.
Annunci online

abbonamento
2
commenti



    Ci svela il nostro capo del governo,
    nuovamente caimano senza fren,
    d’essere diventato un Padreterno,
    in versione terrena un Superman.

    Un successo continuo, eccezionale
    nei più remoti angoli del mondo:
    in Georgia non è finita male
    solo grazie ad un suo deciso affondo,

    fra la Russia e l’America ha mediato
    per limitar le armi nucleari,
    per tutta Europa il freddo è scongiurato
    poiché Erdogan e Putin son compari,

    grazie alla sua valente mediazione,
    per la realizzazione di un gasdotto.
    Della Nato è Rasmussen capoccione
    poiché, col suo intervento da aquilotto,

    Erdogan della nomina ha convinto.
    L’economia mondiale si è salvata
    solo perché l’amico Bush ha spinto,
    grazie alla sua saggezza illimitata,

    a far stanziare i necessari fondi.
    Con l’intervento a Bruxelles sul clima
    ha evitato futuri finimondi,
    meritandosi universale stima.

    In occasion del forte terremoto
    che all’Aquila ha causato morti e danni
    si è messo in sol quattro minuti in moto
    approntando non miseri capanni,

    ma stupende vacanze sulla costa,
    accoglienti soggiorni nei campeggi,
    crociere con spettacolo e aragosta
    e non vi è alcun che il sisma non festeggi.

    Son pronte belle case con giardino,
    con piante ad alto fusto, con sculture,
    con frigo, lavatrice, champagnino…
    poi dicono che i sismi son sciagure!

    Quando con lui si vincerà la guerra
    all’evasione ed al lavoro nero
    avremo un Pil miglior dell’Inghilterra
    e forse forse tornerà l’Impero.

    Con la sua commercial diplomazia
    in Libia salveranno Ansaldo e Breda
    la nostra sofferente economia
    e disfattista è chi non lo creda.

    Per l’Italia il G8 fu trionfale,
    l’Alitalia è oramai sotto controllo
    e grazie a Dell’Utri suo sodale
    è ormai la mafia assai vicina al crollo.

    Raccontan balle i menagram sinistri
    nel dare a Berlusconi del malato:
    sessantuno consigli dei ministri,
    ottantasei discorsi d’un sol fiato,

    parlando a braccio come nessun fa,
    ventidue incontri multilaterali
    con conferenze stampa là per là,
    popolar gradimento senza eguali,

    meglio di Obama, più di Sarkozy
    e, grazie al grande amico Tarantini,
    una battona almeno tutti i dì
    e una decina in caso di festini.

    “Come premier in centocinquant’anni
    di certo il sottoscritto fu il migliore…
    per promesse deluse, per inganni,
    per trucchi, per menzogne, per livore.

    Son recordman, Alcide ho superato
    come giorni vissuti da premier,
    son da tutti gli italiani molto amato
    poiché sognano d’esser come me.

    Da povero mi son fatto da solo,
    ho i loro sentimenti ed interessi,
    amo il pallone, sono donnaiolo
    e mi tengo lontano dai processi.

    Amo la bella vita, mi diverto,
    non sono triste come sono i rossi,
    ma c’è un problema che purtroppo avverto:
    non avere un pisello come Bossi!”

    Carlo Cornaglia
    11 settembre 2009


sfoglia agosto        ottobre
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.0349130999966292]>