Blog: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

Le conseguenze delle liste

natangelo


Questa incombenza di presentare le liste agli uffici elettorali è uno dei rarissimi  lavori che attengono alla morbida vita dei politici. Un lavoro per un terzo di concetto e per due terzi manuale. Un lavoro, non difficilissimo, non faticoso, non stressante: normale. Come fare il pane, riparare una gomma, registrare una raccomandata. Meno complesso di quello di un elettricista che mette a norma un impianto, ma un po’ più arduo di chi stira asciugamani in tintoria o di chi presiede Telecom senza sapere nulla di quello che le accade dentro.

Ora vedete un po’ cosa sono riusciti a combinare. Si trattava per una volta (accade solo ogni tanto e non tutti gli anni) di stare lontani dai comizi in cui di solito spronano gli italiani a compiere per bene il loro dovere, di stare lontani dalle telecamere in cui calcolano su spalle altrui il pil, la produttività, gli oneri sociali, il sistema pensionistico, i tagli all’economia, le ore di cassa integrazione, le tariffe dei servizi pubblici, e per quel paio di mattinate necessarie a sbrigare questa benedetta incombenza, stare zitti, armarsi di pazienza e fare la fila.

Quando mai. Una dozzina di tribunali – da quel fatidico 28 febbraio lavorativo – sono spazzati da questa raffica di disastri a catena: litigi, contenziosi, diffide, ricorsi, minacce, querele. Batterie di avvocati sono stati mobilitati. Batterie di cronisti sono scesi in campo. A breve lo faranno le piazze. Stai a vedere che per un giorno del loro lavoro tremerà pure la democrazia. 
(Vignetta di Natangelo)

Commento del giorno
di  Tolomè - lasciato il 10/3/2010 alle 14:2 nel post Violare oh oh!
Quindi se ho capito bene è stata la sinistra ad impedire a Milioni di entrare nella sala, lui ha chiesto aiuto al giudice che però con l'aiuto di un paio di carabinieri collusi, lo ha allontanato, poi è sono arrivati Superman e Wonder Woman ma i radicali hanno tirato fuori la kriptonite e una copia di Vogue, avvisati previamente dai giudici del CSM in complotto per far cadere il premier e sostituirlo con la mummia rianimata di Lenin (così non se ne accorge nessuno). Uff... certo che la politica è complicata.

Pubblicato il 10/3/2010 alle 18.28 nella rubrica Pino Corrias.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web