Commenti

commenti su voglioscendere

post: Schifani, fischi per fiaschi

  Signornò, da L'Espresso in edicola “Squadristi”(Fassino). ”Prevaricatori”(Bersani). “Degenerazione della lotta politica” (Violante). ”Gazzarra intimidatoria” (Napolitano). Così si è detto dei contestatori di Renato Schifani , astutamente invitato alla festa del Pd a Torino malgrado le imbarazzanti amicizie siciliane. Schifani, dal palco, li ha tacciati di “ antidemocrazia ” perchè “volete impedire a due personalità politiche di parlare”. Parlava di se stesso e di Fassino che gli faceva da spalla. Deve trattarsi dello stesso Schifani che, da capogruppo forzista al Senato, esultava a ogni contestazione subita dall’allora premier Romano Prodi e (a differenza di quella spontanea di Torino) puntualmente organizzata da Forza Italia. Come quella al Motor Show di ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Ci hanno tolto la patria di Maurizio Viroli Ci hanno tolto la patria, ecco quello che Berlusconi e i suoi servi hanno fatto. È questa l’ accusa che l’opposizione dovrebbe mettere al centro della sua lotta, se vuole vincere e soprattutto se vuole fare vincere l’Italia. IN QUESTI GIORNI vicini all’8 settembre viene naturale pensare alla morte della patria o all’Italia che manca, per ripetere il titolo del festival Lector in fabula che si apre oggi a Conversano. Di morte della patria parlò per primo, credo, Salvatore Satta, nel De profundis (1948), e ne ha trattato Ernesto Galli della Loggia nel suo libro del 1996. La tesi di Galli della Loggia è nota: con la firma dell’armistizio, si verificò in Italia il crollo completo non solo dello Stato, con la fuga del re e della corte e la disgregazione dell’esercito lasciato in balia degli ex alleati tedeschi diventati nemici, ma anche il dissolversi del sentimento di solidarietà nazionale e del senso del dovere verso il bene comune. Né la Resistenza, per il suo debole carattere di autentico movimento di liberazione nazionale, né la Repubblica, per il troppo ambiguo sentimento di lealtà nazionale della sua élite politica (compreso il Partito Comunista) riuscirono poi a far rinascere e radicare nella mentalità degli italiani un nuovo amor di patria. A mio giudizio la tesi della morte della patria è un’interpretazione parziale degli avvenimenti che segnarono la storia italiana negli anni successivi all’8 settembre e durante i primi decenni della Repubblica. Anziché di morte della patria è a mio avviso storicamente più corretto parlare di morte e di rinascita della patria, o, meglio la morte di una patria, quella del fascismo e della monarchia, e la nascita di una nuova patria, quella della Repubblica e della Costituzione. Lo provano documenti e testimonianze di notevole peso. Nell’agosto del 1943 Piero Calamandrei scriveva: “Veramente la sensazione che si è provata in questi giorni si può
http://www.youtube.com/watch?v=XXqYkQj1QC4


Lo provano documenti e testimonianze di notevole peso. Nell’agosto del 1943 Piero Calamandrei scriveva: “Veramente la sensazione che si è provata in questi giorni si può riassumere senza retorica in questa frase: Si è ritrovata la patria”. Ancora più eloquente è una pagina di Natalia Ginzburg: “Le parole patria e Italia, che ci avevano tanto nauseato fra le pareti della scuola perché accompagnate dall'aggettivo fascista, perché gonfie di vuoto, ci apparvero d'un tratto senza aggettivi e così trasformate che ci sembrò di averle udite e pensate per la prima volta. D'un tratto alle nostre orecchie risultarono vere”. LO PROVANO DEI FATTI troppo importanti per essere trascurati come il rifiuto di tanti soldati italiani di entrare nelle truppe della repubblica di Salò in nome di un sentimento di patria faticosamente ritrovato negli orrori della guerra a fianco dell’alleato tedesco. Ma che un sentimento nuovo di patria, fondato su principi di libertà era rinato lo prova la Costituente. Basti citare le parole con cui il relatore presentò all’Assemblea l’articolo che afferma che “la difesa della Patria è sacro dovere del cittadino”. Egli disse infatti che la Patria, “non è più la matrigna che il fascismo aveva tentato di creare, ma è la madre generosa che accetta ed accoglie tutti i suoi figli con identico animo. (Applausi)”. È vero che durante i primi decenni della nostra storia repubblicana il sentimento di patria di offuscò e visse confinato in ambiti ristretti dell’élite politica e del popolo. Ma non morì affatto la lealtà costituzionale. Grazie ad essa la Repubblica ha vinto sfide tremende. La lealtà alla Costituzione è il cuore del sentimento di patria. Non è tuttavia tutto, perché patria vuol dire anche amore del bene comune, vuol dire, in Italia, antifascismo, vuol dire Risorgimento, vuol dire memorie di uomini e donne che hanno dato l’esempio, vuol dire cultura, vuol dire speranze e fini comuni come popolo. ORBENE, BERLUSCONI e
http://www.youtube.com/watch?v=XXqYkQj1QC4


ORBENE, BERLUSCONI e i suoi hanno distrutto con ferocia metodica tutto ciò che è patria, sia detto senza retorica, con tristezza. Hanno offeso in tutti i modi la Costituzione; hanno dimostrato tante volte di preferire il loro interesse al bene pubblico, a tal segno da essere pronti a devastare la legalità per sottrarsi alle leggi; hanno deriso l’antifascismo e favorito la nascita dell’anti-antifascismo, sentimento quanto mai pericolo e moralmente detestabile; hanno distrutto le nostre memorie: quando ne hanno parlato perché non erano in grado di farlo, e quando hanno taciuto per ignoranza o per disprezzo; hanno avvilito ogni forma di cultura seria per sostituirla con il trionfo della banalità e della volgarità; hanno disseccato nell’animo degli italiani , con le loro azioni e le loro parole, ogni speranza collettiva. La storia insegna: non c’è mai stata in Italia una rinascita civile senza o contro l’idea di patria. Oggi, per ritrovare la patria, bisogna liberarci di Berlusconi e della sua corte. viroli@princeton.edu ?
http://www.youtube.com/watch?v=XXqYkQj1QC4


Notte errante in cerca di segnali di riconoscimento...


Wow, bancopoli è dimenticata. Ora sembra che ci sia un'opposizione e non due grossi partiti che scalano le banche all'alba della crisi economica che avrebbe portato i partiti del parlamento a decidere su aiuti ed incentivi alle banche. (tono ironico da qui) Ha proprio ragione Mr.B. dalla Putin-tania a dire che nel 93 la magistratura è pensantemente intervenuta condizionando la politica e facendo vincere il partito comunista...infatto da prima del 93 ad oggi è cambiato così tanto...che quasi non si vede differenza (forse cambiano i nomi?!) Lo stile di reinterpretazione della storia è lo stesso dei diari di mussolini di dell'utri...


rispondo a quel bambino che mi rimprovera di citare per la terza volta o la quarta o la decima e soprattutto lo dico quanto mi pare: non si può condannare Fassino e assolvere il PD Giubilei no ?


ANGELO.......VASSALLO ....un nome+cognome con ..OSSIMORO \-\-\-\-\-\-\-\-\-\\-\-\--\--\-\-\--\-\---\-\-\-\--\-\--\-\-\--\- Con la sua vita ha indotto altri a liberar-LO di quel cognome (vassallo= servo )che non gli si confaceva\-\-\-\\-\-\-\-\-\-\-\- \-\-\-\\-\-\-\\--\\-\-\-\-\-\--\--\-\-\-\-\---\-\-\-\-\-\-\--\-\- Con la sua morte ha liberato la potenza semantica del suo nome ANGELO = MESSAGGERO.... a noi....di...\-\-\-\-\\-\-\-\-\-\-\-\-\- \-\-\-\\-\\-\--\un grazie dall'Italia.


@Marziam Bellissimi commenti i tuoi sopra.Hai detto tutto quello che c'é da dire.Bisognerá rifare l'italia.E sará dura.


# 48    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 9:36

Renzo, perché impegnato non ho potuto cercare il post che mi dicevi sul thread di gasparri con la copertina del Fatto. Tuttavia forse mi hai frainteso. non volevo dire che il Fatto è puro al 100%, e non sarebbe la prima volta che fa stupidaggini. Ti ripeto che la questione più rilevante è quel "quanto", quella "misura", quel senso delle cose che pone un ordine non solo ai fatti ma anche alla morale stessa. Nel senso: che importanza può avere che il 15% delle quote del fatto ce le ha Vitale (che poi, dettagli e circostanza vanno meglio contestualizzate e precisate) IN RELAZIONE Allo scempio del mondo politico e mediatico italiano? considerando che la coerenza nel mondo politico e mediatico italiano è totalmente ASSENTE (pensa solo alle promesse e alle vicende dei politici), ci sono molte, troppe cose infinitamente più importanti da trattare: le porcate che ci propinano i ministri di B. ad ogni loro intervento, mirato a disintegrare interi settori pubblici (pensa alla scuola), un governo che non riesce a vedere oltre le leggi ad personam in un periodo difficilissimo, etc.. (la lista potrebbe continuare all'infinito). A livello mediatico, apriti cielo! se il tg1 (pagato da tutti) fosse diretto da Gasparri o da Stracquadanio non riuscirei ad accorgermi di alcuna differenza, l'enorme conflitto d'interessi (che come dice qualcuno, non interessa più a nessuno), la malafede (non so come altro definirlo, o malafede, o estraneità dai fatti) del cosiddetto "giornalismo terzista" che si spaccia per tale ma poi chiude gli occhi, facendo esattamente il gioco di qualcuno...


# 53 commento di Claudioqw, si giusto discorso, ma almeno ci risparmiassero le patetite sviolinate da 'duri e puri' --




# 51    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 9:49

# 54: duri lo sono (quantomeno nel trattare di argomenti trascurati o trattati sommariamente da altri giornali), puri al 100% alla fine non lo è nessuno. La realtà è sempre diversa dalle intenzioni..


# 52 commento di Martina - lasciato il 11/9/2010 alle 9:35 -------------------------------------------------------------------- Anche tu non scherzi quanto a chiarezza di idee. coraggio! e.. ad maiora!


# 53    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 9:54

quoto Carlo Ruperto. si può contestare benissimo Obama, perché non si potrebbe contestare Schifani, o Dell'Utri? perché siamo un paese con una democrazia deficiente (nel senso originario della parola), dove la ricerca di una "misura" o di "giusti contrappesi" è calpestata ogni giorno


# 54    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 9:56

.............................
http://seashepherd.org




Addirittura si arriva a dire che persino un indagato ( o un sospettato che non capisco che vuol dire in concreto) non potrebbe più parlare in pubblico??Ma non vi sembra di esagerare?Per essere indagati basta che ci sia una denuncia ;indagato lo è ancora De Magistris ,credo ,indagato lo è lo stesso Di Pietro,a quanto mi risulta,che è stato denunciato da Veltri per truffa ed appropriazione indebita ;e allora che facciamo ,non li facciamo parlare in pubblico finchè le loro posizioni non vengono chiarite??Torno a dire che la contestazione è legittima ,ma non lo è e ,da vecchio radicale,nessuno mi convincerà mai del contrario,impedire ad un soggetto di parlare o peggio ancora ,come nel caso di Bonanni usare allo scopo la violenza fisica,perchè , e non ci prendiamo in giro,lanciare contro qualcuno un fumogeno è violenza fisica.


# 57    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 10:37

Luis, Schifani può parlare in pubblico, ma la gente perché non deve essere libera di contestarlo? hai ragione sulla violenza fisica, ma loro ci prendono in giro tutti i giorni, va capito anche che la gente è esasperata


# 58    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 10:56

MARZIAM __ti ringrazio anche inquesto contesto di aver attenzionato su quell'articolo che ho letto sul fatto. la mia gratitudine ancora con delle parole sull'oltraggio alla storia SIMBOLO ( in carne e ossa) di tutti gli eroi borghesi della nostra povera patria :"Andreotti, Ambrosoli. Che pena, che disgusto il senatore a vita e quelle parole sgorgategli dal profondo a sigillare una vita passata all’insegna del fare accordi con tutti, soprattutto i peggiori, per non aver grane: dalla politica estera a quella interna, dalla Sicilia a Villa Wanda, dal Vaticano a Palazzo Chigi. Il 30 ottobre del 1984 in uno degli interventi più belli mai pronunciati nel Senato italiano, il repubblicano Giovanni Ferrara, sottolineò un particolare della vicenda che aveva visto schierati su due fronti opposti Andreotti filo Sindona e Giorgio Ambrosoli. Trascrivo dal resoconto stenografico dopo la citazione del diario di Andreotti che, dice il senatore Ferrara “mostra delle lacune, come tutti i diari, come i commentari di Giulio Cesare, il diario di Talleyrand o la storia scritta da Churchill. Ad esempio, nel diario di Andreotti vi è una strana lacuna: evidentemente egli non segnava gli avvenimenti più importanti della giornata, vi era una certa casualità e questo può capitare a tutti. Il 12 luglio ad esempio è completamente dedicato, penso con una certa soddisfazione dei colleghi comunisti, almeno per questa parte, ad un lungo incontro con il presidente della Tanzania, Nyerere, per il problema della solidarietà con le popolazioni locali; poi si parla dell’Uganda di Obote, dei programmi di cooperazione tecnico-economica, ossia del grande problema del Terzo Mondo in relazione all’ Europa e all’Italia. Ma il 12 luglio 1979 è anche il giorno in cui, durante la notte, è stato assassinato l’avvocato Giorgio Ambrosoli, e nel diario non vi è una parola in proposito; chiaramente si tratta di un caso”. Del resto, che importanza poteva avere anche allora per Giulio Andreotti, l’uccision


# 59    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 10:56

Del resto, che importanza poteva avere anche allora per Giulio Andreotti, l’uccisione di un servitore dello Stato (che se l’era andata a cercare)? Alla fine del dibattito fu Franco Evangelisti ad affrontare Ferrara e a riferirgli un miscuglio di proteste e minacce. Giovanni sorrise e respinse entrambe col suo sguardo mite e fermo." Sandra Bonsanti


FINALMENTE (non avevamo dubbi) CESARE é confermato é BERLUSCONI e DELLUTRI il "vice cesare" nessun commento da parte di capezzone???? ecco perche il berlusca ieri da mosca attaccava la magistratura perche sapeva che il "gallo" aveva cantato


Ho due proposte: 1. Travaglio, abbandona CHIARELETTERE (leggi il PD) \\ 2. Travaglio & C. de IFQ : mollate VITALE e il suo 15%, fate un azionarato POPOLARE, date quel 15% ai LETTORI (che poi era il proposito iniziale..)


# 62    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 11:9

LAB ...i singoli uomini vanno compresi . Non puoi chiedere al singolo travaglio o telese o chi vuoi, di uscire dallle relazioni sottili tramite cui cercano di barcamenarsi. Occorrerebbe una rivoluzione non violenza in cui si svinoclassero completamente da questo o quel di pietro o grillo o fini ecc ecc. occorrerebbe come un consorzio tipo quello dop del parmiggiano reggiano.Non ce la può fare un'icona in carne e ossa dell'intero asset,sparpagliato fra manifesto o il fatto o la stampa o la repubblica o il corriere. è un po' come quelli , compreso saviano, che non si vogliono far dae questo trasloco assistito da me proprosto in lungo e largo per supportarli verso lo spostamento a una csa minore e di prestigio come sellerio o altre . E' inutile incaponirsi con questo o quel telese o travaglio o cazza bubbolo SINGOLO! ...è da stupidi ed è disumano. è evidente che cercano di salvare capre e cavoli cercando di fare la loro PASSIONACCIA, da singoli professionisti senza volere quel corale o quella coerenza che solo in basso sappiamo quanto sia preziosa a livello singolo..e a che livello alto o potere intellettuale, basta che solo uno non prenda,che fa crollare tutto l'impianto.occorre essere quindi perdonanti e sapere che così va il mondo fra l'alto e il basso..e che è autodistruttivo dell'intera categoria dei DEBOLI ( alto e basso compreso) portare avanti un discorso fra i deboli in cui alcuni fanno e sapranno fare benissimo sempre come i forti.


Commento #22 di Martina Sarebbe opportuno che si dimettesse e chiarisse, ma se non lo fa non credo sia lecito imbavagliarlo.


lui giustamente ha subito difeso la carica del Presidente della Camera, che non è a disposizione di chicchessia, e tanto meno del Governo... ... non si sa mai che qualcuno pensi a rimuovere il Presidente del Senato, mette le mani avanti


Ho letto commenti tipo: schifani pùò parlare, ma si può anche contestarlo. Certo, ma non mentre parla! La cosa è assolutamente banale eppure a molti sfugge.


# 66    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 12:22

Giulio, ritengo giusto che un politico debba essere giudicato, elogiato, acclamato, fischiato o insultato: è un fondamento di una democrazia libera (dove ciò non avviene, infatti, manca libertà). Si dovrebbe partire dal presupposto che la politica deve essere al servizio del cittadino, e non dal contrario, tuttavia questa posizione è frustrata ogni giorno da quella casta.


# 67    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 13:4

state ragionando mentre sale la rabbia , si parla di pace mentre un pastore vuole bruciare il corano , come un giorno si è bambini così bisogna diventare un giorno uomini e donne , ognuno fa il suo mestiere educatamente , siamo al disastro , politicamente e democraticamente , possiamo discutere dobbiamo agire altrimenti rimane solo la rabbia e rimangono in piazza sole le persone esasperate


Ognuno faccia il proprio mestiere educatamente. Il segreto è appunto questo. Come direbbe Kennedy "non chiederti ciò che la tua Nazione può fare per te, ma ciò che tu puoi fare per la tua Nazione". Ai politici, classe dirigente per meriti nello studio o sul lavoro, il compito di dirigerci, a noi il dovere di ascoltarli. Loro, i grillini, squadristi, non si fermeranno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.


# 69    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 13:24

#67 "così bisogna diventare un giorno uomini e donne": con le stupide proposte della Gelmini, certamente i bambini vorranno diventare "uomini e donne" di Maria de filippi


#63 Giulio "Sarebbe opportuno che si dimettesse e chiarisse, ma se non lo fa non credo sia lecito imbavagliarlo." Ecco questo é il punto,che si dovrebbe dimettere e invece non lo fa.Non lo fa perché berlusconi é riuscito a far diventare normali,in una democrazia,cose che normali non sono IN NESSUN ALTRO PAESE EUROPEO,e cioé il fatto che persone con problemi giudiziari non chiariti,e dopo scandali su scandali, restino al loro posto a "governare " il paese.È un'anomalia che i cittadini non dovrebbero piú accettare,perché ne va del loro futuro.E se non si dimettono,allora ,almeno,accettassero di essere fischiati e che la gente non vuole sentirli parlare di cose che riguardano la politica ed il paese.


# 71    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 13:28

#69 Ezio:"Ai politici, classe dirigente per meriti nello studio o sul lavoro, il compito di dirigerci, a noi il dovere di ascoltarli.": purtroppo la nostra classe dirigente non ha alcun merito di studio o di lavoro, anzi, sono di ben altra natura i meriti che hanno.., quindi il sillogismo si disintegra del tutto.


# 68 commento di ezio - dici: ".. Ai politici, classe dirigente per meriti nello studio o sul lavoro, il compito di dirigerci, a noi il dovere di ascoltarli..." Bei tempi per Voi il fascio.. ma in Democrazia i politici sno DIPENDENTI al servizio dei cittadini, e loro HANNO IL DOVERE DI ASCOLTARE, e non viceversa.


Democrazia, mai come ora tale parola è così inflazionata. Mi sa che aveva ragione Benjamin Franklin: "Democrazia è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare. Libertà è la pecora ben armata che contesta il voto". Saluti a tutti


Il paradosso della Democrazia è che se la maggioranza delle persone desiderasse un governo antidemocratico, la democrazia cesserebbe di esistere. Per questo devono esserci organi indipendenti quali la Magistratura o movimenti civici, che devono essere i veri garanti del rispetto Costituzionale, ovvero che i rappresentanti eletti (al momento senza possibilità di scelta per gli italiani) devono essere portavoce dei propri elettori, e non viceversa, come imporre agli elettori e di conseguenza a tutti i cittadini, le loro volontà. Il bene comune non è un'AZIENDA, dove si obbedisce senza discutere il dirigente. Questo concetto è difficile farlo capire ai berlusconiani e ai leghisti, ma a nche a buona parte del PD. saluti


Bravissimo, lab! Ho dovuto rileggere per due volte quel " a noi il dovere di ascoltarli" perche' pensavo di aver letto male.


Ottimo articolo di MT, che mette in luce l'ipocrisia di questi 'scandalizzati'. Ma non capisco la maggior parte dei commenti qui sopra. A parte i professionisti del 'dagli al Travaglio/Telese ecc', la cosa è semplice. Schifani era gongolante tutte le volte che contestavano il csx? Bene, adesso non faccia il verginello. E' lui che non ha idea di quel che è la democrazia! Che è anche E GIUSTAMENTE, la contestazione. E nelle contestazioni ci scappano anche gli insulti. E' normale, in un Paese NORMALE. MA avete idea di quel che dicono i Repubblicani di Obama? E prima ancora di Clinton e moglie? No, dico, avete una pallida idea? Eppure questo è fatto passare in quanto 'democratico'. Anche quando tirarono le scarpe a Bush non è che negli USA accusarono i Democratici di 'fomentare campagne d'odio ecc. ecc'. E' IL SALE DELLA DEMOCRAZIA. E un convegno pubblico, su pubblica piazza, e' attualmente l'unico posto in cui si possa ancora contestare un politico. ___ Questo è un fatto, così come è un fatto che non sono certo decine di 'facinorosi' che possono impedire a Schifani di parlare quanto gli pare, cosa che fa di continuo!___ Anche del 'popolo delle carriole' dicevano che erano 4 gatti, poi la protesta è aumentata, sappiate che GIANNI LETTA è stato costretto a levare le tende da là appena qualche tempo addietro. Ma la cosa più divertente è che qui continuano ad esserci, e ad essere tollerate, delle persone che coprono d'insulti giornalisti del FQ, per ragioni che di penale HANNO NIENTE. Mentre al contempo giuducano 'fuffa' le accuse mosse a Schifani e i suoi rapporti decennali con personaggi malavitosi, nonché ben tre casi archiviati. Gente che magari considera Di Pietro 'colpevole' ma che poi difende Schifani nonostante il suo passato! E non dimentichiamoci, nonostante il passato da CAPOGRUPPO F.I., nel quale dal 2001-06 non ha fatto altro che insultare i suoi oppositori politici. Ma non ricordate? NERI MARCORE' lo imitava e non riusciva minimamente (a differenza che con Ga


Ma non ricordate? NERI MARCORE' lo imitava e non riusciva minimamente (a differenza che con Gasparri) ad eguagliarlo. E adesso, questo 'cavallo di Caligola' sta in parlamento a fare la seconda carica dello Stato? E il popolo 'non può contestarlo', quando c'era Prodi il cdx si inventò il FAMILY DAY nel quale a Prodi gliene dissero di tutti i colori (PRodi Boia, Luxuria è la tua troia, tipico slogan urlato dai 'benpensanti'). Quindi per piacere, ragioniamo un pò invece di continuare a sparare a zero. Se c'é chi pensa che la sua vita abbia un senso a molestare Telese -che fino a prova contraria non è amico di mafiosi- c'é chi e a ragione, può attaccare Schifani. Specie se si considera che le 350.000 FIRME per i referendum consegnate anni fa ancora devono essere discusse in Senato, che già per questo fa un attacco diretto all'ultima forma di democrazia rimasta in mano agli italiani! Ps. Margherita, certo che no, Travaglio se l'è ricordato. Caso mai a TE è sfuggito, visto che ne ha parlato diffusamente nel Passaparola di due settimane fa.


# 77 commento di Rasta - quoto.. ps su Giubilei ne ha parlato non due settimane fa, ma questo lunedi.. saluti


'Ai politici il compito di governare'. NO. I politici non sono lì 'per governare', come dei moderni monarchi; loro sono lì per GOVERNARE IN NOME DEL POPOLO, da cui discendono i loro poteri e doveri. I politici, in realtà, non ascoltano e se ne fregano. Vedi GELMINI, SACCONI e TREMONTI, per dirne alcuni; vedi ALFANO, per dirne altri. Questi sono una casta autoreferenziale, che si comporta in maniera impermeabile anche alla legge (vedi COSENTINO, DELL'UTRI e MATTEOLI). Quindi il tuo ragionamento reggerebbe SOLO SE i ns politici fossero responsabili di quello che fanno. Schifani vuole degnarsi di ascoltare i suoi critici? Sì? Allora faccia (lui e tutti gli altri) come i professori, stabilisca un giorno alla settimana, in udienza al popolo, LO FACEVANO PERSINO I SOVRANI MEDIEVALI!. Invece abbiamo la GELMINI che NON PARLA CON I PRECARI perché di partiti d'opposizione. Lei gli distrugge la vita, e nemmeno ci discute. __ E' evidente che questo mina totalmente il concetto stesso di 'democrazia'. Questa è tecnoburocrazia, in cui chi va al potere si comporta come un dittatore e tratta il popolo come un gregge di pecore. Ma se loro non fanno il loro lavoro di 'eletti-dipendenti dal popolo', non si meravigliassero se il popolo non li ama: già ci hanno tolto la sovranità con la PORCATA di Calderoli, già di fatto non possiamo far altro che mettere una X sulla scheda. Ma a questo punto, il problema non è Grillo o quant'altri, il problema è che la gente non ne può più! Il PIL è a -0,3% e questi continuano a parlare di Lodo Alfano? Poi non meravigliamoci se la gente sta diventando sempre più furibonda, ma se la cercano proprio (i politici), per dirla alla Andreotti.


Giusto, ma sai, oramai, con questi giorni tutti uguali nella mestizia, mi sembra passato quasi un mese!


A proposito: BLAIR è stato contestato lo stesso giorno di SCHIFANI, eppure non ha fatto tanta notizia! E badate bene, sono anni che gli danno (giustamente) del criminale di guerra. Questo significa essere democratici, non come il nostro Berlusca che dal Parlamento è assente il 99% delle sedute, o come i ns ministri che non si fanno MAI vedere quando la gente vorrebbe parlarci.


Renzo: morale ed etica c'entrano poco con gli affari, quando devi cercare appoggi AL DI FUORI DEGLI AIUTI DI STATO di possibilità non ce ne sono molte. Tu continui ad attaccare il FQ, Telese e soci. E parli di etica. Però in quello che tu accusi, NON C'E' NESSUN REATO. Quindi, di che stiamo parlando? Telese è amico di mafiosi? C'ha fondato società assieme, gli ha fatto da avvocato? Vitale continua a delinquere? Sì, con quali prove lo affermi? Non ti fidi della linea editoriale del FQ? Allora non comprarlo. Se difendi l'illibatezza di Schifani e attacchi IFQ sei in contraddizione pesante. Tu dirai di no, ma è così. Non può essere che Schifani NON è un mafioso, a meno che le condanne non arrivino, mentre IFQ è inaffidabile e Tonino è colpevole, ma di condanne proprio non ce ne sono. O l'uno o l'altro. A me sembra che tu sia troppo cocciuto e perda di vista il senso delle cose che fai. Quanto alla politica, vorrei ricordarti che BORSELLINO stesso disse, esortò a 'non aspettare la magistratura, per ripulire la politica da persone poco affidabili'. Ora dimmi te: ma SCHIFANI lo sapeva di essere già stato indagato e ARCHIVIATO ben tre volte? Non poteva dire 'nooo, non io, metteteci Pera, metteteci Scognamiglio, ma io no, se poi saltano fuori pentiti e mi si riaprono i processi durante la legislatura che figura ci facciamo??'. Macché. Schifani è stato talmente osannato, che il PD non ha nemmeno presentato un candidato alternativo. Questo è veramente incrediible e fa capire che razza di incicio ci sia, ufficializzato dai teneri baci della Finocchiaro al nostro nuovo pres. Sen.




E infine, una cosa: l'economia va no male, malissimo. Quando ci saranno 500.000/1.000.000 di disoccupati in più rispetto ad oggi, la società si destabilizzerà, e il Paese rischierà quasi di sicuro la bancarotta! Quando succederà, che pensate che farà la gente? 'reazioni spropositate'? Sicuramente, come è sempre successo. Queste contestazioni NON SONO NIENTE rispetto a quello che vedremo di qui a 12 mesi, datemi retta. E quando vi chiedete 'se esagerino', allora pensate che STORACE ha svenduto la sanità laziale ai privati, e gira con la sua faccia fieramente fascia come se fosse 'duro e puro' invece di scappare per non farsi linciare! E quando pensate al perché di questi sfasci, non dimenticate che solo la metro di Roma sta sperperando 5 mld di euro per una linea che non serve a niente, più del ponte di Messina! Con queste situazioni, l'Aquila ancora a zero, i rifiuti di Campania e Sicilia, lo smog di Milano, ma quanto pensate che la ggente regga, prima di usare metodi un pò spicci? E' il 2010, non il 1789 o il 1917, ma di questo passo non farà differenza. Quando si è disperati e in mezzo alla strada, non hai più niente da perdere e a quel punto chi andare a cercare, se non il Ceaucescu della situazione? Quelli che hanno detto che fino a poco tempo fa 'non c'era la crisi'? Che tutti stavano bene con due cellulari a testa? Che dovevano spendere in collier e pubblicità mediaset? Via, l'Italia di oggi somiglia alle Filippine di MARCOS. Non durerà, e non date le colpa a Grillo, sono in ns politici che non governano che ci stanno mettendo con le spalle al muro.


A Blair gli hanno dato del criminale una settimana fa, quindi non menare balle. E quando uno va ad invadere uno Stato sovrano, è RESPONSABILE di quel che fa e di quel che avviene. Quanto alla Storia e all'etica, sono due cose che non capisci, quindi evita di parlarne.




'Ai politici, classe dirigente per meriti nello studio o sul lavoro, il compito di dirigerci, a noi il dovere di ascoltarli. '--------- classico discorso classista: NOI siamo i padroni, la classe dominante, VOI i servi della gleba che dovete fare come diciamo noi oppure sono frustate. Bella concezione di democrazia, bravo! 'Squadristi grillin'----- AAHAHAHAHA, sì certo, infatti è pieno di gente finita all'ospedale per le botte e le coltellate inflittegli dai grillini, però travestiti da nazisti, fascisti, Forza Nuova e assimilabili. Ma loro sono candidi come gigli, rispetto a chi 'osa' contestare il potere, che per Enzo è inattaccabile.


Lungi da me aver scritto che il "potere" sia inattaccabile. Ma c'è modo e modo di attaccarlo. Esistono le elezioni, siamo in democrazia (anche se ci sono troppi partiti, a mio parere ne basterebbero due, uno che governi e uno che rappresenti gli scontenti)! Alle urne il cittadino può esprimere il proprio dissenso votando l'opposizione, se vuole. Ma non consentire alla seconda carica dello Stato di parlare, lanciare fumogeni su Bonanni, sperare che aumenti il numero di disoccupati perchè "tanto peggio, tanto meglio", per qualche violento disegno... sono atti e affermazioni che si giudicano da sole e vanno rubricate alla categoria "barbarie", non "democrazia".


Certo che mettere assieme ''meriti di studio o di lavoro'' a: GELMINI, ALFANO e CARFAGNA (tutti ministri della repubblichetta), fa capire chiaramente che concezione della meritocrazia c'é in Italia! E non dimentichiamoci della PRESTIGIACOMO, che è un'industriale che fa anche il ministro dell'ambiente (conflitto d'interessi, questo sconosciuto).


# 90    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 15:7

BENZINAI CHIUSI SULLE AUTOSTRADE :dal 14 settembre martedì alle ore 22:00 al 17 settembre venerdì alle ore 22:00 , BENZINAI CHIUSI SULLE STRADE ORDINARIE : DAL 15 SETTEMBRE MERCOLEDì ore 07:30 al 18 settembre sabato ale ore 07:00
è sciopero !


'Sperare che aumenti il numero dei disoccupati'?? Ohh, bello, ma mica li aumento io i disoccupati, chiaro? Parla con Federmeccanica, con Confindustria, con chi delocalizza e chi non fa niente se non licenziare i precari persino dal centro di geofisica, QUESTA è la barbarie, NON denunciarla!___Ma quali elezioni, Ezio? NOI non abbiamo più la capacità di eleggere nessuno, solo mettere la X sulla scheda elettorale. Questa già non è più democrazia, ai sensi della Costituzione (IL POPOLO E' SOVRANO). Che sovranità abbiamo adesso? Votare candidati senza nessun merito, se non d'essere andati a letto con il boss del partito? Uh? ---- Bonanni, il cinghialone, ha svenduto fieramente i diritti dei lavoratori. Gesto inelegante di tirargli un fumogeno, ma se continua così presto tireranno su le forche. Enzo, a te risulta che FEDERMECCANICA abbia proposto di cestinare il contratto nazionale dei lavoratori? Sì? Fatti un disegnino mentale, a chi giova a noi o a lorsignori? E Bonanni che dice, va tutto bene. Sai che Bonanni ha lavorato UN ANNO in vita sua? Il resto li ha passati a fare il 'sindacalista'? Queste persone NON ci rappresentano, ma in compenso hanno in mano le ns vite. Ora domandina: ma perché, 'loro' ti possono mandare in mezzo ad una via a fare la fame, mentre TU non puoi nemmeno fargli le pernacchie? Capisci che questa somiglia più alla Russia Zarista che ad una democrazia? E va bene che attualmente i modelli per l'Italia sono la Libia, la Russia e la Bielorussia (la Corea del Nord è in attesa), ma a tutto c'é un limite!


# 92    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 15:9

#90 Ezio: "Esistono le elezioni, siamo in democrazia", anche qui, sono necessarie delle premesse per rendere valida questa frase. Fra queste premesse ci sono sicuramente l'eliminazione del conflitto d'interesse, la pulizia dell'attuale classe dirigente, una maggiore importanza da assegnare ai settori imprescindibili (scuola e sanità), lasciar fare alla magistratura il proprio dovere, e molto molto altro. Quando si saranno risolte queste questioni, soltanto allora potremo dire di essere in una democrazia seria.


# 93    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 15:9

a scuola al momento dell'iscrizione viene presentato assieme all'incartamento un bollettino postale per un versamento volontario e consigliato di 100 oppure 200 euro per aiutare volontariamene la scuola pubblica nel corso dell'anno scolastico


@Rasta ragioni bene amico. e hai quella passione importante nel rivolgerti a molti per convicerli uno ad uno, imho, naturalmente.


Esatto, per adesso di 'serio' ci sono solo le botte dei celerini, che non mancano mai (vedi anche le contestazioni alla Scala, dove hanno menato anche i lavoratori del teatro, manco fossero black-block).


