Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

Addebito Veronica

Vignetta di Natangelo

Veronica Lario, la signora che Walter Veltroni avrebbe voluto candidare nel suo partito, il partito democratico, ha chiesto a suo marito, il dott. Silvio Berlusconi, reo di molti tradimenti, un assegno mensile di 3,5 milioni di euro al mese per le proprie spese di mantenimento, cibo, vestiario, gas, luce, ginnastica, ma non sigarette, visto che non fuma.

La cifra di tremilionicinquecentomila euro pari a sette miliardi di vecchie lire, pari a centodiciassettemila euro al giorno, cioe’ a dire duecento milioni di vecchie lire al giorno, sarebbe giudicata congrua dalla signora e dai suoi legali a risarcimento delle molte ferite (specialmente emotive) subite in venticinque anni di relazione amorosa, e diciannove anni di matrimonio civile. Si chiama divorzio con addebito.

Il quale addebito – vista la consistenza dell’addebito – era di sicuro parte del piano di Veltroni. Che in un colpo solo, ecco l’astuzia, avrebbe incamerato non solo gli occhi lucenti di Veronica, ma pure il suo stellare adebbito, cioe’ nel suo caso: accredito. Per il bene del partito, si capisce.
(Vignetta di Natangelo)

Commento del giorno
di Erica -   lasciato il 25/11/2009 alle 18:0 nel post White Christmas, Natale di razza bianca
Propongo il "Clean Christmas: caccia all'evasore. Denuncia i clandestini del fisco, quelli che gli irregolari li fanno lavorare a nero, come schiavi".
Scommetto che tanti si sentirebbero dall'altra parte e inizierebbero a parlare di caccia alle streghe e giustizialismo. La solita ipocrisia vigliacca.

Pubblicato il 26/11/2009 alle 15.35 nella rubrica Pino Corrias.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web