Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

13 marzo 2009: la Corte costituzionale accoglie il ricorso della Commissione di vigilanza RAI contro la revoca di Petroni.

www.ferophoto.it_flickr.comLa Corte ha depositato la sentenza n. 69/09, nella quale "dichiara che non spettava al Ministro dell'economia e delle finanze, d'intesa con il Presidente del Consiglio dei ministri, richiedere e votare nell'Assemblea degli azionisti della RAI – Radio Televisione Italiana S.p.a., la revoca di un consigliere di amministrazione in assenza di previa deliberazione adottata dalla Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi". 

Quindi la Corte "annulla, per l'effetto: a) la nota del Ministro dell'economia e delle finanze, indirizzata al Presidente del Consiglio dei ministri in data 11 maggio 2007; b) la nota, in pari data, del Presidente del Consiglio dei ministri, indirizzata al Presidente della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi; c) la nota, in pari data, del Ministro dell'economia e delle finanze, indirizzata al Direttore generale del Dipartimento del Tesoro; d) la nota, in pari data, del Direttore generale del Dipartimento del Tesoro, indirizzata al Presidente del Consiglio di amministrazione ed al Presidente del Collegio sindacale della RAI S.p.A.".

La decisione della Corte accoglie il ricorso per conflitto di attribuzioni presentato l'8 novembre 2007 dalla Commissione di vigilanza Rai, contro i provvedimenti di revoca del consigliere Petroni, adottati dal Ministero dell'Economia e dal Presidente del Consiglio l'11 maggio 2007.

 
  Vai all'INDICE delle Sentenze Italiane

Pubblicato il 16/3/2009 alle 17.25 nella rubrica Signori della corte I.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web