Commenti

commenti su voglioscendere

post: AAA offronsi senatori prezzi modici

da Il Fatto Quotidiano, 30 settembre 2010 Ultimissime da Mediashopping . 1) Giovedì scorso, ad Annozero, il finiano Bocchino racconta che Valter Lavitola , il direttore dell’Avanti! che lui accusa per la patacca anti-Fini, “ci fu raccomandato da Berlusconi per una candidatura nel 2008 perché, insieme a Sica, l’aveva aiutato a far cadere il governo Prodi”. 2) Ernesto Sica è l’ex assessore campano del Pdl arrestato per lo scandalo P3: l’ex craxiano Arcangelo Martino, pure lui in carcere, parla di Sica ai pm romani sempre a proposito della compravendita di senatori del centrosinistra che nel 2008 propiziò la caduta di Prodi. Secondo Martino, Sica spinse un amico imprenditore a offrire denaro al diniano Giuseppe Scalera e ad altri senatori in bilico per passare con B.: poi ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


La cosa buffa e che non si spiega, è che tutti questi fantocci che passano sotto la manipolazione del "sistema B." (diffamazione,compravendita ect ect) ritornano dal loro sulta(na)no con il piattino in mano ad elemosinare e sbavare. Mastella il 16 gennaio 2008 fu la pedina che fece cadere il governo Prodi. Ci fu un vero e proprio colpo di stato ordito dalla banda p3. Era già tutto pronto quella mattina, tutte le agenzie si fiondarono a riprendere una notizia.. l'indiscrezione che a Santa Maria Capua Vetere (CE)in procura erano pronti alcuni avvisi di garanzia tra cui la moglie di Mastella. La notizia partì da una agenzia mooolto vicina a Giuliano Ferrara! Nessuno se ne accorto forse.. fatto sta che il procuratore Mariano Maffei, un personaggio alquanto curioso, non potè più negare e convocò TUTTI i giornalisti accorsi fuori la procura.. (io ero lì..)in pratica quel giorno andò IN MONDOVISIONE la gogna mediatica per la famiglia Mastella. Ora, oltre il fatto che c'è stato una chiara sovversione, anche attraverso la compravendita di deputati e senatori dell'epoca, io non mi riesco a spiegare come quel viscido di Mastella sia al servizio del venditore di fango. Non lo capisco, e mi viene di dire: io non me la prendo con B., me la prendo con chi non lo butta di sotto..
http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/moglie-mastella/moglie-mastella/moglie-mastella.htm


Bossi, con la recente boutade sul S.P.Q.R, ci ha riportato col pensiero all'antica Roma, dove il Foro era sia il mercato del bestiame sia il luogo deputato alle attività pubbliche. Oggi sono cambiati l'ambiente, non più esterno ma interno, e la merce in compravendita.


Il garantismo di Travaglio è già andato a farsi benedire("le prove spettano all'accusa"), quando si tratta di Gianfranchino dubbi a mille, se si tratta di B. certezze a bomba! Complimenti vivissimi...


Beh, Luciano, c'é una bella differenza tra l'appartamento di AN e un corruttore-mafioso-piduista-truffatore come il nostro B. e se ancora non hai capito perché, è inutile che stiamo qui a spiegartelo. Quando non ce n'é, non ce n'é.


"Dunque la Procura di Roma, di fronte alle nuove notizie di reato, riaprirà l’inchiesta archiviata l’anno scorso su B. & C. O no?" speriamo. questa è una cosa seria, altro che fini...


Ha convinto Bush a salvare le banche, perché lui é un "THAY COOL"…


Per capire meglio la questione: http://www.youtube.com/watch?v=aEtxo-kuSxk


Commento di s.m. Osservazione illuminate: il garantismo vale solo per gli incensurati(quindi a chi ha avuto problemi con la giustizia non gli facciamo neanche un processo, lo sbattiamo direttamente in galera!): davvero una osservazione geniale che indica un alto quoziente intelletivo e soprattutto molto civile!


Cari Amici di Voglioscendere.it, per prima cosa vi ringrazio per avere cancellato il messaggio dove spiegavo il signoraggio in poche righe.Questo dimostra che anche voi avete capito che il problema principale non è Berlusconi ma la mancanza di sovranità monetaria.E questo vuol dire indebitarsi. Visto che questo è un blog a favore dell' IDV ,vi voglio far vedere com'è democratico il vostro partito a Bologna. DA www.iltribuno.com: Gli eletti e nominati della Provincia di Bologna riunitisi in data sopra riportata, confermano il loro sostegno alle iniziative ed alla linea politica intrapresa a livello nazionale dal Presidente Antonio Di Pietro e a livello regionale dalla Coordinatrice Silvana Mura. Contestualmente condannano in maniera chiara e coesa il comportamento dei Consiglieri provinciali e comunali eletti nelle liste del partito e fuoriusciti per motivazioni politicamente non condivisibili, i quali non solo hanno tradito la fiducia riposta in loro al momento della proposta di candidatura, ma quella degli elettori gettando discredito all’Italia dei Valori a mezzo stampa e non solo, cercando di creare il maggior danno d’immagine possibile alla forza politica di cui siamo orgogliosi di far parte. Gli eletti e nominati, coscienti di esser classe dirigente dell’IDV, si impegnano a rispettare le regole etiche e morali che devono contraddistinguere ogni aderente al partito, dando esempio di appartenenza ed attivismo per rispetto in primis di tutti quei militanti che svolgono intensa attività politica senza ricoprire alcuna carica. Essendo l’attività di partito a livello provinciale sostenuta in modo significativo dal contributo degli stessi, ritengono inoltre doveroso impegnarsi, al regolare versamento delle quote previste dal partito come riportato espressamente dall’art.4 dello Statuto Nazionale 2009.
www.anglotedesco.splinder.com


SIG. TRAVAGLIO ammiro la volonta che mette per spiegare a "qualche" italiano che il parlamento é composto da mele marce, ma non si fa nulla dico e ribatto NULLA per abbattere L'ALBERO CHE LE PRODUCE in questo caso un certo BERLUSCOIONI di mele sane ne vedremo molto poche


mi sono innamorato.. della conduttrice di tgzero






# 14    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 30/9/2010 alle 23:15

MIIIHHH !!!! mi sono innamorata della Natura Selvaggia


*** il finiano Bocchino racconta che Valter Lavitola, il direttore dell’Avanti! che lui accusa per la patacca anti-Fini, " ci fu raccomandato da Berlusconi per una candidatura nel 2008 perché, insieme a Sica, l’aveva aiutato a far cadere il governo Prodi”*** OVVIAMENTE, da buon difensore della legalità di FLI, non esiste traccia documentale che all'epoca, nel 2008, si rivolse alla magistratura per denunciare il fatto. OVVIAMENTE, da buon difensore della legalità di FLI, non esiste traccia documentale che all'epoca, nel 2008, si rivolse almeno almeno alla stampa per denunciare pubblicamente il fatto. STRANAMENTE, Marco, non fai minimamente notare questa "bazzecola". Pazienza. sarà per un'altra volta.


Mi viene in mente Mr.B. che accusa Fini di essere passato alla sinistra... E mi viene in mente Berlusconi ieri al voto in parlamento, la faccia incazzata quando parla con Fini chiedendo l'intervento su Di Pietro e sorridente beffarda quando parla Casini...


Marco Travaglio, come conoscitore di vita e miracoli di Silvio Berlusconi è secondo solo a... Silvio Berlusconi. Con la differenza che quest'ultimo non la racconta giusta....


aggiungo al commento sopra.. che schifo, la compravendita senza vergogna.. ma che gli vuoi dire a 'sti zozzoni.. vi meritate solo la piazza.. bella puntata stasera miiiiii


@ Foxxya Più che incazzata la definirei supplice, o no?


La Russa è stato odiosissimo: ha continuamente coperto con la sua vociaccia le voci degli altri, specie quando gli mancavano dati e argomenti nei confronti di Vendola e del rapresentante della polizia.


#20 roland deve solo ringraziare programmi come striscia la notizia che lo hanno reso simpatico al grande pubblico........ti credo che è un fedelissimo del berlusconi....devozione canina


La Russa è un troll televisivo, Salluzzi anche che non ha voluto entrare nel merito dei fatti per ben due volte, sia con Santoro deviando il discorso sui principi e sia con Travaglio facendogli una sviolinata dopo l'intervento. New Troll Television


Fulminanti le vignette e battute di Vauro, anche quella sul motto SPQU applicato a casa Rutelli; ma, passata la risata alle spalle dei coniugi Barbara e Francesco, mi sono chiesto: alla base di questo eterno tormentone c'è un vecchio fatto di cronaca che mi sfugge?


chiappe d'argento?


Notte, bacio


Un uomo armato di una pistola, non si sa ancora se un'arma giocattolo, e' stato sorpreso da un agente della scorta del direttore di 'Libero', Maurizio Belpietro. L'uomo e' stato notato dall'agente che aveva appena accompagnato all'uscio di casa Belpietro, in un condominio del centro di Milano in via Monti di Pieta', mentre era sulle scale. Secondo quanto ricostruito, l'uomo, di altezza di circa un metro e 80, sui 40 anni, ha puntato l'arma verso l'agente, che e' riuscito a ripararsi dietro una colonna del pianerottolo e ha poi sparato due colpi a scopo intimidatorio. Un terzo colpo e' stato poi esploso successivamente. L'uomo e' riuscito a fuggire anche perche' il condomimio ha diverse uscite. Non sono state trovate tracce di sangue sul luogo. Sulla vicenda indaga la digos e la squadra mobile della questure di Milano. Sul posto sono confluite diverse volanti. (ANSA).


''Non so che dire, la sensazione e' che quella persona stesse aspettando il mio ritorno a casa. E se il mio caposcorta avesse preso l'ascensore per scendere, e non le scale, non so come sarebbe andata''. Maurizio Belpietro commenta con l'ANSA la vicenda della sparatoria avvenuta nel suo condominio ieri sera a Milano, dove uno sconosciuto ha puntato la pistola al suo caposcorta, che ha esploso tre colpi di arma da fuoco mettendolo in fuga. ''Il mio caposcorta - racconta Belpietro, sottoscorta da otto anni - mi aveva accompagnato all'uscio di casa come al solito. Ci siamo salutati ma lui poi mi ha spiegato che invece di prendere l'ascensore ha preferito scendere le scale per fumarsi una sigaretta. Sulla rampa tra il quinto e il quarto piano si e' imbattuto in questa persona che pare indossasse una camicia simile a quella usata dai militari della Guardia di finanza, ma su pantaloni di una tuta. Questo signore ha puntato l'arma sul poliziotto, ma pare si sia inceppata. Il mio caposcorta ha fatto fuoco e lo sconosciuto e' scappato''. ''Certo - spiega il direttore di Libero - che se avessero bussato alla mia porta, poco dopo che mi avevano accompagnato, avrei aperto e non so come sarebbe andata a finire''. Il direttore di Libero spiega di aver sentito da dentro casa i colpi di pistola: ''Sulle prime ho pensato a dei libri che cadevano da una mensola, poi ho capito che erano spari''. ''Minacce? - dice Belpietro - certo mi arrivano; qualche tempo fa al giornale una persona cerco' di introdursi nella redazione. Certo si puo' pensare qualsiasi cosa''. (ANSA).


Strano, Belpietro non ha visto niente.. e il presunto uomo con la pistola punta l'arma ma si inceppa,l'uomo (?) della scorta spara in aria?? ma a chi la contano sta balla.. forse Belpietro neanche lui sa cosa è successo veramete.. e queste mezze scorte fumano troppe sigarette su e giù per le scale.. ma ora ci martelleranno le palle per settimane con l'odio e l'istigazione dell'odio.. uffffff dopo fini ci tocca subirci l'etichetta di squadristi,istigatori di odio e mandanti? ufffff buonanotte mara,marziam..


Strano, Belpietro non era all'afterhour a Palazzo Grazioli ieri?


Implorando venia per l'ennesimo over od off-tema (anche se credo che poco sia casuale e quasi tutto causale), mi sorprende che nessun astante abbia menzionato l'increscioso e apparentemente poco politico evento inquinante le stimmati della nobiltà, ubicate per antonomasia nel fior fiore capitolino (di papalina discendenza). Che via Fauro (Roma, paradiso Parioli, la capitale fausta e tanto bon ton) nascondesse insidie insospettabili - propriò lì dove soffia il vento chic e aleggia il profumo jet set; e il cielo è ovviamente sempre e solo più blu - lo cominciò a intuire il 'mecenate' dei salotti televisivi, fastidiosamente coinvolto in una serata strana, apparentemente uguale (in realtà avvolta da energìe striscianti) tra l'ennesima puntata Show e il solito tratto di strada da percorrere a piedi (fino a quella sera troppo tranquillo e troppo anonimo). Si disse che forse quel brusìo, chiacchiericcio, quel censurare senza realmente rendersi conto, quell'irriverenza gratuita e ingenua dall'alto di un palco teatrale, quasi a mo' di comari, architettato oltretutto da quel baffetto paffuto, aduso a chissà quante tovaglie, solo per 'infangare'l'onorabilità dei conterranei di sangue di Dell'Utri e Mangano, non era più sopportabile e prorogabile, e che quindi l'ordigno letale che fortuitamente (?) non 'santificò' Maurizio Costanzo era sì inevitabile e ormai pacifico (nel senso di dato per certo, scontato...). Ebbene, "poche ore fa" (l'avevo scritto più di 24 ore fa, ma rilascio l'originale, riadattato solo nell'introduzione), l'esclusiva privacy della Fauro street (più o meno nello stesso tratto di strada già glorificato) è stata di nuovo scalfita e volgarizzata dall'ennesima piazzata (che sicuramente avrà disgustato il fine olfatto della Santanchè, la sobrietà della Marina dalle tante ripe e fors'anche la placida canfora che accompagna - da un pochino, non da tanto - famosi nobili allocati in zona, un tempo proprietari di intere periferie romane e poi degradati a banali c


banali cittadini da attici vista stadio Olimpico, che orrore...): due ceffi poco bon ton hanno atteso e gambizzato l'avvocato Piergiorgio Manca, penalista ben noto. Fin qui, cronaca nera, ordinaria criminalità, pullulante nella caput mundi e in ogni piccolo o grande centro italiano; il dettaglio che però riconduce, solo per vaga e fanciullesca associazione di suggestioni, al sopravvissuto di Fauro street, è che l'ambiente frequentato dall'avvocato colpito (per questioni professionali, è ovvio) è empio, debordante, di personaggi quanto meno ambigui, al di là degli stessi reati commessi . L'avvocato Manca, che comunque ha parlato e discusso con i suoi aguzzini (quindi li conosceva bene), si inserisce in molte, tantissime vicende inquietanti di questo Paese. Attualmente, è il legale del commercialista Marco Iannilli, figura più che attiva (almeno ciò sospettano i magistrati) del faraonico riciclaggio (due miliardi di euro) che potrebbe nobilitare Telecom, Sparkle, Fastweb e altre prestigiose società; ma bisogna soprattutto considerare che il presunto tramite, il negoziatore (tra l'altro poco super partes, in quanto sembrerebbe siano coinvolti anche suoi capitali personali nell'opera di ripulitura) sarebbe Gennaro Mokbel (difeso sempre dallo stesso Manca), un tempo romantico ideologo della destra estrema, grande amico di Giusva Fioravanti e probabile sponsor del suo ritorno alla luce (questo almeno parrebbe, anzi l'ha rivelato stesso lui in una telefonata'intercettata, ma inspiegabilmente non è stato ritenuto credibile; pur se in questo caso servirebbe solo come ricostruzione storica, il reato ovviamente non esiste). Il poco paziente Mokbel (si narrano aneddoti terrificanti) ha avuto la fortuna, inizio anni '70, di incontrare una ricchissima fanciulla della Roma profumata, proprio dei Parioli se non ricordo male, che lo tolse da un precipizio di droghe e autodistruzione. Purtroppo, lo sforzo sentimentale ed umanitario fu mal ripagato, tanto che Mokbel si mise in testa d


in testa di superare persino il suo amico e camerata Giusva, finendo in situazioni ed inchieste poco politiche ma tanto pregne di criminalità comune, mafia e anche servizi segreti (che quando c'è aria salubre non danno mai forfait), tanto dal ricevere un'immunità giuridica (eguale solo a quella dei parlamentari) indubbiamente qualificante. Ma l'esimio avvocato Manna appare anche come testimone della storica e simbolica (almeno per me) vicenda Pecorelli (quello che svelò gli assegni tra Giulietto e Cosa Nostra, tanto da venirne stritolato) e in infiniti altri eventi che, per questioni di tempio e tedio, non vi inondo. Tutto ciò è unicamente rivolto a diffondere la preghiera di non tralasciare le banali gambizzazioni della 'nera'; dietro di loro, tanto troppo spesso, si celano i veri padroni di questo lembo illegale


Certamente Idv avrà le sue magagne, chi non le ha? Ma la nostra credibilità sta sottozero, non fidatevi delle str...... che raccontiamo. Piuttosto, chi paga la scorta del bel?pietro?


