Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

L'isola

Foto di Myriam70 da flickr.comLeggi la risposta di Pino Corrias ai commenti di questo post

Vanity Fair, 17 luglio 2008


Hanno offerto a Vittorio Sgarbi di partecipare alla prossima edizione de L’Isola dei Famosi. Speriamo ci vada: per trascorrere con profitto una manciata di mesi dentro a quella gabbia oceanica di matti che si insultano, si tradiscono, si sudano addosso, e quanto più strepitano tanto più incassano spot. E’ la sola parte istruttiva di quell’arena televisiva. Gladiatori volontari in un ridicolo inferno tropicale per far divertire il pubblico. Umiliazioni in cambio di celebrità. Celebrità per immaginarsi ancora vivi. Anche se intrappolati dentro allo schermo liquido della tv e alla fiamma del turpiloquio. Immateriali al punto che basterà un telecomando, un libro o uno sbadiglio per cancellarli.

Sarebbe bello (e utile) se almeno un altro paio di maschere di Italia contemporanea si unisse alla brigata in espatrio, per esempio quelle di Beppe Grillo e Sabina Guzzanti, anche loro comici eccellenti, che hanno scambiato il loro dovere di farci ridere a teatro, con il diritto di stupirci nelle piazze della politica - una offendendo Dante Alighieri, l’altro, Masaniello - e senza nemmeno cambiare il copione.

Quel che li renderebbe perfettamente coerenti dentro l’armamentario dell’Isola - tra le bistecche di armadillo e i rutti, nella bella gara a chi spara la cazzata più grossa - è il loro essere accecati dal proprio personaggio. Dentro a una realtà che non avendo voglia di studiare né di capire davvero, implode nel buio. In un indistinto che non si spiega se non nell’invettiva: la Destra che smantella la Costituzione uguale alla Sinistra che ancora prova a difenderla. Berlusconi uguale a Napolitano. Tutti i politici corrotti, tutti nemici del popolo. Evviva il popolo. Ignorando che il populismo, specialmente quando viene praticato con le urla più ridondanti, è sempre stato un ottimo sonnifero.

Segnalazioni

Passeranno alla storia come i giorni del bavaglio
Lunedì 21 luglio appuntamento a Milano con Pino Corrias, Peter Gomez e Marco Travaglio contro le leggi-canaglia del governo Berlusconi e per la presentazione del nuovo libro di Chiarelettere: Il bavaglio (autori: Marco Lillo, Peter Gomez, Marco travaglio, introduzione di Pino Corrias).
Camera del Lavoro, corso di Porta Vittoria, 43 - ore 21

Pubblicato il 17/7/2008 alle 18.30 nella rubrica Pino Corrias.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web