.
Annunci online

abbonamento



emilype flickr.comLa c.d. legge Cirami n. 248/2002 che ha introdotto il "legittimo sospetto" tra i motivi di rimessione del processo ad altro giudice, modificando gli artt. 45, 47, 48 e 49 del codice di procedura penale, non è finora stata oggetto di censure da parte della Corte costituzionale, che ha sempre dichiarato la norma costituzionalmente legittima.

Leggi il testo della legge sul sito del Parlamento

Leggi il testo dell'ordinanza n. 268/2004 dell'8 luglio 2004


La Corte costituzionale, con la sua sentenza n. 24 del 13 gennaio 2004 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 1 della legge n. 140/2003 sui processi alle alte cariche dello stato (c.d. lodo Maccanico-Schifani). Con la sentenza n. 25/2004 ha ammesso il referendum abrogativo sul medesimo art. 1. Le censure di illegittimità costituzionale contro l'articolo 3  sono state respinte dalla Corte il 7 aprile 2004 con la sentenza n. 120. Quelle contro l'art. 6 in materia di intercettazioni indirette hanno portato, invece, alla declaratoria di incostituzionalità il 23 novembre 2007.
Leggi il testo originale della legge sul sito del Parlamento

Leggi la sentenza n. 24/2004 della Corte costituzionale
Leggi la sentenza n. 25/2004 della Corte costituzionale
Leggi la sentenza n. 120/2004 della Corte costituzionale
Leggi Signori della Corte sulla sentenza n. 390 del 23 novembre 2007

La c.d. legge ex Cirielli n. 251/2005 ha modificato il codice penale a proposito di recidiva, circostanze attenuanti e prescrizione. La norma è stata oggetto di moltissimi ricorsi alla Corte costituzionale, che ha dichiarato l'illegittimità degli articoli 7  e (in parte) 10, ma ha ritenuto legittimi gli altri articoli.
Il 30 ottobre 2007 uno dei Disegni di legge governativi del c.d. pacchetto sicurezza (n. 3241/C "Disposizioni in materia di reati di grave allarme sociale e di certezza della pena") ha previsto una modifica della prescrizione nel processo penale che avrebbe di fatto abrogato la legge n. 251/2005. Il Disegno di legge si è fermato all'esame della Camera.

Leggi il testo originale della legge sul sito del Parlamento

Leggi la sentenza della Corte n. 257/06 del 21 giugno 2006
Leggi la sentenza della Corte n. 393/06 del 23 ottobre 2006 
Leggi la sentenza  della Corte n. 79/07 del 5 marzo 2007
Leggi la sentenza della Corte n. 192/07 del 5 giugno 2007


La Corte costituzionale, con la sentenza n. 26 del 24 gennaio 2007 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale degli articoli 1 e 10 comma 2 della legge n. 46/2006, che ha modificato il codice di procedura penale prevedendo l'inappellabilità da parte del P.M. delle sentenze di proscioglimento (c.d. legge Pecorella). 
Leggi il testo della Legge sul sito del Parlamento

Leggi la sentenza della Corte n. 26/07 del 24 gennaio 2007

Tutte le decisioni sono pubblicate sul sito della Corte costituzionale: www.cortecostituzionale.it










sfoglia febbraio        aprile
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.0300356999941869]>