente e tutto sarebbe come d'accapo...


Certo per i diretti interessati la scelta dell`IDEALE per un domani migliore dovrebbe essere finalmente semplice: Il premier BERLUSCONI ha sbandierato ai quattro venti che il suo ideale ha come eroe di riferimento il pluriomicida mafioso nonché suo ex stalliere MANGANO................................ Fini ha sbandierato ai quattro venti che il suo ideale ha come eroe di riferimento il mgistrato BORSELLINO pricipe di legalità , trasparenza, giustizia........................................ CHI scegliere? ?


io scelgo l'F. M. I., il Fondo Monetario Internazionale, sperando che ci salvi dal disastro


OT "Siamo pronti a investire ulteriormente nella comunicazione in Rete (da settembre partirà una Web Tv dell’Italia dei Valori)." BY TONINO


1.la vignetta è super. \\\2. Chapeau a chiara Moroni con augurio allegato di effetto domino ad infinitum... ma forse basta meno. 3. Grazie Peter della lucida analisi chiarificatrice esplicativa.


Si Fini oggi ha cone eroe di riferomento Borsellino,ma qualche anno fa sosteneva che Mussolini era aadirittura il più grande statista del '900 ed eravamo nel 1994,cioè dopo la svolta di Fiuggi;che,come me ,ha memoria,non riesce ad entusiasmarsi per certi personaggi...


gomez però..come mi scrive c'entrati...


# 13 commento di vito di pinto - lasciato il 6/8/2010 alle 18:2 e che vvoi fa.. c'è persino chi scrive "centra" per dire non c'entra niente ...!


Per Renzo, in riferimento al commento 35 del precedente thread Quasi tutto il panorama giornalistico italiano è in conflitto di interessi, per una banale e ormai radicata ragione: non esistono più gli editori "puri", non intesi come imprenditori singoli senza gruppi alle spalle (vecchia definizione), ma come persone o gruppi che svolgono unicamente il mestiere di editore. Quotidiani e tv vengono ormai acquisiti e gestiti da gente che svolge tutt'altrà attività e si avvale dei media - divenuti strumento primario - solo per supporto ai propri interessi (che siano strategici, politici, imprenditoriali o semplicemente di smaltimento della pubblicità); e pur non volendo perderci troppo economicamente (il giornalismo di oggi è identico a quello di 30 anni fa e nel frattempo nel mondo, soprattutto della comunicazione, qualcosa è mutato: quindi è fisiologicamente destinato alla sconfitta, professionale ed economica) non si danna troppo se l'aspetto tecnico, la deontologia o la qualità del prodotto siano o meno competitivi. Tranne Sky, che ha un professionista dietro (Murdoch può essere infinitamente discusso per altre ragioni, ma resta comunque un editore vero), i presunti colossi del giornalismo scritto e televisivo devono fare più i conti con le esigenze del padrone che con quelle dell'informazione o dello stesso guadagno economico, che come ho detto diventa il secondo obiettivo nella loro scala prioritaria. Se (per tua comprensibile meraviglia ma non per la mia) i cecchini del tg5 - comunque straseguiti da un popolo che noleggià idee e pensieri dalla tv - preferiscono esercitarsi nel tiro al bersaglio su Fini e mortificano ascoltatori, informazione e quel che resta dell'albo professionale dei giornalisti, è evidentemente un passo calcolato; cosa vuoi che importi a sua Altezza se perde un po' di share (e su questo, conoscendo il pelo sullo stomaco degli italiani e il loro tasso intellettivo, nutrirei molti dubbi), quando invece può esercitarsi nel gesto politico prefer


... preferito: la demolizione mediatica di chi non gli garba, in quel momento, per varie e nobili ragioni? Altrimenti, dovresti domandarti perchè la sempre più commerciale mamma Rai (oltretutto a pagamento) tenti di tutto per disfarsi di Santoro e Anno zero, malgrado gli garantiscano (al di là del gradimento personale sul programma) uno degli ascolti più alti di tutto il palinsesto; evidentemente non rientrano negli interessi di chi -secondo me anche economicamente - gestisce l'attuale tv di Stato. In quanto a Clementino, al vip Rossella o al simulacro di tanti ex giornalisti, sono solo il riflesso di un popolo senza più dio. Comunque, apprezzerò sempre chi ha ancora il coraggio di indignarsi, seppur per un barnum desolante e vuoto


il governo non cadra...prima penseranno alle pensioni d'oro e poi Muoia sansone con tutti i filistei




