.
Annunci online

abbonamento


hayha flickr.com
Il 4 maggio 2006 la Corte di cassazione ha sostanzialmente confermato le condanne della Corte d'appello a Cesare Previti per la vicenda IMI/SIR e ha annullato l'assoluzione per quella Mondadori rinviandola ad un nuovo appello.
Dopo la lettura del dispositivo Cesare Previti si è consegnato al carcere di Rebibbia, rimanendovi per alcuni giorni prima di  tornare a casa agli arresti domiciliari (Legge ex Cirielli) godendo anche di due ore d'aria al giorno per "soddisfare le sue indispensabili esigenze di vita". Gli arresti domiciliari per questa condanna sono stati commutati in affidamento ai servizi sociali dalla Legge sull'indulto. Il 31 luglio 2007 Previti si è dimesso dal Parlamento, nell'imminenza della decisione con cui la Camera ne avrebbe dichiarato la decadenza. Per quattordici mesi è rimasto parlamentare nonostante i giudici lo avessero condannato all'interdizione perpetua dai pubblici uffici.
 
Leggi la sentenza


sfoglia gennaio        marzo
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.0772396000029403]>