Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

“Vengo anch’io…” “No, tu no!”


    Dal dì in cui fu eletto Obama
    la diplomazia assai trama
    affinché il nostro ducetto
    venga ammesso al suo cospetto.
   
    In aiuto al Cavaliere
    il suo astuto consigliere
    e l’esperto ambasciatore
    han bussato a tutte l’ore,
   
    ma la porta non si è aperta.
    Col G20 là in trasferta
    in novembre, appena eletto,
    tentò il colpo il nostro ometto:
   
    “Da te vengo…”  “No, tu no,
    al momento non si può!”
    A Strasburgo, a Londra, a Praga
    ahimé Obama non lo caga,
   
    anche se il neo presidente
    ha incontrato molta gente,
    un bilaterale a ognuno…
    uno sol restò a digiuno,
   
    pur se urlando lo chiamò
    e una foto gli rubò,
    irritando la regina.
    Poi il premier fa la manfrina
   
    di parlar con Erdogan
    rivolgendo il deretan
    alla crucca cancelliera
    che lo chiama a sé, severa.
   
    Per Rasmussen capo Nato
    mediatore s’è spacciato
    fra l’ambrato american
    e il difficile Erdogan.
   
    Per i turchi nella Ue
    mediator ha offerto sé
    fra la Merkel, Sarkozy
    ed Obama, sol così,
   
    per il gusto di apparire.
    L’hanno pur sentito dire:
    “Dell’America il campione
    fece un’ottima impressione
   
    per chiarezza ed umiltà,
    per saggezza e abilità.
    Fra me e lui, non si discute,
    c’è uguaglianza di vedute
   
    pressoché su ogni questione…”
    Non capisce il capellone
    quanto può sembrare strano
    con Obama e Bush texano
   
    pensar alla stessa guisa.
    Non c’è amico che lo avvisa
    ch’è un’emerita cazzata?
    E poi l’ultima sparata:
   
    “A Barack ridendo ho detto:
    “Mio simpatico negretto,
    in Italia ogni giornale
    chiede del bilaterale.
   
    Se lo chiedi, te lo do…”
    Lui mi ha detto: “Perché no?
    Lo faremo, prima o poi…”
    Gli dirà: “Se proprio vuoi,
   
    vieni a Washington, ma sappi
    che Barack non lo accalappi
    come hai fatto col texano,
    perché è allergico al caimano.”
          
    Carlo Cornaglia
    6 aprile 2009

Pubblicato il 7/4/2009 alle 18.55 nella rubrica Le poesie di Carlo Cornaglia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web