# 19    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 6/8/2010 alle 20:30

# 28 commento di homofaber --- La tua disamina è ineccepibile, ma IMHO la notizia di apertura di un tg che fa milioni di ascoltatori, secondo o pari al tg1, nell' edizione di massimo share, non può essere "l'appartamento di Fini a Montecarlo". Credo che nemmeno minzolini sia mai arrivato a tanto, qui siamo alla gogna estrema su un fatto marginale. Perchè, nonostante ciò che scrive Gomez, non è nemmeno lontanamente paragonabile un appartamento a: fondazione di FI con un mafioso, corruzione, falso in bilancio e compagnia bella. Se per Fini sarà una macchia, il Puffone è così lercio che non bastano 100 lavatrici. Ciò che mi indigna è che questo uso strumentale del media (marziam, la prego, si astenga :p) sia portato alla massima violenza possibile, come se fosse la notizia più importante del mondo, tanto da meritare l'apertura sia del sommario che del tg! Giornale e libero sono 2 flobert in confronto ad un carroarmato Abrams come il tg5 delle 20. E' questo l'aspetto che dovrebbe sugerire di valutare attentamente l'importanza e il risalto da dare alle notizie: la notizia c'è, indubbiamente, ma non è certo da "strillare" in apertura! Questo fa capire che lo scontro è veramente al calor bianco, però non può venir meno un equilibrio almeno formale. In compenso ho apprezzato che, seppur implicitamente, mi dai ragione sul FQ: pure qui c'è un padrone, la marketta oggi l'ha fatta Paolo Flores d'Arcais. Ciao.


Caro Gomez, magari i problemi fossero solo quelli che hai elencato tu,ma purtroppo il vero potere (che voi non toccate mai),non scherza.Leggetevi questo libro della coppia Parenzo -Benetazzo.Il resto lo trovate nel mio blog: VUOLE FARMI CREDERE CHE LA CRISI DELLA GRECIA E L'ATTACCO ALL'EURO SONO DOVUTI A UN FALLIMENTO STRUTTURALE DELLA POLITICA MONETARIA EUROPEA? IL FATTO CHE I SINGOLI PAESI NON POSSONO CONTARE SU UNA PROPRIA POLITICA MONETARIA,E QUINDI NON POSSANO SCEGLIERE INDIVIDUALMENTE UNA "EXIT STRATEGY",UNA VIA D'USCITA,HA PORTATO AL DISASTRO CHE STIAMO VEDENDO? E I DEBITI PRODOTTI DALLO STATO SOCIALE GRECO NON C'ENTRANO? FORSE VUOLE NEGARE CHE IL PROBLEMA DELLA GRECIA E' ANCHE UN BILANCIO STATALE CHE FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI,CON GENTE CHE ANDAVA IN PENSIONE A 50 ANNI? Certo.Questa è la spiegazione principale per il clima di tensione finanziaria che sta caratterizzando la UE.Gli stati periferici con un'economia già debole come la Grecia-Portogallo-Spagna e l'Italia stessa,si rendono conto di non poter intervenire per tentare di risanare la propria situazione. Vede,noi italiani su questo potremmo fare storia.Nel 1991 fummo colpiti da una crisi economica di natura ciclica,anzichè strutturale come quella che ci sta colpendo oggi.In quella fase le difficoltà potevano essere facilmente superate,e infatti lo furono,grazie alla possibilità del Paese di sfruttare tre strumenti di natura macroeconomica: 1) La svalutazione della propria divisa (allora era la lira). 2) L'emissione di debito sovrano creando debito pubblico. 3) L'abbassamento o il rialzo dei tassi d'interesse. Si tratta di strumenti macroeconomici fondamentali per un Paese,perchè ne definiscono la sovranità monetaria. Vede,caro Parenzo,le valute cioè le monete di ogni Paese,rappresentano una valvola di sfogo.Prima dell'euro quando si era in difficoltà e in procinto di vedere ridimensionati i propri attivi economici,i governi disponevano di un'arma s
www.anglotedesco.splinder.com


che bello dimenticarsi e non discutere in tv e radio della vicenda P3, tirando in ballo la casa di Montercarlo...


Ma se era bello e pronto il linciaggio contro Fini, tutti i fedelissimi del ducetto non sono preoccupati?Esiste un dossier per ognuno di loro? Per Santo Versace cosa ci sara, Feltri dirà che ha evaso le tasse ed usufruito dello scudo fiscale e che sfrutta i cinesi nella produzione? Immagino sia opprimente essere un berlusconiano di questi tempi.


# 23    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 6/8/2010 alle 22:58

Peter, ti prego. Non si dice "sono c'entrati" ma "ci sono entrati". E' un errore diffusissimo e su questo argomento tempo fa vinsi una scommessa interpellando l'Accademia della Crusca che mi diede ragione. Fine OT e scusate tutti.




