Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

19 febbraio 2008 - Il CSM deposita la sentenza di trasferimento del dott. De Magistris.

dreamonix flickr.comIn questi giorni il C.S.M. (sezione disciplinare) ha pubblicato le motivazioni della sentenza n. 3/2008 pronunciata all'udienza del 18 gennaio 2008, che ha condannato il dott. Luigi De Magistris alla sanzione della censura e lo ha trasferito ad altra sede e ad altre funzioni.
In sintesi, gli addebiti per cui De Magistris è stato sanzionato riguardano la sua gestione delle indagini senza avvertire il Procuratore della Repubblica suo superiore (dott. Lombardi) prima del compimento di alcuni atti.  
In particolare la disciplinare ha ritenuto illegittimo:- l'aver trasmesso un fascicolo alla Procura di Salerno dopo essere stato spogliato dell'inchiesta dal Procuratore della Repubblica di Catanzaro il giorno prima ;
- nel procedimento "toghe lucane" aver disposto con decreto una perquisizione (nei confronti del Procuratore genrerale presso la Corte d'appello di Potenza dott. Tufano) non correttamente motivata, con diffusione degli atti di indagine e dell'ipotesi di una relazione extraconiugale tra due magistrati di cui sarebbe stata lesa la riservatezza;
- nell'emissione del decreto di perquisizione di cui sopra non aver preavvertito il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, nonostante il clamore sociale che sarebbe seguito alla sua esecuzione;
- aver disposto la perquisizione, il sequestro e la comparizione della dott.ssa Genovese (sostituto procuratore a Potenza) senza prima informare il Procuratore della Repubblica di Catanzaro;
- dopo il fermo di 26 indagati, non averne chiesto la convalida al GIP di Catanzaro nei termini, provocando la decadenza del provvedimento;
- nell'inchiesta "Poseidone" aver secretato l'iscrizione sul registro degli indagati di due persone (tra cui un amico del Procuratore della Repubblica di Catanzaro).

Altri 5 addebiti contestati sono stati ritenuti insussistenti dal C.S:M., mentre uno è risultato assorbito nei precedenti.

L'azione disciplinare era stata promossa il 20 settembre 2007 e il 4 ottobre 2007 dal ministro della giustizia (on. Clemente Mastella) che aveva chiesto il trasferimento del magistrato ad altra sede e ad altre funzioni.

La decisione della sezione disciplinare è ora al vaglio della Corte di cassazione.

Leggi il post di Marco Travaglio del 24 febbraio 2008
Leggi il pdf della decisione del Consiglio Superiore della Magistratura
Leggi la decisione sul sito di movimentoperlagiustizia

Leggi il post di Marco Travaglio del 6 giugno 2008 dopo la richiesta di archiviazione dei P.M. nel procedimento penale contro De Magistris e la motivazione integrale della richiesta, su www.ilresto.info.

Pubblicato il 26/2/2008 alle 22.34 nella rubrica Signori della corte I.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web