.
Annunci online

abbonamento
5
commenti


di Rachel Donadio
The New York Times on line
December 1, 2008
Memo From Rome

trad. stralci:
Silvio Berlusconi governa con una maggioranza solida, supervisiona la Rai, la Tv di stato, e possiede la principale rete televisiva privata nazionale. Perchè dunque, con tanti mezzi a disposizione, invece di replicare in televisione, o sulla stampa, ai giornalisti che lo criticano, preferisce querelarli?
Negli ultimi anni Berlusconi ha querelato l'Economist per i suoi articoli, e il giornalista britannico David Lane per il suo libro del 2004 "Berlusconi´s Shadow", che indagava sulle origini della sua fortuna, e notava che alcune persone a lui vicine erano state indagate per i loro legami con la mafia. Berlusconi ha perso queste cause in primo grado, ma ha proposto appello oppure
si trova ancora nella possibilità di farlo.
Ora ha puntato gli occhi su Alexander Stille, il più famoso italianista d'America e, tra i critici anglofoni, uno di quelli che più ha fatto sentire la sua voce contro il primo ministro.
Martedì, a Milano, un tribunale di primo grado avrebbe dovuto emettere una sentenza in un processo per diffamazione contro Stille voluto da uno dei più stretti collaboratori di Berlusconi, ma martedì, secondo uno degli avvocati di Stille, il giudice ha rimandato la decisione su richiesta dell'avvocato di parte avversa.

Berlusconi non é l'unico che querela i giornalisti. Altre figure pubbliche lo fanno, tanto che la Federazione della Stampa ha istituito un fondo di solidarietà per fornire aiuto in caso di spese legali e risarcimenti. Però, quando il querelante è Berlusconi, inevitabilmente la situazione assume
altre dimensioni. "La differenza sta nel fatto che lui é il politico più potente e l'uomo più ricco - dice David Lane - Controlla i media. Agisce da una posizione di massima forza".
Alcuni considerano certe querele come un elemento di un disegno più preoccupante, volto al tentativo di intimidire la stampa - anche se Berlusconi sostiene di ricevere attacchi persino dai media che dovrebbero essere sotto il suo controllo.
Nel processo di Milano, Fedele Confalonieri contesta a Stille alcune affermazioni contenute nel libro "The Sack of Rome". Sebbene non si tratti di niente di nuovo, ma di elementi già riportati sulla
stampa italiana, secondo Confalonieri, essi danneggiano direttamente l'onorabilità e la reputazione delle parti coinvolte.
Un avvocato di Confalonieri ha detto che altri giornalisti avevano evitato i processi pubblicando delle ritrattazioni in cui precisavano che ora ritenevano Confalonieri un galantuomo. "Ci siamo stretti la mano, e arrivederci" ha spiegato l'avvocato, aggiungendo poi che il signor Stille "non ha manifestato in nessun modo il desiderio di voler fare pace".

Da parte sua Stille ha detto che essere denunciati per aver pubblicato dei fatti è "un'esperienza kafkiana". "Se fossero stati veramente interessati a stabilire la verità dei fatti - ha
spiegato Stille - avrebbero potuto trovare tanti modi più semplici".
Per Stille e altri giornalisti lo scopo non é tanto quello di vincere i processi quanto di intimidire i giornalisti e gli organi di stampa con la prospettiva di cause lunghe e costose nel caso pubblichino qualcosa di sfavorevole. "Grazie a uno solo di questi processi é possibile influenzare il
comportamento di altri 100 giornalisti" ha aggiunto Stille.
Pare che le cause intentate abbiano prodotto effetti.
David Lane, dell'Economist, ha dichiarato che sta meditando di tagliare tutti i riferimenti a Berlusconi contenuti nel suo prossimo libro sulla mafia: nell'edizione italiana, non in quella inglese. "Sono troppo stanco di spendere del mio" ha detto "Non si vincono medaglie ad essere querelati da Berlusconi".


sfoglia novembre        gennaio
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.574914099997841]>