Renzo, tu favelli e sogni da giornalista in pectore o da giornalista vero, ma dubito che entrando nei piani alti o nei piani bassi della maggior parte dei quotidiani, periodici o testate televisive italiane, scorgerai direttori (soprattutto loro, ormai divenuti protesi del floor superiore) o redattori semplici attenti più al 'sacro fuoco' dell'informazione che all'opportunità o meno che il loro scritto e la loro titolazione siano in sintonia con il trend aziendale. Ovviamente, mi riferisco all'editoria forte (economicamente), non escludendo però - anzi sperandolo intensamente, quasi spasmodicamente - che possano esistere testate particolari, anche autofinanziate, anche locali - in cui prevalga ancora un minimo senso della professionalità e della deontologia. "Aprire" con le illazioni su Fini, tacendo sulle vergogne di casa, è come quando a Controcampo (che in quanto ad ascolti, neppure 'vede' la DS) si apre sui problemi di Balotelli mentre il Milan colleziona figurine e insulti e l'Inter scudetti e Champions League; la notizia non potrà mai essere l'inquieta esistenza di Balotelli rispetto al trionfo del Bernabeu, ove la rivale nerazzurra riesce ad essere l'unica squadra italiana di tutti i tempi capace dello storico triplete (per gli spagnoli, inventori del virtuale Grande Slam, la tripletta va coniugata al maschile). Perdonami la sacrilega comparazione, ma la tecnica è la stessa - sia in politica sia nello sport (e di esempi, anche in altri campi, ne potrei fare mille), tutt'altro che casuale e tutt'altro che rispettosa dei milioni di 'imbecilli' che si sintonizzano su Mediaset gratis o su Mediaset Premium (...). Nell'era attuale, il potere (e quindi la morbosa e distorta politica dei giorni nostri; il binomio è immarcescibile) si basa essenzialmente sul supporto mediatico; esistono fior di organizzazioni specializzate che organizzano e determinano addirittura l'elezione di un presidente della Repubblica; in Sudamerica e in altri paesi deboli (culturalmente ed ec


economicamente) dell'America centrale, è realtà consolidata. Tornando alla parte finale delle tue considerazioni, non conosco perfettamente la genesi e la realizzazione del Fatto Quotiano per espormi a giudizi, che sarebbero inevitabilmente solo superficiali. Se però dovessi basarmi sul racconto di amici ben informati, indipendenti ma non messia, debbo dirti che me ne hanno sempre lodato la sana artigianalità ed escluso la presenza di burattinai o semplici reggitori di fili; anzi... E se un prodotto fatto in caso, sicuramente non allineato e infinitamente meno pubblicizzato di altri, riesce a vendere un numero di copie sicuramente non irrilevante, evidentemente - al di là del fascino di Travaglio o di Gomez - qualcosa di diverso, appetibile e comunque consumabile dovrà pur esserci... Sogni d'oro, per te e anche per me


A BLOB hanno ricordato la condanna di Salvo Sottile, portavoce di Fini,che incontrava la Gregoraci alla Farnesina, trasportata con l'auto BLU! http://www.repubblica.it/2006/06/sezioni/cronaca/vittorio-emanuele-4/gregoraci-accusa/gregoraci-accusa.html W: lei conosce il signor Salvo Sottile? G: Salvo Sottile? Sì, lo conosco. W: ci può dire, diciamo, come l'ha conosciuto e che rapporti ci sono o ci sono stati. G: no, nessun tipo di rapporto. Me lo ha presentato un mio amico, che si chiama Cristiano Malgioglio (...) siamo stati a pranzo una volta in un ristorante tutti e tre, abbiamo chiacchierato così e basta. W: poi non vi siete più visti, insomma? G: ci siamo sentiti telefonicamente qualche volta (...) W: e quindi lei non ha mai chiesto, oppure il signor Sottile non le ha mai offerto... lei sa che lavoro fa, di che si occupa Salvo Sottile? G: se non sbaglio, non sono sicura, lavora... si occupa dell'ufficio stampa del... o una cosa del genere, non so bene, di... del signor Gianfranco Fini. Può essere? (...) W: lei si è mai incontrata con Salvatore Sottile da sola? G: senza Cristiano? W: senza Cristiano. G: sono stata a trovarlo... in ufficio da lui. W: e come ci è andata in ufficio? G: con la macchina. W: con la macchina sua, sua di Elisabetta Gregoraci? G: no, io non ho la macchina, con il taxi (...) W: si ricorda nitidamente che ha preso un taxi? G: sì, non avendo la macchina, mi muovo con i taxi o con l'autista. Più avanti il pm Woodcock farò ascoltare alla Gregoraci le telefonate in cui Sottile ordina all'autista di andarla a prendere a casa.


# 28    commento di   3my78 - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 3:22

Certo che da quando è stato aperto il sito de Il Fatto Quotidiano questo blog è crollato nelle visite.
http://3my78.blogspot.com/


Caro Peter, scrivi da Dio!


"Vi sono momenti,nella vita,in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo,un dovere civile,una sfida morale,un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre" Cito Oriana Fallaci perché pur avendo scelto il silenzio dignitoso quale condotta di vita,avverto l'urgenza,ildovere civile e l'obbligo morale di romperlo.Gli uomini e le donne che governano questo paese hanno teste piene ma non ben fatte, esprimono il nulla.La componente femminile il peggio. Che vergogna!Gli elettori li hanno deputati per liberarli dalla immondizia, dalla inciviltà indecorosa delle strade in cui vivono,dai rumori che li affliggono. Ma può essere vero? L'elettore in realtà vi vota perché gli è stato promessa l'assunzione del figlio, dei nipoti, il trasferimento della moglie ed anche il loculo al cimitero. I governanti rappresentano l'inciviltà e l'ignoranza di coloro che li eleggono. Un tempo si diceva "Ubi maior, minor cessat" oggi invece "Ubi minor, maior cessat"


# 31    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 10:44

Imma, io non sono mai stata di destra.Capisco il valore che ha avuto Fallaci,soprattutto in periodi più "neutri" del primo periodo,ma il secondo segnato dall'odio fra le "razze" e la sua enorme superiorità,stile Ferrara, da grande intellettuale, condita dall'ambrogino di una città che non era la sua e che non lha conferito a un Biagi che vi aveva vissuto, me l'ha fatta completamente tutta povera e non rientreà mai nei miei punti di riferimento(di umanità,politica e tutti i neuroni che aveva dato. come donna è funzionale al potere maschio,in ogni sua capacità bellica e di guerra, diverso dal potere madre terra e quel femminile che anche gli uomini potevano avere-complementi l'uno all'altro senza dominanze da maschio alfa,sia negli uni che nelle altre).è quasi come fosse, attualizzandola ad oggi, la versione nobile di una santanchè, ma non molto diversa( devo esagerare per rendere anche tanti racconti che ho letto sulla sua vita di profondo odio per i comuni mortali che puzzavano ai suoi occhi)-per quanto riguarda la componente femminile al governo, questa non è altro che il riflesso di quella maschile,ma in un corpo xx,anziche xy;fallocratica ed anche iniziatica dell'antropologia sessuale da "mattino dei maghi";però anche altri contenitori non scherzano nel volere donne(sempre poche e pochissime, riusciamo ad essere infatti peggio del terzo mondo(a immagine e somiglianza di certi poteri maschi( penso a finocchiaro e tante come lei..rappresenta tutto tranne che le capacità femminili "creative" terra delle donne, complementarri a quelle maschili"cielo"degli uomini)...già nel 1921,x prendere un uomo integro e di vera destra,questi si esprimeva,in uno dei suoi caposaldi del codice della vita degli italiani al numero 49,che fa eco agli "imbecilli" di cui ci parlava nel 2010 Homofaber poco sopra(non è cambiato nulla anzi è peggio del fascismo,come ci diceva già due anni fa ,Asor Rosa e ci spiegava ancor meglio per le donne Ida Dominijanni): "L'italiano è un popolo che
http://www.dit.unitn.it/~asiena/cvi/prezzolini.html


# 32    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 10:44

"L'italiano è un popolo che si fa guidare da imbecilli i quali hanno fama di essere machiavellici, riuscendo così ad aggiungere al danno la beffa, ossia l'insuccesso alla disistima, per il loro paese. Inoltre,da molti anni il programma degli uomini che fanno la politica estera sembra riassumersi in questo: mani vuote, ma sporche. " 1921 Prezzolini


Rentio C(aio) Hominifabroque interfacciantibus: 1 Rentio Caio, (a parte) credo Faber big Rai matris nostrae sit, igitur divulgationem situm tuum, "free", optimum beneficium omnibus in rete (non mare nostro) navigantibus, pete sine timore ac pudore! toto orbi terrarum optimum servitium Faber facere poterit eiusque rei maxime laetus erit, Is benefactor certe est! 2 Fabro; (a parte ) si erravi ( quo supra dixi) idem est. Innumerabilibus tuis itineribus, negotiis relationibusque certe rentiani consilii sponsor vel divulgator esse potes, igitur propera.-datte da fa -, succurre stu "guaglionem" vere merentem tua consideratione! visita igitur eius situm Nicholao Nigrophonti benefectori deditum (One laptop for child) alias... ille in aeternum retem, omnibus pilas rumpens,longe largeque percurrebit!
http://www.streamnet.it/stylesheet/slide.html


# 28 commento di 3my78 - lasciato il 7/8/2010 alle 3:22 inertia dicere cogor "Cur in alium situm,quodcumque sit, non is ad iellam ferendam?