I 'diritti minimi' dei lavoratori dovrebbero essere INSINDACABILI


Olim humani artus, cum ventrem otiosum cernerent, ab eo discordarunt, conspiraruntque ne manus ad os cibum ferrent, nec os acciperet datum, nec dentes conficerent. At dum ventrem domare volunt, ipsi quoque defecerunt, totumque corpus ad extremam tabem venit: inde apparuit ventris haud segne ministerium esse, eumque acceptos cibos per omnia membra disserere, et cum eo in gratiam redierunt. Sic senatus et populus quasi unum corpus discordia pereunt concordia valent.




@marziam,mia cara amica.. non credo che ascolterebbero quelli fanatici.. berlusconiani,leghisti.. ma almeno noi possiamo esigere che quelli del PD capiscano questo concetto base e semplice.. come ad esempio Marini che dal palco disprezza le voci e impone il suo diktat,idem Letta J.,Fassino,Bersani,Bindi,ect ect ect \\ io non me la prendo con il banana, me la prendo con chi non lo butta di sotto \\ poi pensadoci bene capisci i motivi.. e cioè che BUONA PARTE DEL PD vuole leleggi salvaculo per i politici.. anche a costo di ammazzare la democrazia.. e loro (quelli del PD) sono belli,li seduti in poltrona a guardare,per poi dire "non siamo stati noi".. ooooooo Se si vuole abbattere il B. bisogna per giocoforza prima abbattere i suoi falsi oppositori, la gamba sinistra del sistema berlusoniano.


Ezio non vedo il "caput" in questo apologo, che mi sembra ricalcarela masturbazione mentale dei terzisti politici ( i non berlusconiani quasi tutti ) e giornalistici: le membra si accapigliano e si convincono da sole, ma il capo che dovrebbe essere la ragione, la legge il bene comune fatti propri da una costituzione da più organi formata,il "caput" forse latita? e allora perchè a noi il compito di ASCOLTARE? Ma ascoltare chi? chi blatera e non parla? Chi blatera Per Dis-trarre la massa? e il "panem et circenses" non lo tiri in ballo?\-\\-\-\-\-\-\-\--\\ P.S. comunque viva neri marcorè!


# 101    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 16:27

# 48 commento di Claudioqw - Prima di tutto non troverai niente, neanche se cerchi: Telese ha cancellato tutto. Così come qui hanno cancellato il freeze della pagina (che rimetto in basso) da cui si evince la cancellazione. Quindi o riposto i link io o qualcun' altro o nisba. Ora, e rispondendo in parte anche a Rasta, è evidente che i link che ho trovato danno fastidio, e molto. DA SUBITO ho scritto che non c'è nulla di illecito, né di perseguibile, la faccenda è squisitamente MORALE. Sappiamo bene che tutti i media italiani sono, chi più chi meno, asserviti agli editori (i veri padroni, che non sono MAI editori puri), ma la faccenda per il FQ è che ciò doveva essere escluso in radice, in quanto ci hanno raccontato che erano i giornalisti stessi i propietari. Questo è FALSO, ma non solo, perchè, se vedessi la home page di cui ho salvato foto, più un articolo del Corriere piuttosto esplicito (oltre a tante altre "markette"), ti sarebbe chiaro che il FQ fa parte di una lobby con precise finalità politiche. Questo non solo non è libero giornalismo, è informazione finalizzata a precisi obiettivi. Che poi questi link siano di forte imbarazzo è dimostrato dalle continue cancellazioni sia qui che da Telese: qui perchè Vitale è coinvolto pure in Chierelettere, là perchè, dopo l'iniziale serie di insulti, ha capito che la cosa è MOLTO imbarazzante per il FQ. Quello che non capiscono è che la questione prima o poi verrà a galla, e forse belpietro che dice a Telese a InOnda "il gabibbo che c'è qui" potrebbe essere un primo segnale. Siamo in campagna elettorale, i colpi bassi si sprecheranno: non sarebbe meglio per loro fare outing PRIMA di dare uno spunto polemico del genere a feltri e belpietro o a chi li vorrà colpire? Non è una scelta che mi compete, ma la figuraccia è in agguato. Ciao.
http://www.freezepage.com/1284074066HYKTERZEDF


# 102    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 16:39

Renzo Renzo...ma grande e grosso come sei , con tutti i neuroni che ti ritrovi, non hai ancora capito che "se tutto va bene siamo gia rovinati", è la realtà ?____dattti pace...non continuare a spulciare spulciare spulciare , perchè prima o poi lo faranno gli altri che poi gli altri ancora gleine scopriranno altri eccetera eccetera eccteera per tutti i secoli dei secoli amen!____non hai ancora cpaito che chi di piu chi di meno ha i suoi cadaveroni o cadaverini ini ini ini , e duqnue il gioco dell'intero truman è questo...è come quelli dei cojoni della classe dirigente del pd. bastava un imbecille per sapere che non si poteva invitare una triade in cui mancava poco e avrebbero pure chiamto andreotti alla festa, per poi lamentarsi se parte qualche sputo e uova marcia...dandosi entrambi gli schieramenti ,rigorosamente bipartisan anche in questo, il lessico comune in base al quale definire come SQUADRIMO ogni spettatore un po' irrequieto della triade delle caste in festa. non darti piu pena Renzo , accontentati di chi ha i cadaverini rispetto ai cadaveroni...prefigurati tanti anni zeri, ballarò e matrix con cui fanno finmta di litigare...e strappa unicamente il tuo MATRIX


# 103    commento di   C ozneR - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 16:43

no paso, credo che sia una cosa sensata prevenire prima di curare.. e Renzo ha ragione se chiede un 'outing' di chairimento.. e prima che vada in bocca agli squdristi.. non ci trovo nulla di male,specialmente se si sta enlla buona fede.. ma sopratutto se non ci si è montati la testa.. ;)


# 104    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 16:47

LAB , ma credi che io non sono d'accordo con quella purezza?...MA E' TUTTO INUTILEEEEEEEEEEE!!!! TUTTTOOOOOOOOOOOOO!!!! sotto questo punto di vista e renzo se fosse onesto lo direbbe, gia un anno fa io avevo chiarissimi certi meccanismi...come cazzo si fa a bersi ( voi lo avete fatto io nooooooooo!!!) che il nuovo giornale è dei lettori????????????? siete stati dei cojoni!mi dipsiace dire così! e ora cosa fanno??????? mettono in linea tutta la potenza di fuoco per nascondersi dietro un dito!!!!....sai quante situazioni ho visto come questa???????? un 'infinitàààààààààààààà!!!!! e su questi piani , la lotta è fallimentare in partenza!!! per i discorsi delle torri d'avorio che v'ho gia fatto purtroppo un macello di volte!


# 105    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:11

Renzo, sarò assente dal mondo ma non sapevo che i giornalisti stessi fossero proprietari del Fatto, Tuttavia, questo non mina il buon lavoro che hanno svolto che Belpietro e co. non riusciranno mai a raggiungere


# 106    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:16

@ Renzo. Grazie per il link. In effetti mi era capitato di leggere questo articolo su Vendola. Però, questo andrebbe contestualizzato nel discorso su un ipotetico "leader di centro-sinistra, dell'opposizione", contestualizzarlo in un discorso che quasi puzza di p2, per dirla, mi sembra pretestuoso


# 107    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:21

Renzo porca di una miseria ...ma come si fa a paragonare un imprenditore che ha pagato la sua condanna(!!!!!!!!) , che tu chiami mazzettaro come se fosse la peggiore della feccia italiana ATTUALE ( stile balducci) , che ha LIBERTA di finanziare chi vuole (a meno che quella libertà significhi da prte tua dimostrare che sta pilotando il suo finanziamento per depistare l'opinione pubblica cosi come la depista il piu grande statista dei lodi ad personam di tutti i tempi) con uno che nel paragone non sta...non perche lo insulti o non lo insulti bipartisan come appunto vitale, ma perche schifani , in questa problematica e sua descrizione , c'entra come il due di picche


# 108    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:27

Renzo, la mia intenzione era piuttosto quella di ricondurre la vicenda a quella che è la situazione politica italiana e con essa porla in relazione. Se facciamo un discorso assoluto su un quotidiano, nessuna ne uscirà bene per un motivo o per un altro (anche di natura completamente diversa). Purtroppo nell'attuale governo, oltre a al marcio abituale della politica italiana si aggiungono tantissime componenti che costituiscono la vera priorità da eliminare in questo momento. Quando si sarà fatta piazza pulita in questo senso, allora si potrà fare più attenzione alle singoli questioni etiche


# 109    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:31

ecco, in quelle componenti rientra anche il problema di Schifani, il quale (vicende giudiziarie a parte, di cui si spera di vedere l'esito) è attaccabile per ciò che sta facendo AL GOVERNO, cioè IN CONDIZIONI DI POTERE


@113 claudio,si ma un secondo per chiarire che costa a Travaglio & C.? Oppure fa comodo la polemica,produce commenti.. per poi smentire al momento opportuno, e strumentalizzare Renzo?


Ah ah ah! Marco, ho letto il tuo editoriale di oggi e mi hai fatto morire dal ridere (per non morire dal piangere pensando al contenuto)... Peccato che sei già sposato, altrimenti ti prendevo io al volo! ;)


# 112    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:36

faccio un altro esempio ...facciamo puta caso una situazione per cui il bel renè che ha pagato la sua condanna,che ha fatto un iter conclamato di riabilitazione educativa per scontare la sua pena(a contrario di chi se la vive fuori da sempre con prescrizioni varie o completamente coperto), ad un certo punto uscito dal carcere, vince ai cavalli e prenda e si metta a finanziare il fatto . dico che il fatto ha come finanziatore "un criminale"(=?un mazzettaro)? no!, eppur non dico certo che vallanzasca è il mio eroe, ma come placido posso dire che vallanzaca aveva una sua etica ed è in base a quella per il sistema in cui era inserito e delinqueva, che ha potuto in un altro sistema, quello delle pene, utilizzare al massimo il suo periodo di riabilitazione nella case di pena, come CITTADINO ( punto! principi elementari dal beccaria alla nostra costituzione,di dignità vista la coerenza "di chi rompe paga" e lui ha pagato , rispetto ad altri che nn pagano mai)...direi poi che se il fatto volesse tenere nascosto questo finanziatore, excriminale, sarebbe alquanto stupido come lo sono tutte le torri d'avorio rispett allo spirito "GENUNINO" che può regnare nel basso..ma è cosi che purtroppo funziona il mondo dell'alto e del basso e, x giunta,di qualsiasi alto e di qualsiasi basso.non siamo ancora alla storia STORIA in cui i neuroni degli intelletuali( di quegli intellettuali rivolti a teste pensanti come le nostre) vogliano le nostre mani,per prevenire che le loro parole ( di indagini e inchieste sui potenti)s ele porti il vento e in piu siano inzozzate da chi quel "buon senso" lo trasforma in fango a scapito dell'intera lotta dei deboli contro i poteri forti.


# 113    commento di   Claudioqw - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:38

lab, anche a me piacerebbe avere delucidazioni a riguardo, ma senza senza perdere di vista la situazione politica, e senza mettere sullo stesso piano i due binomi Travaglio-Vitale a Schifani-mafia, che oltre ad essere sconclusionati, sono anche esagerati (la mafia è un organizzazione criminale)


Su questa storiaccia di Guido Roberto Vitale mazzettaro socio al 15% del FQ, Renzo C non si arrenderà... (ma gli conviene?). Noi della B.A.S.E. neppure. XD


# 115    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:40

# 119 commento di Claudioqw - utente certificato lasciato il 11/9/2010 alle 17:38 ---PERFETTO!


# 116    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 17:42

# 120 commento di ezio - lasciato il 11/9/2010 alle 17:39 __-LA BASE , quella che intendo io , finche non sarà inngrado di liberare il vertice , conterà meno di mezzo caxxetto....su questa storia ad esempio quelli del vertice si chiuderanno sempre di piu a doppia mandata nella loro torre. è gia scritto!


Gustatevi l'AMACA di Michele Serra: oggi parla del Sentùr, presentandolo in tutta la sua ridicolaggine. Da gustare, davvero, come un ottimo sugo piccante.


# 119 commento di Claudioqw - appunto Claudio, se ci sono distrazioni tipo queste che porta Renzo, ci si perde di vista le cose importanti.. allora quale occasione migliore per chiarire? Tanto loro leggono, è impossibile che non sanno niente delle polemiche..


# 119    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 18:0

# 124 commento di Roland - lasciato il 11/9/2010 alle 17:54 ___si bravo roland che lo hai menzionato...strepitosoooo CUOREEEEEEEEEEEEEE


Secondo me non leggono, lab. Ci sarà chi lo fa per loro e li avvisa sinteticamente. Hanno già deciso di non rispondere.


@127,tu dici Ezio?? non credo proprio.. :) e ci sono fatti che lo dimostrano.. come il fatto che prendono moooolti spunti per scrivere proprio da questo blog.. ;) leggono,leggono,fidati.. e non solo quelli de IFQ.. anzi.. Renzo ha ricordato il cagnaccio bruttopietro.. ma mettici anche tutto il resto!


domani i veneziani esporranno sulle finestre la bandiera italiana ad accogliere Bossi


# 123    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 18:13

# 129 commento di margherita - lasciato il 11/9/2010 alle 18:9 ___domani ci sono da tutte le parti le feste , feste feste ..le feste dei quattro cantoni. mi viene da scompisciarmi dalle risate per non piangere. rigorosamente in ordine di apparizione:berlusconi, bersani, bossi, casini ...uhhhhhhhh che festeeeee! allegriaaaaaaa!


Vorrei far notare che per contestare Schifani non erano necessari fischi e urla(impedendo così di parlare), ma bastava esporre degli striscioni che sicuramente avrebbero fatto ugualmente notizia. Evidentemente l'obiettivo vero non era la contestazione ma il boicottagio dell'incontro. A martina dico che sono d'accordo che non si dimette mai nessuno e però c'è da dire che Berlusconi ha fatto scuola(D'Alema, Latorre, Tedesco ecc non solo non si sono dimessi, ma si sono salvati dalla Forleo grazie a inciuci con il centrodestra).


Correggo un piccolo errore del commento precedente: Tedesco con la Forleo non c'entra nulla, c'entra invece con le indagini sulla sanità pugliese.


# 126    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 18:59

# 124 commento di Giulio - lasciato il 11/9/2010 alle 18:51 ;# 125 commento di Giulio - lasciato il 11/9/2010 alle 18:54 ____giulio penso che tutti piu o meno abbiamo detto in questa sede e credo in altre, che se la classe dirigente pd non ha avuto un senso minimo del buon senso (per evitare di mettere in agenda ,chi sicuramente sarebbe stato in un momento come questo di esapserati, quanto meno fischiato) , altrettanto senso buon senso non ha avuto chi ha organizzato delle manifestazioni che sarebbero state strumentalizzate, sia nel caso fossero state troppo eccessive , sia nel caso fossero state semplicmente di protesta ....ti inviterei pertanto ad essere un piu critico alla radice del problema..che si inquadra in uno scenario complessivo piu ampio della facile presa di posizione bipartisan contro la violenza.


# 45 commento di margherita - forse


# 45 commento di margherita - chi può dirlo.


# 129    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 20:10

# 45 commento di margherita - e anche un perdincibacco ci sta? :D


# 130    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 11/9/2010 alle 20:21

Avevo risposto a Rasta, ma hanno cancellato, pazienza. Non ero né offensivo né OT, bohh forse era il link che non piaceva, machissene :D Link che era una home page del FQ, mica niente di pornografico osceno o peggio. Vabbè, proviamo a sgombrare il campo da paralleli più o meno condivisibili ecc.. Ormai IMHO è palese che la faccenda Vitale dia fastidio. Mi chiedo allora, perchè accanirsi a cancellare? Che senso ha? Non sarebbe meglio chiarire? Sembra quasi che possa esserci altro sotto, il silenzio alimenta le fantasie, perchè non mettere le carte in tavola e dire tutto? Io, come ho scritto, continuerò a chiedere. Rasta scrive che sono cocciuto, magari tenace era meglio :D Lo hanno chiesto loro di "criticarli anche duramente" "di fare domande scomode": forse è troppo scomoda? Bohhh, finchè non rispondono tutto può essere. --- Se a qualcuno interessa, posso scrivere un post con tutti i link sulla faccenda: basta me lo chiediate e li metto, temo però che durerebbe pochizzzzzimo :D Saluti.


# 131    commento di   matrixn - utente certificato  lasciato il 12/9/2010 alle 14:30

FUORI I I MAFIOSI E GLI INFAMI COLLABORATORI DEI MAFIOSI DALLA POLITICA !!! Condivido totalmente le ragioni dei contestatori !!! Questi giovani, che hanno contestato schifani alla "fiesta" del PDmenoELLE, SONO LA MIGLIORE GIOVENTU' CHE ABBIAMO! Perché è una gioventù che si informa, si indigna e partecipa attivamente alla vita pubblica ! Questi giovani coraggiosi e meravigliosi SONO GLI EROI DEL NOSTRO TEMPO bislosco e nanesco.?


# 131 - sei nu poco poco grillino? Ma soprattutto, perchè URLI?


Renzo, il fatto è 'il male minore'. Se tu pensi che Schifani sia una pecorella innociente, vittima delle malelingue, mentre Vitale sia il DIAVOLO in persona, allora continua la tua crociata. Fornirai argomenti e insulti per Belpietro, questo ti garberà? Anche io penso che loro dovrebbero rispondere, ma in realtà si capisce una cosa: la LEGGE DI FERRARA. Non fai carriera senza compromessi. Anche IFQ ha dei punti deboli, ma meno di altri giornali e movimenti, idem Di Pietro, che altrimenti sarebbe già stato zittato da secoli. Che ne sappiamo noi di quel che i giornalisti (cane non mangia cane) pensano davvero l'uno dell'altro? Io ammiro la forza di Travaglio, perché nessun altro ha avuto una tale tenacia. Oltre 100 cause milionarie per farlo stare zitto e non ci sono riusciti. IFQ è fuori dagli aiuti di stato e quindi, anche solo per questo, meno ricattabile. POI, ognuno penserà con la sua testa. Se MT parla di Palestina io non sono d'accordo con lui. ma non ne parla quasi mai e quindi siamo a posto. Fine della storia. Che Schifani abbia subito 'bufale' è una tua opinione, in realtà le cose sono molto più serie e uno con il suo passato non dovrebbe essere a fare l'alta carica dello Stato. Per giunta non uno che ha insultato l'opposizione sistematicamente per 5 anni, ma che razza di interlocutore è? Queste persone non possono rappresentarci, non c'é verso.


Ah, naturalmente quoto Claudio su tutta la linea.


Ah, naturalmente quoto Claudio su tutta la linea.


Ah, naturalmente quoto Claudio su tutta la linea.


Torno per l'ultima volta sull'argomento ,anche se mi sembra che con alcuni amici parlaimo linguaggi diversi. Io credo che: Non sia mai legittimo usare violenza fisica; sia legittimo contestare un oratore; constestare vogli dire dissentire,anche con fischi e urla ,dalle parole che l'oratore pronuncia ;diverso è il caso di coloro che con fischi e urla impediscono ad una persona di cominciare a parlare;contestare è legittimo,impedire di parlare no.E' legittimo il dissenso,ma a mio parare,non il dissenso preventivo. Questa è la mia posizione ;non difendo Schifani,difendo un principio e direi la stessa cosa se fosse impedito di parlare a Storace,a Travaglio a Fini a Di Pietro,a Grillo etc etc etc .Francamente mi sembrerebbero concetti su cui tutti dovremmo convenire,ma ,evidentemente,non è così.


Non è così perché i concetti li esponi male, Luis. La GELMINI impedisce ai precari di parlare, per esempio. Schifani può parlare a reti unificate con la sua bella faccia, mentre gli operai che crepano in una cisterna perché si va leggeri con la sicurezza sul posto di lavoro (che TREMORTI ha detto essere un onere eccessivo per l'economia, capito?!?), quelli no, crepano e basta. Non avere capito fino a che punto la ggente non ne può più di questi figuri che poi si spacciano pure per 'alte cariche' e 'sindacalisti' è un vero mistero, sono anni che la gente cerca di farlo presente in ogni modo. La TAV, gli INCENERITORI, la PRIVATIZZAZIONE DELL'ACQUA. Niente, le risposte standard sono 'Aoh, nun 'ce dovete rompe' er cazzo, che tanto l'inceneritore 'o famo, 'o famo lo stesso!'. Ecco come i nostri 'politici-sindacalisti-affini' trattano l'elettorato. Oramai siamo alle comiche finali, ma quando c'é esasperazione (e ce n'é tanta) di sentire Bonanni e Schifani parlare di lavoro e costituzione è proprio il colmo! E la colpa non è tanto la loro, ma del PD che non trova persone migliori da invitare? Ma come mai VENDOLA e DI PIETRO hanno avuto bordate di applausi a scena aperta? Come mai quel bamboccio di Enrico Letta si è preso i suoi fischi (che scambia per fiaschi nda)? Perché NE' il PD, né Confindustria, né i politici del governo e nemmeno i legaioli oramai rappresentano più nessuno se non i loro interessi? Vuoi un numero? 1789. Segnatelo.


Ma quegli incapaci che dirigono il PD li leggono i giornali, ce l'hanno una vaga idea di quello che viene scritto. questo articolo andrebbe mandato a memoria



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti