Commenti

commenti su voglioscendere

post: Ballusti

da Il Fatto Quotidiano, 6 ottobre 2010 Alessandro Sallusti, il rassicurante neodirettore responsabile (si fa per dire) del Giornale , lancia un allarme da far tremare le vene e i polsi. Titolone a tutta prima pagina: “I pm spiano i telefoni del Giornale”. Svolgimento: “Abbiamo la certezza che almeno due Procure, una al Nord l’altra al Sud, tengono sotto controllo i telefoni e i telefonini di direttori e vicedirettori de Il Giornale. Al momento nessuno di noi è coinvolto in procedimenti giudiziari né ha ricevuto avvisi di garanzia né è stato convocato... Eppure ci sono pm che si divertono ad ascoltare le nostre conversazioni”.  Ora, a parte il prevedibile sollazzo di ascoltare le telefonate di (ma soprattutto tra) Feltri e Sallust i nel tempo libero, nessuno può ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Sole 24 ore: "A Piazza Affari scatta Mediaset in avvio sul possibile ingresso nell'azionariato di nuovi investitori russi." Ecco a cosa è servito l'ultimo viaggio di B da Putin; interessi di....Stato cioè stato di salute di Mediaset!!


é veramente vergognoso l'atteggiamento di questi direttori che pensano di predicare bene e razzolano malissimo; se siamo tutti sottoposti a intercettazioni perchè loro dovrebbero esserne esenti? data la loro posizione di potere, appena vengono urtati da qualcosa partono col lamentarsi... si vede che non sono come noi cittadini comuni e mazziati! grandissimo TravagliO!!!!


Illuminante e con sospensione di giudizio L'articolo di Michele Ainis su La Stampa, presentato anche a "prima pagina", rai 3. il prof. costituzionalista ci spiega lucidamente attraverso argomentazioni storiche e giuridiche perchè NON "cambia qualcosa per la sua- DI FINI -(ndr) permanenza in carica la trasformazione dei gruppi parlamenteri targati FLI in un partito. [...]In punta di diritto no, non cambia nulla. Perché i regolamenti parlamentari escludono la mozione di sfiducia verso il presidente d’assemblea.[...]------------------------Ainis si chiede poi se in questa scelta c'è "opportunita costituzionale" "esemplificandola (- quest'ultima-) con la facoltà propria del presidente della repubblica "quando rifiuta per esempio la promulgazione d’una legge: non in base a un giudizio di legittimità costituzionale (che spetta viceversa alla Consulta), ma per l’appunto in quanto la ritiene lacerante, in contrasto con l’unità degli italiani, e quindi sommamente "inopportuna"---- E' opportuno che il partito del presidente della camera garantisca pla prosecuzione della legislatura sino alla sua fine naturale? visto che la lacerazione è stata sottoscritta da chi rappresental'unità? La risposta "in mente dei", o meglio Ainis l'affida ad Oscar Wilde "le domande, diceva, non sono mai indiscrete. Lo sono, talvolta, le risposte" http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=7926&ID_sezione=&sezione=
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=792


OT ma non troppo \\ La Procura di Napoli ha intercettato un sms in cui si farebbe riferimento a minacce a Marcegaglia, perquisita sede del Giornale. Ricordate le parole di Feltri? "..Incominciamo da.." Boffo, poi Marrazzo, poi Fini.. e ora tocca a lei. Buongiorno sudditi


Che dire delle dichiarazioni del ghedafi amico dell'italia pardon del suo sultano? Gheddafi: europei, fate come l’Italia Parigi «Senza indennizzi» per gli africani le «dighe» che contengono e frenano l’immigrazione clandestina «cederanno». Parola di Muammar Gheddafi che parla di immigrazione ed indennizzi in una intervista alla rivista francese Paris-Match, «Gli africani hanno la sensazione di essere stati danneggiati nel passato», ora bisogna «restituire queste risorse, come fa l’Italia con la Libia», aggiunge il colonnello nell’intervista. «Gli europei - dice il leader libico - hanno occupato il territorio degli africani e saccheggiato le loro risorse. Gli africani hanno ancora oggi questa sensazione nei confronti delle compagnie internazionali che, ai loro occhi, continuano questo saccheggio. Penso che i migranti stiano inseguendo le loro risorse saccheggiate. La soluzione a questo movimento di massa sarebbe quella di restituire queste risorse. Come ha fatto l’Italia con la Libia. Qualsiasi Paese europeo che abbia colonizzato una parte dell’Africa dovrebbe indennizzare questi popoli. Questo permetterebbe di mettere in piedi dei progetti per stabilizzare i giovani». Poche ore prima di queste dichiarazioni del leader libico, il commissario europeo agli Affari interni e sicurezza Cecilia Malmstroem (che martedì a Tripoli ha firmato l’agenda di cooperazione tra Ue e Libia sull’immigrazione pur definendo «caotiche» le relazioni tra Bruxelles e la Giamahiria) aveva respinto la richiesta di un maxicontributo economico per le spese che la Libia sosterrebbe per arginare l’immigrazione clandestina dall’Africa. «Cinque miliardi di euro sono la totalità di quanto viene donato dalla Ue all’Africa» e quindi «la Ue non li ha da dare alla Libia», ha detto la Malmstroem a proposito della richiesta del colonnello Gheddafi ribadita a Tripoli dal ministro degli esteri libico Moussa Koussa. http://www.ilgiornale.it/esteri/gheddafi_europei_fate_come_litalia/07
http://www.ilgiornale.it/esteri/gheddafi_europei_fate_come_litalia/07-10-2010/articolo-id=478448-pag


Perquisiti l'ufficio e la casa di Alessandro Sallusti, direttore del Giornale. L'ordine è partito dalla procura di Napoli e dal sostituto Henry John Woodcock. L'operazione, scattata nelle prime ore della mattinata, è in corso anche nelle abitazioni di alcuni giornalisti del nostro quotidiano. I provvedimenti sono stati disposti dalla procura di Napoli nell’ambito di una inchiesta su presunte minacce nei confronti del presidente della Confindustria, Emma Marcegaglia, dopo alcune critiche formulate nei confronti del governo. Ordine di Woodcock I decreti di perquisizione, eseguiti dai carabinieri, sono stati emessi dai pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock e vistati dal procuratore Giovandomenico Lepore. L’ipotesi di reato formulata dai magistrati sarebbe di concorso in violenza privata. L’indagine sarebbe scaturita da alcune intercettazioni disposte nell’ambito di una diversa inchiesta condotta dai magistrati partenopei. Dalle conversazioni e da un sms sarebbe emersa la presunta intenzione di una campagna di stampa nei confronti della Marcegaglia.




# 17 commento di lab (ih! ih! ih! )-lasciato il 7/10/2010 alle 11:12 Allora erano motivati i suoi timori! e pensare che Travaglio l'ha portato tanto in giro! adesso nemmeno " signore belle e vaporose come veline" (sic disse b una volta a emma") sono risparmiate dai dossieraggi? Lab, che ne dici, non ci insistono troppo e poco opportunamente in tv, tutti, su quella battuta "da contestualizzare" ma soprattutto sulla non bellezza della Bindi?


attualissimo l'articolo......sarebbe toccato alla Marcegaglia...inutile che vi spieghi il perchè.


Per le intercettazioni se si va sul sito del gazzettino si capisce tutto. Volevano colpire la Marcegaglia con i loro dossier


Queste armi sporche della guerra personale di Scarface II per eliminare i dissidenti non sono conformi alla Convenzione di Ginevra...


# 19 commento di marziam - cara, ma hai capito di chi si tratta? Non dimenticare tutti i 'morti' dietro il dossieraggio su Marrazzo.. ;) a dopo


no, non ci avevo pensato a nathalie e il e l'altra e il fotografo? purtroppo...ma non mi chiamare cara come nelle barzellette no? forse dici cara alla maestrina?, mi potrebbero sospettere di ped..(*_^) XD


Dossier sulla Marcegaglia, perquisita la sede del quotidiano «Il Giornale» Il lupo perde il pelo ma non il vizio


Stasera ad annozero ci sarà Daniela Santanché...(!!!) ... MA PERCHE' MICHELE?! PEEEEEEEEEEEERCHE'?!!! Cosa ti abbiamo fatto di male?


TRAVAGLIO e compagnia BASTA!! BASTA!! la é misura é piena i giornali al servizio del despota berlusconi é troppo facile credere alla grande massa di italiani PLAGIATI da un mostro attraverso televisione e stampa il nuovo sitema di corruzione dove trova milioni di italiani alla cascata di false notizie preparate ad arte ultima la MARCEGAGLIA solo perche ha criticato il governo . VI porego é lora di unirvi avanti che sia troppo tardi il MOSTRO ci sta mangiando uno ad uno BASTA e' L'ORA DI SVEGLIARSI PERCHE IL NUOVO "MUSSOLINI" E' ARRIVATO


In merito alla perquisizione a IL GIORNALE, sui presunti dossier in preparazione anti-Marcegaglia, non so come andrà a finire, ma mi rtorna alla mente un adagio, che mio padre ripeteva spesso "HIN CAMBIAA I SUNADUR MA LA MUSICA L'E' SEMPER QUELA" Credo sia comprensibile anche agli amici del blog non lombardi.....


L'ultimo eroe della sinistra: la Marcegaglia! C'è da ridere (altro che barzellette sulla Bindi...). Piuttosto, "suscita grave inquietudine quanto sta accadendo in queste ore al Giornale, sottoposto per ordine della procura di Napoli a verifiche e sequestri di documenti e materiali di lavoro del direttore e di altri giornalisti". Lo dice il segretario nazionale della Federazione nazionale della Stampa, Franco Siddi. "Pur nel rispetto del lavoro dei magistrati e in attesa di un rapido chiarimento su tutta la vicenda, non vorremmo - ha spiegato Siddi - che gli interventi in atto assumessero i caratteri del controllo preventivo sulla stampa. Per l’informazione sono momenti molto delicati, perché stanno comparendo sulle tracce del suo lavoro troppi pozzi avvelenati".


TROPPI POZZI AVVELENATI ///////IN ITALIA NE E' SUFFICENTE UNO QUELLO DELLA "BANDA BASSOTTI" CAPITANATA DAL PIU GROSSO BRIGANTE ITALIANO ANCHE SE DI STATURA E' UN NANO


Uehilà..chi di servizi ferisce di servizi perisce (chiosava allegro e sornione il buon Giocchino Genchi alla fine dell'intervista con quella stordita dell'Annunziata). Il dossieruccio sulla Marcegallina proprio non si può fare caro Porruccio e caro Ballbuster, avete toppato ed ora vi perquisiscono (spero non corporalmente, più che altro per la salute degli agenti preposti al disonorevole compito) la sede e le abitazioni. E si che zio Tibia nei giorni scorsi aveva subodorato qualcosa (trattandosi di eau de fogne non sorprende la competenza di quella triste imitazione di un direttore di giornale. Si trattava di aria di casa).Non contenti del fantasma formaggino che attenta alla preziosa vita di Belpietro ora ci tocchera sorbirci il peana sconsolato delle varie categorie: l'ordine dei giornalisti (roba da alcolisti anonimi), i vari parlamentari di 'sta minchia, ed il codazzo dei soliti randagi.