CHIARA MORONI, EX SOCIALISTA CRAXIANA, MELMA CHE SI SPOSTA CON OPPORTUNISMO CALCOLATO. FLI, COME UDC, API ETC, LUPI FAMELICI SEMPRE PRONTI AD INFILARE LA LORO BOCCA IN QUALSIASI CALDERONE,PER POI SCAPPARE AL MOMENTO OPPORTUNO. LA CAMPAGNA MEDIATICA CONTRO L'EX RAGAZZOTTO BOLOGNESE. SE IL BALORDO MUORE, POLITICAMENTE, COME GLI AUGURO, INSIEME AI RUTELLI, CASINI E D'ALEMA, E' SOLO UN BENE PER LA NOSTRA NAZIONE. AFFOGHEREBBE NELLA MERDA CHE PER 20 ANNI HA CONTRIBUITO A FAR CRESCERE.


commento di GOGLIA PIETRO - lasciato il 7/8/2010 alle 11:20 il tuo intervento non è scritto in modo sintatticamente comprensibile, comunque a naso mi pare che tu disprezzi la Moroni e qui dissento. Sul balordo invece concordo. cerca però di scrivere correttamente altrimenti la comunicazione se la porta il vento...


# 37    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 12:36

Eh eh eh notevole Martiam il tuo trentatrè, coincidenza cristica laica di evidente qualità alla quantità del numero...lascia inoltre immaginare Renzo passare alla storia come Negroponte insieme a Iacona come fosse Homofaber....bellissima relazione STORICA !


Berlusconi finche' le opposisizioni si comporteranno come voi vincera' sempre. X Homofaber commenti n. 25 e 26: mi pare di capire che in italia le TV eleggono presidenti, li fanno cadere come succede nei paesi sudamericani economicamente e culturalmente piu' deboli. Debbo dire che e' una grande cazzate , se le tv influenziassero i voti travaglio sarebbe primo ministro e Berlusconi a Regina Coeli. Tutti giorni, per tutto l'anno attaccate da ogni tv, radio, internet berlusconi... avete piu' spazio di lui. Gli artisti TV, cantanti , scrittori, attori, comici falliti (Grillo-Guzzanti) completamente schierati contro il centro destra; gente che poi lavora grazie a berlusconi che butta via i soldi per produrre i loro film.La verita' e' che non vi segue nessuno e nascondete il vostro fallimento dietro allo slogan:" In italia la stampa non e' libera". e' liberissima invece ci siete voi, santoro, travaglio, grillo , beha ecc... che tutti i giorni diffamano , accusano ,insultano. In Cina non c'e' liberta' di stampa, a cuba. Siete un insulto alla verita'. ".... no ma freedom house dice che siamo come la tanzania...". ecco freedom house e' un'altra pagliacciata fatta ad hoc per voi. Dire che siamo come la Tanzania e' un insulto alla nostra storia, e a chi ha lottato per la liberta' che in italia c'e' e che in molti posti del mondo se la sognano. Mi pare che criptonite scriveva di avere vergogna di essere italiana... beh che vada in tanzania o in sudan se puo' vivere come in Italia. Siete come i figli dei ricchi che sputano in faccia alla ricchezza di famiglia per fare i guerrieri delle cause perse... pero' non dormire nel letto caldo alla notte e' impossibile.. I paesi sudamericani , per inciso hanno una grande cultura e il Brasile in particolare e' tra i primi al mondo a livello di sviluppo economico. tanto che sta prestando soldi al FMI.


@41 commento di carlo, Vado per ordine di lettura del tuo commento,dici:"Berlusconi finche' le opposisizioni si comporteranno come voi vincera' sempre..." L'unica cosa sensata che quoto!. Ici: "..Debbo dire che e' una grande cazzate.." e via così con un mare di fantasie. Strano che su qualche post precedente hai fatto la verginella dicendo che sei stato accusato di sparare solo cazzate,e poi sei qui a fare lo stesso. Questo è iltipico atteggiamento della prepotenza del nano di arcore e dei suoi fans.Dici: "..I paesi sudamericani , per inciso hanno una grande cultura e il Brasile in particolare e' tra i primi al mondo a livello di sviluppo economico. tanto che sta prestando soldi al FMI." Certo,sul piano culturale tanto di cappello, vero anche che il Brasile è insieme alla Cina il traino dell'economia mondiale,ma in Brasile c'è anche TANTA FAME,magari invece di prestarli i soldi dovrebbero guardarsi in casa. In ultimo ho notato che se scrivi il nome di Travaglio usi il minuscolo (travaglio), mentre se citi il tuo ducetto lo "rispetti".. questo atteggiamento disprezzativo,contro chi NON lo merita,è una chiara provocazione,quindi non lamentarti se ricevi risposte pungenti e dolorose. Ciao carlo,saluti alla banda.


# 37 commento di pasolinante - lasciato il 7/8/2010 alle 12:36 paso, che c'entra iacona? e poi sei sicura di avere letto bene l'ultima riga?


Egregio giornalista lei non molto tempo fa dichiarò che avrebbe potuto dare il suo voto a Fini, sono sicuro che non lo ha dimenticato . . . . questa è una palese dimostrazione della sua altissima lungimiranza e conoscenza della polita


L'Italia ha rischiato e rischia di finire come la grecia, l'Fmi è dal mese di Aprile che ci dà dentro a verificare e berlusconi e tremonti hanno pagato anni di conti che come sarebbero stati fatti... siamo nella mmm... lo stesso è accaduto in Germania, dove anche il Cancelliere Angela Merkel è stato punito in modo molto pesante dagli elettori tedeschi per via del F. M. I., Grecia, soldi pubblici ecc. Si chiama: "Democrazia".


Non hanno portato i risultati che erano richiesti, a cominciare dal lavoro, precari, disoccupati, risanamento dei conti pubblici ecc


caro l'abile vedo che non hai capito niente. cerco di essere piu' elementare. cominciamo col Brasile .... Il brasile e' un paese giovanissimo per i 2-3 ancora inesplorato, sta crescendo con un ritmo pari a quello americano del dopo-guerra (dove c'era molta fame). ti dico solo che gli equilibri del mondo stanno cominciando a spostarsi, e in italia vi sacannate su berlusconi perche' va a puttane . Siete dei vecchi mentalmente. Di travaglio minuscolo e berlusconi maiuscolo e' solo un caso... ma siccome tu poi non hai argomenti ti metti a polemizzare su cazzate. Infine io non sono un fan di BERLUSCONI, siete voi che siete schiavi del giornalismo copia-incolla di TRAVAGLIO. Se tu fossi in tanzania forse l'internet non l'avresti neanche per insultare il duce che veramente ti governa. Siamo al ridicolo si dice che in italia c'e' il bavaglio. ha mai impedito qualcuno a te a travaglio a santoro a grillo etc... di paralare... in Tanzania sicuramente eravate gia' nel classico pentolone a bollire. quindi siamo seri. Il vostro vate Grillo e' arrivato al punto di polemizzare sulle basi nato, che sono garanzia di liberta' . A cuba (posto che a voi piace tanto) dove non ci sono le basi nato non c'e' liberta'. In Europa la pace e la liberta' conquistata dopo la 2a. guerra mondiale la dobbiamo anche alle basi nato. Siete vergognosi.


ben gli sta, non è mai abbastanza e spererei proprio che se lo ricordino x sempre finché non andranno a chiedere scusa e rimedieranno pubblicamente alle loro cattiverie.


Devono dare una mano a chi hanno inculato. altrimenti che siano fulminati


# 47    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 16:31

link facebook , Cococcia laura la picchiatrice italiana vastese cattolica , posso farne il nome su di un mass media pubblico perchè sarebbe la mia madre italiana era la mia madre italiana la rinnego
su coraggio redazione solo il link .


# 48    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 16:32

redazione coraggio è la verità , avete paura della verità ????????


# 49    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 16:33

cococcia laura la donna che odia la figlia alla follia ed infinitamente e che la vuole morta , posso farne il nome su di un mass media pubblico perchè sarebbe mia madre rinnegata italiana


# 50    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 16:36

continua anche domani e dopodomani , coraggio redazione la verità , vi fa paura la verità ???????????????
coraggio redazione da vasto chieti la verità dell'odio contro la mia vita


# 51    commento di   kriptonite1212 - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 16:37

ERRATA CORRIGE vendola sarebbe una dittatura socialista che perde sicuro in italia , ciao .


Spesso mi accompagno alla lettura di Pasolini.Mi racconta di come siamo modellati,privi di amore per il sapere, per la conoscenza e ancora di come siamo stanchi di divenire giovani seri, sebbene adulti,o contenti per forza, o criminali , o nevrotici, ma vogliamo ridere, essere innocenti, aspettare qualcosa dalla vita, chiedere, ignorare.Non vogliamo essere subito già così sicuri,già così senza sogni.Uno dei temi più misteriosi del teatro tragico greco è la predestinazione dei figli a pagare le colpe dei padri.Non importa se i figli sono buoni, innocenti, pii:se i loro padri hanno peccato,essi devono essere puniti; è il coro, un coro democratico, che si dichiara depositario di tale verità:e la enuncia senza introdurla e senza illustrarla,tanto gli pare naturale.nella mia vita di adulta ho dovuto ammettere di appartenere senza scampo alla generazione dei padri.Senza scampo, perché i figli non solo sono nati,non solo sono cresciuti e quindi all'età della ragione comincia ad essere ineluttabile quello che deve essere,rendendoli adulti. Ho osservato a lungo in questi ultimi anni, questi figli e il mio giudizio, per quanto esso sembrianche a me ingiusto e impietoso, è di condanna.Questi figli ignoranti, nei casi peggiori sono criminali. Non sanno bene qual è la distanza tra causa ed effetto.Se da una parte parlano meglio, ossia hanno assimilato il degradante italiano medio, dall'altro sono quasi afasici.Sanno solo ghignare o sghignazzare. Quanti genitori hanno peccato, inducendo i figli alla condanna di essere ignoranti,infelici, senza amore, senza futuro. Ecco il problema:la mancanza di amore per se stessi.


# 53    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 19:12

Martiam //// ho letto male non solo l ultima riga , ma mi è piaciuto " immaginare" quel tuo intervento all' insegna di un evento " storico "...ho fatto viaggiare la mia fantasia e ho pensato praticamente a ogni "girar pagina " ...dietro homofaber ho pensato lui come Iacona a costruir con Renzo come nella radio libera di Peppino che tante volte ho nominato ...li ho visti insieme con il negroponte fra loro a costruir il primo canale web in ogni trasmissione ...ho immaginato , ho silo immaginato il mio augurio //////Imma ---Pasolini è stato ed è x me un pilastro, forse l ultimo vero intellettuale , genio capace di tutto , film , poesie, romanzi , giornalista interno estero , tutto ...ma quel pensiero che hai scritto , sebbene abbia delle verità , non lo condivido in toto , preferisco alcune risposte e carteggi pensieri riflessioni che gli espresse Montale . Inoltre avendo una figlia, nel mio piccolo, rispetto alle sue grandezze , visto il triste perido di questi "padri" a questi "figli" del 2010 , il mio appoggio va ad entrambi ( italioti compresi vecchi e giovani xkè siamo ormai, stante lo stato dei danni , tutti vittime , tutti )


Inviato erroneamente anche nel nuovo thread Caro Carlo, ti inviterei a una lettura meno superficiale altrimenti rischi di addebitare ad altri utenti frasi mai sussurrate; io non ho mai detto che sono le tv a decretare il presidente della Repubblica italiano, anche perchè dovresti sapere (ma è sempre meglio ribadirtelo) che non sono i cittadini ad eleggerlo (eventualità a cui aspira sua Altezza) bensì il Parlamento, quindi l'effetto didascalico e promozionale dei media sarebbe comunque superfluo. Nel commento precedente, all'interno di un discorso più ampio che evidentemente ti sfugge, ho solo ricordato come in molti Paesi del Centro e Sud America vi siano stati presidenti che hanno ingaggiato società specializzate (ad esempio, quelle che contribuirono all'elezione di Carter negli States) capaci di organizzargli e condurgli la campagna elettorale, riuscendo tra l'altro (guarda caso) a vincere. Se poi vuoi completamente disconoscere la pesantissima rilevanza che hanno i media (soprattutto le tv) non solo sulle scelte politiche di un popolo (soprattutto per gente 'indecisa' da sempre come gli italiani) ma anche sui suoi usi e costumi, beh, allora penso sia inutile continuare...


Per Marziam e Paso, in rigoroso ordine alfabetico. Al di là delle visioni oniriche o di complicate comparazioni, ho semplicemente risposto a una sollecitazione di Renzo -che sicuramente non conosco quanto voi - ma che con me si è sempre comportato civilmente; ed io, fosse il re o l'ultimo dei servitori, ho sempre conversato con chi sostiene un discorso logico. Oltretutto, essendo il nostro chiacchiericcio privo di eventuali 'galanterie' - che secondo Marziam distolgono dal nocciolo delle questioni - ritengo sia stato anche utile (l'influsso dei media sulla società, malgrado sia stato mille volte sviscerato - non sempre a proposito - è un argomento ancora giovane, non adeguatamente esplorato e suscettibile di sviluppi forse non ancora immaginabili). Un caro saluto a entrambe


55 commento di homofaber - lasciato il 7/8/2010 alle 22:8 grazie faber, ti chiedo scusa della eccessiva libertà che mi sono presa. penso che da persona cosi sap-iente (in senso proprio) della vita, quale hai dimostrato di essere, sicuramente ti rendi conto che dietro o meglio dentro qualsiasi di noi che passa in questa casa, c'è un nodo plurimo di difficoltà, dolore, impedimenti, per cui ognuno a suo modo trova qui una libertà d'espressione che può a volte debordare. Bando alle "galanterie."...spero di continuare il "chiacchiericcio" XD


Non devi scusarti di nulla


# 58    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 7/8/2010 alle 23:31

Ciao Homofaber, vi ho immaginato in quel modo, proprio x quei risvolti inimmaginabili che hai scritto poco fa...era evidentemente pura fantasia, tu non sei Iacona nè Renzo è Negroponte, però era di concreto auspicio a tante "sintonizzazioni" e ancora e ancora . Un abbraccione forte dei nostri . Ciao :-)


Fondi Fas, alla Puglia solo briciole Repubblica — 01 agosto 2009 pagina 7 sezione: BARI QUATTRO miliardi alla Sicilia, alla Puglia soltanto le briciole. Ieri il consiglio dei ministri ha approvato lo sblocco dei fondi Fas della regione siciliana. ma - come aveva denunciato due giorni fa Nichi Vendola - le risorse pugliesi resteranno ancora incagliate. Anche il centrodestra pugliese, chi si aspettava una contropartita in termini di opere pubbliche e infrastruttura, ha dovuto ricredersi dopo la presentazione dei progetti finanziati dal consiglio dei ministri: la Puglia è una delle regioni meno finanziate dal governo Berlusconi. Per questo ieri il ministro Raffaele Fitto, è stato costretto a diramare un comunicato stampa fotocopia di quello diffuso il mese scorso: «Motivo di grande soddisfazione è il via libera al raddoppio della Maglie-Leuca». Ma i soldi per la dorsale salentina erano stati sbloccati (ed erano già stati salutati con enfasi) nelle precedenti riunioni del Cipe. Gli unici soldi stanziati ieri sono destinati ai collegamenti ferroviari pugliesi. L' alta velocità tra Bari e Napoli è un miraggio, il finanziamento del nodo ferroviario di Bari è ancora lontano. La Puglia deve accontentarsi delle risorse arrivate per le ferrovie Sud Est: 21 milioni di euro serviranno all' automazione dei passaggi a livello tra Putignano e Bari, 30 milioni saranno destinati ad interventi per la riduzione dell' inquinamento acustico lungo la linea. Non arrivano fondi neanche per gli aeroporti pugliesi. Ma l' ex Seap vedrà lievitare nei prossimi mesi le proprie entrate. Il Cipe ha approvato il contratto di programma 2009-2012 tra Enac e Aeroporti di Puglia finalizzato all' aggiornamento delle tariffe aeroportuali, ancora oggi ferme ai valori del 2000, e più basse di oltre il 30 per cento rispetto alla media europea. «Si tratta di un passaggio fondamentale per Aeroporti di Puglia, che da tempo andiamo sollecitando, in quanto mette il gestore aeroportuale pugliese nella c


continua da precedente postato'marilina'-«Si tratta di un passaggio fondamentale per Aeroporti di Puglia, che da tempo andiamo sollecitando, in quanto mette il gestore aeroportuale pugliese nella condizione di disporre di un nuovo strumento tariffario» ha dichiarato Loizzo. Soddisfatto anche l' amministratore unico degli Aeroporti pugliesi: «Questa firma - ha dichiarato Domenico Di Paola - ci consente di avvicinare le tariffe ai minimi necessari per remunerare il capitale investito in questi anni nelle infrastrutture aeroportuali, pari a circa 400 milioni di Euro, e di garantire servizi aeroportuali con standard qualitativi sempre migliori». Sul fronte Fas resta la preoccupazione e il dissenso della Puglia: «Considero pretestuose le ragioni che hanno impedito al governo di varare i finanziamenti pugliesi insieme a quelli siciliani - ha sottolineato Nichi Vendola - il ministro Scajola si è impegnato a sbloccare i Fas pugliesi entro il primo settembre. Ci aspettiamo che il governo centrale rispetti la parola data». - PAOLO RUSSO PS:caro amico,non leggi + LaRepubblica? solo pochi giorni fa,sono stati sbloccati i Fas 2010 per la Puglia...quella solita ,circa,quasi miseria!!! senza rancore





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti