Commenti

commenti su voglioscendere

post: The end

 Novembre. Sembra il venticinque luglio,  Fini lo invita a dar le dimissioni,  Umberto se ne sta dietro un cespuglio,  tutti lo voglion fuori dai coglioni.  Comincia a impietosire l’uom del fare  che a causa di Gianfranco e di una troia  vive un dilemma: o tira a campare  o va a finire che tira le cuoia,  come un democristiano del passato.  Dai predellini e dai bagni di folla  il leader più potente del creato  sta in un bagnomaria, in un tira e molla  che neanche Andreotti ai tempi suoi…  Fra una verifica e un caminetto  si vedon volteggiare gli avvoltoi  che aspettano le spoglie del ducetto.  Ci proporrà rimpasto o rimpastino?  Governicchio o minestra riscaldata?  Governo fotocopia o ... continua



commenti



LA FINE Il viso smorto e l’alito fetente,la mano inerte dopo il tremore,lui giace nel vizio ormai consumato.Negli occhi i ricordi lascivi,le ombre di membra godute che girano danzando con ira. Si offrono le bocche vogliose mostrando l’immondo cratere. -- L’accorre solerte e discinta la vecchia, nascosto il lordume, il corpo enfiato a menzogne. E’ l’ultima amica del cuore, veleno iniettato con cura, lussuria spavalda e tortura. Lo copre di baci e saliva, lo stringe al petto di pietra le braccia contorte a violenza. -- Emette un respiro affannoso, poi lascia che vinca il torpore. Quest’uomo ormai destinato che muoia nascosto nell’ombra, svanisca nel nulla suo proprio. Maurizio Villamarena


# 2    commento di   Ivanoes100 - utente certificato  lasciato il 15/11/2010 alle 0:36

I'HAVE A DREAM Se come babbo avessi Berlusconi c’avrei sempre un assegno sul comò, lontano dai lavori a provvigioni, da subdoli contratti o cocoprò. Se avessi come babbo Berlusconi farei una folle vita da pascià, scialacquerei milioni di milioni coi soldi e il bancoposta di papà. Se come babbo avessi Berlusconi dissiperei i suoi soldi al casinò, a zonzo con veline e macchinoni, se qualche soldo avanza poi non so… Se avessi come babbo Berlusconi c’avrei sempre il sorriso e il buon umor, col portafogli zeppo di soldoni direi “mio babbo è l’unto del signor!!!” Se come babbo avessi Berlusconi chissà, forse varrebbe la mia laurea e non sarei fra i tanti bamboccioni ma c’avrei dietro la sua impronta aurea. “Io non potrei sognar niente di meglio!” Ma quando sorge il sole ogni mattino dal tintinnante sogno mi risveglio e in tasca non c’ho il becco d’un quattrino. No, non ho come babbo Berlusconi! E’ stato solamente un bel miraggio, in fondo tra me penso “due coglioni!”, mi vesto e vado a far volantinaggio! Del doman non v’è certezza… ma che c’importa! (Il verseggiatore nero)





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti