.
Annunci online

abbonamento
3
commenti



    Ha preparato tutto con gran cura,
    sospendendo non solo Ballarò,
    ma pure Matrix ch’è la sua creatura,
    ha rinunciato al Milan a Bordeaux,

    al fine di incantare gli italiani
    comparendo da Vespa a Porta a porta
    circondato da poveri aquilani,
    da lui con Bertolaso presi in torta.

    Ha mostrato le pentole, i fornelli,
    i dozzinal quadretti appesi ai muri,
    ha aperto frigoriferi e sportelli,
    ha scritto bigliettini con gli auguri,

    ha decantato shampoo, dentifrici
    e buste di risotto sotto vuoto,
    così che si dicessero felici
    in attesa di un altro terremoto.

    A fase strappalacrime finita,
    il premier tornò ad essere caimano
    e, affiancato dal servo gesuita,
    fece un’arringa in stil ciceroniano.

    “Nessuno degli italici premier
    nella storia di centocinquant’anni
    è stato bravo e in gamba come me
    nella cura dei nazional malanni.

    Non si faccian confronti con Alcide,    
    che sì all’interno bene ha lavorato,
    senza affrontar però le dure sfide
    che in tutto l’universo io ho superato.”

    A questo punto Silvio salì in rampa:
    “L’affermazione che nel mio paese
    non esiste la libertà di stampa
    è per me la più grave delle offese.

    Non intendo la stampa ammutolire,
    ma porre fine alla diffamazione,
    non posso farmi tutti i dì assalire
    senza almen querelare per reazione!

    Su di me sol calunnie e falsità
    di Repubblica ormai superpartito,
    nessuna prostituta me la dà,
    a festini non ho giammai assistito.

    Cronisti delinquenti e farabutti
    e minoranza cattocomunista
    mi fan passar per il peggior di tutti,
    ma pure il più imbecille sondaggista

    sa che di Berlusconi il gradimento
    da parte del buon popolo italiano
    è ben del sessantotto e più per cento!”
    Non sa ancora il collerico caimano

    che, purtroppo, fu l’audience ben più bassa,
    del tredici per cento o poco più.
    Mentre un tot di tifosi se la spassa
    nel veder Juve e Milan in tivù,

    rinunciando al ridicolo ducetto
    i fan magnificati dal sondaggio
    hanno scelto l’ “Onore ed il rispetto”,
    parole ignote al tristo personaggio.
           
    Carlo Cornaglia
    18 settembre 2009


sfoglia agosto        ottobre
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.0460969250016205]>