Stella, commento 15, non è difficile, se ti sforzi lo puoi capire anche tu. Travaglio non fa altro che riportare le dichiarazioni di un Parlamentare. Anche questo, sai, fa parte del mestiere di un giornalista, anche se a te può sembrare strano. E' il Parlamentare che risponde delle sue dichiarazioni, ed EVENTUALMENTE, in caso di inchiesta, può essere chiamato a portare delle prove. Che c'entra Travaglio? Perché mai dovrebbe far notare i particolari che hai detto, quando ci sei tu che lo fai così bene? Chiaro che li omette per farti un favore, altrimenti ti sentiresti del tutto inutile. Pensa come ti vuole bene!


In questa dittatura e nato e prosperato Il Fatto Quotidiano. Nel frattempo sono nati altri quotidiani (più o meno fortunati). Siti web e blog antigovernativi a iosa. Ditemi per favore cosa vi manca in libertà tangibile rispetto al precedente governo Prodi? E per una volta lasciamo perdere tutte le battute sul cainano. Passiamo a fatti concreti. "OT: esempio del metodo Travaglio applicato allo stesso Travaglio - Travaglio trascorse le vacanze nel periodo X con un informatore della mafia, a quel tempo non ancora inquisisto e quindi persona degna di ogni rispetto (questa frase raramente si trova nei suoi scritti). Il problema è: di cosa ha parlato Travaglio in quella vacanza con l'informatore Y. Ha per caso fornito notizie riservate? Altro dubbio: un uomo accorto e attento come Travaglio era all'oscuro di tutto oppure, annusando qualcosa, ha riferito notizie utili solo a colpire il cainano e amici? Il dubbio è legittimo. Se poi pensiamo ai potentati economici che stanno alle sue spalle sottoforma di datori di lavoro e soci delle società per cui scrive, il dubbio si eleva alla decima potenza. Tutto un caso fortuito?" E via con una campagna a screditare. Facile no...


inquietante Sallusti ieri sera a Annozero... abbiamo un nuovo martire


Diego : ancora ? stai insinuando che Marco Travaglio è una spia ?


#37 Margherita Assolutamente no. Ma non essendo tifoso di nessuno voglio usare il mio cervello e, se possibile, iniziare una discussione più libera, senza innamoramenti verso nessuno. Tutto qui. Ciao.


*Si dovrebbe mettere un "Governo Tecnico" e che ci sappia fare di Economia.


Il servizio di Corrado Formigli da Saint Lucia (Seint Lùscia) ad Annozero fa capire chiaramente che dietro la Fini-Tulliani-Story ci sono: una potente regia, ingenti mezzi e la chiara volontà di tenere sotto scacco Fini. Per ora c'è una tregua: la sospensione - la suspense - , il dubbio creato ad arte per far rigare Fini. Sono convinto che, quando e come il ricco regista occulto vorrà colpirlo (farlo dimettere da presidente della Camera dei deputati), i falsari (con più abilità di comuni pataccari), riusciranno a produrre documenti che attestino senza lasciare dubbi che Tulliani è il vero proprietario della casa di Monacò. E se T. ne fosse davvero il proprietario, solo il ricco regista occulto riuscirebbe ad accedere ai segreti delle società off shore. Con la complicità del governo dell'isola bananiero-bancaria. Anche se il facoltoso regista occulto fa finta di cadere dalle nuvole quando legge quel che scrivono i suoi giornalisti.... La vera notizia sensazionale potrà essere: il ricco regista occulto preso con la mano nella marmellata (di banane).


Lab buon risveglio! a te e a Roland su Larussa: che simpatico quando ha tirato fuori il portafoglio per la colletta! forse -MT-avrebbe dovuto ricordare che il foraggio di B gli faceva schifo...ma bisogna tralasciare... annozero, se c'è ancora, è su un crinale con burroni di qua e di là, sempre in rischio di caduta libera. Sallusti, sempre senza vergogna in fatto di professionalità, nemmeno ora che è il direttore. oh! ma a nessuno di loro importa niente di passare per poco professionali quando parlano d'altro e non stanno in tema, accettano di farsi bacchettare, ma intanto hanno coperto l'interlocutore con la loro voce. Se Santoro per amor di pace o perché stufo, non glielo fa notare sempre, questo atteggiamento diventa "normale" e il telespettatoresi assuefa. ciao homofaber! non sapevo che ne sapessi tante sulle gambizzazioni "nere"! in queso salotto ti troverai bene.....


*C'è lo "SCOOP" di Repubblica: "ESCLUSIVO: SILVIO-SHOW CON I FAN PER I SUOI 74 ANNI". "Spara a zero" contro i Giornalisti e giudici.


# 43    commento di   Pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/10/2010 alle 10:26

Nel giorno mondiale dedicato al Risparmio , con un altro salvadanio antibananaIO, inauguriamo una seconda rubrica del nostro Speaker L'indo(e)vino ROLAND Da noi tutti i nostri più sinceri e affettuosi ringraziamenti . commentiamo e arricchiamo di infinite variazioni il nostro antibananaio... FABIO PADANO E SKILINE DOVE SIETE FINITI?
http://ilsottoscala.ilcannocchiale.it/


*Ha ragione Scalfari: "Berlusconi a Casa".


# 43 commento di Pasolinante - non si capisce perchè dovete fare i parassiti e prendervi commenti e commentatori da questo blog e portarli al vostro. Un blog è per esprimere idee personali, e non per fare copai-incolla di altri. Ma vi rendete conto delle figure di cacca che fate?


Siamo davvero un Paese "strano": di questi senatori in transumanza, quanti hanno il grembiulino e il compasso? Questo è l'unico paese al mondo in cui la Massoneria può permettersi di non tenere registri in deposito presso le prefetture (come accade in tutti i paesi europei), e di costituire al proprio interno logge segrete, un paese in cui una associazione per natura segreta, nonostante la Costituzione ne vieti l'esistenza,può permettersi di piazzare i propri iscritti alle più alte cariche (basterebbe pensare ad un ex Presidente della Repubblica). Se vogliamo ripulire il barile ebbene, visti i precedenti P2 e P3 compresa, sarebbe meglio prima di tutto far rispettare gli articoli della Costituzione che vietano le associazioni segrete (art.18)


# 47    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 1/10/2010 alle 11:3

lo Stato italiano procede SENZA opposizione ,IL GOVERNO PROCEDE SENZA paese il governo procede per scampare la galera , il governo NON è in grado di cambiare la legge elettorale , questa situazione non piace a nessuno , quindi andremo a votare in queste condizioni , ciao


persino le mign.otte sono scandalizzate da questa compravendita. intendo quelle di strada, non quelle parlamentari, ovviamente.


Marziam, non credo sia gambizzazione 'nera'; i colori, i partiti o le violenze mosse dall'ideologia non esistono più da tempo. Comunque ho citato il non lieto evento solo per indurre a una riflessione sui profondi rapporti, spesso però invisibili, che intercorrono tra potere, cittadini 'per bene' e criminalità; e quanto ormai avvocati e imputati - ovviamente non mi riferisco alla banal gente, ma a sfere somme - abbiano legami che varcano il puro rapporto tra legale e assistito (gli esempi, del resto, sarebbero tanti). E che osservando la cronaca più o meno nera, si possono trovar segnali di situazioni che vanno ben oltre il puro atto criminale. Chiunque abbia tentato di 'neutralizzare' l'avvocato Manca (e non mi riferisco agli esecutori materiali), memoria storica di tanti inquietanti eventi di questo Paese e attuale legale di persone coinvolte in delicatissimi processi, sicuramente non è un criminale qualunque...


@ HF --touchée!..onestamente mi era sfuggita questa notizia dell'avvocato manca! era solo per un saluto, che ti faccio direttamente ciao!


GAD LERNER stamattina porta la sua solidarietà a Belpietro : ma guarda. pensavo sarebbe andato nelle carceri : 53 suicidi in 9 mesi


Commento di Stella Hai assolutamente ragione: chi si rende complice di una porcata è moralmente squalificabile, ma si sa, Fini è Fini e gli altri non sono un c....(direbbe Travaglio).


Su Belpietro mi puzza assai la "ricostruzione" offerta: l'arma si sarebbe inceppata, quindi non si tratta di un professionista (il quale per le sue "operazioni" ha sempre a disposizione più di un arma), il polizziotto di scorta, spara in aria e poi mira alla figura, esattamente il contrario di quello che accadrebbe in una situazioni di emergenza come quella, visto che a puntare l'arma e a tentare di far fuoco è stato "l'attentatore". In compenso la solidarietà è, as usual, BIPARTISAN.


Sallusti ieri sera inneggiava alla libertà di espressione quindi Bossi fa bene a dire che con la bandiera italiana si pulisce il culo.....


purtroppo il regime infame continua, proprio grazie ai finiani...


''Guardate! Queste non sono teste matte, non sono terroristi come adesso vogliono far credere quelli che approfittano di quel disperato criminale che ha tentato di aggredire Belpietro per scaricare su chi protesta e su di me quel che e' accaduto''. Lo ha affermato questa mattina il presidente dell'Italia dei valori, Antonio Di Pietro, intervenendo alla manifestazione nazionale della cantieristica navale in piazza della Repubblica a Roma e riportato in un video pubblicato sul suo blog www.antoniodipietro.it. "C'e' una questione sociale grossa come una casa, c'e' una disperazione sociale che sta facendo ribellare il popolo e allora -si e' chiesto l'ex pm- la colpa e' di chi denuncia questi fatti? E' la mia che nell'Aula del Parlamento ho detto che Berlusconi e' la causa di questo male d'Italia? O e' del presidente del Consiglio che pensa solo agli affari propri e alle sue societa' off-shore? E non si cura dell'unica societa' italiana che e' ancora dello Stato, la Fincantieri, che come altre aziende, sta andando in malora per colpa sua? Si vergognino coloro che vogliono criminalizzare la protesta. Questo governo dovrebbe riflettere sulle sue politiche fallimentari che non portano alla pacificazione sociale''.




lab : ha la scorta Sgarbi !


COME E' possibile credere a queste cose ????????? un uomo inerme scortato fino deentro casa da uomini armati viene attaccato sul pianerottolo di casa IL PIRLA spara


IL PIRLA SPARA e come da copione lo manca e la scorta lo lascia scappare,,,,notte tutta da ridere con comica finale aspettiamo l'intervento del nano ,,,che a un direttore servo rendera gli onori militari ,in tutto questo la stupidita é arrivata alle comiche di ridolini con il nano da protagonista, regista ,e produttore.


Ma quanto si frusciano questi.. ma andatevene a f..... il movimento 5 stelle (e quindi ANCHE Beppe Grillo) non si allea con nessun PARTITO, ma SOLO con movimenti CIVICI. PUNTO. E' inutile che fate teatrini e ve la cantate e ve la suonate.. annatevene a f.................... \\ ''E' indubbio che l'alleanza con Di Pietro e con Grillo sarebbe un colpo geniale per l'alleanza di centro sinistra. Una sorta di pietra tombale per qualsiasi aspirazione al governo nazionale della coalizione progressista e, soprattutto, una straordinaria e granitica assicurazione per continuare a garantire la vittoria del centro destra. Spero che nel centro sinistra prevalga ancora il buon senso piu' che la coerenza''. Lo dice Giorgio Merlo, parlamentare del Pd e vice presidente della commissione di Vigilanza Rai.


la storia di belpietro non sembra proprio una cosa seria...


Il direttore di una testata diffusa solo sul web non e' assimilabile a quelli dei giornali tradizionali per quanto riguarda il reato di omesso controllo. La nostra legislazione, infatti, non prevede al momento che chi e' a capo di un periodico telematico sia perseguibile penalmente per eventuali reati commessi attraverso il suo giornale. La Cassazione ha per questo annullato senza rinvio "perche' il fatto non e' previsto dalla legge come reato" una sentenza della Corte d'appello di Milano che aveva dichiarato prescritto il reato indicato nell'articolo 57 del codice penale (inerente i reati commessi col mezzo della stampa periodica) contestato al direttore della testata 'Merateonline', sulla quale era comparsa una lettera di contenuto diffamatorio nei confronti dell'allora Guardasigilli Roberto Castelli e del suo consulente per l'edilizia penitenziaria Roberto Magni. Il direttore del giornale web si era rivolto alla Cassazione per ottenere l'assoluzione, sostenendo che la lettera 'incriminata' non fosse mai stata presente nell'originale del documento informatico, e che, comunque, l'articolo 57 cp non fosse applicabile al giornale telematico. La quinta sezione penale della Suprema Corte gli ha dato ragione: nella sentenza n.35511 si rileva "la assoluta eterogeneita' della telematica rispetto agli altri media" e che "non sono responsabili dei reati commessi in rete gli access provider, i service provider e gli hosting provider", a meno che "non fossero al corrente del contenuto criminoso del messaggio diramato", cosi' come "i coordinatori dei blog e dei forum". Per gli alti giudici, "non e' diversa la figura del direttore del giornale diffuso sul web": infatti, nel caso in esame, "sarebbe ipotizzabile in astratto la responsabilita' del direttore del giornale - si legge nella sentenza - se fosse stato d'accordo con l'autore della lettera", ma in tal caso "avrebbe dovuto rispondere del delitto di diffamazione e non certo di quello di omesso controllo", che "non e' realiz


"non e' diversa la figura del direttore del giornale diffuso sul web": infatti, nel caso in esame, "sarebbe ipotizzabile in astratto la responsabilita' del direttore del giornale - si legge nella sentenza - se fosse stato d'accordo con l'autore della lettera", ma in tal caso "avrebbe dovuto rispondere del delitto di diffamazione e non certo di quello di omesso controllo", che "non e' realizzabile da chi non sia direttore di un giornale carteceo". Inoltre, "la cosiddetta interattivita' renderebbe probabilmente vano - continuano i giudici di piazza Cavour - il compito di controllo del direttore di un giornale on-line". E' pur vero, ricorda la Cassazione, che "risultano pendenti diverse ipotesi di estensione della responsabilita' ex art. 57 cp ai direttore del giornale telematico", ma "il legislatore e' effettivamente intervenuto negli ultimi anni sulla materia senza minimamente innovare sul punto". (AGI)


Lab se é per questo paghi(amo) anche la scorta a Roberto Saviano. Ritengo che fare delle strumentalizzazioni politiche attorno ad un fatto di cronaca sia ancora più eversivo del fatto stesso. Prima di tutto c'é da capire cosa sia successo, chi sia il presunto attentatore ed il motivo per cui avrebbe fatto tale tentativo. Poi si possono fare tutte le considerazioni del caso. Trovo schifoso e ben oltre il limite della decenza sia i Cicchitto che né approfittano per collegare la cosa al discorso alla Camera di Di Pietro, che i tanti (troppi) improvvisati Agenti Grissom de noantri che imperversano ora su internet accreditando l'episodio a pura fantasia di Belpietro, o intravedendo fantomatici disegni di complotto dietro all'accaduto. Cominciamo a ragionare da Paese serio. Quando sono stati sventati alcuni attentati ad Obama, nessuno si é mai sognato né di dare la responsabilità dell'accaduto ai Repubblicani, né alla Fox News corp. né tantomeno accreditare strane teorie del complotto tipo "se l'é organizzato apposta per vincere le elezioni passando da vittima". Basta. Ridiamo la giusta misura a tutto, anche a questi episodi, che comunque sono gravi indipendentemente da chi li subisce.


@unoqualunque, semmai fosse vera la storia, mi viene da parafrasare Andreotti".. se l'è cercata". E' da sempre che fa campagne d'odio contro chi gli COMANDATO. Il paragone con Saviano è assurdo, perchè lui è in NEMICO numero uno dei casalesi, più dei magistrati. E Saviano non fa di certo campagne d'odio come Belpietro, che da scarso giornalista o meglio pennivendolo dovrebbe andare a curare il gazzettino di un supermarket. Entrando nel MERITO, ti faccio una domanda: tu fumi? Hai mai acceso una sigaretta prima di fare le scale di un QUINTO PIANO? Se non fumi chiedi ad un fumatore.. Seconda cosa: la pistola si inceppa, e i due uomini non riescono a bloccarlo? Che ca**o di scorta è? Terzo e ultimo, perchè non se la paga di tasca sua? Così come TUTTI i PRIVATI dovrebbero fare?


com'è che non si parla della manifestazione di domani a Roma ?


# 71 commento di margherita - lasciato il 1/10/2010 alle 15:47 com'è che non si parla della manifestazione di domani a Roma ? \\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\ BRAVA MARGHERITA, HAI CAPITO TUTTO \\\\\\\\\\\\\\\\\ QUESTI VOGLIONO AVERE SEMPRE IL PALLINO DEL GIOCO IN MANO \\\\\\\\\\\\\ TRATTASI DI ARME DI DISTRAZIONE DI MASSA \\\\\\\\ E DISPIACE CHE ANCHE GOMEZ E COMPANY CI SIANO CASCATI


ATTENZIONE. UN GRUPPO DI TROLL, COME ABBIAMO POTUTO VERIFICARE DAGLI IP, HA POSTATO PIU’ VOLTE COMMENTI CON INCITAZIONI ALLA VIOLENZA E INSULTI, NONOSTANTE I NOSTRI RIPETUTI RICHIAMI A MODERARE I TONI. PER QUESTO MOTIVO SIAMO COSTRETTI A CHIUDERE LA SEZIONE COMMENTI


# 71 commento di margherita - eh sì, son tutte bracce di distrazione di Cesena. Non cascarci anche tu chè l'acqua inizia a dinenare frescolina. SSe vuoi , comunque, parlane tu.


# 73 commento di sul blog del fatto - ma eravate proprio sopra sopra? Se sì, perche urlare?


la storia di belpietro è abbastanza ridicola...e il ducetto infame è capace di tutto... e il clima di odio è ovviamente colpa sua...


# 76 commento di m - volendo, anche la tua, se non capisci.


Appoggio Lab n.70. Ridicolo paragonare Saviano con Belpietro: almeno, se proprio deve fare il castigamatti, la scorta SE LA FACESSE PAGARE DA ANGELUCCI O BERLUSCONI. Ci sono anche le bodyguard private sapete? Ma forse è più comodo far pagare A PANTALONE. E poi sono questi che parlano del 'privato è bello'. Oink-Oink-Oink.


??? veramente io ho capito benissimo e odiare non è reato...


@Lab: Ma secondo te a me piace difendere Belpietro? Il paragone con Saviano era per la facile allusione che hai fatto in merito ai soldi pubblici per le scorte ai giornalisti. Se Belpietro (il cui giornalismo mi fa schifo!) ha ricevuto minacce ha tutto il diritto alla scorta così come lo ha Saviano. Se tu hai elementi per dire che tali minacce sono fasulle, denuncialo per peculato. Sto cercando di invitarvi ad usare il cervello per raggiungere lo stesso scopo: smascherare questa buffonata del "clima d'odio". Per farlo non si può rispondere con un'altra buffonata, ma semplicemente facendo capire alle persone che non devono bersi queste speculazioni politiche da quattro soldi (tipo quella di Cicchitto o di Ferrara che puoi leggere su l'Unità.it).


@Lab: ciò premesso entro nel merito: si fumo, e fare le scale in discesa mentre fumo non mi da problemi di affanno come potrebbe se invece le salissi (ma dimmi tu se veramente dobbiamo metterci su questo livello, scusa ma lo ritengo un'offesa alla NOSTRA intelligenza). Secondo punto: non ero presente, come tu non lo eri. Non posso basarmi su una dinamica ricostruita a poche ore dall'accaduto e non fornita dagli investigatori ma dai giornali. Comunque in linea di principio ti do atto che quella dinamica appare quantomeno bizzarra (oltretutto é stata fornita da Belpietro che si trovava chiuso in casa in quel momento). Terzo punto: non lo so. Allora lo stesso dovrebbero fare anche altri giornalisti o scrittori. Lo ritengo un ragionamento un pò berlusconiano questo, della serie se non puoi permettertelo allora non puoi avere una scorta facendo un lavoro che ti sottopone a dei pericoli. Ti ricordo che siamo molto bassi nella graduatoria di Freedom House per la libertà di stampa ANCHE per via delle minacce ai giornalisti. Ti saluto, devo andare ti leggerò stasera o al più domani. Buon proseguimento.


@63 commento di matusa e precedenti: abbiamo capito, forse, cosa intendevi.




# 78 commento di S.m. - gh.


il caso belpietro sembra proprio una buffonata, mentre la gente onesta che odia il ducetto infame è molta e ha ragione da vendere...


Al di la di tante ipocrite manifestazioni di solidarietà l'unico scandalo è che si sia inceppata!


Il dubbio mi tormenta e, per non rischiare l'aggravarsi dell'emicrania, ve lo 'noleggio': chi sarà mai quell'anima ingenua, forse un po' miope e comunque avventata, che nell'immensa fauna a disposizione tra le scogliere arcobaleno (di cinque, sei, sette colori, fors'anche oltre; un colore può avere anche più di una tonalità) che illuminano e adornano il bel Reame, ha osato attentare a uno dei rari ermellini di sua Altezza, tra l'altro rimosso non troppo tempo fa (poi perdonato e riciclato) per manifesta non ferocia e cannibalismo mediatico? A meno di improbabili non gradimenti personali, neppure un cacciatore demente avrebbe mirato all'esemplare meno 'consistente' nell'ampia e variegata riserva in perenne esposizione. Belpietro, comunque sia, ha la mia piena ed assoluta solidarietà; non ho mai amato chi se la prende con i più piccoli...


# 85 commento di m - da vendere, appunto.




Mandate il link a Ciarrapico!


# 87    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 1/10/2010 alle 17:42

ciao paso mi manchi , tutto bene . . .. . . ... ...


# 88    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 1/10/2010 alle 17:45

"il sottoscala " è CITAZIONE involontaria del titolo del libro di memorie di Vittorio Gasman ? .. .. .. .. ..


nel senso che hanno pienamente ragione ad odiarlo ovviamente.


# 90    commento di   Pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/10/2010 alle 18:6

# 91 commento di viaggiavventure - utente certificato lasciato il 1/10/2010 alle 17:42 ____ # 92 commento di viaggiavventure - utente certificato lasciato il 1/10/2010 alle 17:45 _____anche tu mi manchiiii!...ti ricordi quanto e com'er bella ai tempi della BISCHERA CUBANA? (*_*) ...ecco! lo sei sempre di piu di piu e di piu ....in allegato DEDICA TUTTA PER TE ..... per il suono "sottoscala" la prima a riprendere quel "LUOGO SIMBOLICO" che ognuno di noi ha nei suoi ricordi come le soffitte , è stata Marziam...strano che per ora , abbia avuto problematiche non meglio e meglio note.....il sottoscala esprime varie situazioni, depositi di memoria, penombre in luci, e candele in buio .....è per quanto riguarda non solo me, la trasmissione DAL BASSO AL BASSO , ovviamente di un certo tipo ben radicato , fondamenta, ma non fondamentalismo di nessun tipo ....è con totale rispetto dell'alto, cioè senza contrapposizione alcuno a tutti gli Autori piu noti nella poetica politica di liberazione nazionale ( quale anche quella di travaglio o gomez o abbate o capcchione o saviano ecc ecc) MA..il nostro spirito è appunto da sotto a sotto , FARE BASE dando voce a tutte le voci minori, e fra le minori sconosciute a tutte quelle che devono ancora nascere come noi, o quelle che sono gia nate, ma nessuno le ha mai potute gustare perche l'oceano delle cantine è immenso,una goccia con l'altra , scale a microcosmi di vaso in vaso fino alle porte del MARE...(*_*)
http://www.youtube.com/watch?v=f7_D4fLIHb4&feature=related




# 92    commento di   viaggiavventure - utente certificato  lasciato il 1/10/2010 alle 18:17

94, paso, è passato tanto tempo e direttamente con una sola voce NON tanto si può raccontare , forse con una sola voce si può ricordare ,la tua scrittura è "vorticosa " , ciao
94, paso


@unoqualunque - la logica dei fatti te l'ho scritta, i conti non tornano e quantomeno sono dissonanti. Io sono uno di quelli che dal primo momento disse che Tartaglia non fu assolutamente una bufala, e NON NEGO che ci sia stata una persona li stanotte.. ma fatto sta che la scorta non è stata capace, e questo mi conduce a pensare tutto, anche che sia stata una messa in scena. Questo è il mio parere, se tu hai elementi per smentirmi fai pure. \\ Per la scorta. Se un individuo (come Saviano) è parte di processi come parte offesa, allora giusto che sia scortato a spese dello stato fino ache non ci siano le codizioni di tranquillità. Belpietro per cosa ha la scorta prima di questo controverso evento? Qualche lettera.. Nessuna persona e nessun processo identificato.. quindi mi sembra una forzatura 'regalare' una scorta ad un tipo che rompe i coglioni a mezza italia con il suo fango. \\ @marziam, il commento 77 è uno che mi clona.. keep.. ;)




Tanti cattivi scolari di cattivi maestrri. Stududiate.


i cattivi, pessimi maestri stanno al governo, purtroppo.


@Lab: continua a non appassionarmi il fare girandole di opinioni su elementi ancora non ben definiti della vicenda. È legittimo pensare che l'attentatore fosse Will il Coyote come Emilio Fede. Per ora il fatto é che c'é un'agente di scorta che ha dato la sua versione dei fatti. Sarà bislacca, storta, probabilmente incoerente quello che vuoi, ma saltare alle conclusioni immediate mi sembra assurdo. Poi si può fare dell'ilarità sulla cosa con gli amici al bar, perché "verba volant, scripta manet", e l'ultima cosa che vorrei é dargli l'ennesimo appiglio per fare del vittimismo populista. Riguardo alle scorte: credo ci siano delle procedure e non vengano date per un paio di letterine anonime, come sopra, se hai elementi per dire che sono state infrante e che Belpietro aveva una scorta perché "amico di…" o "dipendente di…" allora quello é un reato, si chiama peculato se non sbaglio. Sul fatto che rompa i coglioni a tutta Italia (non solo mezza) con il suo fango ti do doppiamente ragione. Non lo sopporto, specialmente quando é ad Annozero e deve trattenersi dal ridere alle vignette di Vauro facendo un'espressione facciale da sforzo sulla tazza del cesso. Ti basta pr farti capire che sta sulle palle anche a me?!


unoqualunque,ti invito a leggere nel post antecedente il commento di 'memolabile'.





Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti