.
Annunci online

abbonamento


iostocongenchiSono state pubblicate il 16 aprile scorso le motivazioni delle ordinanze dell'8 aprile con cui il Tribunale di Roma (sezione del Riesame) ha annullato i decreti del Pubblico Ministero che ordinavano le perquisizioni presso le sedi, l'abitazione e i computer del dott. Gioacchino Genchi (consulente tecnico del dott. Luigi De Magistris).

L'ordinanza n. 454/09 annulla il decreto di perquisizione n. 11434/09 dell'11 marzo, eseguito il 13, con cui il PM di Roma ha ordinato la perquisizione dei luoghi e dei dati informatici in tutti i luoghi dove il dott. Genchi potesse operare su un computer. Il motivo di tale perquisizione prospettato dalla Procura, la ricollegava alle indagini in corso per i reati di cui agli artt. 615 ter c.p. (accesso abusivo a dati informatici) e 167 Dlgs. n. 196/03 (codice privacy). In particolare, secondo il PM il dott. Genchi, pur autorizzato dal suo incarico di consulente ad accedere ai database dell'Agenzia delle entrate, tra il 2005 e il 2006 avrebbe superato i limiti e le finalità consentiti dal suo mandato.

Il Tribunale ritiene invece che i fatti prospettati dal PM non siano compatibili con le fattispecie di reato ipotizzate. Infatti, l'art. 615ter c.p. prevede che l'accesso informatico sia reato solo se "abusivo", mentre nel caso di Genchi era stato autorizzato. E l'art. 167 Dlgs 196/03 presuppone che l'accesso ai dati sia illegittimo solo se procura un "nocumento" alla persona a cui si riferiscono. Tale requisito non è invece allegato, nè sostenuto, nè provato dal PM. I fatti accaduti sono quindi incompatibili sia con i reati prospettati che con il "fumus incolpativo" necessario a giustificare le perquisizioniannullate in sede di riesame.


iostocongenchiL'ordinanza n. 455/09 annulla invece il decreto n. 5033/09 dell'11 marzo, eseguito il 13, che aveva disposto anch'esso la perquisizione e il sequestro dei documenti e dei dati informatici in possesso del dott. Genchi per il reato di abuso di ufficio.

Il PM
 ipotizzava la violazione da parte del pubblico ufficiale Genchi, sia delle guarentigie ai parlamentari  della Legge n. 140/03 art.4  (e dell'art. 68 della Costituzione), che delle "procedure" a tutela degli appartenenti ai servizi segreti, per aver trattato tabulati telefonici ad essi riferibili in assenza delle necessarie tutele.

Il Tribunale ricorda che Genchi ha ricoperto l'incarico di consulente tecnico del dott. De Magistris nell'ambito del procedimento penale "Why not?" n. 2057/06 e che perciò era obbligato a svolgere l'attività di indagine a lui delegata. L'eventuale richiesta di autorizzazione alla Camera di appartenenza, prevista dalla Legge n. 140 per acquisire i tabulati dei parlamentari è un atto di competenza del giudice (De Magistris) e non del consulente tecnico.

Inoltre, i tabulati riferiti a parlamentari sono sempre stati sottoposti da Genchi al dott. De Magistris perchè provvedesse a richiedere l'autorizzazione (sen.Pittelli e altri casi). Ciò è avvenuto non appena le utenze, intestate spesso a soggetti diversi dai parlamentari, sono state a questi ricollegate (Mastella, Pisanu, Minniti, Prodi). Loiero, invece, non era un parlamentare e Gozi non era noto al consulente come parlamentare e non fu riconosciuto subito perchè l'utenza a lui riferita era operativa in Belgio. Il Tribunale conclude che:" Le attività ... del consulente dottor Genchi non possono definirsi illecite ...Egli non violò le guarentigie a tutela dei parlamentari ... "

Rispetto alle violazioni delle "procedure" a tutela della segretezza dei servizi e dei loro funzionari, il Tribunale ritiene che non esista nessuna norma di cui si possa immaginare la violazione, nè è derivato alcun danno alla sicurezza dello stato dai fatti prospettati nel decreto di perquisizione dalla Procura.

Infine, il reato ipotizzato a sostegno del decreto, ossia l'abuso di ufficio previsto dall'art. 323 c.p., non è compatibile con i fatti accaduti, che non corrispondono ai requisiti necessari perchè esso sussista. Perciò, anche questo decreto viene annullato dal Tribunale, dato atto della "neutralizzazione del teorema incolpativo".

  Vai all'INDICE delle Sentenze Italiane


sfoglia marzo        maggio
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.854742499999702]>