.
Annunci online

abbonamento
1
commenti



di Carlo Cornaglia


Mediaset più Raitivù…
Mediarai fa suppergiù.
“Mediaset? Pronto è la Rai.
Forse ancora non lo sai

ma Wojtyla sta morendo
e dal Quirinale apprendo
che, alla morte, il presidente
vuol parlare prontamente

sulle reti unificate.
Forse è il caso che avvisiate
il gran capo Berlusconi…
Senza sue dichiarazioni

certamente Ciampi avrà
maggior popolarità.
Vista poi la situazione,
noi cambiam programmazione

cancellando molti spot,
anche tu togline un tot,
adeguando il palinsesto
al momento assai funesto.”

Passa un po’, altra chiamata.
Mediaset è preoccupata
che ci sian troppe astensioni
alle prossime elezioni

e ne parla con la Rai:
“Poiché il Papa muore ormai,
non facciamo troppi drammi,
nel far i nostri programmi

ostentiam normalità.
I cattolici, si sa,
se drammatizziamo tutto,
elaboreranno il lutto

con fortissime astensioni,
che danneggian Berlusconi…”
E del voto regionale
arrivò il giorno fatale.

Gli exit poll stradeludenti
sono già noti ai potenti
e si cerca come fare
per poter minimizzare.

Col telefono che brucia
Rai con Mediaset inciucia,
Bergamini è il trait d’union:
già assistente del padron,

ora è dirigente Rai
e coordina il viavai
di domande e di risposte,
di pareri e di proposte.

Le antitetiche emittenti
sembran, più che concorrenti,
amicon soci in affari,
fra continui conversari.

“Son Cattaneo… Flavio, pronto!
Vespa non metta a confronto
i gram risultati attuali
con le vecchie regionali…

e facciam ‘sì che la gente
non capisca proprio niente!”
Al telefono la voce
del berlusconian Del Noce:

“Bruno Vespa in trasmissione
sfrutterà ogni occasione
per parlar del Cavaliere…”
“Deborah, fammi il piacere –

al telefono è Pionati
che commenta i risultati –
di una raccomandazione
al tuo capo, il Capellone,

poiché temo che alla Rai
finiremo male assai…”
Sono tutti spaventati:
“Ritardiamo i risultati…”

e Cattaneo, che è una volpe,
alla Nexus dà le colpe.
Ecco Deborah sul set,
sta parlando a Mediaset

e consiglia agli amiconi:
“Noi parliamo di elezioni
sulla due in prima serata…
Perché venga un po’ oscurata

la terribile batosta,
una trasmissione tosta,
veramente eccezionale,
ci vuol sul quinto canale…”

E per anni andò così,
pappa e ciccia tutti i dì,
per acquisti, trasmissioni,
palinsesti, informazioni,

per pellicole ed attori,
per star e presentatori,
per veline e per subrette,
in favor di Mediaset

ed a danno della Rai.
Del caiman s’odono i lai:
“Basta alle intercettazioni
contro Silvio Berlusconi!

Questo è un vero sciacallaggio,
il chiarissimo messaggio
di Romano e compagnia
che non voglion che il messia

tratti con il sottoscritto!”
Già in passato questo guitto
fregò il Baffo nazionale
con la sua bicamerale,

poi Baffino, Prodi e Amato
hanno sempre trascurato,
chissà se complici o fessi,
e conflitto d’interessi

e la legge Rai tivù.
“Walter, non cascarci più,
non vogliamo che il Pd
tratti con tipi così

per poi essere fregato.
Sistemiamo l’arretrato
e si cerchi il Cavaliere
di qualcun altro il sedere…”


sfoglia maggio        luglio
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.0460356999974465]>