Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

La Corte di cassazione respinge ancora la ricusazione della dott. Gandus nel processo Mills.

antmoose su flickr.comIl 26 gennaio 2009 la Corte di cassazione ha depositato la sentenza che respinge la richiesta di Berlusconi per la ricusazione della dott. ssa Gandus nel processo milanese Berlusconi-Mills.

Questa la sintesi  riportata da Il Messaggero:  "Nessuna «inimicizia grave» del giudice milanese Nicoletta Gandus nei confronti dell'imputato Berlusconi tale da giustificare la richiesta di ricusazione avanzata dai legali del presidente del Consiglio. Queste le motivazioni della Corte di Cassazione della sentenza 3499 con la quale ha dato ragione alla Corte d'appello di Milano che lo scorso 10 luglio ha detto no alla ricusazione della Gandus che doveva giudicare Silvio Berlusconi nel processo Berlusconi-Mills per corruzione in atti giudiziari, procedimento sospeso nei confronti del premier per effetto del Lodo Alfano.
 
La Cassazione - occupandosi per la prima volta della normativa blocca-processi - spiega di aver ignorato gli effetti del lodo e di aver messo mano a questa appendice del 'Berlusconi-Mills' perch√© la legge non sospende (per le alte cariche dello Stato) le istanze procedurali, come quella di ricusazione, ma solo i processi. E poi l'interesse dello stesso premier ad avere l'opinione della Cassazione sulla Gandus - spiega il 'Palazzaccio' - √® dimostrato dal fatto che i suoi legali, anche dopo la sospensione, hanno continuato a presentare memorie in vista dell'udienza a Piazza Cavour". 

Leggi la sentenza

  Vai all'INDICE delle Sentenze Italiane

Pubblicato il 30/1/2009 alle 14.29 nella rubrica Signori della corte I.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web