La competenza territoriale è evidente, povero Woodstock quante glie ne capitano. E sì che lui non vorrebbe.


Porro da Telese : sono la faccia buona del Giornale.....


# 32    commento di   Pasolinante - utente certificato  lasciato il 7/10/2010 alle 14:23

fate girare questo documento , grazie :-) e se volete, da ieri sera abbiamo aperto un dibattito nel nostro blog, di un documento che con piacere vedo divulgato anche qui dal blogger18 " non solo b" passate a dirci cosa ne pensate, vostre condivisioni o confronto, ecc http://ilsottoscala.ilcannocchiale.it/ un saluto speciale a "iocuriosaavventura" :-9
http://www.libertaegiustizia.it/2010/10/07/ecco-chi-aiuta-la-mafia-a-palermo/


Certo che il trasformismo di travaglio e' inquietante. Critica per anni Fini, definendolo come uno zerbino servo di berlusconi.. oggi e' il baluardo della democrazia , una vittima del sistema. ricordiamo quando pochi anni fa' lodava feltri come esempio di giornalismo ... ora manca che mangia i bambini. Se l'obiettivo e' Berlusconi sostiene addirittura criminali mafiosi innalzandoli ad eroi. E' vergognoso..


hahahasha l'altezzoso porro e l'illustre sallusti due eccellenze al servizio di sua maesta'.


# 24 commento di Lorenzo O. - lasciato il 7/10/2010 alle 12:36 Mi associo al 100 % e colgo l'occasione per chiedere: è per contratto che dovete invitare i soliti brutti ceffi, non solo voi di annozero ma voi di tutte le trasmissioni informative ?altrimenti, io non vorrei più vedere Lupi, Straquadanio, Bondi Larussa, Quagliarello le donnine pdelle nessuna,meno chemai la Brambilla, Gasparri, ma soprattutto Luuuupi! non possono essere sostituiti con altri ospiti? mi sarei aspettata qualche novità dopo il can can dell'anno scorso, invece pollai come prima!


la faccia pulita del Giornale : romperemo il cazzo alla Marcegaglia. è Nicola Porro eh


TRAVAGLIO: --- "(...)L’idea che basti comportarsi bene per non aver nulla da temere non lo sfiora proprio (...). Ha sfiorato molti, ma sono finiti in galera lo stesso. Serve un elenchino?


# 33 commento di carlo - lasciato il 7/10/2010 alle 14:23 La politica, penso, sia una sfera pragmatica, soprattutto nell'era postmoderna cioè post ideologica,( Post guerra fredda tra i due blocchi). Quindi se anche Fini si è accorto troppo tardi di essere stato "zerbino", per il fatto solo di voler rimediare e quindi creare difficoltà al puffocrate, è degno del nostro appoggio, che gli toglieremmo subito dopo l'obiettivo raggiunto, se ci accorgessimo che la battaglia per la legalità, per la giustizia contro il garantismo=impunità, per una politica più adeguata circa l'immigrazione, fosse stato solo uno specchietto per le allodole per coagulare consensi intorno a se,e mantenere la poltrona, sostituendosi al predecessore.


@ Carlo 33 mi spieghi l'ultima frase che non l'ho capita per favore? questa [...]Se l'obiettivo e' Berlusconi sostiene addirittura criminali mafiosi innalzandoli ad eroi. E' vergognoso!


# 32 commento di Pasolinante - lasciato il 7/10/2010 alle 14:23 Grazie , cara Paso, per il link che ho subito condiviso in fb. ora si dovrebbe materializzare Fow per farci vedere le cose dall'interno della città di Palermo !


GLI EROI MUOIONO PRIMA "...alzandoli a eroi..." (Carlo # 33 dixit) - Ma che scemenza. L'unico EROE doc, di origine pluri-controllata, pluri-dichiarata e super-garantita da noti personaggi al di sopra di ogni sospetto, nonché EROE di provenienza geografica infallibilmente documentata è.... tale Vittorio Mangano, morto in carcere prima che potesse vuotare il sacco (gli eroi muoiono prima...).


x marziam : Travaglio, ha innalzato ad eroe Ciancimino un ventriloquo mafioso condannato per cio' che aveva fatto con suo padre a Palermo, ha innalzato ad eroe (lo' defini' "coraggioso" mi pare) Spatuzza, un pluriomcida che ha sciolto nell'acido un bamabino. Sono per Travaglio, oltre che eroi , credibili a prescindere solo per il fatto che accusano Berlusconi, o Dell'Utri senza preoccuparsi della loro attendibilita'. Ritornando a Fini altro eroe dell'ultima ora, se pensate che e' l'uomo nuovo siete fuori strada, deve andare a casa anche lui. Poi scusa berlusconi se ne deve andare per la sua politica clientelare di favori e sostenete Fini, che come un pollo, si e' fatto raggirare da una semplice ragazza facendo favori personali a lei e alla sua famiglia.


Ecco,adesso si capisce perché hanno fatto girare la notizia "“Abbiamo la certezza che almeno due Procure, una al Nord l’altra al Sud, tengono sotto controllo i telefoni e i telefonini di direttori e vicedirettori de Il Giornale". Chi si ribella al sovrano,deve pagare. Adesso sicuramente inizierá,a reti unificate,tutta una trafila di commenti sulla libertá di stampa e che loro fanno le inchieste e perché i giornalisti che spargono veleno sul governo non vengono perquisiti.Naturalmente senza contraddittorio,o quasi. Il fatto che non possono permettersi di minacciare la gente,verrá naturalmente taciuto.


... certe volte ci vuole più coraggio a parlare che a tacere.... anche per un criminale


Scarface II dispone di ampi mezzi finanziari e mediatici per tenere in vita, mediante accanimento terapeutico aggressivo, il suo governo, con l'unico scopo evidente: continuare a farla franca come il suo omologo di Chicago; sa perfettamente come stanno, oggettivamente, le sue carte giudiaziarie: MALISSIMO, a prescindere dal colore delle toghe - ma va là! L'unica ragione per cui NUON VUOLE affrontare nessun processo: LA CONSAPEVOLEZZA DEL GROSSO FARDELLO DI COLPE CHE HA SUL SUO GOBBO DA UNA VITA! Figurarsi: con questo dispiego militarizzato delle Strumtruppen della difesa, un innocente non verrebba mai condannato!


per roland .msg46 .. vero roland vallo a dire alla famiglia di Tortora..... l'attendibilita' ed il coraggio dei criminali mafiosi che difendete cosi' tanto.


PS: ma a proposito dell'omologo di Chicago, sappiamo che: tanto va la gatta a l lardo che ci lascia lo zampino: persino Scarface I, pur avendo saldamente in pugno 12 su 12 giurati mediante laute mance (a dir poco), ce l'ha lasciato.


Recentemente Porro era invitato a La7 e si definiva (ovviamente da sé) quale "il volto umano de il Giornale". Se questo é un uomo…


a unoqualunque.. Travaglio anni fa elogiava feltri definendolo uno degli pochi giornalisti seri del nostro paese.. solo travaglio puo' cambiare idea...


Il non voler assolutamente affrontare i processi è una ovvia dichiarazione di colpevolezza. Chi VUOLE dimostrare la sua innocenza ha una sola strada da scegliere: i processi, appunto. E Tortora c'entra come i cavoli a merenda; lo si tira fuori come un jolly con cui qualsiasi imputato può affermare che il processo a suo carico si basa sul nulla - addio processi! Troppo comodo!


Il caso Tortora è nato da un equivovo di nomi. Allora facciamo così: AAA cercasi dispertamente un ALTRO Silvio Berlusconi-imprenditore-milanese propietario di Fininvest-Madiaset-corruttore-di-Mills-usurpatore-della-Mondadori! ....................................................................................................................................................................... E a questo punto non può mancare il mio tormentone catonianio: CETERUM CENSEO MONDADORI ESSE RESTITUENDAM!


@Carlo#44 Carlo, con me lo sai che non puoi girare la frittata, che non ci casco! Ciancimino è un teste contro berlusconi fino a che non sarà chiarita definitivamente la faccenda, cosi Spatuzza.Circa Fini e quello, che ha fatto per favorire la ragazza o la sua famiglia è ridicolo solo parlarne, visto che si è trovato incastrato, se non ho capito male, e questo forse potrebbe essere, data la tiritera quotidiana che ti fa venire a noia ascoltare o leggere le saghe familiari con case annesse... ma non mi pare proprio....


Fini ha cambiato idea? Travaglio ha cambiato idea? - Solo i paracarri stanno fermi! Anche Indro Montanelli, un paio di volte nella sua vita, ha cambiato idea. Dov'è è il problema? Quai se fossimo paracarri!


Se Spatuzza e Ciancimio tacessero, per qualcuno sarebbero eroi come Mangano, sebbene criminale e mafioso doc!


corr.: ....il mio tormentone catoniano...


allora marziam uno che si fa' incastrare dalla tulliani facendo un misetrone tra politica , favori e famiglia di lei, non ha le basi per governare un bel niente. la tulliani ha smascherato l'incapacita' di Fini. Per quanto riguarda Tortora invece e' una faccenda attuale carissimi... non si discute che i processi si debbano fare quanto la mancanza di verifica sull'attendibilita' dei pentiti. cosa che quando rigurada certe persone non vale.capito Roland...


x roland. qui non si tratta di cambiare idea. e' essere un voltagabbana. Montanelli per altro docet, accetto' il favore dei soldi di Berlusconi per non morire e quando si accetta un favore come questo devi prima o poi ricompensarlo, perche' in un certo modo ti sei venduto un po' ... ma la gratitudine e' solo per pochi grandi..


roland ... montanelli idea l'ha cambiata 100 volte. prima nero ,poi rosso, poi bianco, poi verde (soldi di berlusconi), poi viola etc....


Il minestrone l'ha cucinato Lavitola e l'hanno servito, bello caldo, anzi surriscaldato, i camerieri della stampa berlusconiana. Mills, a differenza di Spatuzza Ciancimino, non è un mafioso pentito che si è messo a inventare storie; è stato condannato definitivamente poiché corrotto da Berlusconi.


mettiamo pure 100 volte. Beh?


Pausa OT. riflessioncina sul tragico caso di Sarah Scazzi. Pirandello definiva la famiglia "La stanza della Tortura" e c'era molto di autobiografico in questo. Oggi, che la tv ci porta in casa, e come ce li porta! i "delitti in famiglia" sia di quella arcaico patriarcale, sia di quella nucleare moderna o allargata postmoderna, convivono nel mondo occidentale, riconosciamo di essere esposti ad ogni genere di pulsione e di violenza, per cui ragionare o esaltare un modello familiare o l'altro sembra non avere più senso.


Feltri è discepolo di Montanelli come Travaglio; e mi sa che non è stato Travaglio a cambiare idea su Feltri, ma è stato Feltri a cambiare posizione. Ma questi discorsi, anche il mio, camminano su sabbie mobili. Perciò io smetto.


ec terza riga CHE convivono....


Caro Marco, ti seguo da molto tempo e ti ammiro perchè ritengo che di palle e cervello ne hai a tal punto da poterne fare dono al 90% dei tuoi colleghi (a proposito se decidessi di farlo ti prego non ti scordare di sallusti). Ti confesso comunque che sono molto preoccupato perchè di palle e cervello ce ne vorrebbe un quantitativo spropositato considerando il consenso, nonostante l'evidenza, che certe persone hanno in questo paese di merda. Sinceramente vederti a confronto, nei programmi televisivi, con persone del tipo sallusti, bondi e mi fermo perchè già sto vomitando, per la tua immagine ed il tuo quoziente intellettivo è, te l'assicuro, una caduta di stile, perchè ti rivolgi a persone che denotano ignoranza al parallelepipedo, però mi rendo conto che sei costretto. Mi auguro che tu possa continuare ancora così perchè ti considero un GIORNALISTA (con tutte le lettere maiuscole)e spero quantomeno che, non avendo, ancora, avuto il piacere di stringerti la mano, tu possa leggere questo messaggio complimenti sei il migliore PS chiaramente i complimenti anche a Santoro che saluto


@Carlo: Travaglio ha cambiato idea su Feltri? E da me che vuoi? Vaglielo a dire a lui!!! Se é per questo Travaglio aveva votato per la Lega in passato!!! A ognuno i propri errori!!! Secondo i cinesi "il miglior successo é il fallimento". Vediamo se sei abbastanza intelligente da capirlo questo aforisma. Buone cose, mi permetto di darti un consiglio: controlla la pressione, mi sembri un tantino su di giri da come scrivi.


il cambiare idea non e' molte volte simbolo di saggezza ma nascondono una menzogna di base. Come quelli che lasciano il sacerdozio dopo 50 anni, oppure quelli che dopo anni di matrimonio di colpo diventano gay.... In verita' entrambi non sono mai stati ne preti, ne' uomini..


UN POST SCRITTO PER I CECHI //////////// CI si domanda spesso perche la mafia é indistruttibile,perché la sua natura poggia sul codice d'onore cioé OMERTA--- LEGATA al nome COSCA che sembra provenga dal dialetto siciliano "carciofo" ,,tutti uniti intorno ad un nucleo come foglie di carciofo,,oltre al simbolo OMERTA l'altro elemento iniscindibile é il POTERE POLITICO che fa ricorso sistematicamente agli UOMINI D'ONORE (negandolo a posteriori) per controllare l'afflusso dei voti verso il gruppo accondiscendente.. OGGI la mafia é ancora piu difficile che ieri poter la combattere perché tralasciando le enormi ramificazioni internazionali é diventata un CANCRO NAZIONALE diffuso su tutto il territorio////// IL CONTROSENSO é la citta di PALERMO una delle citta piu ricche d' italia e allo stesso tempo con quartieri poverissimi PALERMO é la citta in cui si vende piu vetture di lusso e moto di grossa cilindrata,e gioielli ,sembra che la floriscente industria edilizia venda appartamenti senza fare mutui il consumismo é uno dei piu alti del nostro paese.. IN tutto questo bentegodi la sola cosa stonata é che le tasse le paga solo i fessi .....per il resto lo stato é latitante N°1


matusa : bentegodi, e' lo stadio del Verona Calcio... un po' di confusione l'avete..


CARLO tu sei proprio uno dei cechi del mio titolo che fanno la felicita di qui delinquenti vedi solo rose e le spine tele m.....


# 50 commento di Roland - E sì che stavi andando così bene. Scarface, si aspettava la Mondadori, eravamo tutti pazzi per Rolando. Invece tiri fuori Tortora che c'entra come i cavoli a merenda. Leggi un po' Travaglio: "L’idea che basti comportarsi bene per non aver nulla da temere non lo sfiora proprio." Ora hai scoperto che Tortora c'entra. Non aveva nulla da temere ed è finito dentro sulla parola di soggettini che te li raccomando. Nessun pedinamento, nessuna indagine bancaria, nulla di nulla hanno fatto. Le indagini hanno dovuto farle i difensori.


Matusa, dopo un post per i cechi, ne scriverai uno per gli slovacchi?


Catturato dai poliziotti della mobile di Palermo Francesco Di Fresco, latitante dal 1995, esponente di spicco della famiglia di Corso dei Mille, del mandamento di Brancaccio. E' uno dei primi cinque ricercati per mafia. Era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio, sequestro di persona e distruzione di cadavere. Altro durissimo colpo inferto alla mafia durante questa legislatura di centrodestra.


vMa Sallusti ha proprio scritto "La magistratura (...) vuole tenere sotto controllo altri legittimi poteri che dovrebbero godere di piena autonomia: l’esecutivo, la politica e l’informazione"? La "politica" e l'"informazione" sarebbero assimilabili all'esecutivo? Sono tutti legittimi poteri? Cos'è un "legittimo potere"?


Ieri sono tornato giovane, rivedendo quello che una volta si chiamava avanspettacolo (i più vecchi se lo ricordano) ovvero la pace Tra Bossi e i Romani-imperdibile la Polverini che imbocca Bossi, Bossi che da di gomito ad Alemanno-sembrava pace fatta poi l'Umberto non ha resistito: " MA DOVE CAZZO LO CORRI A ROMA UN GRAN PREMIO ?" Leggasi Gran Premio di Formula 1 a Roma che sta tanto a cuore ad Alemanno.....


# 70 Gustav Il caso Tortora l'ha tirato fuori Carlo.


Se aveva ragione il generale Ripper del Dr. Stranamore, quando diceva che per anni i Russi avvelenavano l'acqua e bevevano solo vodka, non lo so. Sta di fatto che c'è sempre stato una specie di sottobosco dello scalfariano "Liquame" e lo stesso Marco Lillo, ce lo racconta coraggiosamente sulle pagine del Fatto con la storia della Atlantis, di cui già parlavo/parlavamo e di cui avevo già precedentemente commentato in altri post citando dal libro di Abbate/Gomez. L'idea è che ogni tanto gli esperti del liquame ne peschino semplicemente un po`, lo buttino in faccia a chi gli sta sulle scatole e nascondano il resto. Penalmente illecito ? Si, No ... forse ... eticamente uno schifo ma la domanda che nessuno a parte Marco Lillo e pochi altri si pongono è ... ma se partono tali secchiate di liquame, come possiamo negarne l'esistenza ? Non è che ne sia troppo di liquame in giro ? Non mi reputo uno degli uomini più intelligenti della terra, anche se la visione di Gasparri ogni tanto mi mette dei dubbi, però con le poche informazioni a mia disposizione mi sono fatto una idea generale, molto precisa. C'è da chiedersi perché i maestri dell'informazione o della politica e non parlo dei Ballusti e Berlukaiser ma dei grandi che sanno e raccontano sempre tutto di tutti, non riescano a comprenderla o esprimerla liberamente fottendosene del proprio schieramento politico. Non capisco per esempio come il buono il brutto e il cattivo, riescano sempre a rimischiare le carte scambiandosi di ruolo e si rivendano come nuovi e come questo possa avvenire col sostegno dei movimenti che dovrebbero essere per il cambiamento. Insomma ... che differenza etica c'è tra un giornalista che racconta mezze verità e uno che racconta mezze menzogne ? Vabbè ok, non lo saprò mai ... lo chiederò a Gasparri.


EZIO bel colpo da slovacco (viene voglia di dire vigliacco) uomo di disonore non faceva parte degli uomini d'onore che portano voti al mulino. consoliamoci ne manca circa 100.000 poi possiamo sperare che la mafia é sconfitta


# 75 commento di Roland - certo, e tu ne hai scritto. Dove sta il problema?


matusa chi fa' la morale come te , giudicando tutto e tutti non puo' permettersi di confondere bengodi con bentegodi. Un paio di lezioni a scuola ti farebbero bene


#70 Gustav Secondo me tu poni una questione interessante e che meriterebbe di essere approfondita (mi piacerebbe molto leggere un’analisi di Marco Travaglio sull’argomento). In effetti è vero che il “caso Tortora” (come anche, a mio avviso, il “caso Scattone-Ferraro”, per non parlare dei tanti processi con connotazioni politiche) ha dimostrato che il sistema giudiziario può far paura anche agli innocenti. Il processo a Tortora fu veramente segnato da carenze ed errori vistosissimi (secondo il mio modestissimo ma informato parere), sia durante le indagini che nelle fasi istruttoria e dibattimentale (almeno in primo grado). Dunque sembrerebbe innegabile che non sempre basti “comportarsi bene per non aver nulla da temere”. Tuttavia è anche vero che il “caso Tortora” (e tanti altri simili) hanno ben poco a che vedere con la faccenda di cui si parla oggi e con il senso (contestualizzato) di quanto scrive Travaglio. In effetti i giornalisti del Giornale si lamentano (prima ancora di aver avuto avvisi di garanzia e, dunque, prima ancora che sia ragionevole concedere loro la suddetta forma di garanzia) di azioni investigative a loro carico! Non stiamo mica parlando di incriminati sotto processo sulla base di delazioni più o meno convincenti (e processi del genere, nonostante gli errori giudiziari del passato, rimangono ovviamente più che legittimi), ma di sospettati che vengono intercettati allo scopo di confermare, precisare o fugare le ipotesi investigative. In questo senso la frase di Travaglio esprime un concetto che è difficile da contestare: non è logico e non può essere consentito “difendersi” dalle azioni investigative, se non attraverso la liceità dei propri comportamenti! Nel caso specifico, tra l’altro, azioni investigative come le intercettazioni (le intercettazioni di Tortora avrebbero potuto fornire la prova della sua innocenza ancora prima di arrivare alla fase istruttoria) sono ovviamente una forma di garanzia per gli indagati! E allora perché protestare?


Forse la verità è che quei giornalisti tentano di far passare il seguente messaggio subliminale: “la Magistratura, attraverso le nostre intercettazioni, intende controllare, sistematicamente e con intenti politici eversivi, gli uomini di governo a cui noi facciamo riferimento e con cui siamo regolarmente in contatto”. Ma tutto questo non si può dire.


Fini ha devvero la faccia come il c... : ha detto: fuori i partiti dalla rai, lui che non solo ha piazzato i propri uomini, ma,contro ogni regola, ha piazzato la suocera e il cognato sperperando SOLDI PUBBLICI. Bella la battuta di Di Pietro:"cominci a cacciare i suoi!". Fini ma vaff...!!!!!!


Perfettamente d'accordo con Gustav: gli innocenti, statistiche alla mano, HANNO MOLTISSIMO DA TEMERE dai processi che li riguardano. Del resto coloro che pensano che i giudici siano infallibili dimostrano una ingenuità davvero disarmante: i giudici possono sbagliare essendo in cattiva fede e anche in buona fede. Alla storiella che B. sia un perseguitato non ci ho mai creduto(perchè conosco un po' gli atti dei processi e mi sembra che ci sia della sostanza), ma non toverei assolutamente nulla di strano in una persecuzione giudiziaria, non è a priori impossibile.


# 84    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 7/10/2010 alle 20:1

# 75 commento di Roland - Sì, e tu hai scritto che ciancimino è un pentito di mafia: hai altre baggianate da scrivere o per oggi basta questa?


Quando parlo di statistiche relative a errori giudiziari mi riferisco in particolare ai molti innocenti finiti dentro negli usa e poi liberati grazie alla prova del dna(oltre ai casi Italiani). In numeri assoluti questi casi possono essere giudicati numerosi oppure no, ma il fatto stesso che esistano è a mio avviso molto preoccupante.


Già ma Tortora chi l'ha assolto? la Divina Provvidenza? o i famosi garantisti alle vongole (che girano anche qui..piccoli Sallusti crescono..)?


# 87    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 7/10/2010 alle 20:10

# 83 commento di Giulio - Non solo gli innocenti, caro Giulio, ma anche chi non c'entra proprio niente si trova MARCHIATO per sempre a causa di giornalisti IDIOTI, informati da procure di teste di cazzo. Un esempio? Tale Francesca nel caso Bertolaso: ad Annozero un imbecille di nome Vittorio Zucconi minimizzava sulla sputtanata a reti unificate di una donna che non c'entrava NIENTE, erano i "danni collaterali", insomma, chissenefrega. E a Pigi Battista che gli diceva "spero capiti a te", replicava con faccia da culo annoiata. Conta colpire Bertolaso come puttaniere, se poi il nome della puttana è sbagliato e questa si trova MARCHIATA A VITA come tale, poco conta, anzi, conta niente. Questa è la "morale" dei giornalisti, attenti con chi avete a che fare, basta un niente per finire stritolati, e se anche NON AVETE NIENTE DA TEMERE NON FA ALCUNA DIFFERENZA. Ciao.


Commento di ligio ovidio E il giudice Carnevale chi l'ha assolto? Conosci un po' quella vicenda? La storia di quella assoluzione è raccapricciante! Poi non si tratta di essere garantisti o meno, ma di prendere atto che i giudici sono esseri umani e ogni tanto sbagliano.


Commento di Renzo c Perfettamente d'accordo, quella vicenda è disgustosa. Ciao




carlo,"qui non si tratta di cambiare idea. e' essere un voltagabbana. Montanelli per altro docet, accetto' il favore dei soldi di Berlusconi per non morire e quando si accetta un favore come questo devi prima o poi ricompensarlo, perche' in un certo modo ti sei venduto un po' ... ma la gratitudine e' solo per pochi grandi", in realtà essere grati a qualcuno e venderglisi sono cose un po' diverse. Lo stesso dicasi per il cambiare idea ed essere un voltagabbana, dato che la prima cosa non prevede necessariamente che chi lo fa ne ricavi un utile (e nel mettersi contro Silvio Montanelli non pare ci abbia guadagnato), la seconda invece sì, vedi Feltri e Sallusti che un anno fa attaccavano chi al premier chiedeva risposte e oggi le pretendono di chi ha, come torto principale, quello di non passargli lo stipendio.


# 86 commento di ligio ovidio - Già ma Tortora chi e perchè l'ha messo dentro senza prove?


caro Renzo C : non mi pare che Lapo Elkann strafatto tra i transessuali sia stato marchiato a vita. non mi pare che kate moss sorpresa a drogarsi sia stata marchiata a vita. anzi


Feltri discepolo di Montanelli ? ma no Feltri era il bravo direttore di sinistra dell'Europeo e l'ha messo lamberto Sechi


gli eufemismi dei tg : romperemo le scatole alla marcegaglia ha detto la faccia presentabile del Giornale. ha detto : romperemo il cazzo alla Marcegaglia. Porro è quello che a Annozero ha detto a Travaglio . sei un povero deficiente


Ora il Giornale, e dopo? La libertà di tutti in noi è in mano ai Pm e Gip di turno. Da anni predico che la situazione della magistratura in Italia è anormale. Il Pm ha un potere supremo. Di detta anomalia, insisto, ne parlava, spesso e volentieri, anche Falcone. Io vorrei una magistratura che possa svolgere il suo santo lavoro nel rispetto delle regole valide per qualsiasi altra professione. Io vorrei, semplice cittadino, essere posto allo stesso livello del Pm, con gli stessi diritti e doveri. Cosa che al momento non è. Neppure lontanissima. Chiedo troppo? O per abbattare Berlusca devo rinunciare a tutti i miei diritti e trovarmi un Italia "occupata" da un potere assoluto? Non sarebbe meglio anche per i Pm perdere questa aureola di "unti dal Signore" e diventare degli ottimi e preparatissimi professionisti della giustizia? Chiedo troppo?


95 commento di margherita - in effetti non è certo povero.


# 98    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 8/10/2010 alle 9:53

# 93 commento di margherita - non mi pare che i 2 che citi siano proprio dei "nessuno", gente qualunque: a laposcemo stanno ricostruendo l'immagine, l'altra qualche soldino ce l'ha, anzi, è coperta d'oro e smeraldi :)


Ieri sero ho seguito Annozero, come sempre. L'altra sera Ballarò. Ora mi chiedo...ma che cavolo fa Berlusconi alle donne?? Le più invasate...sono loro.


ho visto i due burloni ieri sera Sallusti e Porro e non riuscivo a prendere sonno


# 100 commento di margherita ___ e guardati un bl video di Donadi no?


l'avevo visto alle ore 19 come tutti i giorni : adoro il mio concittadino Donadi


DG, "Ora il Giornale, e dopo? La libertà di tutti in noi è in mano ai Pm e Gip di turno", sarebbe facile rispondere che quando ad abusare delle proprie prerogative (supponendo che la vicenda che riguarda Sallusti e Porro sia appunto un abuso) sono ad esempio le Forze dell'Ordine nessuno si scandalizza, anzi, è prontissima la solidarietà di rito (da Genova al caso Cucchi c'è sempre chi è pronto a elogiare i "nostri" ragazzi e a spiegare come le vittime se la siano cercata), analizziamo invece la vicenda: a) la storia dei giornalisti intercettati come "cavallo di Troia" per arrivare ai politici è, fino a prova contraria, una bufala: b) i giornalisti pubblicano le notizie quando ne entrano in possesso e questo è loro diritto/dovere, tenerle in un cassetto per servirsene come strumento di ricatto come arma di ricatto no, è la cosa è tanto più inquietante quando detti giornalisti sono al soldo (letteralmente) del presidente del Consiglio o di suo fratello. P.s."Io vorrei, semplice cittadino, essere posto allo stesso livello del Pm, con gli stessi diritti e doveri", ossia? Personalmente più che quello che accade ai già citati Porro e Sallusti (il cui modo di scherzare era tanto evidente che la Marcegaglia è corsa a piangere subito da Confalonieri) a me preoccupa che ad un cittadino accusato di un delitto non commesso (stando alla sentenza) occorrano 81.000 euro in avvocati solo come prime spese per dimostrare la sua innocenza (vedi Stasi e la causa intentatgli dai suoi ex-legali), ma anche di questo a nessuno sembra importare, certo non a chi ritiene che quello che serve alla Giustizia sia lo stop alle intercettazioni, il processo breve o il Lodo Alfano costituzionale.


la Marcegaglia è corsa a piangere ? non è proprio il tipo, doveva andare subito dai magistrati


Domanda: ma che problema c'e' ad intercettarvi se siete innocenti?! mah..


# 105 commento di Costanza - iniziamo dal FQ allora: tutte le telefonate e mail intercettate e pubblicate il giorno successivo. Una volta alla settimana guanto di lattice e via con la prequisizione, telecamere ammesse e diretta su rai2, can5 e la7.


#103 nonrosso - scusami ma capire il tuo italiano è un impresa. In ogni caso sono d'accordo con quanto hai detto (sperando di aver ben compreso). E penso anche che il tuo discorso possa essere una continuazione del mio e viceversa. Ad ogni modo una giustizia con regole ben precise (nessuna discrezionalità ad esempio) e formata da professionisti (con continui aggiornamenti professionali, con continue verifiche delle capacità acquisite) non sarebbe meglio per tutti? E ti assicuro i primi a benenficiarne sarebbero proprio i magistrati, tutti.


DG, strano pensavo di essere stato abbastanza chiaro, riproviamo: - cosa vuol dire "Io vorrei, semplice cittadino, essere posto allo stesso livello del Pm, con gli stessi diritti e doveri"? E perchè quando a compiere gli abusi sono altre categoria (vedi Forze dell'Ordine) il solo accennare una critica è considerata lesa maestà? - perchè, se la Marcegaglia stessa interpreta le parole di Porro come un ricatto, è così scandaloso che un pm cerchi di chiarire i fatti? Come dimostra il caso Corona, c'è differenza fra dare le notizie (o pubblicare delle foto) e conservarle come arma di coercizione? - strano che in un paese in cui i pm hanno un potere supremo si lamenti troppo spesso il buonismo che manda liberi i colpevoli, in teroia data la sudditanza dei magistrati giudicanti rispetto a qulli dell'accusa, dovremmo avere oltre il 90% di condanne, no? - perchè i problemi della Giustizia vengono sempre identificati con la scarsa professionalità dei magistrati e mai con la demenzialità di norme studiate per renderla più farraginosa o con l'assenza di sufficenti garanzie per l'imputato, si veda il caso Stasi cheha speso più di 81.000 per "dimostrare" la sua innocenza, e se non se lo fosse potuto permettere? - perchè da 15 anni il problema della Giustizia è legato a chi fa le indagini e non a chi infrange la legge? - perchè sono sempre i giudici che si occupano del potente di turno il problema e non quelli collusi o corrotti? Carnevale è stato reinegrato per un cavillo giuridico, ma la cosa non scandalizza nessuno? P.s. "O per abbattare Berlusca devo rinunciare a tutti i miei diritti e trovarmi un Italia "occupata" da un potere assoluto?", no al contrario, non vorrei che per permettere a lui di farla franca si ledano i diritti di tutti quelli che aspettano giustizia (conseguenza di leggi demenziali come il processo breve o lo stop alle intercettazioni) P.p.s. L'assenza di discrezionalità è pura utopia (specie se si considera l'obiettivo della tanto


P.p.s. L'assenza di discrezionalità è pura utopia (specie se si considera l'obiettivo della tanto decantata semplificazione normativa) in quanto è impossibile stabilire a priori tutte le variabili che possono presentarsi nell'affonate una vicenda giudiziaria.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti