Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

Una sinistra invertebrata


di Perry Anderson
London Review of books
12 marzo 2009


"...La stampa italiana, pur avendo combattuto in prima linea contro la classe politica della Prima Repubblica, all'epoca delle inchieste della magistratura sulla corruzione, si è tuttavia dimostrata molto sottomessa dopo che Berlusconi si é insediato come punto di riferimento del nuovo ordine. Da quel momento si é limitata a qualche critica pro forma, senza nemmeno tentare di combattere quella guerra totale che avrebbe potuto portargli danno veramente o allontanarlo dalla scena. Gli attacchi avrebbero dovuto essere rivolti non solo contro Berlusconi ma anche contro i giudici che regolarmente lo lasciavano in libertà, contro i termini di prescrizione che hanno vanificato le accuse contro di lui, contro le presidenze che gli assicuravano l'immunità e contro i partiti del centrosinistra che hanno fatto di lui un interlocutore ben accetto e addirittura apprezzato.

Nulla di più lontano dal tono generale della stampa di questi anni, in cui la critica ai comportamenti contrari all'etica appare smorzata dal timore e dal servilismo. La debolezza del quadro complessivo risulta confermata dalle rare eccezioni. Tra queste una su tutte si distingue, quella del giornalista Marco Travaglio, le cui implacabili accuse, non solo a proposito delle malefatte di Berlusconi o Previti, ma di tutto il sistema di connivenze che li ha protetti, comprese quelle della stampa stessa, hanno pochi termini di paragone nel mondo addomesticato del giornalismo europeo di questi anni.
Non sorprenderà sapere che Travaglio, i cui libri si sono venduti in centinaia di migliaia di copie, é un rappresentante della destra liberale, che si esprime con una crudezza e una libertà di toni quasi sconosciuti alla sinistra..."

Leggi tutto l'articolo: http://www.lrb.co.uk/v31/n05/ande01_.html

Pubblicato il 19/3/2009 alle 18.59 nella rubrica Marco Travaglio.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web